Condividi
   politica

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-03-2017

Tavolo congiunto tra Comune, Provincia e Regione per la realizzazione dell’aeroporto civile a Latina

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

“Alla luce dell’ordine del giorno sottoscritto da tutti i consiglieri provinciali di Latina riguardante la realizzazione di un aeroporto civile nel Comune di Latina, documento che impegna il Presidente della Provincia Eleonora Della Penna a mettere in atto, di concerto con il sindaco di Latina, ogni azione utile, coinvolgendo ogni livello di governo regionale e nazionale, al fine di sostenere la candidatura dell’aeroporto Comani quale sito per la realizzazione del terzo scalo aeroportuale del Lazio, propongo l’istituzione di un tavolo congiunto ad hoc nel quale siano rappresentati il Comune di Latina, l’amministrazione provinciale e la Regione Lazio”. Lo dichiara il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Forte sulla scorta della decisione assunta oggi da tutti i consiglieri provinciali per sostenere la proposta, rilanciata dallo stesso Forte, per la realizzazione a Latina del terzo scalo civile del Lazio. “L’avvio di un tavolo congiunto tra i tre enti interessati – commenta Forte - rappresenta un passaggio fondamentale per portare avanti questo progetto con maggiore forza e arrivare a realizzare un’opera fondamentale per lo sviluppo economico, turistico e commerciale del nostro territorio”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Il Consiglio regionale ha approvato nella seduta odierna la legge regionale sugli ecomusei

Lo comunica il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Forte che della proposta è stato proponente e relatore in aula.

“Il provvedimento – spiega il consigliere regionale pontino – istituisce anche nel Lazio un strumento realmente innovativo in materia di tutela e salvaguardia del paesaggio: prendendo spunto dalla Convenzione europea del paesaggio siglata nel 2000 da tutti i Capi di Stato dell’Unione Europea la legge istituisce l’ecomuseo, soggetto che non si esaurisce nello spazio delimitato da mura ma lo riconosce quale insieme di elementi che caratterizza il rapporto tra un’area geografica più meno vasta e l’uomo. Si tratta dunque dell’insieme del paesaggio, della tradizione, dell’architettura e rappresenta la possibilità di conservare e far conoscere un luogo attraverso attività didattiche e di promozione. Insomma un museo diffuso che oggi, con la nuova legge, ci consente di ampliare il numero degli ecomusei laziali, oggi solamente quattro (Litorale di Ostia, Agro Pontino, Lazio Virgiliano ed ecomuseo della Teverina), definendo quali saranno le loro caratteristiche, prerogative, missione e azione sul territorio. Una chance anche e soprattutto per il territorio della provincia di Latina e per molti Comuni che potranno sfruttare le potenzialità dell’istituzione di un ecomuseo”. “E’ positivo – prosegue Forte – che siano anche già state previste delle risorse finanziarie, grazie ad un emendamento della Giunta regionale, che darà corpo alla nuova legge e farà in modo che questa possa realmente diventare operativa consentendo, attraverso la nascita di nuovi ecomusei, lo sviluppo turistico, economico e culturale del territorio”.  




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Latina. Precisazioni del Presidente del Consiglio in merito alle procedure per l’approvazione del Bilancio di Previsione

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Avendo riguardo alle procedure complessive inerenti l’approvazione del Bilancio di Previsione del Comune di Latina e dei suoi allegati, si precisa quanto di seguito. In data 2 marzo 2017 la Giunta Comunale, organo competente, approvava il DUP, lo schema di Bilancio di Previsione 2017 e i relativi allegati. In data 4 marzo 2017 tutta la suddetta documentazione veniva inviata per pec - legalmail ai Revisori dei Conti per l’acquisizione del prescritto parere di competenza, di cui all’art. 25, comma 5, del Regolamento di Contabilità del Comune di Latina, da trasmettersi entro e non oltre il termine di dieci giorni lavorativi dal ricevimento della documentazione. La trasmissione del richiamato parere, alla Ragioneria Generale del Comune avveniva in data 17 marzo 2017. In riferimento alle modalità di corretto computo dei termini dei giorni lavorativi, la giurisprudenza distingue tra sedi e fattispecie di natura processuale o amministrativa, pur con interpretazione, comunque, non univoca. Nell’ambito amministrativo, di cui trattasi, risulta fondamentale, nonché dirimente, tra le altre, la sentenza della corte di Cassazione n. 27273/2013, la quale stabilisce che i giorni lavorativi debbano essere calcolati in preciso riferimento con l’ambito specifico nel quale ci si rapporta, nel caso in questione, invero, l’organizzazione dell’orario di lavoro dell’Ente Comune di Latina. Al riguardo l’articolazione lavorativa degli uffici di riferimento del caso di specie, Ufficio Ragioneria del Comune di Latina, presso e con il quale l’organo del Collegio dei Revisori dei Conti esercita la sua attività, è la seguente: dalla giornata del lunedì alla giornata del venerdì, con esplicita esclusione dal computo dei giorni lavorativi, quindi, delle giornate e del sabato e della domenica. Pertanto, in considerazione di tale condiviso assunto, il termine di scadenza della trasmissione da parte dei Revisori dei Conti del prescritto parere al bilancio di previsione e suoi allegati, di cui all’art.239, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000, è da considerarsi il 17 marzo 2017, giorno in cui lo stesso è stato regolarmente trasmesso, quindi nel rispetto dei termini statuiti dal richiamato Regolamento di Contabilità del Comune di Latina. (Il Presidente del Consiglio Comunale, Massimiliano Colazingari)




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Tommaso Bianchi, smentisce l’ipotesi della sua Candidatura a Sindaco di Cori

riceviamo e pubblichiamo

A fronte di una libera interpretazione riportata da un giornale Provinciale on line, rilancia annunciando invece la costituzione di una nuova formazione Civica che si candida ad amministrare con Onestà e Competenza. Tranquilli. Non sono assolutamente interessato ad una Candidatura a Sindaco di Cori nelle prossime elezioni Amministrative. Sto invece lavorando insieme ad alcuni amici e con grande impegno, nell’organizzazione e costituzione di una alleanza civica che possa vedere rappresentato le migliori espressioni culturali e sociali che la Città di Cori possiede. Si sta determinando la volontà di costruire un gruppo in grado di rappresentare ed essere, il nuovo che per troppo tempo è rimasto soffocato dal pensiero dominante su Cori ed in generale sui Monti Lepini. Il programma avrà come fine fondamentale l’attivazione di processi partecipativi e di trasparenza, al fine di coinvolgere pienamente e responsabilmente i cittadini nelle scelte amministrative. Un impegno quindi, basato sulla volontà e capacità di rinnovamento che vuole rappresentare soprattutto un atto di stima e di fiducia nei confronti della Comunità tutta di Cori e Giulianello. La partecipazione popolare dovrà essere il fulcro per porre in essere decisioni condivise e per governare con Onestà e Competenza. Un patto di cittadinanza quindi che, attraverso la costruzione di relazioni rappresenti lo strumento principe di crescita della nostra comunità sul piano del Lavoro, Sicurezza, Decoro Urbano, Ambiente ed Efficienza dei Servizi. In pratica una Migliore Qualità della Vita. Un patto per il risveglio culturale, sociale ed economico che sia alla portata di tutti e non di pochi e che trovi protagonisti soprattutto i nostri giovani. Dalle risultanze delle riunioni svolte e degli incontri effettuati, emerge con entusiasmo l’esigenza di sentirsi cittadini liberi e non sudditi e di mettersi in gioco per la rinascita della Città. Tra qualche settimana, verranno illustrate ai Cittadini le linee generali del programma elettorale ed i Candidati, Sindaco e Consiglieri, che saranno scelti per rappresentarlo. Cori, 18 marzo 2017 Il Consigliere Comunale Tommaso Bianchi




