Condividi
   cronaca

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-09-2014

Tragico incidente a Pontina, muore un 46enne

.

L'incidente è avvenuto in Via del Murillo a Pontinia intorno alle ore 15.45. Il 46 enne Marco Venti, viaggiava sulla sua moto quando per motivi ancora da accertare, con il suo mezzo è finito contro una Fiat Punto. A bordo dell'auto un uomo di Frosinone e la sua famiglia, che hanno riportato solo lievi ferite, il centauro è morto poco dopo l'impatto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-09-2014

Ad Itri un giovane morto per overdose, arrestato dai Carabinieri il pusher

.

Nella mattinata, nella città di Roma, i Carabinieri della Stazione di Itri, hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Latina – Ufficio G.I.P.- nei confronti di M. Michelino, 44enne pregiudicato di Fondi (LT), già ristretto per altri reati presso la Casa Circondariale di Roma-Rebibbia.L’uomo è ritenuto responsabile di aver ceduto nel mese di marzo u.s., della sostanza stupefacente che provocò la morte di un tossicodipendente di anni 44.L’Autorità Giudiziaria ha concordato con le risultanze investigative dei Carabinieri che, a seguito del rinvenimento del cadavere all’interno di una abitazione di Itri (LT), avevano avviate le specifiche indagini per individuare l’autore della cessione del letale stupefacente.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-09-2014

Picchia la moglie e aggredisce i Carabinieri, arrestato un 35enne nigeriano a Latina

.

Nella nottata del 19 settembre a Latina, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto nella flagranza dei reati di “Maltrattamenti in famiglia continuati e Violenza e minaccia a P.U., Resistenza a P.U. e Lesioni personali” OLOGBOSERE Christopher, 35enne cittadino nigeriano, con diversi precedenti penali, avendo percosso la propria convivente, una sua connazionale, procurandole lesioni in diverse parti del corpo. Nella circostanza, l’uomo ha inveito contro i Carabinieri dapprima minacciandoli nel vano tentativo di farli desistere dal procedere nei suoi confronti e, successivamente, scagliandosi violentemente contro di loro, provocando lievi lesioni.L’arrestato è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-09-2014

I lavoratori della società Spazio Uno incotrano il sindacato Cisal

.

Oggi alle ore 16,00 , presso i locali del centro commerciale Aprilia 2 , si terrà l’incontro tra la CISAL LATINA e i lavoratori della società Spazio Uno. L’ azienda nei mesi scorsi è stata coinvolta nel Maxi sequestro ,avvenuto da parte della magistratura, di un patrimonio mobiliare ed immobiliare che ammonta a complessivi 33 milioni di euro. “Oggi informeremo i lavoratori sui percorsi futuri che dovremmo affrontare dopo che il tribunale di Latina ha deciso di cessare tutte le attività in data 30 settembre c.a." lo dichiara il Segretario della CISAL Armando Valiani; "In data 17 settembre 2014 si è svolto a Roma l'incontro tra l'amministratore giudiziale e la CISAL LATINA la quale ha esposto le difficoltà che i lavoratori dovranno affrontare." "Abbiamo esposto all'amministratore giudiziale le nostre perplessità per la vicenda e siamo preoccupati per quello che potrebbe accadere ai circa 30 Lavoratori . La procura e il tribunale che ha emesso il procedimento dovranno avere una responsabilità sociale verso i lavoratori affinché questa vicenda abbia al più presto una soluzione ." “Allo stesso tempo siamo pronti a percorrere tutte le strade possibili per garantire ai lavoratori della SPAZIO UNO un periodo di sostegno al reddito. Abbiamo inoltre suggerito un piano di reinserimento lavorativo, qualora qualche nuovo imprenditore mostri il proprio interesse a rilevare i locali posti sotto sequestro. " Con l'assemblea di oggi vogliamo inoltre sensibilizzare le istituzioni locali affinché anche loro facciano la loro parte e permettano a questi lavoratori di nutrire speranze lavorative per il futuro. Armando Valiani ------------------------------------------------------------------ SEGRETERIA PROVINCIALE CISAL LATINA




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-09-2014

Latina-Avellino in vendita i biglietti. I controlli della Questura

.

Già dalle ore 12,00 odierne sono stati venduti tutti i 450 biglietti messi a disposizione dei tifosi dell’Avellino per l’incontro di calcio in programma sabato 20 settembre p.v. valido per il campionato di calcio di Serie B tra le squadre U.S. LATINA – AVELLINO allo stadio Francioni di Latina. Il dispositivo messo in atto dalla Questura non consentirà in alcun modo l’accesso allo stadio a tifosi privi di biglietto anche in considerazione delle determinazioni assunte in sede di GOS di limitare ad un solo settore, la tribuna ospiti, l’accesso allo stadio per i residenti del comune di Avellino. Si ribadisce che non verranno concesse deroghe a tali limitazioni e pertanto si sconsiglia di organizzare partenze per il capoluogo pontino a chi non fosse in possesso di un regolare titolo in quanto non verrà assolutamente consentito l’accesso allo stadio a chi risulta sprovvisto di tagliando.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-09-2014

Denunciato 81enne di San Felice Circeo per lesioni personali

.

Il 18 settembre 2014, a San Felice Circeo, i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di attività investigativa, hanno identificato e deferito in stato di libertà alla competente A.G., B. S., 81enne del luogo, poiché ritenuto responsabile del reato di “lesioni personali”. Il predetto, nella mattinata del 09 settembre 2014, ha aggredito, per ragioni connesse all’indennizzo di un pregresso sinistro stradale, un 87enne del posto, colpendolo al basso ventre con un coltello da cucina e cagionandogli lesioni giudicate guaribili con prognosi di 10 giorni.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-09-2014

'Mare Sicuro', il bilancio della Capitaneria di Porto di Civitavecchia

.

