Condividi
   cronaca

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

13-02-2016

Cisterna, spara con il fucile al pastore perché aveva invaso il suo campo con il gregge

.

Alle ore 10.30 a seguito di una richiesta di aiuto giunta alla Sala Operativa del Commissariato di Polizia, la volante interveniva in località Colle del Tufo, altezza ponte canale Mussolini. Qui i poliziotti trovavano un cittadino italiano, tale M.M., che visibilmente provato, raccontava che mentre controllava il suo gregge che pascolava lungo il canale, notava sulla sponda opposta un uomo di corporatura robusta venirgli incontro. Lo stesso imbracciava un fucile e poco dopo esplodeva 3 colpi in aria; successivamente sempre armato di fucile gli intimava che se non si fosse allontanato con tutte le sue pecore ed i cani gli avrebbe sparato addosso. Gli operatori dopo averlo ascoltato ed identificato, si dirigevano, su indicazione del pastore, verso un’abitazione nelle vicinanza da dove probabilmente era uscito l’uomo armato. Qui infatti rintracciavano il responsabile dell’insano gesto che davanti ai poliziotti ammetteva di aver esploso colpi di fucile, con un’arma legalmente detenuta, al solo scopo di allontanare il gregge ed i cani del pastore temendo un pericolo per il proprio cane. L’uomo ammetteva di aver fatto una sciocchezza in quanto avrebbe potuto ferire qualcuno, posto che nelle adiacenze del luogo dove aveva sparato, vi erano anche altre abitazioni private. Gli operatori, prelevavano il fucile usato unitamente ad altri due che deteneva in casa e lo conducevano negli uffici del Commissariato per le attività conseguenti. L’uomo R.B, cittadino italiano incensurato del. del ’55, è stato denunciato ai sensi dell’art. 339 c.p. in relazione al 612 c.p. (minaccia aggravata). Le armi sono state oggetto di sequestro penale mentre si è provveduto al ritiro amministrativo del libretto e licenza per uso sportivo, già rilasciato da questo Commissariato, per il diniego dell’autorizzazione stessa.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

13-02-2016

Ignoti esplodono colpi contro un veicolo all'interno di un parcheggio condominiale in Via Bruxelles

.

Il 12 febbraio a Latina, in Via Bruxelles, persone ignote, per cause probabilmente riconducibili a dissidi condominiali relativi a degli spazi di parcheggio hanno sparato dei colpi da un'arma ad aria compressa verso un veicolo di proprietà di un cittadino rumeno, parcheggiato nell'area condominiale. Su quanto accaduto stanno indagando i carabinieri.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

13-02-2016

Furto al supermercato Orvel di Latina, preso il ladro

.

La Squadra Volante della Questura di Latina, nella mattinata odierna ha fermato un cittadino moldavo che si era reso responsabile di furto presso il supermercato ORVEL di via San Carlo da Sezze. In particolare, intorno alle ore 12.00 giungeva segnalazione al 113 in merito ad una lite all’interno del grande magazzino, in realtà l’equipaggio della Squadra Volanti, inviato tempestivamente sul posto, accertava che un cittadino straniero si era impossessato di cinque bottiglie di grappa del valore di 125 euro, abilmente occultate sotto il giubbotto. La persona fermata accompagnata presso gli uffici della Questura, è stata identificata per PARFIONOV Vladislav, nato nel 1971 in Moldavia – pregiudicato – il quale dai successivi approfondimenti investigativi è risultato essere ricercato perché colpito da Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dalla Corte d’Appello di Roma. Infatti, il malvivente, a cui erano stati concessi gli arresti domiciliari in seguito ad una rapina impropria e lesioni personali, reati commessi nel gennaio del 2015 all’interno di un supermercato CONAD, si era reso volontariamente irreperibile. Il PARFIONOV, inoltre, ha a suo carico, un provvedimento di espulsione dal territorio italiano emesso dal Prefetto di Latina. Dopo le formalità di rito la persona è stata tratta in arresto per il reato di furto aggravato ed associata, come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria, presso la locale Casa Circondariale. Domani mattina sarà celebrato il processo con il rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

13-02-2016

Reati predatori, i carabinieri ritrovano numerosi oggetti rubati

.