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Futura: l’idea di uno aeroporto civile e commerciale un opportunità di sviluppo

riceviamo e pubblichiamo

Associazione Futura: “ l’idea di uno aeroporto civile e commerciale un opportunità di sviluppo molto interessante per il territorio” L'associazione Futura condivide e sostiene la proposta del consigliere regionale Enrico Forte di dotare il territorio pontino di uno scalo civile destinato esclusivamente ad ospitare i voli low cost, fetta del trasporto aereo che è in continua crescita. L’ aeroporto militare “Comani” in un ottica di contenimento della spesa pubblica potrebbe essere trasformato in civile e commerciale, e considerata la vicinanza di due arterie importanti come la Pontina e la statale Appia, la sua contiguità alla linea ferroviaria, tutto ciò comporterebbe enormi vantaggi economici per il territorio della nostra provincia. Tale aeroporto servirebbe a decongestionare l’intenso traffico aereo di Fiumicino e gioverebbe in particolar modo allo scalo Ciampino, ormai saturo dai voli low cost. Ricordiamo che il Comani è per dimensione e collocazione logistica il più grande del Lazio dopo gli aeroporti romani e pur consapevoli della difficoltà nel reperire risorse da destinare a nuove infrastrutture, riteniamo che un nuovo sito aeroportuale a Latina abbia i requisiti per essere considerato competitivo e vincente. All’interno della struttura di Latina scalo è presente una linea ferroviaria fondamentale che potrebbe diventare una linea veloce che collega Latina con Roma ed inoltre con una spesa minima si può allungare la pista, dando così un contributo rilevante nell’alleggerimento della situazione dello scalo di Ciampino. E’ opportuno rilanciare l’ipotesi della conversione dello scalo militare affinché possa ospitare voli low cost, per tornare a parlare di sviluppo del territorio pontino. Cosi come riconosciamo che infrastrutture come la Pontina vanno potenziate se si vuol pensare a un aeroporto che possa servire come scalo romano. Un aeroporto a Latina non significherebbe solo decongestionare il traffico aereo dell'area romana, ma costituirebbe un volano di crescita occupazionale, facendo ripartire l’economia pontina ormai sull'orlo del baratro. Ci auguriamo che si concretizzino le condizioni per rendere possibile un’opera strategica per Latina e l’intera provincia.L’associazione culturale Futura




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Riqualificazione di Piazza del Popolo, al via i lavori offerti dalla Comel

riceviamo e pubblichiamo

Sono partiti nei giorni scorsi i lavori per la riqualificazione delle aiuole di Piazza del Popolo offerti dalla Comel di Latina. I tecnici della ditta incaricata di realizzare l’intervento hanno recintato un primo angolo della piazza per procedere con la sistemazione degli alberelli di alloro donati dall’azienda di via Congiunte Sinistre. Oltre a questi, il progetto prevede la posa di pianta da siepe tipo Pittosporum Tobira e la messa a dimora di siepetta di mirto per un numero complessivo di circa 450 piante.  L’Amministrazione Comunale invita i cittadini ad apprezzare l’impegno dei privati per il ripristino del decoro urbano che deve essere salvaguardato anche denunciando eventuali atti vandalici e il mancato rispetto delle regole di convivenza civile.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Andrea Orlando a Latina: mercoledì 22 marzo nel capoluogo il candidato alla segreteria del PD

.

“Cambiare il Pd. Ricostruire l’Italia”. Questo lo slogan che introdurrà il Ministro della giustizia Andrea Orlando che sarà a Latina domani, mercoledì 22 marzo, per presentare la sua candidatura alla segreteria nazionale del Partito Democratico. L’appuntamento è alle 20.30 presso l’hotel Europa, in via Emanuele Filiberto, dove Orlando spiegherà le ragioni della sua scelta di correre alle primarie del Pd, fissate per il 30 aprile prossimo, che lo vedranno in campo contro Matteo Renzi e Michele Emiliano. L’appuntamento nel capoluogo pontino sarà l’occasione per il Guardasigilli di illustrare il suo progetto per “cambiare profondamente il Pd affinché possa essere utile davvero all'Italia e ai problemi degli italiani”. All’incontro prenderanno parte amministratori e militanti del partito della provincia di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Progetto pilota recupero sprechi alimentari a

.

Resoconto Mobili –Perazzotti, su progetto pilota recupero sprechi alimentari legge 166 e riduzione rifiuti indifferenziati di alcune mense scolastiche del Comune di Latina A seguito di una interessante riunione svoltasi a metà gennaio e voluta dall’assessore al welfare Patrizia Ciccarelli nella quale sono stati invitati a conoscersi e confrontarsi persone, società di grande distribuzione, cooperative, associazioni di volontariato che operano da tempo sul nostro territorio per combattere la diseguaglianza economica e sociale, soprattutto nell’ambito del recupero e ridistribuzione del surplus di cibo che la nostra società dell’opulenza rischia di trasformare giornalmente in “scarto alimentare”, si è messa in moto nella mente dei nuovi amministratori di questa città l’idea di voler cominciare ad agire con concretezza. L’ambito che si è andato individuando, essendo assenti alla suddetta riunione i rappresentanti della grande distribuzione, e spinti dal desiderio di “coerenza educativa” che la miglior parte del mondo scolastico ha insita nella propria missione educativa, grazie alla disponibile presenza dell’azienda Vivenda che gestisce tutta la ristorazione delle scuole del Comune, è stato proprio quello degli scarti alimentari legati alle mense scolastiche. L’allora presidente della commissione welfare Laura Perazzotti, insegnante da sempre sensibile ai problemi sociali ed ambientali, ha in breve tempo organizzato , di concerto con l’assessore all’ambiente Roberto Lessio, una Commissione molto interessante, perché ha permesso di dialogare diverse istituzioni e gruppi che mai prima erano riusciti a farlo: il mondo della scuola, rappresentato da insegnanti molto impegnate nell’ambito della sostenibilità ambientale aderenti alla RETE PER LE BUONE PRASSI DELL’EDUCAZIONE AMBIENTALE, della quale la scuola G.Giuliano è capofila, e del programma ECO-SCHOOL, un rappresentante dell’azienda VIVENDA di cui sopra e un ingegnere ambientale di Latinambiente. Questo secondo step avveniva a fine gennaio e si concludeva con la disponibilità delle 3 componenti di attuare un progetto- pilota nella seconda parte di questo anno scolastico da realizzarsi in 4 istituti comprensivi così articolato: -un momento formativo comune durante il quale in un’ ora e mezza, l’ingegnere ambientale motivasse e dimostrasse scientificamente la necessità di un attento recupero degli avanzi alimentari (frazione umida), delle posate e piatti di plastica (indifferenziata), delle tovaglie (carta) e di bicchieri e bottiglie(multimateriale) a tutto il personale che durante e dopo i pasti è a contatto con i bambini, elementi questi che al momento finiscono tutti nell’indifferenziata; -un periodo di sperimentazione concreta con le 4 scuole scelte per iniziare il percorso virtuoso. I tempi previsti stanno per essere rispettati, nonostante la reale difficoltà incontrata dagli operatori di LATINAMBIENTE per il suo fallimento, solamente perché l’attuale presidente della commissione welfare Luisa Mobili, insieme alla presidente di allora, fortemente motivate, insieme agli assessori competenti, hanno trovato negli ingegneri Fabio Porzi e Francesco Di Lauro, nei curatori fallimentari dell’azienda e nel responsabile Attilio Orsini di Vivenda persone speciali, capaci di lottare per raggiungere un risultato forse ancora piccolo a livello numerico ma fondamentale a livello simbolico. Lunedi 20 marzo presso l’aula pacis dell’I.C.G.Giuliano si è tenuto il corso di formazione che ha visto una cinquantina di persone riunite tra personale docente, non docente, e operatori che distribuiscono il cibo ai nostri bambini. Tra pochi giorni si attuerà finalmente la RACCOLTA DIFFERENZIATA presso le scuole Giuliano, 5° istituto plesso via degli Aurunci, 7° istituto, plesso Via Polonia e Milani di Latina che vedrà coinvolti in prima persona i nostri bambini che finalmente potranno “assorbire coerenza “ sull’esempio degli adulti, per la propria crescita come persone consapevoli e futuri cittadini attivi non solo in classe ma anche a mensa e chissà…molto presto anche in tutte le famiglie!!!! Dal prossimo anno scolastico, con la nuova organizzazione di raccolta dei rifiuti, si partirà a tappeto con tutte le altre scuole del nostro Comune. Questa è la prima di una serie di azioni previste, nell'ambito di un ampio progetto, che auspichiamo possa coinvolgere associazioni, istituzioni, cittadini, imprese, per interpretare a pieno lo spirito della legge 166 che prevede anche interventi finalizzati a favorire il recupero e la donazione di beni alimentari e altro, a fini di solidarietà sociale. Luisa Mobili e Laura Perazzotti, consiglieri comunali LBC