Si è svolta in mattinata, presso la sede della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, la conferenza stampa finale dell’operazione “Mare Sicuro” della Direzione Marittima del Lazio, nel corso della quale sono stati illustrati i risultati ottenuti durante la stagione balneare appena trascorsa, a garanzia del regolare e sicuro svolgimento delle molteplici attività marittime. 18.821 i controlli effettuati per prevenire e contrastare qualsiasi tipo di comportamento illecito, con particolare riguardo alla sicurezza della balneazione, alla tutela dell’ambiente marino e costiero, alla normativa in materia di pesca e demanio marittimo ed alla sicurezza della navigazione. Proprio in quest’ultimo ambito si registrano 424 “bollini blu” rilasciati alle unità da diporto “virtuose” che al momento dell’accertamento effettuato sono risultate essere in ordine con i documenti di bordo e le dotazioni di sicurezza, consentendo dunque controlli più snelli nel caso di verifiche successive. Dalle attività di controllo poste in essere nei vari ambiti, sono scaturiti ben 651 illeciti amministrativi e 47 notizie di reato. Di particolare rilievo l’attività posta in essere dalla Capitaneria di porto di Civitavecchia, congiuntamente ai tecnici dell’Arpa Lazio, nel Comune di Cerveteri, dalla quale sono emersi scarichi irregolari delle acque reflue di circa 100 immobili, che interessano il fosso sotterraneo del Manganello, che si immette nel fosso Vaccina per poi sfociare in mare a Ladispoli. Sono già 60 gli illeciti amministrativi contestati al riguardo. Altra penetrante attività di controllo ambientale è quella presso i cantieri navali di Gaeta, ad opera della locale Capitaneria di porto, da cui è emerso l’irregolare smaltimento delle acque sia piovane che industriali ed il deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi direttamente sul nudo terreno. A tutela del consumatore, invece, l’attività di maggior consistenza della Capitaneria di porto di Roma, che in una sola operazione ha sequestrato ben 16 tonnellate di crostacei (mazzancolle tropicali), sprovvisti della prescritta documentazione di tracciabilità. 18.915 le miglia nautiche percorse dalle dipendenti unità navali impegnate non solo in tali operazioni di controllo, ma anche nei soccorsi. Direzione Marittima del Lazio A tale ultimo riguardo risultano essere state assistite e soccorse 74 unità e 302 persone, mentre non si sono registrati episodi di particolare gravità. Significativo anche il dato negativo relativamente ad incidenti nello svolgimento delle attività subacquee. Fondamentale ed efficace è stata sicuramente l’azione di informazione e prevenzione (grazie anche all’istituzione degli info-point nel Compartimento Marittimo di Civitavecchia), volte ad illustrare ai meno esperti le norme principali ed i consigli utili per andare al mare in sicurezza ed istruire circa il numero per le emergenze da digitare in caso di pericolo in mare, 1530 (600 le chiamate pervenute nel solo periodo relativo all’operazione “Mare Sicuro”).




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-09-2014

Comitato ospedaliero S. Giovanni di Dio: un disegno per chiudere l'ospedale?

riceviamo e pubblichiamo la nota inviata alla direzione ASL

Dopo l’ultimo incontro che abbiamo avuto con il Sindaco del Comune di Fondi ed il dott. Cordone (presente il dott. Parrocchia) siamo rammaricati per il modo di comportarsi della sua dirigenza. Sino ad ora dietro Suo suggerimento abbiamo avuto " pazienza ", ma la “presa in giro” che si è avuta nei nostri confronti ci ha dimostrato che si è solo perso ulteriore tempo. Il disegno "malvagio" che la sua dirigenza sta portando avanti eliminando servizi e mezzi ai reparti ospedalieri , purtroppo determinerà a breve la chiusura dell' Ospedale San Giovanni di Dio. L’attività cardiologica di Fondi è completamente ferma a causa della rottura dell’eco cardiografo la cui riparazione non si sa quando avverrà. Dal primo di Gennaio il dott. Valente responsabile del reparto di cardiologia Ospedale di Fondi andrà in pensione per cui ci auguriamo almeno che vengano presi gli opportuni provvedimenti per salvaguardare il servizio e soprattutto i pazienti. Nei mesi scorsi si è operato un solo giorno nel reparto di Chirurgia e due giorni in quello di Ostetricia; tutto questo solo grazie alla abnegazione del dott. Picazio. Si perché il Dott. Picazio, per non arrecare danni al servizio ha continuato a lavorare senza percepire alcun straordinario e nessuno dei suoi dirigenti sapeva niente; ma Lei è proprio sicuro di avere la situazione sotto controllo? Ci viene il sospetto che ... così intendiate Voi la Sanità. NOI NON SIAMO SCHIAVI DI NESSUNO E SIAMO STANCHI DI QUESTO CONTINUO MODO DI AGIRE . Chiediamo al Sig.Sindaco alla Giunta ed ai Consiglieri comunali tutti di dirci con chiarezza quale azione intendono intraprendere per difendere l' Ospedale San Giovanni di Dio Inviamo inoltre un forte invito ai senatori Fazzone Claudio, Moscardelli Claudio e Simeone Ivana ad intervenire per non lasciarci soli. Distintamente Il comitato ospedaliero S. Giovanni di Dio Fondazione San Giovanni di Dio




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-09-2014

Sabaudia, sei automezzi in fiamme nella notte

.

Distrutte tre auto e tre automezzi. L'incendio doloso è avvenuto intorno alle 3.00 di notte in pieno centro urbano, in via Lestra di Capogrosso. I veicoli distrutte appartenevano a due famiglie, molto conosciute a Sabaudia, entrambe imprenditrici. Terrorizzati gli abitanti della Via Lestra, che hanno temuto che le fiamme potessero avvolgere anche le abitazioni. Sul posto i carabinieri e i vigili del fuoco che sono riusciti nelle operazioni di spegnimento. Le indagini proseguono a tutto campo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-09-2014

Ultimi sopraluoghi al Francioni prima del match con l'Avellino

.

Continuano gli incontri in Questura ed i sopralluoghi presso lo Stadio Francioni da parte degli addetti ai lavori della Questura che, in sede di GOS stanno attuando in concreto il progetto delineato in sede di Comitato per l’ordine e la Sicurezza Pubblica per consentire di adattare la tribuna laterale B a settore dedicato agli ospiti. Ieri pomeriggio nel corso di una lunga riunione sono state messe a punto anche le prescrizioni per la vendita dei tagliandi di accesso allo stadio. I supporters avellinesi avranno la possibilità di acquistare il biglietto per la trasferta entro e non oltre le ore 19 di venerdì 19 settembre p.v. Quindi, è bene sottolineare, non troveranno biglietterie per loro presso il Francioni. I tifosi locali troveranno i botteghini aperti fino alle 12.30 di sabato 20 p.v. E’ bene quindi rammentare a tutti che non verranno concesse deroghe a tali limitazioni e pertanto si sconsiglia di organizzare partenze per il capoluogo pontino a chi non fosse in possesso di un regolare titolo in quanto non verrà assolutamente consentito l’accesso allo stadio a chi risulta sprovvisto di tagliando.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-09-2014

Aprilia, denunciato un 32enne per il reato di estorsione

.

Il 16 settembre 2014, alle ore 14.00 circa, in Aprilia (LT), i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito, in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria, A.A., 32enne pregiudicato del luogo, ritenuto responsabile del reato di “estorsione”. Le indagini sono state avviate a seguito di denuncia sporta da un pensionato del luogo. Dai primi accertamenti è emerso che il denunciato, nel mese di agosto di quest’anno, ha costretto il pensionato a farsi consegnare la somma di uro 1200 quale compenso per non riferire alle FF.PP le molestie sessuali che lo stesso, all’epoca dei fatti in stato di ebbrezza alcoolica, avrebbe rivolto alla figlia minore. Le immediate progressioni investigative hanno consentito di acclarare l’infondatezza del reato afferente la sfera sessuale.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-09-2014

In tre tentano un furto all’interno dell’azienda Rosai del Circeo

.

