Condividi
   cronaca

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-04-2014

Ruba all’Oviesse di Latina e aggredisce una commessa: arrestata dai Carabinieri una 28enne

.

L'episodio violento è avvenuto il 23 aprile alle ore 11.30 presso il Centro Commerciale Latina Fiori. Ii Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto C. A., 28enne pregiudicata di Terracina. La donna,all’interno dell’esercizio commerciale "Oviesse", dopo essersi impossessata di alcuni capi di abbigliamento tentava di allontanarsi senza pagare la merce. Allo scopo di assicurarsi la fuga la stessa colpiva con calci e spintoni un’addetta alla vendite, intervenuta poiché accortasi del furto. L’arrestata è stata trattenuta nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-04-2014

Latina, scappa di casa un 16enne, la mamma va a 'Chi l'ha visto?'

.

Apprensione per Adrian Cosmin Bouras, il 16enne di nazionalità rumena scomparso di casa nei giorni scorsi dopo una lite con la madre. Il giovane che ha un'altezza di un metro e 65, i capelli castani e gli occhi verdi è uscito di casa con un giubbotto nero con delle strisce bianche sulle maniche. Inoltre indossava dei jeans e una maglia bianca e delle scarpe grigie sportive marcate "Adidas".Il giovane aveva un orecchino color oro all'orecchio sinistro. La madre che ha riferito di aver rimproverato il figlio nelle serata di Pasqua, ha poi denunciato la scomparsa di COsmin il mattino dopo. Non si hanno notizie del 16enne e la madre si è rivolta alla nota trasmissione televisiva di RAI 3 per avere notizie.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-04-2014

Compagno CGIL: Chiedo un intervento politico per ripristinare corrette relazioni con l’amministrazione di Latina

Riceviamo e pubblichiamo

«Chiedo un intervento politico forte affinché venga ripristinata da parte dell’amministrazione comunale di Latina una corretta gestione delle relazioni sindacali». Il segretario provinciale della Cgil Funzione Pubblica Maria Cristina Compagno interviene dopo la rottura delle relazioni sindacali tra il Comune di Latina e la rappresentanza sindacale della Cgil Funzione Pubblica in materia di obiettivi strategici e gestione del personale da parte dell’ente. Una rottura che arriva dopo uno scambio di corrispondenza ed alcuni incontri che hanno fatto emergere, secondo la rappresentanza sindacale, una totale chiusura della controparte rispetto alle richieste portate al tavolo della trattativa. «Il personale dell’ente – sottolineano i rappresentanti Cgil Funzione Pubblica - già pesantemente penalizzato da scelte fatte in passato a causa delle quali sono stati operati tagli sul trattamento economico accessorio del 2010, 2011 e 2012 per opzioni politico sindacali rivelatesi disastrose per i lavoratori, non ha visto ancora corrisposta la Produttività 2013. Sulla quantificazione/costituzione del Fondo 2013 sono emerse una serie di criticità non ancora superate nonostante le reiterate richieste di chiarimenti sia formali che informali. Tale stato di cose non consente al momento di individuare le soluzioni di intervento più eque e corrette per recuperare nel corrente Esercizio le opportunità scemate in quello precedente. Si tratta di circa 140mila euro che, inutilizzati nel 2013, è giusto che vadano nel 2014 a ristorare quanti hanno visto e loro prestazioni lavorative maggiormente penalizzate». Da parte del segretario si sottolinea inoltre come i dirigenti dei diversi Servizi non hanno ancora ricevuto direttive per procedere all’attività valutativa del personale per il 2013 che rischia di svolgersi secondo metodologia e criteri non più attuali ed al limite della legittimità, comunque non orientate a premiare i migliori. Le priorità fissate dal sindacato sono: l’assunzione di iniziative utili a dare un nuovo impulso alle corrette relazioni sindacali ed al funzionamento della Delegazione Trattante, posto che allo stato si registra una progressiva e preoccupante involuzione dei rapporti; l’elaborazione da parte dell’amministrazione di una Proposta di Accordo stralcio per la parte economica 2013 relativa alla produttività; la presentazione di una ipotesi che indichi come ed a favore di quali situazioni lavorative si intenda, nel 2014, recuperare il minor stanziamento di bilancio registratosi nel 2013 per il Fondo di Produttività, del quale sono rimasti inutilizzati circa 140mila euro; l’immediato avvio da parte dei Dirigenti delle attività di valutazione necessarie per il pagamento del trattamento economico del 2013; l’assunzione da parte di tutti i soggetti contrattuali dell’impegno a porre in essere gli atti necessari a consentire il pagamento della Produttività 2013 entro maggio; dare copertura immediata agli istituti economici contrattuali per il 2014. «E’ arrivato il momento – conclude il segretario Maria Cristina Compagno – dell’assunzione di responsabilità da parte dell’amministrazione e di un intervento politico forte per ripristinare le corrette relazioni, allo stato interrotte, e portare a conclusione la trattativa».




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-04-2014

Latina, minorenne rapinato da due giovani nella nella via dei pub

.