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-03-2017

Regione Lazio, nuovo regolamento per i beni sequestrati alla mafia

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

La Giunta Zingaretti ha approvato oggi, in occasione della Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il nuovo regolamento regionale per l’affidamento e l’utilizzo sociale dei beni sequestrati o confiscati alla criminalità organizzata. Si tratta di un atto che si inserisce nel percorso di forte impegno politico e amministrativo intrapreso dalla Regione Lazio per rendere più veloce ed efficace la restituzione alle comunità e ai territori dei beni frutto di attività criminali e mafiose. Al regolamento seguirà entro poche settimane un bando da 750mila euro destinato a Comuni e associazioni per la ristrutturazione dei beni e un bando per l’assegnazione di dieci tra appartamenti e terreni sequestrati o confiscati e ora a disposizione della Regione Lazio. “E’ il nostro modo concreto di celebrare questa Giornata della memoria e dell’impegno”, dichiara l’assessore regionale alle Politiche sociali, sicurezza e sport Rita Visini, che oggi partecipa alle manifestazioni promosse a Latina da Reti di Giustizia, Osservatorio legalità Regione Lazio e Comune di Latina e a Fondi da Libera Sud-Pontino. Per Visini “il primo passo è riconoscere e denunciare la presenza delle mafie nel nostro territorio, per poi sovvertirne la logica di sopraffazione e di dominio sociale ed economico”. “E’ quello che la Regione Lazio sta facendo in questo momento – conclude l’assessore -. Penso a quanto abbiamo messo in campo per restituire al bene comune quegli spazi e quelle attività economiche che la criminalità usava per rafforzare il proprio potere, e penso anche alle nostre politiche di contrasto all’usura, il bancomat delle mafie, grazie alla legge regionale 14/2015 e ai fondi stanziati dalla Regione per il sostegno alle vittime del sovraindebitamento”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-03-2017

Riqualificazione Piazza del Popolo, al via i lavori offerti dalla Comel

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Sono partiti questa mattina i lavori per la riqualificazione delle aiuole di Piazza del Popolo offerti dalla Comel di Latina. I tecnici della ditta incaricata di realizzare l’intervento hanno recintato un primo angolo della piazza per procedere con la sistemazione degli alberelli di alloro donati dall’azienda di via Congiunte Sinistre. Oltre a questi, il progetto prevede la posa di pianta da siepe tipo Pittosporum Tobira e la messa a dimora di siepetta di mirto per un numero complessivo di circa 450 piante. L’Amministrazione Comunale invita i cittadini ad apprezzare l’impegno dei privati per il ripristino del decoro urbano che deve essere salvaguardato anche denunciando eventuali atti vandalici e il mancato rispetto delle regole di convivenza civile.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-03-2017

Associazione Futura: “l’idea di uno aeroporto civile e commerciale, opportunità di sviluppo

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

L'associazione Futura condivide e sostiene la proposta del consigliere regionale Enrico Forte di dotare il territorio pontino di uno scalo civile destinato esclusivamente ad ospitare i voli low cost, fetta del trasporto aereo che è in continua crescita. L’ aeroporto militare “Comani” in un ottica di contenimento della spesa pubblica potrebbe essere trasformato in civile e commerciale, e considerata la vicinanza di due arterie importanti come la Pontina e la statale Appia, la sua contiguità alla linea ferroviaria, tutto ciò comporterebbe enormi vantaggi economici per il territorio della nostra provincia. Tale aeroporto servirebbe a decongestionare l’intenso traffico aereo di Fiumicino e gioverebbe in particolar modo allo scalo Ciampino, ormai saturo dai voli low cost. Ricordiamo che il Comani è per dimensione e collocazione logistica il più grande del Lazio dopo gli aeroporti romani e pur consapevoli della difficoltà nel reperire risorse da destinare a nuove infrastrutture, riteniamo che un nuovo sito aeroportuale a Latina abbia i requisiti per essere considerato competitivo e vincente. All’interno della struttura di Latina scalo è presente una linea ferroviaria fondamentale che potrebbe diventare una linea veloce che collega Latina con Roma ed inoltre con una spesa minima si può allungare la pista, dando così un contributo rilevante nell’alleggerimento della situazione dello scalo di Ciampino. E’ opportuno rilanciare l’ipotesi della conversione dello scalo militare affinché possa ospitare voli low cost, per tornare a parlare di sviluppo del territorio pontino. Cosi come riconosciamo che infrastrutture come la Pontina vanno potenziate se si vuol pensare a un aeroporto che possa servire come scalo romano. Un aeroporto a Latina non significherebbe solo decongestionare il traffico aereo dell'area romana, ma costituirebbe un volano di crescita occupazionale, facendo ripartire l’economia pontina ormai sull'orlo del baratro. Ci auguriamo che si concretizzino le condizioni per rendere possibile un’opera strategica per Latina e l’intera provincia.L’associazione culturale Futura




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-03-2017

Disservizio Rida Ambiente, invito alla cittadinanza a non conferire fino a lunedì

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

A seguito di problemi nel conferimento dei rifiuti presso la Rida Ambiente, la società Latina Ambiente ha comunicato all’Amministrazione Comunale che per la giornata di lunedì 20 marzo i rifiuti non potranno essere smaltiti presso l’impianto di Aprilia prima delle ore 14.00. Ciò determinerà un notevole ritardo nel servizio di raccolta, pertanto si invitano i cittadini a non conferire rifiuti indifferenziati laddove non fosse strettamente urgente e necessario. Il problema si è già presentato nella settimana appena trascorsa per motivi che riguardano la Rida Ambiente, motivi di cui l’Amministrazione non è attualmente a conoscenza. Alla luce di un disagio che si è verificato più volte negli ultimi mesi, la stessa Amministrazione si sta attivando per conoscere le ragioni di quest’ultimo disservizio e chiederà spiegazioni anche alla Regione Lazio in quanto ente che autorizza gli impianti di smaltimento e i relativi conferimenti.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-03-2017

Il Sindaco incontra i curatori fallimentari dell’U.S. Latina

riceviamo e pubblichiamo

Nel tardo pomeriggio il Sindaco di Latina Damiano Coletta ha incontrato i curatori fallimentari dell’U.S. Latina, avv. Luca Pietricola e dott. Vincenzo Loreti, il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, Damiano Tommasi, accompagnato dall’avvocato dell’AIC Luca Miranda, l’allenatore del Latina Vincenzo Vivarini e il capitano della squadra nerazzurra Matteo Bruscagine. Un incontro voluto dal primo cittadino, durato oltre un’ora, nel corso del quale ciascuno dei presenti ha avuto modo di rappresentare all’Amministrazione il momento dell’U.S. Latina, ognuno secondo il proprio ruolo di competenza. Tutto con l’obiettivo comune di operare in modo da dare al Latina un futuro. Da parte del Sindaco è stata espressa la disponibilità, da sempre evidenziata, ad agire da facilitatore nell’individuazione che consenta alla vicenda U.S. Latina di trovare la migliore soluzione per un positivo epilogo così che Latina possa continuare a fregiarsi di un titolo che la pone al centro dell’attenzione del calcio nazionale e nel contempo le consenta di tornare ad essere orgogliosa del club che la rappresenta. «Invito la città tutta a stare vicino alla squadra e al suo allenatore – le dichiarazioni di Damiano Coletta al termine dell’incontro – con i quali mi complimento per l’impegno e l’attaccamento ai colori che stanno dimostrando. Da ex calciatore capisco bene quali difficoltà giocatori e tecnico stiano vivendo, quanto sia difficile giocare in queste condizioni e trovare le motivazioni per andare avanti. Sono in momenti come questo che Latina non deve fare mancare il proprio apporto, ma essere un tutt’uno con chi scende in campo».