Il 16 settembre, alle ore 15.30, in via Segheria, a Latina, i Carabinieri della Stazione di Borgo Grappa hanno tratto in arresto tre pregiudicati, ritenuti responsabili del reato di “tentato furto aggravato in concorso”: ― LAZZARINI Massimo, 48enne residente a Latina; ― IACOVACCI Alessandro, 36enne di Sezze (LT); ― GALEAZZI William, 30enne anch’egli di Sezze (LT). I tre sono stati sorpresi all’interno dell’azienda “Rosai del Circeo” mentre caricavano a bordo di un furgone svariate griglie in alluminio precedentemente smontate, per un peso complessivo di 200 kg.Gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere sicurezza, in attesa del giudizio direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-09-2014

Priverno, tentano di strozzare la madre, due fratelli denunciati dai carabinieri

.

Aggrediscono violentemente la madre: denunciati due minori di origini rumene. Il 17 settembre, in Priverno, i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di specifica attività investigativa, hanno denunciato, in stato di libertà, per i reati di “concorso in lesioni personali, ingiurie, tentato omicidio e sequestro di persona”, due fratelli di origini rumene, residenti a Priverno I due minori, nel pomeriggio del 10 settembre 2014, al culmine di una violenta lite sorta per futili motivi, hanno aggredito, con calci e pugni, la propria madre, privandola della libertà personale e tentando di strangolarla.La malcapitata, successivamente ricorsa alle cure mediche, ha riportato lesioni giudicate guaribili con una prognosi di gg. 30.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-09-2014

Mobilità per 71 lavoratori dell'Abbott

.

Firmato quest'oggi l'accordo tra la Direzione Aziendale di Abbott srl e le segreterie provinciali di Femca Cisl, Filctem Cgil, Uiltec Uil di Latina unitamente alle RSU dello stabilimento di Campoverde e la RSA di San Donato Milanese, sulla mobilità aperta dalla multinazionale americana per settantuno lavoratori. Si tratta di impiegati e quadri, dei quali quarantuno appartenenti alla sede di Campoverde di Aprilia e trenta facenti capo alla Unità Operativa di San Donato Milanese. Quest'ultima sarà chiusa e le sue funzioni trasferite a Roma insieme alle persone che decideranno di spostarsi dalla Lombardia ed alcune provenienti da Campoverde. Oltre a questi lavoratori l'accordo prevede l'uscita per coloro che hanno i requisiti per agganciarsi alla pensione ed una serie di incentivi per chi deciderà di lasciare volontariamente l'azienda. L'accordo è stato piuttosto complicato perchè l'apertura della mobilità è nata dalle esigenze legate ad una riorganizzazione a livello mondiale che sta interessando la Compagnia da alcuni anni, e che quindi lasciava pochi margini di manovra alle trattative. L'intesa ha fatto registrare una comune volontà di intenti tra azienda e sindacato, nell'ottica di sostenere nel migliore dei modi coloro che sarebbero stati costretti a lasciare il lavoro, con incentivi che vanno dai tre ai cinque anni di stipendio da unire alle competenze di legge, ai contributi previdenziali ed agli ammortizzatori sociali per tutto il periodo di mobilità. Soddisfazione è stata espressa dal sindacato confederale che, attraverso Roberto Cecere della Femca Cisl, Walter Cassoni della Filctem Cgil e Luigi Cavallo della Uiltec Uil, sottolinea l'importanza del risultato raggiunto che dimostra come relazioni sindacali avanzate ed un sindacato autorevole, portino ad accordi di spessore." Una intesa che, in questo caso," commenta Roberto Cecere" riposiziona una unità produttiva laziale in un settore, come quello della farmaceutica, in continua evoluzione che, fino ad oggi, si è riusciti a contenere con accordi seri e responsabili. Rimane certo l'amarezza di vedere un'altra multinazionale lasciare il territorio pontino per spostarsi a poche decine di chilometri nell'area romana, togliendo comunque valore aggiunto alla nostra economia."




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-09-2014

Aggressione ai tifosi nerazzurri, arrestato un ultrà livornese

.

Un tifoso livornese è stato fermato con l'accusa di lesioni, rapina aggravata, danneggiamenti. L'ultrà ha 28 anni ed era già stato colpito da DASPO provvedimento che gli è stato rinnovato per altri otto anni. Gli uomini della Polizia di Livorno hanno individuato anche gli altri ultras che hanno aggredito i latinensi in trasferta a Livorno grazie anche all'ausilio delle immagini registrate dalle telecamere nei pressi dello stadio Ardenza.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-09-2014

Arrestato per stalking un giovane extracomunitario algerino

.

La Polizia di Stato della Questura di Latina, nella notte appena trascorsa, ha arrestato per stalking un giovane extracomunitario algerino. Erano da poco passate le quattro del mattino quando una donna intimorita ed in preda al panico, ha contattato la Sala Operativa della Questura, riferendo di essere oggetto di minacce da parte di un giovane algerino il quale, invaghitosi di lei, da mesi la perseguitava pedinandola e minacciandola non solo verbalmente ma anche con telefonate ed sms. Lo straniero si appostava sotto le finestre di casa sua lanciando all’interno dei petardi, disturbandola e importunandola con continui squilli notturni al citofono e arrivando addirittura a danneggiarle l’autovettura. L’algerino, già oggetto di denuncia da parte della malcapitata, nella nottata odierna si era appostato sotto la sua abitazione minacciandola con delle forbici per costringerla ad aprire la porta dell’appartamento. A questo punto giungeva sul posto personale della Squadra Volante che, dopo aver fermato e perquisito l’extracomunitario, privo di permesso di soggiorno e pregiudicato, rinveniva anche le forbici con lame da 10 cm descritte dalla donna la quale sporgeva ulteriore denuncia. Gli uomini della Squadra Volante, dopo averlo accompagnato in ufficio, procedevano all’arresto del giovane algerino il quale veniva ristretto presso la locale casa circondariale e messo a disposizione della locale autorità giudiziaria.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-09-2014

Scauri, aggredisce un extracomunitario con un coltello: arrestato un mendicante

.

nella giornata di oggi, alle ore 11.00 circa, in Scauri di Minturno (LT), via Appia, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto SCIORTINO Salvatore, 53enne pregiudicato di origini catanesi, ritenuto responsabile dei reati di “lesioni gravi e porto abusivo di armi atte ad offendere".L’uomo, che mendicava all’esterno di un locale supermercato, ha aggredito, per futili motivi, un 27enne cittadino di origini nigeriane, domiciliato a Latina, regolarmente presente sul territorio nazionale, colpendolo ripetutamente alle mani con un coltello a serramanico della lunghezza di cm.24, del genere proibito, custodito all’interno del proprio zaino.L’extracomunitario, immediatamente soccorso dai sanitari del 118 accorsi sul posto, ha riportato lesioni giudicate guaribili in 21 giorni. L'arrestato è stato ristretto nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-09-2014

Lite al GB Grassi tra una prof e il marito, intervengono le forze dell'ordine per riportare la calma

.