L'episodio è avvenuto ieri sera tra via Neghelli e via Lago Ascianghi, la vittima un 17enne. Il giovane è stato fermato dai due rapinatori che inizialmente gli hanno chiesto di utilizzare lo smartphone per fare una telefonata, al rifiuto del giovane i due minaccialdolo lo hanno rapinato del telefono e dei pochi soldi che aveva nel portafoglio. Sulla vicenda indaga la Polizia




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-04-2014

Denuncia per abuso d'ufficio, la replica dell'ex sindaco di Terracina Nardi

Riceviamo e pubblichiamo

Dichiarazione del dott. Stefano Nardi Denuncio Io per illegalità diffusa a tutt’ oggi i reati di danno ambientale ed alla salute pubblica oltre che per calunnia e falso. • 1° nel 1998 data della convenzione voto contro in consiglio comunale; • 2° ho sempre governato con maggioranze bulgare concludendo la consiliatura 2001 – 2006 con 27 consiglieri di maggioranza e dal 2006 al 2011 con 21 consiglieri di maggioranza e soli 9 di opposizione; • 3° Il sig. Lauretti sin dal 1996 era parte integrante della società consortile affidataria del progetto di finanza, candidandosi, nel 2006, con centro sinistra. Questo mi consentiva in entrambe le mie consiliature di non essere soggetto a ricatti di nessun tipo, come invece succede nella “arraffazzata” maggioranza attuale. La mia ordinanza, siglata dall’ allora Dirigente, è un atto dovuto rivolto a tutto il territorio comunale quando l’intera rete fognaria pubblica in zona Calcatore, Appia Antica, Via Napoli, La Fiora (tutte zone di forte impatto ed espansione abitativa) viene collaudata e consegnata al Gestore del Servizio Idrico Integrato e collegata al nuovo depuratore, del costo complessivo di svariati milioni di euro di denaro pubblico. Ho chiuso per anni alla balneazione ampi tratti di spiaggia per inquinamento batterico delle acque (tra cui quello antistante lo stabilimento balneare dell’attuale assessore all’ambiente Minutillo che probabilmente ancora non gode del diritto alla balneazione). Riecheggiano a tutt’ oggi i bollettini di guerra del pronto soccorso, degli ambulatori privati e pubblici per otiti, gastrointeriti, cistiti, dermatiti etc. Ed ora che la rete della fognatura pubblica è completata, non ordino l’allaccio alla popolazione per ritrovarmi denunce di carattere penale a mio carico, essendo il responsabile della salute pubblica! In merito alla fascia costiera la rete fognaria sin dall’inizio privata e poi consegnata è stata regolata da rapporti esclusivamente privati senza intermediazione di chicchessia del comune, pur rimanendo il mio disprezzo totale non per l’opera meritoria del precedente sindaco (che in mancanza di denaro ha provveduto ad un project financing) civilizzando un’ area devastata da lottizzazioni abusive e selvagge, distruzione della duna, eliminazione di tutti gli accessi al mare con sversamenti continui di liquami con inquinamento del mare e delle falde acquifere anche da parte di metalli pesanti. Ricordo che per quanto riguarda gli accessori, la legge Bassanini è chiara: demanda ai R.U.P. tutte le determinazioni. Infine denuncio che alla data odierna sono circa 2000, facilmente individuabili, le abitazioni, le piccole e medie imprese e le attività commerciali, che pur dovendolo fare per legge, non sono ancora allacciate alla rete fognaria. Sono fiero come Sindaco e soprattutto come medico di aver fatto quell’ordinanza.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-04-2014

Incidente a Latina Scalo, codice rosso per un 17enne

.

Grave incidente per un 17enne. Il giovane è rimasto coinvolto in un incidente stradale nella serata di ieri nei pressi di Latina Scalo. Viaggiava sul sedile passeggero di un'auto, rimasta ferita anche la persona alla guida. Ad avere la peggio il 17 enne che dopo l'impatto è stato trasportato dagli operatori dell'Ares 118 in codice rosso al nosocomio pontino Santa MAria Goretti. Non sono ancora note le cause dell’incidente che sono vaglio delle forze dell’ordine.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-04-2014

Itri, accoltella l'ex moglie, 38enne arrestato

.

Nella tarda serata del 22 aprile i Carabinieri di Itri hanno arrestato per i reati di tentato omicidio, resistenza a Pubblico Ufficiale e porto abusivo di armi – atte ad offendere:B.B. un 38enne pregiudicato.L’uomo, alle ore 12.30, si era recato presso l’abitazione della moglie dal quale di fatto è separato, e, per motivi sentimentali, al termine di una discussione, le sferrava una coltellata con un coltello da sub, poi si dava alla fuga a bordo della propria autovettura. La donna ferita ha richiesto l’intervento dei Carabinieri che, immediatamente intervenuti, dopo assidue ricerche, rintracciavano l’uomo in Fondi, località S.Anastasia, riuscendo a fermarlo solo dopo un inseguimento durato alcuni chilometri.La donna trasportata presso l’ospedale “dono svizzero” di Formia, è stata riscontrata affetta da ferite da arma da taglio giudicate guaribili in 10 giorni.L’arrestato è stato associato presso il carcere di Cassino (FR).




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-04-2014

Rapine seriali a Terracina, arrestato il presunto colpevole

.