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-03-2017

Simeone interviene in Regione sulla riduzione delle liste di attesa

riceviamo e pubblichiamo

“Riduzione delle liste di attesa, “si può fare”. Anche il ministro Lorenzin ha ammesso che una via di uscita dal disastro liste di attesa esiste. Ha ammesso che far bene si può. Ed ha preso ad esempio il modello attuato dalle regioni Emilia Romagna e Veneto. Un modello semplice ma efficace alla base dell’ordine del giorno, presentato come Forza Italia durante il consiglio monotematico sulla sanità a novembre 2016, con cui si impegnava il presidente Zingaretti “al fine di garantire un’implementazione dell’offerta, l’abbattimento delle liste di attesa riportando le tempistiche entro i parametri previsti dalla normativa vigente, nonché di contenere i costi a carico della Regione, derivanti dal costante aumento della mobilità passiva extra regionale, a mettere in atto tutte le azioni necessarie, sul piano economico ed organizzativo, al fine di consentire alle Asl del Lazio la possibilità di acquistare dal privato accreditato prestazioni a tariffa calmierata consentendo agli utenti di accedere alle prestazioni specialistiche, e di alta diagnostica, pagando una tariffa pari a quella del ticket della prestazione stessa”. Ordine del giorno stravolto e ridotto ad una enunciazione di principio a causa della ritrosia da parte della maggioranza che governa questa Regione che ha preferito approvare un documento generale che risolvere concretamente le criticità che attanagliano la sanità del Lazio. Resta comunque ferma e valida la nostra proposta contenuta nella versione originale dell’ordine del giorno. Una proposta avanzata dopo aver studiato i risultati raggiunti dal progetto avviato dalla Regione Emilia Romagna nel 2015. Un progetto che proponevamo di estendere anche a tutte le Asl del Lazio ampliando l’offerta delle prestazioni sanitarie attraverso l’apertura 7 giorni su 7 delle strutture sanitarie, pubbliche e private, dando la possibilità alle Asl di acquistare dal privato accreditato prestazioni a tariffa calmierata consentendo agli utenti di accedere alle prestazioni specialistiche, e di alta diagnostica, pagando una tariffa pari a quella del ticket della prestazione stessa. Si tratta di un progetto che ha mostrato in breve tempo risultati eccezionali. Oggi in oltre il 90% dei casi, in Emilia-Romagna, gli esami vengono garantiti ai pazienti entro 30 o 60 giorni dal momento della prenotazione, come previsto dalla legge e dal buon senso. Le file infinite per una tac o un controllo ginecologico sono state cancellate. Il purgatorio prima di una risonanza o di un test della vista è diventato un ricordo. I cittadini emiliani e veneti si sentono tutelati e non devono più sostenere costi esorbitanti, legati al ricorso alle prestazioni private, per vedere riconosciuto quello che è loro sacrosanto diritto. Il tutto a fronte della realtà del Lazio in cui, di media, l’attesa per prestazioni di alta diagnostica sfiora o supera l’anno. Oggi quello che manca a Zingaretti continua ad essere il coraggio di scegliere e di prendere spunto da chi non solo fa, ma fa anche bene, nell’esclusivo interesse dei cittadini che è chiamato a rappresentare. Gli manca l’umiltà politica ed amministrativa di ammettere che sinora nessuno dei risultati prospettati è stato raggiunto. Lo stesso coraggio, e la medesima umiltà politica, che gli chiediamo di utilizzare sin da ora, mettendo da parte l’ennesimo piano di riduzione delle liste di attesa che sarà la fotocopia stanca ed inutile dei copioni che ci ha presentato, dal 2013 ad oggi, senza riscuotere alcun successo. Gli abbiamo fornito la risposta su un piatto d’argento. A Zingaretti spetta l’onore di attuarla”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-03-2017

Forte (Pd): Interrogazione in Regione per la realizzazione di un aeroporto a Latina

riceviamo e pubblichiamo

Il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Forte ha presentato un’interrogazione urgente al presidente del Consiglio regionale Daniele Leodori per sollecitare la Giunta regionale “a farsi parte attiva per valutare la realizzazione di un nuovo sito aeroportuale a Latina”, sito che potrebbe rispondere per motivi logistici alle nuove esigenze di mobilità e aumentare la capacità di ricezione della domanda turistica e professionale da e per Roma “con indubbie ricadute positive in termini di occupazione non soltanto nel trasporto areo ma anche nell’indotto”. La proposta del consigliere regionale pontino nasce dall’esame dell’attuale situazione dei due scali romani, quello di Fiumicino e quello di Ciampino, dove si riscontrano da tempo elementi di criticità e dalla constatazione di come le soluzioni individuate in passato come la realizzazione di un nuovo aeroporto a Viterbo siano rimaste sulla carta. Nell’interrogazione Forte spiega come l’aeroporto di Fiumicino, classificato come gate intercontinentale, in un prossimo futuro dovrebbe veder aumentare in maniera consistente la domanda di traffico passeggeri europeo ed internazionale così come quello di Ciampino, che negli ultimi anni ha visto transitare oltre cinque milioni di passeggeri dovendo al tempo stesso garantire i voli di Stato. “Tale situazione – spiega il consigliere regionale pontino – rende non più rinviabile l’individuazione di uno scalo aereo nel Lazio e soprattutto a breve distanza dalla capitale destinato esclusivamente ad ospitare i voli low cost, fetta del trasporto aereo che è in continua crescita. Tale scalo dovrebbe essere connesso con Roma sia in termini viari che ferroviari e Latina risponde in pieno alle caratteristiche richieste. Il territorio pontino ha tutti i requisiti per ospitare un aeroporto che potrebbe assorbire parte del traffico aereo di Ciampino con enormi ricadute sul fronte economico, turistico e occupazionale”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-03-2017

Latina. Bilancio di previsione, le procedure seguite per l’approvazione

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Lo schema di bilancio di previsione finanziaria per l’anno 2017/2019 e relativi allegati sono stati oggetto di approvazione da parte della competente Giunta Comunale nella data del 2 marzo 2017. In adempimento alla prescrizione di cui all’art. 25, comma 4, del vigente Regolamento di Contabilità del Comune di Latina gli elaborati relativi al bilancio di previsione e i relativi allegati normativamente previsti, sono stati trasmessi al Collegio dei Revisori dei Conti in data 4 marzo 2017, entro il termine di giorni tre, quindi, dettato dal citato regolamento contabile ai fini dell’ottenimento (nei dieci giorni lavorativi successivi) del relativo parere. In pari data, 4 marzo 2017, detti elaborati e detti allegati, sono stati altresì messi a disposizione, sempre ai sensi e in applicazione del citato art. 25, comma 4 del regolamento contabile, dei consiglieri comunali da parte della Segreteria Generale, sia in modalità informatica per il tramite della pubblicazione di detti atti all’albo pretorio online del sito istituzionale del Comune di Latina, sia, materialmente, in copie cartacee reperibili presso gli uffici della Segreteria Generale. Ulteriormente, in seguito, sono state fornite ai consiglieri comunali anche copie della suddivisione in capitoli del bilancio di previsione, pur non rientrando detta procedura nelle prescrizioni normative specifiche, poiché, l’analisi della materia dei capitoli di bilancio è ascritta al PEG (Piano esecutivo di gestione), quindi, di competenza della Giunta Comunale, e non del Consiglio Comunale, e successivamente all’approvazione del bilancio di previsione e dei relativi allegati. Relativamente ai termini per la presentazione degli emendamenti al bilancio di previsione, in piena e legittima applicazione del richiamato regolamento di contabilità, di cui sempre all’art. 25, comma 4, sono stati regolarmente concessi ai consiglieri comunali dieci giorni per la presentazione degli stessi, a decorrere dalla data di messa a disposizione del bilancio di previsione (4 marzo 2017), con regolare scadenza del termine di presentazione fissata per il 14 marzo 2017 e con deposito degli stessi presso gli uffici della Segreteria Generale. Le procedure relative al processo di formazione del bilancio di previsione 2017 per la relativa approvazione, così come descritte, sono state, quindi, attuate perfettamente e regolarmente in corretta applicazione di quanto statuito dai complessivi dettati normativi regolamentari e di legge di riferimento e, anche, in relazione, alla corretta messa a disposizione del materiale relativo ai singoli consiglieri comunali, ai quali, anzi, sono stati forniti elementi ulteriori non dovuti ai sensi di legge (capitoli di bilancio) e in modalità informatiche, anch’esse ultronee rispetto alle previsione normative regolamentari.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-03-2017