Lite familiare al Liceo G.B. Grassi di Latina. I due litiganti: marito e moglie. La donna, proprio una professoressa dell’istituto di via Sant'Agostino è stata raggiunta dall'uomo a scuola e solo l'intervento delle Forze dell'ordine ha sedato l'accesa discussione.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-09-2014

Attenzione ai tentativi di truffe in nome del Fisco, anziano raggirato a Latina

.

Si spacciano per funzionari del Fisco incaricati di riscuotere “a domicilio” somme dovute all’Agenzia delle Entrate. E’ questa la truffa di cui è stato vittima nei giorni scorsi un anziano contribuente di Latina. L’Agenzia ricorda che i propri funzionari possono entrare nelle abitazioni esclusivamente previa autorizzazione del magistrato ed esibendo l’incarico di accesso rilasciato dalla struttura di appartenenza. Invita, inoltre, le potenziali vittime a denunciare ogni tentativo di raggiro, rivolgendosi quanto prima a qualsiasi ufficio delle Entrate e alle forze di polizia.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-09-2014

Controlli senza sosta della Polizia di Stato, numerose denunce nei giorni scorsi

.

La Polizia di Stato – Questura di Latina, da diversi giorni è impegnata in una incisiva azione di controllo del territorio con specifici servizi che hanno interessato tutti gli uffici della Provincia In particolare questi i risultati conseguiti: nella giornata di ieri il personale del Commissariato di P.S. di Terracina ha denunciato in stato di libertà tale M.S. per il reato di lesioni gravi in concorso, O.A. per lesioni gravi in concorso e falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico; M.E. denunciato in stato di libertà per furto, M.I. denunciato in stato di libertà per truffa, falsità di materiale commessa dal privato e dal pubblico ufficiale in certificati o autorizzazioni amministrative. Il personale del Comm.to di P.S. di Fondi ha denunciato in stato di libertà tal P.G. per simulazione di reato e C.V. per “Truffa”. Il personale della Polzia di Stato del Comm.to di P.S. di Cisterna ha denunciato in stato di libertà M.M. per furto ed evasione di terreni e uffici.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-09-2014

Al via lo sportello antiusura a Sermoneta. Istituito il numero verde 800.193.986

.

Dopo aver ottenuto un finanziamento dalla Regione Lazio – Area Politiche per la Sicurezza Integrata e Lotta all’Usura, è diventato operativo il progetto “stop all’usura” relativo al “fondo per prevenire e combattere il fenomeno dell’usura”, presentato ai sensi della D.G.R. n. 385/2013. I cittadini possono rivolgersi allo sportello di ascolto per consulenze, sostegno e informazioni e per avere un appuntamento con gli operatori. Il servizio si avvale delle prestazioni volontarie di professionisti come avvocati, commercialisti, consulenti del lavoro, consulenti finanziari, psicologi. Si può accedere al servizio: presentandosi personalmente presso gli uffici comunali del Centro Civico di Pontenuovo in via dell’irto e del Centro storico in via della valle n 17 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13, il martedì ed il giovedì anche dalle ore 15 alle or e18; telefonando al numero verde gratuito 800.193.986 attivo, oltre che durante gli orari di apertura al pubblico degli sportelli, anche il venerdì dalle 14 alle 20, e il sabato e la domenica dalle 8 alle 20. L'usura consiste nello sfruttare il bisogno di denaro di un'altra persona per procurarsi un forte guadagno illegale, attraverso l'impostazione di interessi elevati. Chi si trova in una situazione di crisi economica, chi è indebitato, chi ha difficoltà con la propria attività economica, chi non sa come gestire il rapporto con le banche, spesso vive un senso di fallimento e vergogna. E a volte si illude di trovare facile e rapida soluzione ai problemi facendo ricorso agli usurai, dei quali diventa inevitabilmente vittima. Da qui l’intervento del Comune di Sermoneta, che punta a mettere in campo attività di prevenzione, osservazione, monitoraggio oltre a interventi di reale sostegno economico alla famiglie che risultano essere vittime reali o potenziali del fenomeno dell’usura o del sovra indebitamento, e si articola in tre momenti: coinvolgimento delle scuole primarie e medie di Sermoneta (personale scolastico e alunni); creazione di uno sportello di sostegno e istituzione di un numero verde per vittime dell’usura; aiuti materiali ai soggetti che, in base ai dati raccolti dallo sportello e nelle fasi di monitoraggio, risultano essere vittime anche potenziali di usura e sovraindebitamento. “Lo sportello – spiegano il Sindaco Claudio Damiano e il delegato ai Servizi sociali Mauro Battisti – è mirato alla promozione della cultura della legalità e promuovere concrete azioni di aiuto nei confronti di tutti quei cittadini che il sovra indebitamento spinge sovente a rivolgersi al mercato illegale del denaro. Fenomeno che risente in modo sensibile della profonda crisi economica ma che può essere determinata anche da altri fattori quali comportamenti deviati, dipendenze, gioco patologico, gestione poco oculata del denaro. Il nostro plauso va all’eccellente lavoro svolto dall’ufficio Servizi Sociali del Comune di Sermoneta coordinato dalla dott.ssa Umberta Pepe”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-09-2014

Trasferta dei tifosi a Livorno, 4 ragazzi aggrediti al bar

.

Amara trasferta per alcuni tifosi del Latina che si erano recati ieri a Livorno per assistere al match contro il Livorno. In 4, mentre erano seduti ad un bar vicino allo stadio sono stati avvicinati da alcuni tifosi del Livorno e picchiati con calci e pugni. Il blitz evidentemente preparato è finito in pochi attimi e i picchiatori si sono dileguati. I ragazzi aggrediti, tifosi del Latina hanno denunciato l'aggressione alle Forze dell'Odine.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-09-2014

Vessa la nonna per soldi, arrestato un giovane pregiudicato di Fondi

.

Il 14 settembre, alle ore 20,00 circa, in Fondi (LT), i Carabinieri della locale Tenenza hanno tratto in arresto, nella flagranza dei reati di “tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, ingiuria, minacce e danneggiamento”, ROSATI Alessandro, 20enne del luogo, gravato da precedenti di polizia. Il giovane, da circa un mese, nel tentativo di ottenere somme di denaro dalla propria nonna, l’ha costretta a vivere nel terrore, vessandola quotidianamente con minacce ed ingiurie, nonché danneggiandole mobili ed arredi e cagionandole, nella giornata di ieri, lesioni personali giudicate guaribili con prognosi di giorni 5 s.c.. L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Latina, a disposizione dell’A.G procedente.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-09-2014

Ritrovato l’ottantenne scomparso nel pomeriggio di ieri Monte San Biagio

.