E’ stato arrestato, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Terracina, dopo numerosi servizi di osservazione, il probabile autore delle rapine in danno di diverse persone consumate da qualche giorno nel territorio di Terracina. Si tratta di un pregiudicato del luogo Falcone Marco 40enne nei confronti del quale emergono gravi e precisi indizi di colpevolezza. In particolare, l’Arma di Terracina ha attuato specifici servizi, sia per prevenire che per identificare il malfattore, a seguito del verificarsi di una serie di rapine, avvenute nei giorni scorsi nel centro abitato di Terracina, le cui vittime avevano indicato quale autore un individuo di sesso maschile, il quale, a bordo di un’autovettura marca BMW di colore nero, risultata poi essere provento di furto, armato di coltello, si avvicinava alle vittime, preferibilmente anziane, e con minaccia si faceva consegnare le borse o il denaro che poco prima avevano prelevato presso gli sportelli Bancoposta e Bancomat. Nello specifico in data 21.04.2014 (giorno di pasquetta), coincidente con l’ultimo evento criminoso, i Carabinieri, data l’alta affluenza turistica, hanno intensificato i servizi predisponendo personale anche in borghese, al fine di poter meglio individuare sia il malfattore che l’autovettura da lui utilizzata. Tale attività di polizia ha consentito, alle ore 22.00 circa della stessa serata di ieri 21 aprile, di individuare, nel piazzale adibito a parcheggio che si trova nei pressi del mercato coperto di Terracina, l’autovettura ricercata. Dopo una serie di servizi di osservazione e controllo, protrattisi per tutta la notte, alle ore 09.00 circa odierne, i Carabinieri del NORM, hanno bloccato il prevenuto che si accingeva a salire a bordo dell’autovettura. Nel corso della contestuale perquisizione personale venivano rinvenuti, occultati nelle tascche dei pantaloni un coltello a scatto e una tessera postepay, risultata essere intestata ad una delle vittime delle rapine avvenuta ieri 21 aprile. Inoltre, nel corso della successiva perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti, degli oggetti e documenti appartenenti alle vittime delle rapine. In particolare, sono stati rinvenute tessere sanitarie/codice fiscale intestate a due delle vittime nonché un telefono cellulare anch’esso di proprietà di una vittima. L’uomo, oltre ad essere stato trovato in possesso di parte della refurtiva, è stato riconosciuto dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza dell’ufficio postale di Terracina, nei cui pressi era stata consumata una delle rapine. Il fermato è stato associato presso la casa circondariale di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-04-2014

Latina, arrestato pregiudicato evaso dagli arresti domiciliari

.

Il 21 aprile, alle ore 09:00, in Latina, i Carabinieri del NORM aliquota radiomobile hanno arrestato in flagranza reato :S.C. 36enne del luogo, pregiudicato, sottoposto al regime degli arresti domiciliari. L'uomo si era allontanato dalla propria abitazione ed è stato sorpreso sulla pubblica via. Il 36enne ha opposto energica resistenza all'arresto gettandosi a terra. L’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-04-2014

Consorzi di Bonifica, pagati gli stipendi

Riceviamo e pubblichiamo

“Dobbiamo ringraziare la Provincia – esordisce Saverio Viola direttore della sede di Coldiretti – che ha reso disponibili oltre 400mila euro per il consorzio dell’Agro Pontino e più di 100mila per quello del Sud Pontino. Grazie a tutto ciò è stato possibile regolarizzare la retribuzioni dei circa 200 dipendenti delle due strutture garantendo altresì l’avvio della attesa campagna irrigua. Un grazie quindi – spiega ancora Viola – ai dirigenti della Provincia Carissimo e Favalle che si sono adoperati con le proprie strutture a rendere immediatamente disponibili tali somme”. Insomma un sospiro di sollievo davvero importante che però non scongiura e non chiude la mobilitazione di Coldiretti a tutela dell’attività consortile. “La nostra mobilitazione – spiega Carlo Crocetti, presidente della Coldiretti di Latina – resta in piedi con gli appuntamenti della prima decade di maggio pronti ad essere declinati per ottenere risposte definitive e chiare circa i milioni di crediti che le strutture consortili vantano”. “Anche la Prefettura ha fatto la propria parte – chiosa ancora Viola – mentre qualche altro addetto ai lavori continua a voler parlare di buco milionario noi, senza strumentalizzare un bel niente, lavoriamo per ottenere risposte concrete. Una grazie anche all’istituto di credito che ha permesso di assicurare ai dipendenti le proprie spettanze con bonifici a tempo di record. Si tratta di una prima risposta – conclude Viola – alla quale auspichiamo che arrivino altri segnali positivi utili a dare tranquillità a quanti lavorano nelle strutture consortili e la campagna irrigua alle migliaia di imprese agricole interessate”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-04-2014

Latina, preso il ladro responsabile di numerosi furti ai distributori delle scuole

.