Marina Aramini (LBC) interviene sul bilancio

riceviamo e pubblichiamo

Nota Marina Aramini Viste le numerose ACCUSE/LEZIONI da parte dell'opposizione sulla gestione delle procedure attinenti all'approvazione del BILANCIO DI PREVISIONE 2017 e precisando che questo non giustifica eventuali nostre mancanze, ho ritenuto mestamente opportuno andarmi a leggere (allo scopo di imparare) i verbali della commissione bilancio 2014, poiché nel 2015 c'è stato il commissariamento.
LEZIONE n 1 "Nelle commissioni si chiacchiera troppo e non si fanno fatti"
Nel 2014 ci sono state 67 riunioni dal 7 gennaio al 22 dicembre.
A parte il marcato e costante andirivieni dei commissari (oggi c'è molta più disciplina), il dato più semplice che emerge è che su 67 sedute, quelle in cui c'è stata almeno 1 deliberazione (alcune volte fra diverse proposte) sono state 15 e in alcune di queste i punti all'o.d.g risultano ereditati dalle volte precedenti (perché deliberati solo in parte). Ad es ci sono volute diverse sedute per deliberare quasi tutti i 9 debiti fuori bilancio presentati per la relativa approvazione il 7 gennaio 2014 
(7 gennaio, 9 gennaio, 14 gennaio, 1 deserta e poi non ho trovato più quello per esproprio di Via Vespucci). LEZIONE n° 2 "Noi quando dovevamo approvare il bilancio analizzavamo ogni documento "
Premesso che questo del 2017 per il Consiglio comunale di Latina è il primo bilancio da approvare sulla base di nuove normative e ribadendo tuttavia che le scadenze del 2014 non erano certo il 31 marzo (ma c'è comunque un limite alla professionalità), andando a curiosare le discussioni in merito al "bilancio di previsione 2014" si scoprono molte cose.
Nel 2014 il limite di proroga fissato al 31 luglio 2014 è stato ulteriormente prorogato al 30 settembre (decreto Ministro degli interni del 18 luglio 2014) considerato che un numero consistente di comuni era stato interessato dal rinnovo delle rispettive amministrazioni e che "il breve arco temporale trascorso avrebbe potuto ostacolarne le capacità di adeguata programmazione economico-finanziaria". Situazione estesa a tutti i comuni, ma l'Amministrazione di Latina non si era certamente appena insediata. 
Per il bilancio di previsione 2017, certo non ci sono queste scusanti, stavolta non c'è spazio per andare oltre la proroga al 31 Marzo. 
Ma al di là della premessa, andando a leggere alcuni punti inerenti alle sedute della commissione bilancio 2014 risulta:
Il 23 gennaio l' Ass. al Bilancio comunica che da lunedì 27 si inizierà la predisposizione del bilancio ma il 4 marzo ci si chiede in commissione quando si discuterà del bilancio di previsione. Il 22 maggio un consigliere chiede a che punto stia il PEF della latina Ambiente
Il 9 luglio il nuovo Presedente della commissione spera di approvare il bilancio entro il mese corrente ma ne dubita, pensa che andrà a finire a fine Settembre. Comunque afferma che l'indomani andrà in giunta.
Il 31 luglio L'assessore propone di iniziare a discutere di bilancio d'altra parte la giunta lo ha approvato il 29/07/14.
Il 5 agosto l'Assessore comunica che il bilancio è stato mandato ai revisori dei conti e aggiunge e che gli Enti Locali sono in grave difficoltà. l'Amministrazione sta vivendo un disagio molto forte. 
Il 24 settembre è presente l'Assessore per la votazione sulla proposta di bilancio ma accade uno spiacevole litigio fra alcuni consiglieri di maggioranza. Qualcuno chiama anche i vigili urbani per ristabilire l'ordine ormai ristabilito ma la discussione sul bilancio si rimanda al 26 settembre in cui, dopo varie vicissitudini essendoci finalmente il numero legale, si approva. 
L'Assessore al Bilancio afferma che l'iter è stato molto faticoso e c'è da credergli,
infatti, confermo e gli va dato atto, è davvero molto faticoso. LEZIONE n° 3 "Nuovo attentato alla democrazia"
Già ad ottobre 2016 gran parte della minoranza si rivolse al Prefetto con l’auspicio di un rispetto (da parte di LBC) delle norme che definiscono le azioni politiche ed istituzionali.
Per il Consiglio Comunale relativo all'approvazione del bilancio pare si sia sollevato analogo attacco alla democrazia poiché i tempi della consegna degli emendamenti ovvero i 10 giorni dalla pubblicazione dei documenti (4 marzo/17) PREVISTI dal regolamento di Contabilità (art 25 co.5) non sarebbero sufficienti visti i ritardi con cui sarebbe stata "consegnata" la relativa documentazione. 
Certamente NON abbiamo seguito l'esempio della precedente amministrazione nella quale tra delibera di giunta (29 Luglio) e approvazione al Consiglio Comunale (30 settembre) erano trascorsi ben 2 mesi. Questa Amministrazione, pur nelle difficoltà dovute al cambiamento della normativa e al fatto che comunque ha dovuto affrontare un bilancio a pochi mesi dal 7 luglio giorno dell'insediamento della nuova amministrazione (e che meravigliosa eredità: SABBIE MOBILI) è stato deliberato in giunta il 3 marzo 2017. Il prossimo Consiglio Comunale sull'approvazione del bilancio promette una grande battaglia: l'opposizione ha presentato una marea di emendamenti anche se questo bilancio non potrà essere rivoluzionario: si è cercato di puntare (quel poco) sull'assunzione di personale, su scuole e strade e (come consigliato anche dai revisori dei conti). sull'accantonamento di risorse (circa 2 milioni di euro) per i debiti fuori bilancio. Staremo a vedere.
Certo, si può sempre auspicare che per il prossimo anno finanziario ci si migliorerà ma le prediche vengono certamente da un pulpito proprio sbagliato. Marina Bramini




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-03-2017

Bilancio di previsione, le procedure seguite per l’approvazione

riceviamo e pubblichiamo

Lo schema di bilancio di previsione finanziaria per l’anno 2017/2019 e relativi allegati sono stati oggetto di approvazione da parte della competente Giunta Comunale nella data del 2 marzo 2017. In adempimento alla prescrizione di cui all’art. 25, comma 4, del vigente Regolamento di Contabilità del Comune di Latina gli elaborati relativi al bilancio di previsione e i relativi allegati normativamente previsti, sono stati trasmessi al Collegio dei Revisori dei Conti in data 4 marzo 2017, entro il termine di giorni tre, quindi, dettato dal citato regolamento contabile ai fini dell’ottenimento (nei dieci giorni lavorativi successivi) del relativo parere. In pari data, 4 marzo 2017, detti elaborati e detti allegati, sono stati altresì messi a disposizione, sempre ai sensi e in applicazione del citato art. 25, comma 4 del regolamento contabile, dei consiglieri comunali da parte della Segreteria Generale, sia in modalità informatica per il tramite della pubblicazione di detti atti all’albo pretorio online del sito istituzionale del Comune di Latina, sia, materialmente, in copie cartacee reperibili presso gli uffici della Segreteria Generale. Ulteriormente, in seguito, sono state fornite ai consiglieri comunali anche copie della suddivisione in capitoli del bilancio di previsione, pur non rientrando detta procedura nelle prescrizioni normative specifiche, poiché, l’analisi della materia dei capitoli di bilancio è ascritta al PEG (Piano esecutivo di gestione), quindi, di competenza della Giunta Comunale, e non del Consiglio Comunale, e successivamente all’approvazione del bilancio di previsione e dei relativi allegati. Relativamente ai termini per la presentazione degli emendamenti al bilancio di previsione, in piena e legittima applicazione del richiamato regolamento di contabilità, di cui sempre all’art. 25, comma 4, sono stati regolarmente concessi ai consiglieri comunali dieci giorni per la presentazione degli stessi, a decorrere dalla data di messa a disposizione del bilancio di previsione (4 marzo 2017), con regolare scadenza del termine di presentazione fissata per il 14 marzo 2017 e con deposito degli stessi presso gli uffici della Segreteria Generale. Le procedure relative al processo di formazione del bilancio di previsione 2017 per la relativa approvazione, così come descritte, sono state, quindi, attuate perfettamente e regolarmente in corretta applicazione di quanto statuito dai complessivi dettati normativi regolamentari e di legge di riferimento e, anche, in relazione, alla corretta messa a disposizione del materiale relativo ai singoli consiglieri comunali, ai quali, anzi, sono stati forniti elementi ulteriori non dovuti ai sensi di legge (capitoli di bilancio) e in modalità informatiche, anch’esse ultronee rispetto alle previsione normative regolamentari.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-03-2017