Il 15 settembre, alle ore 10,40 circa, in Monte San Biagio (LT), località “Cima Passarelli”, in impervia zona boschiva, a conclusione di ininterrotta battuta di ricerca coordinata da quest’Arma e dai Vigili del Fuoco di Latina, con l’ausilio di personale del Corpo Forestale dello Stato e volontari della protezione civile, con il supporto aereo di velivoli dei VV.FF., della protezione civile e del Corpo Forestale dello Stato e con il determinante apporto di unità cinofile per la ricerca molecolare del centro cinofili carabinieri di Firenze, veniva localizzato, raggiunto e tratto in salvo CARTISANO Aldo Piero, 83enne del luogo, pensionato, il quale, nella mattinata del 14 settembre 2014, dopo essersi allontanato dalla propria abitazione, a causa di un probabile malore aveva perso l’orientamento, vagando per i boschi in stato confusionale. L’anziano malcapitato, in ragione della gravità del suo quadro clinico, è stato elitrasportato presso l’Ospedale civile di Fondi (LT), dove si trova ricoverato in osservazione.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-09-2014

Prosegue l'attività di prevenzione e controllo del territorio, denunciate 8 persone

.

Il 14 settembre, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Aprilia, unitamente a quelli delle Stazioni di Cori (LT) e Sermoneta (LT), nel corso di predisposto servizio per il controllo del territorio, hanno: ― deferito: • quattro persone, delle quali tre di nazionalità indiana ed una rumena, tutti con precedenti penali, per il reato di “guida senza patente”; • due persone per “guida sotto l’influenza di alcool”, in quanto sorpresi alla guida dei propri veicoli in evidente stato di ebbrezza alcoolica, come acclarato dagli accertamenti etilometrici effettuati; • due cittadini di nazionalità rumena, dei quali, uno per il reato di “falsa attestazione di identità personale”, mentre l’altro per il reato di “ricettazione”, poiché trovato in possesso, a seguito di perquisizione domiciliare, di materiale di provenienza furtiva; ― segnalate alla Prefettura di Latina due persone per “condotte integranti illeciti amministrativi in materia di stupefacenti”, essendo state trovate in possesso, rispettivamente, di gr 0,5 di marijuana e gr.4 di hashish.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-09-2014

Il bilancio della Polstrada sui controlli alla circolazione dei mezzi pesanti nel sud pontino

.

In relazione al Decreto Prefettizio nr. 1000/158/2014 del 08 luglio 2014 con cui si disponeva la sospensione della circolazione dal 15 luglio al 15 settembre dei veicoli adibiti al trasporto di cose con massa complessiva superiore alle 7.5 tonnellate e di quelli adibiti al trasporto di merci pericolose sulla S.R.213 “Via Flacca” e sulla SS.7 Via Appia” nel tratto compreso tra le località “Pontemaggiore” e “Santa Croce” compreso tra i comuni di Terracina e Formia, la Sezione Polizia Stradale di Latina ha istituito specifico servizio di controllo e di prevenzione agli illeciti in relazione all’art. 6 del C. di S. coordinati, diretti ed eseguiti dal Responsabile del Distaccamento di Terracina unitamente a diverse pattuglie. Il provvedimento in questione è stato adottato per rendere più fluido il traffico su arterie particolarmente significative per la qualificazione dell’offerta turistica del litorale Pontino. Durante lo svolgersi del servizio per il periodo indicato dal Decreto, si è provveduto a ritirare ben 36 patenti di guida e 50 carte di circolazione per vari illeciti riscontrati di questi il 60% riferibili a veicoli che provenivano da fuori provincia, il 35% a veicoli relativi al traffico provinciale e un 5% di veicoli comunitari. Grazie all’opera di vigilanza e alla continua attenzione delle Pattuglie della Specialità va segnalato che quest’estate, lungo le arterie della provincia, non si sono segnalati incidenti gravi che hanno visto coinvolti mezzi pesanti.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-09-2014

Commercio, i dati del rilevati da Osserfare per il semestre 2014

.