Nella scorsa nottata, a Latina, nell’ambito di specifici servizi svolti per infrenare il fenomeno dei reati predatori, in particolar modo i furti perpetrati in esercizi commerciali, eseguivano una mirata perquisizione presso il domicilio di via palmarola ove risiedono tre cittadini romeni. nella circostanza i militari operanti riuscivano a rinvenire un telefono cellulare marca samsung galaxy a ed un televisore lcd 48 pollici marca grunding che erano stati trafugati nei giorni scorsi, in aprilia (lt) località campoverde, rispettivamente presso un negozio di telefonia ed un bar tavola calda. La merce rinvenuta, del valore stimato di euro 2.000,00, è stata restituita ai legittimi proprietari, mentre i tre malfattori, due uomini ed una donna tutti con precedenti di polizia, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria. Mentre in sabaudia, via cesare del piano, i carabinieri del locale comando stazione, nel corso di servizio teso ad infrenare il fenomeno dei furti su autovetture in sosta, durante una perlustrazione riuscivano a recuperare refurtiva precedentemente trafugata da un furgone parcheggiato lungo la strada. Nella circostanza venivano recuperati 2 decespugliatori, 2 levigatrici, 1 smerigliatrice, 1 tagliasiepi,. una motosega ed una cassetta per attrezzi. Il tutto veniva restituito al proprietario. Sono in corso le indagini per addivenire all’identificazione degli autori.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

12-02-2016

Nasconde una pistola in casa, un arresto a Latina

.

Nel pomeriggio di ieri il personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile di Latina, durante un controllo antirapina, ha tratto in arresto V. A. del ‘57 per ricettazione e detenzione illegale di arma comune da sparo con matricola abrasa e relativo munizionamento. Gli agenti della Questura hanno proceduto al controllo di uomo sospetto nei pressi della zona dei c.d. “palazzi bianchi” di viale Kennedy. Visto l’atteggiamento di resistenza e particolare tensione dell’uomo, gli operatori hanno deciso di estendere il controllo anche nell’abitazione dello stesso situata nel vicino viale Kennedy. La perquisizione ha portato al rinvenimento dell’arma perfettamente funzionante dietro un mobile all’interno di un’ intercapedine. La pistola con la matricola abrasa e il relativo munizionamento sono state sequestrate e l’uomo tratto in arresto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

11-02-2016

Incendio doloso appiccato all'Autoscuola Pasquali Onnelli di Cori

.

Tanta paura e per fortuna pochi danni. Qualcuno mercoledì sera, intorno alle 22:30, ha appiccato il fuoco con del liquido infiammabile davanti all’ingresso dell’autoscuola Pasquali Onnelli di Cori, in via San Nicola. Stando a quanto riferiscono i titolari, giunti sul posto subito dopo, un passante ha visto le fiamme allertando immediatamente i condomini del palazzo, un paio dei quali sono scesi e insieme hanno provveduto a spegnere l’incendio mentre chiamavano i Vigili del Fuoco di Latina. Danneggiata la saracinesca e la vetrata d’entrata all’autoscuola, con gli interni offuscati da fumo e fuliggine. I titolari hanno sporto denuncia contro ignoti al Comando dei Carabinieri di Cori avviando il procedimento di indagine. Gli stessi titolari sono rimasti enormemente sorpresi dall’accaduto, increduli che qualcuno potesse ricorrere ad un simile gesto. L’autoscuola è presente sul territorio da quasi 25 anni, da lei hanno imperato a guidare intere generazioni di maggiorenni e la famiglia è ben voluta in paese e nelle altre zone della provincia dove opera. Spetterà ora alle autorità competenti chiarire quanto successo l’altra sera, anche perché l’attività non aveva sistemi di sorveglianza, non avendo avuto mai alcun motivo di premunirsi in tal senso. I titolari aspettano l’esito delle indagini, confidando nei soggetti preposti a far luce sul fatto e già da domani torneranno a lavoro. Nel frattempo ringraziano quei cittadini che senza pensarci troppo si sono messi coraggiosamente in azione per scongiurare il peggio e i tantissimi che si sono stretti intorno a loro.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

11-02-2016

Tenta di darsi fuoco all’interno del suo appartamento: provvidenziale l’intervento delle volanti

.

Ieri poco dopo le ore 9.00, alcuni abitanti dello stabile ubicato in questa Via P. Nervi, 314, hanno segnalato al centralino di soccorso pubblico “113” che un condomino si era barricato in casa e minacciava di darsi fuoco. La Centrale Operativa della Questura inviava immediatamente sul posto alcuni equipaggi della Squadra Volante ed allertava i Vigili del Fuoco e i sanitari del 118. Gli operatori di polizia, raggiunta l’abitazione, bussavano alla porta per tentare di ricondurre alla ragione l’uomo che voleva tentare l’insano gesto ma, non ricevendo alcuna risposta e constatando che, effettivamente, dall’abitazione fuoriusciva un forte odore di combustibile, senza alcuna esitazione forzavano il portone ed entravano all’interno dell’appartamento. Una volta entrati, gli Agenti si trovavano difronte la persona che si era cosparsa di liquido infiammabile e con la mano brandeggiava un accendino minacciando di darsi fuoco; gli operatori di polizia provvedevano immediatamente a bloccarlo e a farlo desistere dal suo intento. Gli stessi poliziotti potevano, quindi, accertare che l’uomo durante il suo stato di follia aveva distrutto i vetri di alcune finestre, diversi elettrodomestici ed una stufa a cherosene, provocando la dispersione del liquido infiammabile nella camera da letto e nei locali adiacenti. Il predetto è stato identificato per S. S., nato in Francia il 30 marzo 1985, pluripregiudicato e noto alle forze dell’ordine per aver già inscenato un tentativo di suicidio il 13 gennaio u.s., salendo su una gru edile in via Le Corbusier in segno di protesta per motivi di lavoro. Anche in quella circostanza è stata risolutiva la lunga trattativa con un agente in borghese che lo ha convinto a desistere dal portare avanti il folle gesto, dopodiché è stato fatto scendere con l’aiuto deivigili del fuoco.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