Il giorno della Santa Pasqua, la 3° sezione della Squadra Mobile di Latina ha eseguito un ordinanza di applicazione di una misura cautelare restrittiva della libertà personale emessa dal GIP su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica , a carico di CRESCENZI GIANNI, classe ’83, pregiudicato, ritenuto responsabile dei numerosi furti alle macchinette distributrici di alimenti e bevande commessi negli ultimi tempi negli orari di chiusura negli istituti scolastici della città. Com’è noto nel marzo scorso presso la scuola materna DE AMICIS, per poter accedere alle macchinette, era stato infranto il vetro della porta finestra, con un masso di cemento, che causava la rottura del termosifone, cagionando l’allagamento dei locali .La scena veniva ripresa dal sistema di videosorveglianza ivi istallato. Qualche ora dopo succedeva la stessa cosa presso il Liceo Artistico “Giulio Cesare” e, sempre nella stessa giornata agli istituti “Vico” e “Corradini”. Sui luoghi del delitto veniva effettuato sopraluogo della Polizia Scientifica che rinveniva frammenti di impronte latenti utili che all’esito dei confronti tecnici riconducevano al CRESCENZI che peraltro è già sorvegliato speciale con l’obbligo di soggiorno, con decreto emesso dal Tribunale di Latina, notificato nel novembre 2013, con a carico diverse pendenze per ricettazione, furto, evasione. Pochi giorni fa il su detto pregiudicato, prima ancora dell’emissione del provvedimento cautelare, veniva sottoposto ad un controllo di polizia giudiziaria e trovato in possesso di gr. 0,5 di cocaina, che lui asseriva essere per uso personale , sequestrata amministrativamente. Lo stesso giorno avveniva un altro furto presso l’Istituto di scuola secondaria “Manzoni”,laddove veniva scardinata un tapparella per raggiungere la macchina distributrice degli alimenti e bevande. L’attività investigativa posta in essere dalla Squadra Mobile unita alle risultanze tecniche della polizia scientifica hanno consentito di raccogliere idonei elementi per attribuire questa serie di delitti incresciosi al Crescenzi e di chiedere ed ottenere una misura cautelare in carcere ,atteso il pericolo di reiterazione del reato della stessa specie . L’arrestato ,accusato di furto aggravato e di danneggiamento,dopo le formalità di rito, è stato associato al carcere di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-04-2014

Fidanzati picchiati dal 'branco' a Roccagorga

.

Nessun motivo per l'aggressione, solo l'emulazione della moda del Knock out game. La coppia è stata aggredita da 8 persone, tre rumeni sono stati fermati dai carabinieri e gli altri 5 devono essere ancora identificati. Dopo aver bevuto le otto persone hanno pensato di aggredire il primo che passava e così è stato. Una persona è intervenuta per aiutare la coppia ed è stata aggredita a sua volta. I tre rumeni arrestati dai carabinieri sono stati scarcerati dal giudice poichè incensurati.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-04-2014

Fidanzati picchiati dal 'branco' a Roccagorga

.

Nessun motivo per l'aggressione, solo l'emulazione della moda del Knock out game. La coppia è stata aggredita da 8 persone, tre rumeni sono stati fermati dai carabinieri e gli altri 5 devono essere ancora identificati. Dopo aver bevuto le otto persone hanno pensato di aggredire il primo che passava e così è stato. Una persona è intervenuta per aiutare la coppia ed è stata aggredita a sua volta. I tre rumeni arrestati dai carabinieri sono stati scarcerati dal giudice poichè incensurati.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-04-2014

Pasqua, i Nas intensificano i controlli sui prodotti alimentari

.

In prossimità della Pasqua, come ogni anno, i Nas hanno intensificato le attività di controllo nella sicurezza alimentare. Nelle ultime due settimane, sono state ispezionate attività di produzione, commercializzazione, consumazione dei prodotti tipici delle mense e dei menù pasquali: dolci, pesce, frutta, verdura, salumi, formaggi, carne”. Durante i controlli,è stato posto sotto o sequestro un deposito di alimenti nel frusinate. Sono state sequestrato diverse confezioni di integratori alimentari e prodotti cosmetici con etichettatura irregolare ed inoltre sono state squestrate circa 50 colombe pasquali di produzione artigianale prive di etichettatura nella città diLatina e nella sua provincia.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-04-2014

Arrestati due romeni autori di una rapina

.

Il 18 aprile in Sezze, i militari del locale Comando Stazione, a conclusione di tempestive attività investigative traevano in arresto due cittadini romeni M.G. 37 enne e C.V. 26 enne, che poco prima si erano impossessati di un telefono cellulare e della somma contanti di 20 euro, sottraendoli ad un connazionale che, dopo essere stato violentemente malmenato, richiedeva l’intervento dei sanitari e dei Carabinieri.I rapinatori arrestati sono stati trasferiti presso le rispettive abitazioni in attesa di rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-04-2014

Provincia di Latina, arriva il maltempo

.

Maltempo sulla provincia di Latina nelle giornate del 19 e 20 Aprile. Sono previste piogge, temporali, forte vento e mareggiate.Nonostante il maltempo, la temperatura non dovrebbe scendere.La protezione civile ha diramato una nota di allerta meteo dove si prevedono precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale di forte intensità e mareggiate lungo le coste.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-04-2014

Terracina Sviluppo, denunciati l'ex sindaco Nardi e il consigliere Alfredo Laureti

.