OSSERFARE DIRAMA I DATI DI MOVIMPRESE PER IL I SEMESTRE 2014 E DELLA CONGIUNTURALE PER IL II TRIMESTRE 2014 Si rendono pubblici i dati Movimprese relativi al primo semestre 2014 e l’analisi congiunturale del II trimestre 2014, elaborati da Osserfare, l’osservatorio economico della Camera di Commercio di Latina.MOVIMPRESE I SEMESTRE 2014 L’ANDAMENTO DEMOGRAFICO Si consolida a livello nazionale la tendenza che sta caratterizzando l’annualità in corso in cui complessivamente si registra un turnover nettamente inferiore in serie storica, con valori tra iscrizioni e cessazioni ai minimi; d’altronde le incertezze legate al ciclo economico stanno determinando scelte indirizzate verso una maggiore cautela nell’intraprendere una nuova attività d’impresa e questo si sta traducendo anche in una minore mortalità imprenditoriale. Di fatto il 2014 è una sorta di spartiacque rispetto alle annualità precedenti, in quanto la sintesi delle dinamiche appena esposte è un saldo imprenditoriale che supera le 11 mila imprese (+0,18% in termini relativi), in recupero, dopo un biennio significativamente critico con saldi ai minimi, soprattutto se confrontati rispetto alle più numerose aperture e chiusure che si rilevavano fino al 2013. Dunque, come affermato dal Presidente di Unioncamere Ferruccio Dardanello: “….La crisi pesa ancora sulla vitalità del sistema produttivo italiano ma, seppur con fatica, il tessuto imprenditoriale reagisce e torna a crescere…”. Tab. 1 - Serie storica delle iscrizioni, delle cessazioni e dei relativi tassi nel I semestre di ogni anno Totale imprese - Valori assoluti e percentuali Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese Oltre alla probabile minore improvvisazione nell’avvio di una nuova impresa, che spesso avviene con i risparmi familiari oggi sottopressione, senz’altro la brusca flessione delle iscrizioni della componente artigiana è una determinante importante sugli esiti appena descritti; peraltro, come evidenziato nella tabella seguente, le dinamiche mantengono una sostenuta accentuazione negativa. Tab. 2 - Serie storica delle iscrizioni, delle cessazioni e dei relativi tassi nel I semestre di ogni anno Imprese artigiane - Valori assoluti e percentuali Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese In sintesi, nel 2014 cambiano i comportamenti socio-economici, per una propensione al rischio imprenditoriale in netto ridimensionamento, in coerenza con le disattese aspettative di ripresa e con la connessa immobilità dei mercati e dei consumi. Disaggregando le dinamiche nazionali a livello regionale, la performance di crescita più significativa è quella laziale (+0,89%), peraltro in miglioramento sulle risultanze semestrali dell’anno precedente (+0,60% a giugno 2013); guardando alle tendenze provinciali, subito dopo la Capitale, in decisa accelerazione (+1,15% nel 2014, a fronte del +0,79% del 2013), si conferma il posizionamento di Latina per un tasso di crescita che si attesta al +0,33% (+0,47% nel 2013). Guardando alle altre realtà laziali, anche la provincia di Frosinone mostra un peggioramento, seppur lieve (-0,05% la crescita nei primi sei mesi del 2014, a fronte del +0,05% nel 2013), mentre Viterbo mette a segno una positiva inversione di tendenza (+0,20%, rispetto al -0,35% del giugno scorso) e Rieti, pur mentendosi in area negativa, mostra un parziale recupero (-0,29, rispetto al -0,52% precedente). L’andamento del tasso di crescita relativo alla nazione, alla regione Lazio e alla provincia di Latina, viene riportato nel successivo grafico: graf. 1: Andamento del Tasso di crescita Latina, Lazio e Italia (serie storica) Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese I dati demografici riassuntivi per la regione Lazio, disaggregata per province, e per l’Italia sono riportati nella tabella successiva: Tab. 3: Movimento Totale delle imprese nel I semestre 2014 presso il Registro Imprese camerale Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese La situazione al 30 giugno relativa ai movimenti demografici al Registro Imprese camerale in provincia di Latina mostra uno stock imprese pari a 57.652 unità registrate, di cui più dell’81% attive, per un saldo positivo in termini assoluti di 193 unità, determinato dalla differenza tra le 2.095 iscrizioni dall’inizio dell’anno e le 1.902 aziende cancellate nello stesso periodo. Il tasso di natalità si attesta al 3,62%, in deciso rallentamento rispetto all’indicatore relativo allo stesso periodo dell’anno precedente (+4,15% a giugno 2013); più contenuta la flessione del tasso di mortalità, pari al 3,28%, anch’esso inferiore a quanto rilevato nel I semestre 2013 (3,68%). L’ANDAMENTO DEMOGRAFICO PER SETTORE ECONOMICO Il quadro riassuntivo al 30 giugno relativo alla provincia di Latina, disaggregato per settori economici, viene evidenziato nella successiva tabella, elaborata sulla base del criterio di classificazione delle attività imprenditoriali ATECO 2007: Tab. 4: Movimento delle imprese presso il Registro camerale per ramo di attività- I semestre 2014 Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese Sono praticamente tutti i settori a mostrare il fiato grosso, ma preoccupanti sono i dati demografici rilevati per i comparti cardine, come il Manifatturiero (-1,45% nel 2014, a fronte del -0,20% del 2013), per un saldo negativo di ben 70 imprese dall’inizio dell’anno. Come già evidenziato anche nel precedente rapporto, tali risultanze sono l’effetto della minore spinta all’avvio di nuove attività industriali, per un contestuale tasso di mortalità che, tuttavia, non rallenta rispetto ai dodici mesi precedenti: i comparti del legno, tessile, carta e lavorazione dei metalli sono i più penalizzati. Anche il Commercio mostra un ulteriore appesantimento delle tendenze: gli sviluppi di demografia imprenditoriale mostrano un tasso di crescita negativo che nel semestre si attesta al -1,21%, in deciso peggioramento rispetto alle analoghe risultanze 2013 (-0,18%); nei primi sei mesi di quest’anno hanno chiuso i battenti 190 attività commerciali. Diversamente, si attenua in corso d’anno il bilancio in rosso del settore delle Costruzioni: -0,80% la decrescita del comparto a giugno, che lascia sul campo ulteriori 61 imprese dall’inizio del 2014, frutto di un secondo trimestre quasi stazionario, dopo la pesante apertura d’anno; tuttavia, il confronto tendenziale conferma comunque l’accentuarsi delle difficoltà, atteso che la perdita a giugno 2013 era circa la metà (-0,38%, per 29 unità in meno). Anche le attività di Servizi di alloggio e ristorazione mostrano un’accentuazione negativa (-0,61%, a fronte del positivo 0,57% relativo ai primi sei mesi dello scorso anno), dovuta prevalentemente alla più contenuta iniziativa imprenditoriale (le iscrizioni a giugno si fermano a quota 61, a fronte delle 110 nuove aperture nel primo semestre dello scorso anno), soprattutto nel settore della ristorazione e degli esercizi pubblici. Altrettanto vale nel campo dei trasporti che vedono dimezzarsi le nuove iniziative imprenditoriali, per una decrescita leggermente più accentuata rispetto a quanto riscontrato nel giugno precedente (-1,57%, a fronte del -1,20% a giugno 2013). Le Attività Professionali scientifiche e tecniche mostrano segnali di sofferenza, evidenziando a metà anno valori negativi (-0,62%,a fronte del +0,70% dello scorso giugno), determinati soprattutto dal minore appeal del segmento della pubblicità e ricerche di mercato; per quanto attiene l’aggregato relativo alle attività di Noleggio, Agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese si registra un deciso rallentamento (-0,34%, a fronte di un +2,40% nello