11-02-2016

Verde pubblico a Latina, indagate 15 persone

.

L'inchiesta era partita due anni fa a seguito di un'impennata della spesa sulla gestione del servizio di affidamento del verde pubblico. La spesa per il servizio era aumentata notevolmente sfiorando quasi i due milioni di euro. Sono accusati a vario titolo di turbativa d’asta, abuso d’ufficio, istigazione alla corruzione, frode nelle pubbliche forniture e abuso d’ufficio 15 persone, tra loro dirigenti del Comune, responsabili delle cooperative che gestivano il servizio e l'ex vicesindaco che all'epoca dei fatti aveva la delega all'ambiente. Gli indagati nei prossimi giorni potranno presentare la loro versione dei fatti, dopodiché il pubblico ministero deciderà se chiedere il rinvio a giudizio o procedere all’archiviazione.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

11-02-2016

Incidente mortale nei pressi del Tribunale di Latina, perde la vita un motociclista

.

Impatto mortale nel centro di Latina. Nel tragico incidente ha perso la vita un centauro. Ieri sera in piazza Buozzi, a Latina, l'impatto, di cui non si conosce ancora la dinamica, da una prima ricostruzione, avrebbe coinvolto una motocicletta e una Fiat 500. Il centauro alla guida della moto ha avuto la peggio, il 27 enne dopo essere caduto a terra, sul marciapiede ha perso la vita. Anche la persona in auto è rimasta ferita.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

11-02-2016

Attenzione al Cryptolocker, la Polizia di Stato mette in allerta gli utenti della Rete

.

Negli ultimi giorni la Polizia Postale e delle Comunicazioni ha registrato una nuova ondata di attacchi attraverso invio di mail contenenti il già noto virus Cryptolocker, che imperversa ormai da un po’ di tempo sul web. Purtroppo, nonostante gli sforzi investigativi abbiano già consentito di individuare diversi individui e gruppi organizzati, sia italiani che stranieri, impegnati nella  organizzazione e realizzazione di simili campagne malevole, la estesa diffusione del fenomeno e la costante per cui l’attacco si rivela possibile, sempre e comunque grazie ad un comportamento disattento dell’utente, hanno indotto la Specialità ad aumentare le misure di prevenzione attraverso ogni strumento utile a garantire la sicurezza di chi naviga in Rete. Lo scenario è il seguente: l’ignaro utente riceve sulla propria casella di posta elettronica un messaggio che fornisce indicazioni ingannevoli su presunte spedizioni a suo favore oppure contenente un link o un allegato a nome di Istituti di credito, Aziende, Enti, gestori e fornitori di servizi noti al pubblico. Cliccando sul link oppure aprendo l’allegato (solitamente un documento in formato pdf o zip), viene iniettato il virus che immediatamente cripta il contenuto delle memorie dei computer, anche di quelli eventualmente collegati in rete. A questo punto si realizza il ricatto dei criminali informatici che richiedono agli utenti, per riaprire i file e rientrare in possesso dei propri documenti, il pagamento di una somma di alcune centinaia di euro in bitcoin* a fronte del quale ricevere via e-mail un programma per la decriptazione. E’ importante non cedere al ricatto, anche perché non è certo che dopo il pagamento vengano restituiti i file criptati! Tenere sempre aggiornato il software del proprio computer, munirsi di un buon antivirus, fare sempre un backup, ovvero una copia dei propri file, ma soprattutto fare attenzione alle mail che ci arrivano, specialmente se non attese, evitando di cliccare sui link o di aprire gli allegati, sono i consigli più importanti da seguire per impedire l’infezione del Cryptolocker. Per maggiori informazioni e assicurare un contatto diretto e continuativo con il cittadino, si può fare riferimento anche al Commissariato di P.S. on line, per tutti coloro che frequentano la rete, caratterizzato da innovativi sistemi di interattività con l’utente, reperibile all’url: www.commissariatodips.it. Il portale è stato integrato con apposita “app” scaricabile gratuitamente dal proprio smartphone o dall’ipad per consentire di venire incontro alle crescenti richieste di assistenza e di aiuto degli utenti della Rete, in tempo reale, e di conoscere sempre di più il mondo del web, i suoi rischi e le sue opportunità. In tale contesto, la Polizia Postale e delle Comunicazioni ha concluso, alla fine dello scorso anno, alcune attività che hanno permesso di sgominare un’organizzazione criminale per associazione per delinquere finalizzata all’accesso abusivo informatico, estorsione on line e riciclaggio degli illeciti proventi realizzati mediante la diffusione del virus in argomento, di cui sono rimaste vittima privati cittadini ma anche aziende, private e pubbliche. * (Il Bitcoin è una moneta virtuale, esprimibile con un numero a 8 cifre decimali. Non esiste un'autorità centrale che la distribuisce e che ne traccia le transazioni in quanto le operazioni sono gestite collettivamente dal network attraverso dei siti c.d. exchanger che rilasciano monete virtuali incamerando moneta proveniente da carte di credito o altri strumenti elettronici di pagamento, ossia codici che a loro volta possono essere convertiti in denaro contante). Il valore di un BTC è stabilito dal mercato, come per ogni altro bene (attualmente 1 BTC corrisponde a circa 217 euro, ma tale valore è destinato ad aumentare, considerando che il numero massimo di BTC producibili attraverso il cd. processo di “mining” cui possono partecipare tutti i nodi della rete, è fissato a 21 milioni).