Il Commissariato di P.S. ha proceduto a denunciare a piede libero per il reato di abuso d’ufficio Stefano Nardi , già sindaco di Terracina, e Lauretti Alfredo, già consigliere comunale per fatti accaduti quando i due, appunto, rivestivano dette cariche.È stato infatti accertato, nel corso di detta indagine, che quando l’imprenditore terracinese rivestiva la già citata carica istituzionale all’interno dell’assise comunale, anche a mezzo di apposite ordinanze emanate dall’allora sindaco Stefano Nardi, la Terracina Sviluppo s.p.a., società riconducibile al Lauretti Alfredo, avrebbe goduto di una posizione di assoluto vantaggio economico, per la realizzazione di parte della rete fognaria di questo centro, le cui spese accessorie, peraltro, anziché esser pagate dalla ditta che aveva vinto l’appalto, venivano sostenute dal Comune.Peraltro numerosissimi cittadini terracinesi si sono trovati nella condizione di non potersi rivolgere ad altre imprese edili diverse dalla quella univocamente prescelta dalla Terracina Sviluppo s.p.a. in condizione di subappalto e riconducibile alla medesima famiglia del’imprenditore, per la realizzazione del collegamento dalla propria abitazione alla rete fognaria con ovvia alterazione del libero mercato; e ciò in quanto apposite statuizioni comunali ne impedivano la possibilità.I due, al momento, sono stati quindi deferiti all’A.G. e ulteriori accertamenti saranno effettuati nei prossimi giorni per meglio quantificare il danno economico apportato alle casse comunali.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-04-2014

Riconoscimento matrimoni gay: Latina esempio da seguire

.

Il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli esprime soddisfazione per la mozione del Consiglio Comunale di Latina che chiede al Parlamento di legiferare in materia di unioni fra persone dello stesso sesso, arrivata dopo la nuova richiesta di trascrizione del matrimonio di Mario Ottocento e Antonio Garrullo, contratto in Olanda nel 2002. Per Andrea Maccarrone, Presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli “la sentenza di Grosseto non poteva che attivare un inarrestabile effetto domino che mette ancora una volta alle strette una politica nazionale cieca e incapace di rilevare una realtà, evidente da decenni, fatta di persone che chiedono di vedere riconosciute le loro relazioni con gli stessi diritti delle coppie eterosessuali. La decisione del comune di Latina segna un passo avanti nella lotta all’uguaglianza per le persone lesbiche, gay, bisessuali e trans e dimostra che la politica, se lo vuole, può dare risposte positive ai bisogni delle persone”. “Si apre adesso una vera e propria rivoluzione perché i Comuni italiani saranno in grado di raccogliere le richieste delle coppie omosessuali sposate all’estero, erodendo dalle fondamenta le posizioni ci chi ancora pretende di negare la piena uguaglianza a tutte le coppie senza distinzione di orientamento sessuale”. Il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli invita tutte le coppie gay e lesbiche che abbiano contratto matrimonio all’estero a sfruttare l’importante occasione offerta dalla sentenza di Grosseto, richiedendo la trascrizione della propria unione. Auspica che tutti i Comuni interessati scelgano di seguire l’esemplare posizione del Consiglio Comunale di Latina, dimostrando al Parlamento e al Governo che una discussione seria sul matrimonio egualitario non è più rimandabile. Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-04-2014

Sorpreso a spacciare droga nel centro storico di Fondi, arrestato dalla Guardia di Finanza

.

Nella mattinata del 17 aprile, nell’ambito di un piu’ ampio piano di controllo del territorio e contrasto ai traffici illeciti predisposto dal comando provinciale della guardia di finanza di Latina, i finanzieri della compagnia di Fondi hanno inferto un nuovo colpo allo spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio del sud pontino. I finanzieri fondani hanno sorpreso un uomo, senza alcuna occupazione lavorativa, mentre cedeva cocaina gia’ confezionata in dosi. Le fiamme gialle, già in allerta per la recrudescenza dello spaccio, anche di droghe pesanti, soprattutto nel centro storico di fondi, erano infatti sulle tracce dell’uomo che, gia’ noto alle forze dell’ordine, veniva individuato proprio in uno dei vicoli della città vecchia dove, protetto da sguardi indiscreti, era intento a cedere, sulla soglia della propria abitazione, tre dosi di cocaina al valore di 100 € al grammo.L’intervento dei finanzieri e l’immediata perquisizione personale e domiciliare hanno permesso di impedire lo spaccio in corso e di sequestrare lo stupefacente, il denaro contante appena incassato dal responsabile, nonche’ un bilancino di precisione trovato all’interno dell’abitazione. Per il quarantottenne con precedenti specifici, sono cosi’ scattate le manette ai sensi dell’art 73 comma 1 bis del d.p.r. 309/90, mentre l’acquirente, pure di fondi, verra’ segnalato all’autorità prefettizia di Latina per la violazione amministrativa prevista dall’art. 75 del medesimo decreto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-04-2014

I passaporti si rilasceranno nei cinque commissariati della Provincia di Latina

.