Latina, accoglienza alunni adottati, al via la formazione

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Si terrà giovedì 16 marzo il primo dei tre incontri del percorso di formazione sulle linee di indirizzo per favorire il diritto allo studio degli alunni adottati e sulle buone prassi per una scuola inclusiva, promosso dagli Assessorati alla Scuola, ai Servizi Sociali e alle Politiche Giovanili in collaborazione con l’Associazione Familiare Genitori si Diventa Onlus (GSD) e il Gruppo di lavoro integrato per le Adozioni della ASL di Latina. L’iniziativa, organizzata con il patrocinio del Coordinamento delle associazioni familiari adottive e affidatarie in Rete (CARE) e dell’Ufficio Scolastico Regionale, è rivolta ai dirigenti scolastici, agli insegnanti referenti per le adozioni o l’inclusione, ai docenti interessati degli istituti di ogni ordine e grado della nostra provincia e ha come obiettivo principale la costituzione di una rete di comune sentire e di riflessione condivisa sul tema dell’adozione nella scuola. Ogni sessione sarà basata sul dialogo e sul confronto tra insegnanti, operatori dei servizi e le famiglie adottive che parteciperanno agli incontri portando la loro testimonianza. Alla prima sessione, che si svolgerà presso il plesso A.F. Celli di Piazza Moro dalle 15.00 alle 18.30, interverranno: l’Assessora ai Servizi Sociali Patrizia Ciccarelli, il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo n°5 Antonino Leotta, la presidente dell’associazione Genitori si Diventa e vicepresidente del Coordinamento CARE Anna Guerrieri, Germana Paoletti dell’USR Lazio, Anna Di Lelio, direttore del Dipartimento di Neuropsichiatria Infantile della Asl, Roberta Lombardi, psicologa psicoterapeuta e giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Roma, la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “Frezzotti-Corradini” Roberta Venditti, Anna Zaralli, psicologa psicoterapeuta responsabile del servizio GIL Adozioni presso la ASL, Alessandra Rambaldi, assistente sociale anche lei del servizio GIL Adozioni, Antonia Bonetto dell’Ambito Territoriale di Latina (ex Ufficio Scolastico Provinciale). Gli incontri successivi sono in programma per il 23 e il 30 marzo, sempre presso la scuola dell’infanzia A.F.Celli. Nell’ultimo, dal titolo “Verso un protocollo di accoglienza”, oltre alla sessione d’aula e al dibattito ci sarà spazio per un laboratorio esperienziale.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

14-03-2017

Viale Italia, al via la piantumazione degli aceri platanoidi

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

E’ iniziato ieri l’intervento di piantumazione dei nuovi alberi su Viale Italia. Si tratta di 26 esemplari di aceri platanoidi che prenderanno il posto dei pini trapiantati lo scorso anno e colpiti da un parassita che ne ha determinato il disseccamento. L’intervento e la tipologia degli alberi da mettere a dimora sono stati decisi nel mese di dicembre dal Tavolo per il decoro urbano. Tali essenze arboree sono caratterizzate dal fatto di avere radici a fittone, ovvero che crescono in profondità invece che orizzontalmente come accade per i pini. Inoltre sono piante caducifoglie (perdono le foglie in autunno evitando di provocare eccessi di umidità e ombrosità nella stagione invernale), hanno altezza adeguata per non interferire con gli impianti di illuminazione e garantiscono una sufficiente sicurezza avendo rami che non si spezzano facilmente. Il termine dei lavori di piantumazione è previsto per la giornata di oggi.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

14-03-2017

Riapre il Parco Faustinella a Latina Scalo

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Riapre i cancelli al pubblico oggi, martedì 14 marzo, il parco don Vincenzo Faustinella di Latina Scalo. Il parco è rimasto chiuso per oltre un anno per consentire i lavori di messa in sicurezza dell’area interna adibita ad anfiteatro. La riapertura prevista per oggi è una soluzione temporanea nell’attesa di affidare la gestione del parco tramite procedura ad evidenza pubblica. Ad occuparsi dell’apertura e chiusura dell’area sarà l’associazione culturale Civicart. I volontari del sodalizio si sono resi disponibili e si faranno carico a titolo gratuito di questo servizio garantendo l’accesso al parco e la chiusura dello stesso secondo i seguenti orari: 9.00-18.00 nel periodo in cui è in vigore l’ora solare; 8.00-20.00 nel periodo in cui vige l’ora legale; 8.00-22.00 nei mesi di luglio e agosto. L’ingresso al parco è su Via dell’Oleandro. «Finalmente restituiamo alla comunità un luogo importante di aggregazione e le condizioni per viverlo in sicurezza – afferma il Sindaco Damiano Coletta - Ringrazio l’associazione che si è messa a disposizione per garantire la fruizione dell’area nell’attesa dell’affidamento attraverso gara pubblica. E’ questo il nostro metodo: cercare e offrire soluzioni grazie alla partecipazione dei cittadini nell’attesa di espletare gli adempimenti burocratici richiesti».




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

11-03-2017

Emendamenti al Bilancio, Pd, Lista Forte, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Noi con Salvini:“Tempi strettissimi, opposizione mortificata. Andremo

riceviamo e pubblichiamo

“Ancora una volta la maggioranza che governa la città ha adottato posizioni e comportamenti che mortificano l’opposizione e le impediscono di esercitare appieno il proprio ruolo “. La denuncia è dei consiglieri comunali di Partito Democratico, Lista Forte, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Noi con Salvi a conclusione della Commissione capigruppo di questa mattina dove si è discusso della tempistica per la presentazione degli emendamenti al Bilancio di previsione. “A fronte di una modifica al Regolamento apportata dal commissario Barbato – sottolineano i consiglieri – avevamo chiesto di trovare un’intesa per prorogare il termine del 14 marzo per la presentazione degli emendamenti visto che soltanto il 9 marzo ci è stato consegnato il documento analitico per capitoli su entrate e uscite e che il parere dei revisori dei conti verrà consegnato soltanto il 16 marzo, a emendamenti già presentati. Peraltro già a gennaio avevamo chiesto di poter ascoltare i dirigenti dei diversi settori in Commissione bilancio per avere un quadro più chiaro e definito del documento contabile, richiesta che non è stata assolutamente presa in considerazione visto che tali audizioni sono da poco iniziate e si concluderanno anche queste oltre il termine fissato per depositare gli emendamenti. Purtroppo non è stato possibile trovare un accordo per individuare tempi che favorissero una discussione più serena a causa di un atteggiamento che danneggia in maniera pesante e gravissima la possibilità per l’opposizione di esercitare il suo mandato mortificando il suo ruolo in un momento cruciale per la vita amministrativa della città. Il bilancio di previsione rappresenta il principale atto programmatico di un ente e privare una parte del Consiglio, della possibilità di incidere su tale documento con proprie proposte fa venire meno l’agibilità politica all’interno del Comune. Un atto, l’ennesimo, di arroganza che non può essere tollerato e del quale – concludono - abbiamo intenzione di informare anche il Prefetto”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

09-03-2017

Forte(PD): Ecomusei, la mia proposta di legge in aula dopo un lungo lavoro sul territorio

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

“Mercoledì mattina in Consiglio regionale ho illustrato come relatore e proponente la proposta di legge per l’istituzione degli Ecomusei”. Lo dichiara il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Forte. “La proposta di legge – sottolinea Forte - è ispirata alla Convenzione europea del paesaggio stipulata da tutti i capi di stato dell’Unione Europea a Firenze il 20 ottobre del 2000. Riguarda uno strumento innovativo nella tutela e salvaguardia del paesaggio: l’ecomuseo, appunto, che non è una mera collezione di reperti, non è un luogo delimitato da mura, ma il complesso insieme di aspetti che caratterizza il rapporto tra un’area geografica più meno vasta e l’uomo che l’ha caratterizzata. E’ l’insieme del paesaggio, della tradizione, dell’architettura; rappresenta la possibilità di conservare e far conoscere un luogo attraverso attività didattiche e di promozione. E’ un museo diffuso che può coinvolgere tutti, proprio perché non relegato ad un unico edificio. Immagino a quanti angoli della nostra regione e della provincia di Latina potranno sfruttare le potenzialità dell’istituzione di un ecomuseo”. “Si tratta di un provvedimento che la nostra regione attendeva da anni e che consentirà di ampliare il numero degli ecomusei laziali, oggi solamente quattro (Litorale di Ostia, Agro Pontino, Lazio Virgiliano ed ecomuseo della Teverina), definendo quali saranno le loro caratteristiche, prerogative, missione e azione sul territorio. La proposta di legge è il gratificante risultato di un lungo e paziente lavoro di confronto e dialogo con le associazioni e gli operatori del settore. Un lavoro che ha prodotto il testo giunto in aula dopo un ulteriore passaggio in Commissione che ha consentito di arricchirne e migliorarne i contenuti rappresentando al meglio le esigenze e le prospettive dei soggetti interessati. Un lavoro del quale sono particolarmente orgoglioso anche alla luce del fatto che un emendamento di Giunta alla proposta di legge prevede uno stanziamento di 100mila euro per ciascuna annualità 2017 e 2018 nonché eventuali altre risorse a valere sul bilancio regionale 2016-2018 e altre iscritte nell’ambito dei programmi operativi della programmazione 2014-2020 finanziati dai fondi strutturali europei - conclude il consigliere regionale pontino - che consentiranno di attuare il progetto”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