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

10-02-2016

Allerta meteo in tutto il Lazio, ritorna il maltempo

.

''Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dalle prime ore di domani e per le successive 18-24 ore si prevedono sul Lazio 'precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Quota neve sull’Appennino centrale al di sopra dei 1000 metri con quantitativi cumulati localmente moderati’. Il Centro Funzionale Regionale ha emesso altresì un avviso di criticità nelle Zone di Allerta del Lazio: idrogeologica codice giallo su Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Aniene e Bacino del Liri. La Sala Operativa Permanente ha emesso l'allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

10-02-2016

Sorpreso a spacciare eroina ad un tossicodipendente: arrestato un 44enne

.

Il 10 febbraio alle ore 11,00 circa, a Fondi i Carabinieri della locale Tenenza, durante uno specifico servizio antidroga, hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” B. F., 44enne del luogo, in attesa di occupazione. L’uomo è stato sorpreso, a seguito di mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento, subito dopo aver ceduto ad un tossicodipendente, noto agli operanti, una  dose di eroina dal peso complessivo di 0,3 gr. Le successive perquisizioni personale e domiciliare consentivano di rinvenire gr. 0,5 circa di marijuana, un bilancino di precisione, vario materiale per il taglio ed il confezionamento delle dosi, nonché’ la somma contante di euro venti, probabile provento dell’illecita attività di spaccio. L’arrestato è stato condotto presso la propria abitazione, ove rimarrà ristretto, in regime di arresti domiciliari, nelle more della celebrazione del rito direttissimo, mentre lo stupefacente, il materiale ed il denaro rinvenuti, sono stati sottoposti a sequestro.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

10-02-2016

Inseguimento e arresto di due ladri di attrezzi a Latina

.

Due malviventi sono stati sorpresi dagli uomini della Volante mentre tentavano di portare via degli attrezzi all'interno di un furgone parcheggiato in Via San Carlo Da Sezze a Latina. I due, con la loro auto, erano già stati segnalati dai residenti per i continui furti di attrezzi da lavoro, per cui la polizia è intervenuta tempestivamente. Ma, una volta che le forze dell'ordine erano sul posto, i ladri si davano a precipitosa fuga con l'auto e venivano inseguiti dalla volante, fino a quando non hanno imboccato una strada senza uscita. A quel punto hanno dovuto abbandonare l'auto e proseguire a piedi, ma dopo alcuni minuti per loro sono scattate le manette.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

10-02-2016

Rapine a Pontinia, notificata un'ordinanza di custodia cautelare ad un 40enne napoletano

.

Nella mattinata odierna, in Velletri (RM), i Carabinieri della Stazione di Pontinia (LT), hanno notificato a C. P., 40enne della provincia di Napoli, domiciliato in Sezze (LT), attualmente detenuto presso la Casa Circondariale di Velletri, l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’ Ufficio G.I.P. del Tribunale di Latina. L’ordinanza scaturisce al termine di specifica attività d’indagine condotta dal citato Comando Arma, che ha raccolto numerosi indizi di colpevolezza nei confronti del predetto, ritenuto l’autore delle due rapine commesse nel Comune di Pontinia, ai danni dello studio dentistico “Zeppetella” e della farmacia “Messina”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

10-02-2016

Lesioni e porto abusivo d'arma, una denuncia a Priverno

.