Partirà in questi giorni un’importante iniziativa della Questura di Latina che prevede il rilascio dei passaporti direttamente da parte dei Commissariati di pubblica sicurezza della Provincia di Latina. Fino ad oggi gli uffici passaporti dei 5 Commissari distaccati ricevevano la domanda per il rilascio e provvedevano solo successivamente alla consegna del documento, in quanto il passaporto veniva materialmente stampato dalla Questura, per tutta la Provincia. Con la dotazione dell’attrezzatura necessaria ed in seguito ad apposita abilitazione del personale preposto i Commissariati potranno ora completare l’intero iter del rilascio con la materiale stampa e firma dei passaporti. La nuova procedura, attuata nell’ottica della razionalizzazione delle risorse e dell’efficienza ed economicità della Pubblica amministrazione, comporterà una riduzione dei tempi del rilascio, migliorando ulteriormente il servizio reso ai cittadini. Resta comunque ferma la possibilità, secondo quanto disposto dall’articolo 6 della legge 21 novembre del 1967 n. 1185, di presentare la domanda anche presso la Questura o la stazione dei carabinieri o il Comune del luogo di residenza o di domicilio o di dimora. In questi ultimi due casi si ricorda, però, che le impronte digitali possono essere acquisite solo presso gli uffici della Polizia di Stato, anche in tempi differiti rispetto alla presentazione dell’istanza.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-04-2014

Rubano ferro all'interno di un capannone: fermati dai Carabinieri

.

Ieri mercoledì 16 aprile alle 17, a Latina, SR 148 Pontina – km.78+300, i carabinieri della Stazione Pontinia hanno tratto in traevano arresto per “furto aggravato in concorso” Leone Paolo, 45enne e Fattini Enrico, 47enne, entrambi pregiudicati del luogo. I due dopo aver asportato materiale ferroso da un capannone in disuso e affidato in custodia giudiziale, sono stati sorpresi dai carabinieri mentre caricavano il citato materiale su un furgone Fiat “Iveco 35” di proprietà del Leone.Gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere sicurezza, in attesa del giudizio direttissimo, mentre la refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita al custode giudiziale.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-04-2014

Latina, topo d'appartamento maldestro arrestato dalla Polizia

.

Entra in un’abitazione con gli inquilini all’interno. Scoperto si dà alla fuga e si ferisce, ma perde i documenti, poi torna e, con le minacce, se li fa consegnare. Arrestato. Brutta avventura per una famiglia di Latina, allorquando un nordafricano, nella tarda mattinata di ieri, decideva di forzare la porta di ingresso di un’abitazione della via Legnano, mentre all’interno erano presenti due ragazze poco più che ventenni. Approfittando della distrazione delle donne, il ladro si introduceva nella prima stanza dell’abitazione rovistando nei cassetti dei mobili. Un rumore sospetto allarmava, però, una delle ragazze che decideva di andare a cercarne la causa. E’ così che si e’ trovata di fronte l’uomo. Fortuna ha voluto che il nordafricano, invece di affrontare la donna decideva di darsi immediatamente alla fuga, ma in modo talmente concitato che sbatteva la testa contro uno stipite della porta di casa e, nell’urto, perdeva alcuni documenti d’identità. Ripresesi dallo spavento, le inquiline chiamavano immediatamente la Polizia, dando una descrizione dettagliata del reo e della via di fuga. Mai avrebbero pensato che poco dopo l’uomo si ripresentasse presso la loro abitazione per recuperare i documenti smarriti. Questi sono stati gli attimi di maggior terrore in quanto lo straniero era fortemente agitato e minaccioso. Solo la volante della Polizia, giunta immediatamente sul posto , metteva fine ad una mattina da dimenticare. Datosi alla fuga, il tunisino YOUSFI AKRAM, 27enne, veniva rintracciato poco dopo ed arrestato. Oggi il processo per direttissima.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-04-2014

Paoil, lavoratori in presidio davanti ai cancelli

Riceviamo e pubblichiamo

Dopo la netta rottura con il Consorzio ASI per lo scarso impegno profuso nel 2013 a favore delle aziende che insistono sul nostro territorio, il sindaco di Cisterna, Antonello Merolla, ha subito raggiunto i lavoratori della Paoil da oggi in presidio davanti ai cancelli dello stabilimento sulla via Appia.La raffineria, fino a poco tempo fa leader per il centro sud nella produzione di olii vegetali, è ora al centro di un fallimento che mette a rischio decine di posti di lavoro e pone seri rischi ambientali legati al materiale giacente all’interno del sito. Lo stabilimento, inoltre, è stato di recente oggetto di furti, in particolare di cavi di rame, con probabile compromissione di impianti elettrici e di sicurezza e conseguente aggravamento del rischio per la salute pubblica e l’ambiente, anche in relazione alla permanente facile accessibilità da parte di persone non autorizzate e non consapevoli della presenza di sostanze pericolose. “Quanto avvenuto al Consorzio ASI – afferma Merolla riferendosi al voto contrario espresso al bilancio consultivo dell’ente che rende l’area industriale di Cisterna priva dei servizi più essenziali – avviene emblematicamente nella giornata in cui i lavoratori della Paoil attivano un presidio davanti all’azienda dichiarata fallita. Li ho raggiunti per un confronto e portare non solo la solidarietà dell’amministrazione ma anche rendere noto quanto è stato finora messo in atto per la difesa del loro posto di lavoro. Da ultimo, a seguito di un sopralluogo con i tecnici comunali, dell’Arp a Lazio e della Asl Settore Ecologia, ho emesso l’ordinanza n.50 del 10 aprile scorso affinché la proprietà ripristini le condizioni di sicurezza sia ambientale che di mantenimento dei luoghi. A questo proposito, infatti, a causa della scarsa sorveglianza, si sta verificando una razzia di materiali mobili all’interno del sito che aggrava ancor di più il rischio per la salute pubblica e l’ambiente, oltre a depauperare lo stabilimento del suo valore economico e tecnologico”.“Mi auguro – continua – che questa ordinanza serva anche da sprone e sollecito alla società di leasing oggi proprietaria della Paoil affinché si renda disponibile a ricontrattare le proprie pretese rendendo quindi lo stabilimento appetibile per imprenditori del settore interessati all’acquisto e rilancio della produzione.A questo proposito è importante coinvolgere la Regione Lazio in quanto depositaria e crocevia di strumenti atti al finanziamento e al sostegno per il rilancio dell’attività produttiva sul nostro territorio.Come sempre – conclude Merolla – sarò al fianco dei lavoratori e dei sindacati e disponibile ad un confronto con la proprietà per agevolare il riavvio della produzione”.Cisterna di Latina, 16 aprile 2014