09-03-2017

Simeone (FI), mare senza punti di approdo. Appello al sindaco Coletta

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

“La situazione in cui versano i pescatori del Comune di Latina credo sia inaccettabile ed intervenire, per chi rappresenta le istituzioni, è un dovere. La situazione è emersa con prepotenza durante il convegno organizzato dalla Fipsas che si è svolto a Sabaudia, il 25 febbraio scorso, in occasione del quale ho avuto modo di illustrare la proposta di legge, che ho presentato con tutti i consiglieri regionali di Forza Italia, concernente "Norme per la tutela delle risorse idrobiologiche e della fauna ittica e per la disciplina dell'esercizio della pesca nelle acque interne della regione Lazio" e redatta in collaborazione con la Federazione italiana pesca sportiva attività subacquee. In questo contesto, ho avuto l’opportunità di confrontarmi e parlare con chi vive ogni giorno, come i componenti del Circolo Subacqueo Astrea di Latina, per passione e per sport il mare e le sue splendide potenzialità. E nello stesso ambito ho appreso della drammatica situazione in cui la città di Latina, che dal mare e nel mare trae la sua più grande forza, purtroppo si trova a seguito della chiusura del ponte sul canale Mascarello. La chiusura del ponte, anche a causa della concomitanza dei lavori in corso presso il canale di Rio Martino, ha di fatto privato pescatori e diportisti dell’unico sbocco al mare per le barche. Questo ha comportato il conseguente blocco di tutte le attività connesse, dalle manifestazioni sportive di rilevanza nazionale ed internazionale, alla quotidiana attività dei pescatori, per non parlare dei disagi e dei danni causati a tutta l’economia che intorno a queste attività ruota come negozi specializzati, ristoranti e strutture alberghiere. Una emergenza che credo debba, e possa, trovare una soluzione rapida ed efficace anche per evitare che gli attuali, e già consistenti problemi, possano incidere negativamente anche sul settore turistico che, proprio a ridosso della stagione primaverile ed estiva, nel mare trova la principale fonte di sostentamento. Per questa ragione, e su sollecitazione degli operatori a vario titolo del comparto, oggi ho inoltrato una nota al sindaco di Latina, Damiano Coletta, rendendomi disponibile a qualsiasi azione possa contribuire a sbloccare questa impasse, e chiedendogli con urgenza di incontrare tutti i rappresentanti di associazioni e circoli operanti nel settore e di recepire le loro richieste nonché le soluzioni avanzate, come quelle di tutti coloro che oggi si trovano purtroppo senza mezzi per affrontare tale emergenza, al fine di definire una rapida e concreta soluzione ad una problematica che potrebbe avere ulteriori importanti ripercussioni sull’economia e il turismo di Latina e della nostra provincia. A quanto appreso, infatti, i pescatori, i circoli sportivi ed i diportisti in queste settimane hanno avanzato delle proposte, firmato petizioni, per arrivare ad una soluzione concreta che possa evitare che questo comparto, in tutte le sue articolazioni, scompaia a causa della mancanza di adeguati sbocchi al mare. Ed oggi, sempre a quanto apprendiamo, gli strumenti per risolvere le criticità esistenti ci sono e sono contenuti nel Piano di utilizzo degli arenili (Pua) del Comune di Latina che prevede la collocazione di accessi al mare diversi da quello del canale Mascarello e di Rio Martino che comunque, data la dotazione prevista di posti barca, non potrà in ogni caso garantire il soddisfacimento della richiesta da parte di operatori e fruitori del settore. Avere l’onore di rappresentare i cittadini nelle sedi istituzionali significa prima di tutto adoperarsi perché le loro esigenze siano rispettate. Sono certo che il sindaco Coletta non si sottrarrà a questo compito e che presto soluzioni concrete saranno attuate per non disperdere quella ricchezza che il settore della pesca in generale e di quella sportiva in particolare rappresenta per il nostro territorio”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

09-03-2017

Forte (Pd), nuovo medico per Medicina e Chirurgia al Goretti

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

“Nuovo medico in arrivo per l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina”. Lo annuncia il consigliere regionale Enrico Forte del Pd precisando che si tratta dell’acquisizione a tempo indeterminato per la Medicina e chirurgia d’accettazione e urgenza del nosocomio pontino. “Si tratta – spiega Forte – del risultato di un accordo tra la Regione Lazio e la Fondazione Policlinico Tor Vergata che ha consentito di procedere all’assunzione di un dirigente medico titolare di un incarico presso Tor Vergata che, alla luce delle necessità dell’Azienda sanitaria di Latina, sarà acquisita al personale del Santa Maria Goretti. Il medico in questione risultava inserito nella graduatoria del concorso pubblico per dirigente medico della disciplina di Medicina d’accettazione e urgenza e la Asl, grazie ad una deroga regionale, ne ha disposto l’assunzione. Questo é un nuovo segnale – commenta il consigliere regionale del Partito Democratico – dell’impegno dell’amministrazione regionale per il rafforzamento dell’offerta sanitaria del polo ospedaliero pontino che si attua anche grazie a nuove assunzioni, per troppo tempo impossibile a causa del blocco del turn over. L’azione messa in campo dalla Regione sta producendo risultati importanti anche grazie all’accordo con altri soggetti, come in questo caso specifico con il Policlico Tor Vergata”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

09-03-2017

Tavolo per il decoro urbano, nuovo incontro su orti sociali e forestazione

.

Torna a riunirsi sabato 11 marzo nella sala Enzo De Pasquale del Comune il Tavolo tecnico per il decoro urbano convocato dall’Assessore all’Ambiente Roberto Lessio e istituito con l’approvazione del vigente Documento Unico di Programmazione. All’ordine del giorno del nuovo incontro, che inizierà alle 11.00, il progetto degli orti sociali e didattici con l’individuazione delle aree in cui verranno avviati e relativa progettazione e programmazione; l’attività di manutenzione dei 300 alberi messi a dimora il 18 febbraio scorso nel primo intervento di forestazione urbana; la calendarizzazione dei prossimi interventi di forestazione con localizzazione delle aree da destinare; il censimento degli alberi monumentali e delle aree di biodiversità. Sono invitati a partecipare al Tavolo gli Ordini Professionali degli Agronomi e dei Geometri, gli Istituti scolastici che hanno firmato con il Comune di Latina l’apposita convenzione per il progetto di scambio scuola-lavoro, le associazioni ambientaliste e tutti i cittadini interessati.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

08-03-2017

Giornata delle donne, l’impegno di Schiboni con Circeo Futura

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Le problematiche delle donne sono al centro dell’impegno di Giuseppe Schiboni, presidente dell’associazione Circeo Futura. Proprio in vista dell’imminente 8 marzo, giornata internazionale della Donna, l’ex sindaco e attuale consigliere comunale ha voluto ascoltare le esigenze di coloro che, in forma individuale o associativa, ogni giorno si impegnano nel sociale e in particolare a sostenere le donne che spesso, in maniera silenziosa, si fanno carico dei pesi della loro famiglia. Pochi giorni fa, Schiboni ha incontrato le rappresentanti del comitato La voce delle donne, che hanno messo in evidenza alcune problematiche sociali che si stanno acutizzando in questo periodo. Sono sempre di più le donne, spesso sole e costrette a farsi carico di figli e nipoti, a pagare il prezzo della crisi economica e ad essere aiutate dal comitato in maniera volontaristica. Al termine dell’incontro il presidente di Circeo Futura ha sottolineato che sosterrà le iniziative del comitato e di tutte le altre associazioni che si impegnano giornalmente in questa delicata problematica. “Le pari opportunità – ha detto - non devono essere considerate un diritto fine a sé stesso, ma devono diventare una pratica integrante della democrazia e dell'equità sociale. E’ necessario che soprattutto le donne siano sostenute per difendere il loro diritto di progettare il futuro. Circeo Futura sarà al loro fianco.” Schiboni ha poi ringraziato tutte le associazioni che operano nel substrato sociale del nostro territorio, e anche le persone che spesso individualmente, da tempo, sostengono attraverso piccoli gesti la nostra comunità femminile.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