Nella giornata di oggi a Priverno i Carabinieri della locale Stazione a conclusione di specifica attività investigativa, hanno identificato e deferito, in stato di libertà per i reati di “lesioni personali aggravate, danneggiamento e porto abusivo di arma bianca”, Z.A.L.C., 43enne del posto, gravato da precedenti di polizia. L’uomo, nella mattinata di ieri, ha aggredito, per futili motivi, un 45enne operaio di Priverno, colpendolo alla mano destra con un coltello a serramanico. Nella circostanza la vittima ha riportato lesioni giudicate guaribili con prognosi di 15 gg.. Successivamente, l’aggressore si è abbandonato ad atti vandalici nei confronti di un’autovettura parcheggiata sulla pubblica via, danneggiandola in più parti. Nel corso della perquisizione domiciliare e personale effettuata nella giornata odierna, i militari operanti hanno rinvenuto il coltello, della lunghezza complessiva di cm. 15, utilizzato dal malvivente.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

09-02-2016

Controllo del territorio, due persone denunciate

.

Il giorno 8 febbraio i Carabinieri della tenenza di Fondi, nell’ambito di predisposti servizi finalizzati a contrastare i reati in genere, hanno deferito, in stato di libertà, un 62enne del posto, attualmente sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di P.S., per “inosservanza degli obblighi imposti dall’A.G, avendo violato la specifica prescrizione poichè durante un controllo notturno non veniva rintracciato presso il proprio domicilio. Nell’ambito del medesimo contesto operativo, in Priverno i Carabinieri della locale Stazione, hanno denunciato all’A.G. :  una 27enne, dipendente della locale ASL, la quale il 25gennaio c.a., chiudeva senza giustificato motivo, lo sportello del centro di prenotazione, con circa 20 minuti di anticipo sul normale orario di lavoro, non consentendo il legittimo accesso al servizio ad alcuni utenti già in coda.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

09-02-2016

A Latina scoperti e denunciati due pregiudicati autori di una truffa

.

Il 9 febbraio a Latina,i militari della locale Stazione Carabinieri, a conclusione di attività investigativa, denunciavano due giovani del posto, entrambi con precedenti di polizia, già rispettivamente detenuti, l’uno presso la Casa circondariale di Velletri e l’altro agli arresti domiciliari. In particolare i due, dopo aver concordato alcuni lavori con il titolare di una falegnameria, compilavano e consegnavano alla vittima un assegno circolare di € 854,00 risultato provento furto in danno di una società.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

09-02-2016

Un Malaware danneggia il sistema informatico del Consorzio Industriale Roma-Latina

.

Il Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina giovedì 04 febbraio u.s. ha subito un attacco informatico da un Malware partito dal computer di un dipendente. Il Malware, potentissimo, ha “bucato” tutti i sistemi di protezione ed archiviazione informatica dell’Ente, danneggiando irrimediabilmente tutta la Banca Dati dinamica dal 2005 alla data del 04/02/16 ovvero 11 anni di attività del Consorzio. La Banca Dati, contenente oltre 300.000 documenti, era del tipo “dinamico” che consentiva velocemente di istruire ed emanare i provvedimenti di competenza, nonché di programmare e gestire in maniera celere le attività di sviluppo. I dati contenenti riguardavano istruttorie in merito ad utilizzazioni e progetti delle aree industriali, documentazione e progettazioni tecniche della Variante Urbanistica, nonché dati economici e finanziari. Questa grave situazione purtroppo capita in un momento cruciale dell’Ente, che ha avviato ed in parte attuato tutta una serie di azioni per la Stabilizzazione, Riqualificazione e Sviluppo del più grande sistema produttivo del Lazio. Il gravissimo danno è stato denunciato alla Polizia Postale di Latina, allegando una dettagliata Relazione della Ditta chiamata con procedura d’urgenza ad effettuare un intervento tecnico che ancora prosegue. Esso creerà dei rallentamenti nell’azione amministrativa che comunque si cercherà di contenere il più possibile in quanto sono in corso tutta una serie di azioni tecniche tese a ristabilire ed incentivare la rapidità e l’efficienza del servizio che l’Ente fornisce, anche se purtroppo i dati informatici della Banca Dati, seppur isolati, con molta probabilità saranno irrecuperabili. Latina, 09/02/2016 Il Presidente Comm. Carlo Scarchilli




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

08-02-2016

Latina, sventato furto di slot machine grazie al pronto intervento dei Carabinieri

.