scorso anno), determinato soprattutto dalla minore crescita dei Servizi per edifici e paesaggi (prevalentemente si tratta dei segmenti dei servizi di pulizia, cura e manutenzione del paesaggio) e delle attività di supporto alle imprese; tuttavia, queste ultime rimangono comunque l’unico segmento in crescita di tale insieme di attività. Altrettanto vale per le attività riguardanti la Sanità e Assistenza sociale, che non solo si mantengono su un sentiero positivo, ma mostrano anche una decisa accelerazione (+1,22%, il tasso di sviluppo, a fronte del precedente +0,48%). LE FORME GIURIDICHE Si conferma il trend positivo delle Società di Capitali, che alla fine del semestre fanno registrare un tasso di crescita del 2,21%, in leggera flessione rispetto al dato dello stesso periodo del 2013 (+2,35%), per un saldo positivo di 360 società. In diminuzione il tasso di crescita delle Società di persone (-0,65%), il cui saldo è negativo per 52 unità in meno; dello stesso segno le risultanze semestrali relative alle Imprese individuali che registrano un tasso di crescita del -0,47%, per un saldo negativo di 144 imprese. In termini di peso percentuale non si segnalano delle sostanziali differenze rispetto alla rilevazione precedente. Nella sottostante tabella i dati complessivi rilevati alla data del 30 giugno riferiti all’intero semestre: Tab. 5: Movimento delle imprese presso il Registro camerale per forma giuridica- I semestre 2014 Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese L’ARTIGIANATO Stanti le considerazioni su esposte, non si rilevano grandi sorprese per quanto riguarda gli andamenti demografici relativi al comparto dell’Artigianato. Alla data del 30 giugno per le imprese artigiane iscritte al relativo Albo si rileva un dato di stock pari a 9.305 imprese; il segmento imprenditoriale artigiano rappresenta il 19,75% delle imprese registrate, in leggera flessione rispetto a quanto rilevato al termine del primo semestre dello scorso anno, in cui lo stock era ancora superiore al 20%. In termini di flussi, nei primi sei mesi del 2014 il comparto ha evidenziato una decrescita del -1,35%, in peggioramento rispetto alle analoghe risultanze dei dodici mesi precedenti (-1,20% a giugno 2013), per un saldo negativo in termini assoluti di 128 imprese, determinato dalla differenza tra le 340 iscrizioni dall’inizio dell’anno e le 468 aziende cancellate nello stesso periodo. Pressoché invariati i dati riguardanti le forme giuridiche delle imprese artigiane; in un ulteriore ridimensionamento le imprese individuali che mostrano un tasso di sviluppo negativo del -1,58%, in termini assoluti pari a -119 imprese. Nel grafico di seguito si evidenzia l’andamento dei tassi di crescita dell’Artigianato comparato con quello delle imprese in generale (escluse le imprese agricole): Graf. 2: Andamento del Tasso di crescita delle imprese artigiane e non in provincia di Latina. (serie storica) Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese In termini di crescita demografica, a giugno si rileva l’appeal crescente delle attività di ristorazione, prevalentemente rosticcerie, friggitorie, pizzerie a taglio (+1,59%, a fronte del -1,56% relativo al I semestre 2013); anche il segmento dei Servizi alle imprese, trainato dalle nuove iscrizioni delle attività di pulizia (+1,72% nel I semestre 201,4 contro il -1,40% dello stesso periodo 2013), mostra una significativa inversione di tendenza. Anche l’aggregato relativo alle Altre attività di servizi, evidenzia l’accentuazione delle tendenze negative (-1,67% il tasso di crescita, a fronte del -0,12%), determinate prevalentemente dalle piccole iniziative imprenditoriali nel campo dei Servizi alla persona (estetiste, barbieri e parrucchieri), che nell’ultimo risentono della minore vitalità imprenditoriale anche in ragione del calo dei consumi, perdendo il ruolo di sponda all’inoccupazione crescente. Complessivamente stazionarie, invece, le attività di Riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa. Diversamente, pesa sul bilancio in rosso dell’artigianato l’andamento negativo delle costruzioni, in significativa accentuazione (-1,50%, a fronte del -0,86% precedente), soprattutto della componente dell’installazione di impianti elettrici; nonché la flessione del comparto industriale (-1,64%, rispetto al 1,54% di giugno 2013), penalizzato dalle dinamiche negative della lavorazione dei metalli e dell’industria del legno; diversamente, l’alimentare si mantiene in sentiero positivo. Altrettanto negativo il contributo delle attività commerciali, determinato per la gran parte dalle chiusure delle officine meccaniche, attività artigiane che risentono senz’altro anche della crisi del settore auto. Ad ogni modo di seguito è rappresentata la tabella riepilogativa per settori: Tab. 6: Movimento delle imprese artigiane presso il Registro camerale per ramo di attività- I semestre 2014 Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese LE IMPRESE STRANIERE Uno sguardo ora alle imprese straniere che nelle ultime rilevazioni hanno sempre evidenziato valori di un certo interesse, mostrando una vitalità costantemente maggiore rispetto a quelle “indigene”. Alla data del 30 giugno in provincia di Latina, le imprese straniere operanti risultano essere 3.516 e per la prima volta superano la soglio del 6% del totale delle imprese registrate, per un saldo positivo nel semestre, in termini assoluti pari a +160 unità. Tal esito è la risultante di un tasso di crescita del 4,75%, in decisa accelerazione rispetto ai valori relativi allo stesso periodo dell’anno precedente (+2,72% la crescita a giugno 2013), a rappresentare un’annualità che sembrerebbe all’insegna di una ritrovata vivacità imprenditoriale della componente straniera, dopo l’appesantimento dei flussi di demografia imprenditoriale del trascorso biennio. Tende dunque ad ampliarsi il differenziale sulla componente italiana, che diversamente registra un rallentamento delle tendenze, come illustrato nel grafico sottostante: Graf. 3: Andamento del tasso di crescita dell’imprenditoria straniera e a totale economia provinciale. (serie storica) Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese Come già evidenziato nel precedente rapporto, incrociando tale risultanza con le osservazioni relative alla più contenuta spinta all’imprenditorialità della componente italiana, senza commettere un elevato errore di valutazione, è possibile affermare che i fattori legati alle motivazioni di insediamento nel nostro Paese sostengano tassi di natalità più vivaci per la componente straniera, anche in ragione delle diverse “modalità di approccio al mercato”, rispetto a quella italiana, su cui intervengono determinanti più strettamente connesse al ciclo economico in quanto incidono su una dimensione familiare frequentemente più ampia, atteso che l’imprenditore straniero avvia il ricongiungimento familiare solo dopo un periodo di ambientamento e di maggiore stabilizzazione economica. Di seguito il grafico che riassume l’andamento dei tassi di crescita per nazionalità di impresa. Tab. 7: Movimento delle imprese straniere presso il Registro camerale per ramo di attività- I semestre 2014 Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese La disaggregazione settoriale delle tendenze su esposte mostra la decisa accelerazione delle costruzioni: +4,53% la crescita, a fronte della stazionarietà rilevata a giugno 2013; anche per le attività commerciali si rileva un ritrovano appeal (+1,87%, rispetto al +0,95% dei 12 mesi precedenti). Di seguito la tabella riepilogativa degli andamenti demografici per nazionalità, nella provincia di Latina: Tab. 8: Movimento