08-03-2017

Cittadella Giudiziaria, il Sindaco e l’Assessore Buttarelli al tavolo tecnico presso il Ministero

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Dopo l’incontro con il Ministro Andrea Orlando avvenuto la scorsa settimana, il Sindaco Damiano Coletta è tornato a Roma ieri per partecipare al tavolo tecnico che si è tenuto presso l’ufficio del Capo del Dipartimento dell'organizzazione giudiziaria, il dott. Gioacchino Natoli, insieme all’Assessore ai Lavori Pubblici Gianfranco Buttarelli, al Presidente del Tribunale di Latina Catello Pandolfi e al Procuratore Capo della Repubblica Andrea De Gasperis. Nel corso della seduta è stato preso in esame il progetto di completamento della Cittadella Giudiziaria. «Durante il confronto improntato all’insegna della cordialità – commenta il Sindaco Coletta – abbiamo condiviso un percorso finalizzato all’ottenimento di un finanziamento che sia in grado di coprire quantomeno il primo stralcio dell’opera, ovvero la sistemazione degli uffici della Procura. Siamo usciti dall’incontro ottimisti e fiduciosi in quanto abbiamo la sensazione che ci sia il reciproco interesse a portare a compimento l’intervento. Aspettiamo ora i successivi passaggi necessari per la realizzazione dell’opera».




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-03-2017

Forte (Pd), Sanità: 'Cinque nuovi primari per Latina e Formia Firmato il decreto per il concorso pubblico'

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Cinque nuovi primari in arrivo per la Asl di Latina. A dare la notizia della firma del decreto da parte del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Forte. “Con questo atto – spiega Forte – prosegue l’azione intrapresa dall’amministrazione regionale per rafforzare l’organico dei due principali ospedali della nostra provincia, il Santa Maria Goretti di Latina e il Dono Svizzero di Formia. Il decreto autorizza l’assunzione, tramite concorso pubblico, di cinque primari destinati ai Reparti di Medicina e chirurgia d’urgenza, Neurochirurgia, Neuropsichiatria infantile, Ostetricia e Ginecologia per quanto riguarda il Santa Maria Goretti e Medicina e Chirurgia d’urgenza e pronto soccorso per il nosocomio del sud pontino. Si tratta di un risultato importante per il rilancio della sanità pontina, penalizzata negli ultimi anni dal commissariamento e dal blocco del turn over che non hanno consentito di procedere a nuove assunzioni creando una pesante carenza di organico e conseguenti disfunzioni nell’organizzazione dei servizi sanitari. L’assunzione di cinque nuove figure apicali in altrettanti reparti di primaria importanza consentirà ai nostri ospedali di sanare un vuoto di organico di lunga data e di fornire una migliore assistenza ai pazienti”. “Le assunzioni dei primari o Direttori di Struttura Complessa – aggiunge il consigliere regionale pontino - saranno gestite attraverso concorsi pubblici e la compatibilità economica sarà ricompresa entro il budget per le assunzioni 2017, peraltro già definito per ogni singola struttura sanitaria. Tutte le procedure dovranno concludersi entro il 31 dicembre di quest’anno. Una svolta per gli ospedali di Latina e Formia – conclude Forte - nei quali da oltre dieci anni non si facevano assunzioni e la conferma dell’impegno di questa amministrazione regionale per una sanità all’altezza delle aspettative degli utenti”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

06-03-2017

Bando periferie, il Sindaco Coletta a Palazzo Chigi per la firma della convenzione

.

Il Sindaco Damiano Coletta ha firmato questa mattina a Palazzo Chigi, davanti al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, la convenzione che ratifica il finanziamento da 18 milioni di euro per il progetto “Latina anche città di mare” con cui il Comune ha partecipato al bando nazionale per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie promosso dal Governo, piazzandosi 14esimo su 120 proposte in graduatoria. Al momento della sottoscrizione erano presenti tutti i Sindaci dei 23 enti locali classificati in posizione utile per accedere al primo stanziamento pari a 500 milioni di euro cui si aggiungeranno nelle prossime settimane le ulteriori risorse, già previste dalla Legge di Bilancio, che serviranno a finanziare tutti gli altri 96 progetti presentati al bando. Ad accompagnare Coletta, l’Assessore alle Politiche giovanili Cristina Leggio che ha seguito la messa a punto del progetto e attualmente è al lavoro con l’Assessore all’Urbanistica Gianfranco Buttarelli per acquisire i fondi statali e poter realizzare tutti i 17 interventi compresi nel piano nei tempi previsti, ovvero entro 60 giorni a partire da oggi. Dopo la firma a Palazzo Chigi, il Sindaco e l’Assessore Leggio hanno raggiunto la sede romana dell’Anci per presentare nel corso di una conferenza stampa il progetto che punta alla rigenerazione delle periferie, del centro, del lungomare attraverso interventi diretti a ricucire e risanare il tessuto urbano e a creare nuove opportunità di sviluppo per il territorio. «Questo risultato raggiunto – afferma Coletta - è motivo di orgoglio e soddisfazione. Credo si sia lavorato bene nel mettere insieme una serie di progetti che abbiamo recuperato dai cassetti e valutato dopo il nostro insediamento. Con questo pacchetto di interventi vogliamo rimuovere le situazioni di degrado urbano presenti nel centro e nelle periferie, valorizzare l’asse di collegamento tra il centro e il litorale con il completamento di Via Massaro, portare a termine le opere di urbanizzazione primaria del programma “Porta Nord”. Poi ci sono una serie di interventi materiali cofinanziati da risorse private, tra i quali la riqualificazione dell’area del mercato settimanale in Via Rossetti e delle ex autolinee, che dovrebbero dare un respiro diverso e favorire uno sviluppo economico attualmente sofferente. C’è una tempistica che va rispettata – ricorda il Sindaco – al momento abbiamo qualche difficoltà ad evadere la parte burocratica richiesta perché non abbiamo adeguate risorse umane, abbiamo contattato l’Anci e gli altri Comuni ammessi al finanziamento che ci hanno confermato le medesime difficoltà. Sarà importante il lavoro che produrremo in questo prossimo mese tenendo conto che c’è la possibilità di utilizzare una somma dello stanziamento per l’istituzione di una cabina di regia che coordini e gestisca l’avvio e l’espletamento dei lavori». «Voglio ringraziare ancora una volta gli Assessori Leggio e Buttarelli – conclude il Primo cittadino – va dato merito al lavoro di coordinamento che hanno fatto e che ha permesso al progetto di ottenere un punteggio molto alto in graduatoria e il riconoscimento dell’Istituto Nazionale di Urbanistica che in occasione della presentazione alla Triennale di Milano ne ha apprezzato anche lo spirito».



.ULTIME NOTIZIE:
Tavolo congiunto tra Comune, Provincia e Regione per la realizzazione dell’aeroporto civile a Latina
Gabriele Pezone presenta il suo primo cd organistico a Fondi
Fondi Music Festival, concerto il 25 marzo
Al Molino Farchioni inizio di primavera con una giornata interamente dedicata alla conoscenza dell’arte bianca
Dopo l'ultimo attentato a Londra, anche a Latina riunione per la sicurezza
Riapre il parco Cottignoli-Petrucci in Q4
Latina in Cucina per i ragazzi della Diaphorà
Rubano due valige con 400 paia di occhiali, arrestati
Manutenzione aree verdi, sponsor anche per Piazza Buozzi, Piazzale Prampolini e due rotonde in Q5
Il Consiglio regionale ha approvato nella seduta odierna la legge regionale sugli ecomusei
Scorte alimentari per la mensa parrocchiale e le famiglie in difficoltà di Borgo Sabotino
La redazione di Comunicare il Territorio ricorda Rita Calicchia
Latina, omaggio a Antonio Carlos Jobim
Latina. Precisazioni del Presidente del Consiglio in merito alle procedure per l’approvazione del Bilancio di Previsione
Presentato il Bilancio Operativo 2016 della Guardia di Finanza
In manette spacciatore in partenza per Mak P100 a Ponza
Operazione Digos: perquisizione Movimento 9 Dicembre-Forconi
Tommaso Bianchi, smentisce l’ipotesi della sua Candidatura a Sindaco di Cori
Hanno giurato i giovani medici e odontoiatri della provincia di Latina
Futura: l’idea di uno aeroporto civile e commerciale un opportunità di sviluppo
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593