Nelle prime ore della giornata di oggi, in Latina via del Mare, ignoti, previa forzatura della porta d’ingresso, si introducevano all’interno del bar “La perla nera”, asportando n. 4 slot machine, contenenti all’interno una somma stimata di 8.000 euro, caricandole su un furgone Fiat Iveco rubato poco prima. alcune chiamate di cittadini hanno allertato il “112” Pronto Intervento consentendo l’immediato intervento di una pattuglia dei Carabinieri del NORM, che in brevissimo tempo riusciva ad intercettare il furgone con a bordo i malviventi, i quali vistosi ”braccati” si davano a precipitosa fuga, abbandonando il mezzo e facendo perdere le proprie tracce nelle campagne circostanti. Sia la refurtiva che il furgone, risultato provento furto, sono stati recuperati e restituiti agli aventi diritto. sono in corso indagini per risalire agli autori del furto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

08-02-2016

Preoccupazione per il futuro dei lavoratori della Provincia, l'intervento dell'UGL

.

La Ugl Latina con lettera del 5 febbtaio scrive al Presidente della Provincia di Latina, chiede un incontro urgente e una maggiore chiarezza sulle delibere regionali sul trasferimento del persnale ad altre funzioni . "Chiediamo al Presidente un necessario approfondimento, in trasparenza, sulle fasi che hanno condotto a tali scelte. La Ugl ha espresso un forte dissenso su quello che sta accadendo; scelte fatte senza un' analisi delle funzioni, dell'età e senza contare il titolo di studio. Alla struttura sindacale del territorio gli fa eco la Segreteria Regionale della UGL Lazio, con gli stessi toni abbiamo scritto al presidente Zingaretti commenta Armando Valiani. "CHIEDIAMO UN INCONTRO URGENTE AL FINE DI OTTENERE DELUCIDAZIONI IN MERITO AI CRITERI CHE SONO STATI APPLICATI PER LA SELEZIONE DEL PERSONALE CHE SECONDO QUANTO STABILITO DALLA DETERMINA SARÀ INCARIDINATO NEI RUOLI DELLA REGIONE MENTRE PER ALTRI NON È ANCORA CHIARO QUALE FUTURO ATTENDE"




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

08-02-2016

Furto al ristorante cinese di Via Nervi a Latina

.

Furto al ristorante cinese di Via P. L. Nervi a Latina. Secondo una prima ricostruzione i malviventi, intorno alle 5.30 di questa mattina, con l'ausilio di un martello hanno rotto la vetrata e sono entrati all'interno dell'esercizio di ristorazione. In tutta fretta hanno portato via il registratore di cassa. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che stanno indagando a 360 gradi.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-02-2016

In manette il duo delle rapine con ascia

.

Presi con le mani nel sacco i rapinatori con l'ascia che la settimana scorsa avevano messo a segno un colpo al Carrefour di Viale Petrarca a Latina. I due rapinatori, in pochi giorni avevano messo a segno due rapine e si accingevano a compierne un'altra ai danni dell'Eurospin di Latina Scalo. Purtroppo per loro però è andata male: ad attenderli c'erano Carabinieri e Polizia che hanno fatto scattare ai loro polsi le manette.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-02-2016

In due sul motorino, prendono un palo. Il ragazzo muore, grave la compagna

.

Tragico incidente stradale poco prima di mezzanotte a Borgo Podgora in Via delle Acque Alte. Secondo una prima ricostruzione da parte degli agenti di Polizia, due giovani in sella ad un motorino, per cause in corso di accertamento, sono finiti contro un palo della luce. F.E. di 24 anni, residente a Cisterna è morto sul colpo, mentre la ragazza che era con lui, M.M. di 22 anni, è ferita seriamente e si trova ricoverata all'Ospedale Goretti di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-02-2016

Sezze, cade dal tetto e muore

.

Stava riparando il tetto da alcune infiltrazioni d'acqua e un attimo di distrazione gli è stato fatale, così è morto un 43enne di Sezze. Il dramma è avvenuto in Via degli Archi e l'uomo è caduto da un'altezza di circa sei metri. Nonostante il trasporto in elicottero all'ospedale Gemelli di Roma, lo sfortunato 43enne è deceduto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-02-2016

A Terracina lite in un pub con pistola

.

