Protesi dentali: le tre tipologie diverse

Ci sono diverse tipologie di protesi dentali che l’odontotecnico può occuparsi di costruire. Si può sostituire un solo dente mancante, più denti oppure l’intera arcata.  Le moderne tecniche di implantologia utilizzate dallo odontotecnico consentono di sostituire i denti in modo perfetto, senza notare la differenza e ritrovare la funzionalità che serve.

Sostituire un solo dente

La protesi dentale può esser fatta per sostituire un unico dente. Ci sono diversi motivi per cui un dente è mancante. Capita che per problemi come le carie, il dente venga estratto e resti così un buco nella dentatura. Un unico dente non rappresenta un grande problema per la masticazione, ma gli altri denti possono spostarsi e allargarsi dato lo spazio un più che si è creato. Il dente può esser rimosso perché magari danneggiato per colpa di un evento traumatico. Il nuovo dente prodotto con minuzia e attenzione dell’odontotecnico viene posizionato senza agganciarsi agli altri denti ma fissandolo a una vite inserita nella gengiva, al quale deve essere sana. Per scoprire come diventa odontotecnico, vai su www.diploma-odontotecnico.it

Sostituire più denti

Gli impianti dentali possono esser realizzati anche per sostituire più denti. Se i denti da sostituire non sono contigui, allora si fanno più impianti dentali singoli. Se i denti che mancano sono invece attaccati. Allora si opta per una soluzione unica. Anche in questo caso, possono esser diverse le cause che stano dietro alla necessità di togliere questi denti e procedere con l’impianto. I denti artificiali hanno il vantaggio di esser identici a quelli naturali. Infatti, i prodotti utilizzati dello odontotecnico riproducono perfettamente lo smalto naturale dei denti. Tale risultato è possibile grazie all’impiego di ceramiche e zirconio. La protesi dentale è realizzata su misura dopo aver preso un calco della dentatura. I nuovi denti artificiali devono combaciare alla perfezione: la dentatura deve chiudersi in modo corretto e preciso. Se i denti non sono fatti su misura e non combaciano alla perfezione possono esserci diverse problematiche, tra cui la scheggiatura dei denti naturali che sbattono male su quelli artificiali. In altri casi, può capitare di avere mal di testa, problemi di masticazione, malocclusione, click mandibolare per colpa di un impianto mal progettato.

Sostituire l’intera arcata

Esiste anche un altro caso di intervento per l’odontotecnico, cioè quando deve sostituire l’intera arcata dentale con una protesi. Oggi non si utilizzano più le scomodissime dentiere che si incollavano alla gengiva con la pasta, ma si realizza una protesi di gran lunga superiore grazie a nuove tecniche. La gengiva viene tratta e si impianto delle viti in titanio che arrivano fino alla mandibola. Questo è un passaggio fondamentale che deve esser fatto con estrema cura per garantire un risultato impeccabile. Alle viti poi è attaccata la parte artificiale che riproduce alla perfezione l’aspetto dei denti naturali grazie un mix di sostanze che duplicano lo smalto, cioè la parte più esterna del dente. La masticazione è perfetta e si possono addentare tutti i cibi, otre a sfoggiare un sorriso perfetto.

SHARE