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-04-2014

Aggredito un finanziere a Cisterna, fermati due albanesi

.

Gaetano Reina, il vice comandante della guardia di finanza di Cisterna, nella giornata di ieri è stato aggredito e malmenato barbaramente con una spranga mentre si recava al lavoro. A cause delle ferite riportate l'uomo è stato trasportato al Goretti di Latina e ha riportato una prognosi di 30 giorni. Le indagini,partite nell'immediato sono state affidate al vice questore Walter Dian del commissariato di Cisterna. L'indagine ha portato già nella giornata di oggi al fermo di due cittadini albanesi, che sono stati bloccati mentre si stavano imbarcando nel porto di Bari. Arbis Vjerha, 38 anni, e Elson Ivanaj, di 25 anni,sono stati arrestati ed entrambi sono accusati di tentato omicidio in concorso.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-04-2014

Latina, interrotto il Consiglio per un allarme bomba

.

Intorno alle ore 12.00, il Consiglio comunale di Latina è stato interrotto oggi per un allarme bomba. Ad avvisare dell'ipotetico ordigno una telefonata anonima. Nella'aula consiliare si sono recati immediatamente due agenti della Digos che hanno perlustrato gli ambienti non rinvenendo nulla di sospetto. La seduta consiliare è stata comunque sospesa. I lavori dell'assemlea sono ripresi dopo poco.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-04-2014

Nuovo tentativo di furto al centro commerciale Esselunga: arrestati due rumeni

.

Il 15 aprile 2014, alle ore 19.00 circa, in Aprilia, via Misurata n. 8, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Reparto Territoriale hanno tratto in arresto PIRVU Marius Florian e CALDARARU Mihaela, entrambi rumeni, in Italia senza fissa dimora, nullafacenti, pregiudicati, per il reato di “furto aggravato in concorso”, per aver asportato dal supermercato “Esselunga” prodotti cosmetici del valore complessivo di euro 300 circa, tutti recuperati e restituiti all’avente diritto. Gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-04-2014

Trafficanti d'arte ad Aprilia, tre persone fermate dai Carabinieri

.

Dipinti rubati presso antiquari o collezionisti d’arte, recuperate dai carabinieri del Reparto Territoriale di Aprilia. Sono stati denunciati un uomo 59enne di Aprilia, la sua convivente 32enne ed un uomo 67 enne di Roma. I militari dell'Arma hanno recuperato sette dipinti del valore stimato di circa 500 milaeuro, le tele erano state rubate negli anni scorsi.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-04-2014

Consorzi di Bonifica, manifestazione di protesta 'congelata'

Riceviamo e pubblichiamo

Per il momento la manifestazione di protesta, prevista per domani, 17 aprile 2014, per i mancati pagamenti delle somme spettanti ai Consorzi di Bonifica, è congelata. Ad annunciarlo Saverio Viola, direttore Coldiretti di Latina che argomenta: “Il nostro consiglio provinciale domani ufficializzerà la decisione di rinviare la giornata di mobilitazione alla prima settimana di maggio. Infatti, da Provincia e Regione, sono giunte notizie rassicuranti circa una prima tranche di pagamenti con le quali garantire l’attività e parte delle spettanze ai lavoratori dei consorzi di bonifica che operano nel pontino. “Se così non fosse 78.000 imprese associate andrebbero in crisi. Coldiretti Latina con il presidente Carlo Crocetti e lo stesso Viola aveva chiesto di intervenire anche al Prefetto di Latina per alzare il livello di attenzione su una vicenda davvero paradossale che registra oltre 50 milioni di crediti a livello locale e regionale . “Le imprese agricole hanno regolarmente programmato i propri cicli produttivi ed ora hanno bisogno di acqua per irrigare – spiega ancora Viola. Se non arriveranno le risorse finanziarie i Consorzi non saranno in grado di poter mettere in pressione gli impianti per mancanza assoluta di fondi. Non oso nemmeno immaginare il numero delle richieste di risarcimento danni che partiranno da parte degli imprenditori agricoli per milioni di euro, che saranno poi girate nei confronti di chi ha provocato questo stato di cose”. Ieri, intanto, anche Coldiretti Lazio, con il presidente David Granieri ed il direttore Aldo Mattia ha stigmatizzato la situazione preannunciando, per la prima decade di maggio,azioni di protesta eclatanti. “Non vogliamo scendere in piazza ma se sarà necessario non esiteremo a farlo, abbiamo il dovere di tutelare le imprese agricole – conclude Viola”. Va ricordato, che come è noto, i Consorzi da anni lamentano ritardi e mancati pagamenti di opere di manutenzione dei canali (la cui lunghezza complessiva in provincia di Latina è pari a circa 6.000 chilometri) che effettuano ogni anno in regime di convenzione in quanto la proprietà (per la maggior parte la Regione Lazio) ha loro affidato questo servizio, stabilendone con propri atti deliberativi i relativi corrispettivi. Quando poi, alla fine dei giochi, non si trasferiscono le risorse, i Consorzi finiscono inevitabilmente sul lastrico.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-04-2014