La scorsa notte una Volante del Commissariato di Terracina interveniva presso uno dei più noti e frequentati pub di Piazza della Repubblica su richiesta di alcuni consumatori. Questi riferivano di avere assistito ad una violenta lite durante la quale era stata esibita una pistola. All’arrivo degli agenti, i responsabili si erano già allontanati dal posto, ciononostante venivano raccolte le prime testimonianze e visionati alcuni filmati di videosorveglianza che, vagliati dai colleghi della Squadra investigativa, confermavano quanto era stato segnalato. Un soggetto in preda ai fumi dell’alcol era stato oggetto di alcune ingiurie da parte di almeno altri tre giovani anch’essi tutti in stato psico-fisico alterato. A questo punto ne scaturiva una lite che in un primo momento vedeva il primo fuggire per poi pochi minuti dopo tornare sul luogo, alla ricerca dei suoi aggressori, armato di una pistola. A questo punto però, questi, si erano già allontanati avendo appreso dell’imminente arrivo della Polizia e così anche al giovane armato non restava che fare altrettanto. Grazie alle comparazioni effettuate con le immagini acquisite e le foto-segnaletiche degli archivi del Commissariato si riusciva ad individuare nel pregiudicato D.A.L. di anni 22 il soggetto armato. Le successive attività tese al suo rintraccio davano un buon esito all’alba quando lo stesso veniva intercettato in zona periferica nascosto in mezzo a dei cespugli. I chiari segni di lesioni che presentava sul volto erano un ulteriore conferma del coinvolgimento del soggetto nella violenta lite. Lo stesso, vistosi scoperto, non negava agli Agenti la sua partecipazione a quanto era quanto precedentemente in Piazza della Repubblica aggiungendo di essersi disfatto dell’arma che, a suo dire, era una pistola scacciacani. Continuano le ricerche della pistola così come le attività investigative orientate all’individuazione degli altri soggetti e alla comprensione dei fatti all’origine di quanto accaduto, frattanto D.A.L. veniva denunciato in stato di libertà per minacce aggravate e porto d’arma in luogo pubblico.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-02-2016

Sorvegliato speciale, ma a casa non c'era

.

A Fondi, i Carabinieri, nell’ambito di predisposti servizi per il controllo del territorio, hanno deferito in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, un 28enne del luogo, per violazione degli obblighi ineriti alla sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno. Il giovane, infatti, nel corso di ripetuti controlli eseguiti, in orario notturno, presso la propria abitazione, non è stato trovato, violando le prescrizioni imposte con la citata misura.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

06-02-2016

Girava in moto, ma era un sorvegliato speciale

.

A Fondi, i Carabinieri, nel corso di predisposti servizi per il controllo del territorio, hanno deferito, in stato di libertà, un 48enne del luogo, nullafacente, pregiudicato, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza. L’uomo, nella giornata di ieri, è stato sorpreso alla guida di un motociclo, privo del prescritto titolo abilitativo, revocatogli in conseguenza della misura di prevenzione in esecuzione.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

06-02-2016

Tre denunce per furto e simulazione di reato

.

A Cisterna, i Carabinieri, a conclusione di attività investigativa attinente al furto perpetrato nella nottata del 4 dicembre 2015 presso il locale l’esercizio commerciale “Sc Junior”, hanno deferito in stato di libertà: per il reato di “furto aggravato” un 45enne del luogo, nullafacente, censurato, avendo accertato, attraverso le immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza, come lo stesso avesse asportato dal citato negozio un’aspirapolvere ed una bottiglia di vino; per il reato di “simulazione di reato” in concorso due donne, di anni 43 e 36, residenti a Latina, titolari del citato emporio, per aver simulato il furto di abiti per bambini, per un valore complessivo pari a 6.000 euro, al fine di ottenere un risarcimento assicurativo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

06-02-2016

Sospesa la licenza e disposta la chiusura di un locale pubblico a Terracina

.

Ieri, gli agenti diretti dal Vice Questore Aggiunto Bernardino Ponzo hanno infatti notificato al titolare dell’esercizio “Iceberg” un provvedimento emesso dal Questore della Provincia di Latina De Matteis che prevede la sospensione della licenza commerciale per 15 giorni. L’ordinanza, emessa ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S. a seguito di specifica e circostanziata richiesta del locale Commissariato di P.S., è stata la conseguenza dei numerosi controlli messi in atto negli ultimi mesi dalla Polizia di Stato, che ha monitorato costantemente la cosiddetta movida notturna della città con l’individuazione di quei locali divenuti ritrovo abituale di soggetti locali e provenienti dal Comuni limitrofi, gravati di precedenti di Polizia, che con la loro condotta hanno messo in più occasioni a repentaglio l’ordine e la sicurezza pubblica. In particolare, l’Iceberg è stato accertato esser divenuto luogo in cui numerosi giovani, anche di minore età, erano sistematicamente dediti alla consumazione di droghe e bevande alcoliche ed in più circostanze hanno determinato interventi delle forze dell’ordine per risse ed aggressioni in piazza Garibaldi. Il locale pubblico, ubicato nelle immediate vicinanze del Bar “Artis”, ove lo scorso 26 dicembre avvenne la violenta lite tra due cittadini extracomunitari e BELLOMO Gino Tony, che provocò la morte di quest’ultimo, per due settimane dovrà rimanere chiuso.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

06-02-2016

Una vita da social l’11 febbraio incontro con 60mila studenti sul tema del cyberbullismo

.