Chiusura di una corsia di marcia sulla Pontina in direzione Terracina

.

Chiusura della corsia di marcia in direzione Terracina dal km 80+150 al km 81+650 e riduzione del limite massimo di velocità consentita a 30 km/h, dal km 81+000 al 81+650 della corsia in direzione Latina. QUesti i nuovi limiti IN VIGORE da ieri fino alle definitiva messa in sicurezza del tronco viario. La disposzione prevista dall'ASTRAL per sistemare una frana avvenuta sotto il cavalcavia il 13 marzo scorso.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-04-2014

Controlli alla circolazione stradale, 7 persone denunciate ad Aprilia

.

i Carabinieri del locale Reparto Territoriale a conclusione di servizio straordinario di controllo del territorio, hanno deferito all’A.G. in stato di libertà, 7 persone che, a vario titolo, si sono rese responsabili dei i reati ognuno a fianco indicato: - B.S. 22 enne del luogo, poiché trovato in possesso, a seguito di perquisizione domiciliare, di una Smart Fortwo oggetto di furto, denunciato presso la Stazione CC di Roma Torrino Nord il 12 aprile 2014; - S.H. 34 enne indiano, residente a Cori (LT), in quanto sorpreso alla guida del proprio ciclomotore, senza aver mai conseguito la prescritta patente di guida; - A.V. 49 enne di Mugnano di Napoli (LT), per aver effettuato un’operazione telematica di euro 339, utilizzando i dati di un’altra persona, il quale aveva denunciato la clonazione della propria carta PostPay, versati su un conto di gioco online, come acclarato mediante la Sisal; - T.I.A. 36 enne romeno, ma residente in quel centro, per aver minacciato con un coltello gli avventori di un bar, danneggiando altresì il pneumatico di un’autovettura ivi parcata; - N.B. 58 enne nato in Croazia, ma residente in quel centro, poiché trovato in possesso, a seguito di perquisizione domiciliare, prima della quale aveva rifiutato l’accesso ai militari, di 25 cartucce cal. 38 illegalmente detenute; - B.F. 29 enne del luogo e D.R. 46 enne di Ardea (RM), per aver condotto i propri veicoli in stato di ebbrezza, come acclarato dai riscontri etilometrici, riportando un tasso alcolemico superiore al limite consentito, delle quali una responsabile di guida sotto l’effetto di stupefacenti, altre quattro sorprese in stato di ebbrezza alcolica, tre conducevano i rispettivi autoveicoli sprovvisti di patente di guida ed un’altra persona esibiva un certificato assicurativo falso.



.ULTIME NOTIZIE:
Mercoledì 30 aprile presso La Feltrinelli di Latina presentazione del romanzo di Loffarelli
Ruba all’Oviesse di Latina e aggredisce una commessa: arrestata dai Carabinieri una 28enne
Latina, scappa di casa un 16enne, la mamma va a 'Chi l'ha visto?'
Giulianello celebra il suo santo patrono
Compagno CGIL: Chiedo un intervento politico per ripristinare corrette relazioni con l’amministrazione di Latina
The Big Day, la festa che dura un giorno intero al ValleCorsari
Al Sombrero Summer è di scena l'Happy Hour
Lavori in Corso ospiterà la presentazione di Smile Lab
Latina, minorenne rapinato da due giovani nella nella via dei pub
Cisterna, prorogato il bando per la selezione di due operatori del servizio Informagiovani
Denuncia per abuso d'ufficio, la replica dell'ex sindaco di Terracina Nardi
Mostra Agricola Campoverde, Taglio del nastro della XXIX edizione
La tessera gratuita Welcome allo IAT di Latina
Undicesima edizione del Premio Barbato
Incidente a Latina Scalo, codice rosso per un 17enne
'Lievito', taglio del nastro con Elio e Prosseda
Itri, accoltella l'ex moglie, 38enne arrestato
Inaugurazione ufficiale della VII edizione dello Yacht med festival
Il Sindaco Giovanni Di Giorgi interviene sulla chiusura di un padiglione di Auschwitz
All'expò di Latina arrriva il Motor Show 2014
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593