Nell’ambito delle iniziative promosse per celebrare il Safer Internet Day 2016, che quest’anno si terrà l’11 febbraio, la Polizia Postale e delle Comunicazioni, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, ha organizzato workshop sul tema del cyberbullismo nelle scuole di 100 capoluoghi di provincia italiani. La Polizia Postale e delle Comunicazioni incontrerà oltre 60mila ragazzi in occasione del Safer Internet Day con lo slogan “Play your part for a better internet” ovvero “Gioca la tua parte per un internet migliore”. Nell’occasione il personale della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Latina incontrerà gli alunni dell’Istituto Tecnico “Arturo Bianchini” di Terracina. Una vita da social, come ormai molti sanno, è un progetto itinerante sviluppato dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni in collaborazione con il Miur e cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito delle iniziative di Generazioni Connesse, che ha l’obiettivo di aiutare gli utenti della Rete a navigare in piena sicurezza e a gestire con consapevolezza e controllo i dati condivisi online. L’iniziativa ha anche una sua pagina facebook unavitadasocial, nella quale vengono riportate tutte le attività e le impressioni dei giovani studenti. L’obiettivo delle attività di formazione è insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé e per gli altri. La formazione sui temi della sicurezza e dell’uso responsabile della rete è un impegno quotidiano della Polizia di Stato e la collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, della Università e della Ricerca è assolutamente determinante. Iniziative come la giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet - ormai celebrata in oltre 100 paesi - sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di utenti, soprattutto adulti, che sono oggi nel nostro paese quelli meno consapevoli dell’importanza di educare i minori a un uso sicuro, consapevole e responsabile del web. “Oggi I ragazzi "vivono" sempre più in rete-dichiara Nunzia Ciardi, dirigente del compartimento della polizia postale delle comunicazioni di Roma - in rete e studiano, si conoscono, intrattengono relazioni, giocano, comprano e vendono, ascoltano musica e guardano video. A fronte di questa realtà è assolutamente indispensabile una corretta valutazione e un accettabile bilanciamento delle opportunità e dei rischi della rete. Prevenzione e formazione sono i mezzi che noi mettiamo a disposizione per far si che i ragazzi imparino a navigare in sicurezza, Per esempio imparando a coniugare in modo efficace le sane dinamiche di relazione ed espressione di sé con la tutela della privacy propria e degli altri. Nello stesso tempo prevenzione e formazione aiutano i genitori a conoscere i tanti strumenti a disposizione per proteggere i propri figli, soprattutto i più piccoli, dai pericoli del web. La polizia postale di Roma, nel corso dell'anno 2015, ha incontrato più di 20.000 studenti, insieme ai loro genitori e ai loro insegnanti, nelle scuole del Lazio per trasmettere il messaggio che navigare in sicurezza SI PUÒ.”



.ULTIME NOTIZIE:
Proseguono con successo ed interesse gli incontri dei Carabinieri presso i centri anziani della provincia
Legalità economica, sono iniziati presso gli Istituti scolastici della Provincia di Latina gli incontri con gli studenti
CALVI (FI): Un candidato sindaco senza regole certe è destinato alla sconfitta. Lasciamo le primarie
Lo Sportello del Cittadino torna a Sabaudia, sanità e la sicurezza protagoniste
Cori: l’arte dolciaria BIO/VEGAN al Biofach di Norimberga
'San Babila - la nostra trincea' a Passepartout
Cisterna, spara con il fucile al pastore perché aveva invaso il suo campo con il gregge
Ignoti esplodono colpi contro un veicolo all'interno di un parcheggio condominiale in Via Bruxelles
Furto al supermercato Orvel di Latina, preso il ladro
Reati predatori, i carabinieri ritrovano numerosi oggetti rubati
L'azienda Rossato investe sul sito di Sermoneta. Taglio del nastro col Sindaco Damiano
Cori: ‘Educare all’Affettività’, il nuovo progetto sociale nelle scuole medie locali
Nati per Leggere, letture in sala d’aspetto degli ambulatori pediatrici
Matter of Soul 4et allo Stoà di latina
Agostino Mastrogiacomo: Regole nuove tra comune ed associazioni
Nasconde una pistola in casa, un arresto a Latina
Metti Mi Piace e i ragazzi del San Benedetto vincono 10 Mila euro
Open Day agli istituti Steve Jobs
I giovani incontrano i campioni
Sermoneta. Truffe agli anziani: come difendersi
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593