delle imprese straniere presso il Registro camerale per nazionalità- I semestre 2014 Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese IMPRENDITORIA GIOVANILE A giugno lo stock di questa tipologia di imprese supera le 6.500, per un saldo positivo di +375 unità dall’inizio del 2014 e un tasso di crescita del 5,34%, in diminuzione se raffrontato con le analoghe risultanze del 2013 (+7,40%); tale performance risulta grossomodo in linea con le dinamiche laziali (+7,33%), e nettamente superiori ai valori nazionali (+5,83%). Le imprese giovanili operano prevalentemente nelle attività commerciali (1.899 imprese, per un peso dell’11,7%), nelle costruzioni (818 unità, 10,6% la quota); notevole anche il peso dell’Agricoltura (736, in termini relativi pari al 6,9%), che peraltro continua a far registrare incoraggianti valori di crescita (+3,49%), a dimostrazione di come il settore agricolo possa rappresentare un ottimo sbocco imprenditoriale per le nuove generazioni. Tuttavia, i settori caratterizzati dalla maggiore giovanilità sono le Altre attività dei servizi (estetiste e parrucchieri) e l’aggregato dei servizi di pulizia, di cura e manutenzione del paesaggio e servizi di supporto alle imprese (17,20%), dove circa il 18% è rappresentato da Imprese juniores. Per quanto attiene alle performance demografiche relative ai settori quantitativamente più significativi, oltre al bilancio molto positivo dell’agricoltura, per le giovani generazioni si mantengono in crescita, sebbene in rallentamento, le dinamiche delle attività commerciali e delle costruzioni. La tabella sottostante offre un quadro riassuntivo dell’imprenditoria giovanile: Tab. 9: Movimento delle imprese giovanili presso il Registro camerale per ramo di attività- I semestre 2014 Fonte: elaborazioni Osserfare su dati Movimprese ANALISI CONGIUNTURALE II TRIMESTRE 2014 Dall’analisi congiunturale condotta dall’Osservatorio economico emerge che nel secondo trimestre dell’anno in corso non si confermano significative inversioni di tendenza rispetto al periodo precedente, a meno di un lieve miglioramento del clima di fiducia degli imprenditori. Fonte: Osserfare - Indagine congiunturale II trim. 2014 Il lieve accenno di ripresa della fiducia non trova effettivo riscontro nei giudizi circa l’andamento dei ricavi, in lieve crescita, ma ancora ben lontani dai livelli pre-crisi, peraltro con un differenziale sulla media nazionale che si mantiene significativo, come illustrato nel grafico sopra riportato. Non si inverte, inoltre, il trend che caratterizza da diversi trimestri lo scenario occupazionale, in progressivo deterioramento. Nei rapporti di fornitura le imprese prevedono una riduzione dei costi, mostrando un certo ottimismo connesso, probabilmente, con la prospettiva di poter spuntare, proprio per via della crisi esistente e del livello basso della domanda, prezzi migliori; tuttavia, questo potrebbe rappresentare anche un ulteriore indicatore dello spauracchio deflattivo che incombe nell’Eurozona. Si accorciano leggermente i tempi di pagamento da parte dei clienti, con un outlook che lascia preludere tuttavia ad un nuovo peggioramento. Esaminando il clima di fiducia espresso dagli imprenditori nei vari settori di attività, si osserva che nel comparto manifatturiero (19,9% l’indicatore di fiducia relativa all’andamento della propria azienda, in linea con i valori del trimestre precedente) non mutano i giudizi degli imprenditori intervistati operanti nell’industria alimentare e chimico-farmaceutica, mentre crescono le incertezze nel metalmeccanico e nel tessile. Per l’intero comparto industriale si rileva in leggera ripresa il livello degli ordini, sia in termini di domanda interna che estera, quest’ultima senz’altro più vivace; tuttavia, si mantengono bassi i livelli produttivi, a dimostrazione di una domanda che non riesce a decollare come sarebbe auspicabile e necessario e, di conseguenza, i prezzi di vendita delle imprese manifatturiere sembrano in lievissima crescita, ma ancora in termini molto contenuti. Un segnale che può essere preso in considerazione come positivo è quello relativo al livello delle scorte e giacenze, presso le PMI industriali, che paiono in diminuzione. Ma tale dato va letto anche alla luce del significativo sottoutilizzo gli impianti produttivi, rispetto alle potenzialità esistenti. Passando al comparto del commercio la fiducia delle imprese sembra essere in miglioramento in tutte le sue componenti (18% l’indicatore di fiducia relativa all’andamento della propria azienda, a fronte del 16,5% rilevato lo scorso trimestre), tra le quali spiccano le riparazioni, in deciso rimbalzo (si attesta al 27% il giudizio sull’andamento della propria impresa, a fronte del 17,7% relativo alla prima porzione d’anno). Anche gli operatori del turismo mostrano un diffuso maggiore ottimismo, con giudizi significativamente più positivi espressi per tutte le attività ricettive riguardo l’andamento della propria azienda (l’indicatore dal 14,4% dei primi tre mesi del 2014 guadagna quasi 9 punti percentuali, attestandosi al 22,9%). E i Servizi sono sulla stessa lunghezza d’onda, sebbene con spostamenti più contenuti e dinamiche che si confermano relativamente più vivaci nel campo della sanità e dei servizi alle persone. Il livello degli ordini viene valutato in miglioramento anche dalle attività terziarie, sebbene si mantenga su livelli ancora piuttosto bassi. Per la prima volta dalla fine del 2013 tornano a salire i prezzi di vendita, trend che sembra destinato a ripetersi anche in prospettiva nel periodo estivo. La situazione di grande difficoltà continua ad essere invece una costante per il settore delle Costruzioni dove gli ordinativi continuano a decrescere, con un livello di attività molto basso; in altre parole è un mercato in una situazione di profonda stagnazione, in termini marinari ci troviamo nel mezzo di una vera e propria bonaccia. La dinamica relativa agli investimenti effettuati dalle imprese nell’ultimo biennio, mostra una sostanziale stazionarietà: la percentuale delle imprese pontine che hanno dichiarato di avere investito si attesta al 19,0%, valore di gran lunga inferiore a quanto rilevato a livello nazionale, attestandosi la media Italia al 30,1% ed altrettanto può dirsi per ciò che riguarda le intenzioni di investimento per i prossimi 2 anni. Fonte: Osserfare - Indagine congiunturale II trim. 2014 Non si inverte la tendenza per quanto concerne la capacità delle imprese della provincia di Latina nel far fronte ai propri impegni finanziari, con preoccupazioni crescenti per i prossimi mesi; peraltro si allarga il differenziale rispetto ai valori nazionali, come illustrato nel grafico sopra riportato. Fonte: Osserfare - Indagine congiunturale II trim. 2014 Dalle risultanze dell’Osservatorio sul Credito (approfondimento ad hoc realizzato in sede di indagine congiunturale) non emergono situazioni incoraggianti, stante la difficoltà delle imprese ad ottenere aperture di credito da parte del sistema creditizio, il che avviene in misura più accentuata nella nostra provincia rispetto allo scenario nazionale. Fonte: Osserfare, Indagine congiunturale II trimestre 2014 D’altronde, la situazione è indubbiamente connessa anche alle rigide regole imposte alle banche in merito al Patrimonio di Vigilanza da parte della Banca d’Italia. Per cui gli Istituti di credito sono portati a preferire gli investimenti liquidi piuttosto che assumersi rischi finanziari connessi alle concessioni di credito a favore di imprese di Piccole e Medie dimensioni, senza rating e non quotate. Nel secondo trimestre 2014 resta stazionaria la quota di imprese che si sono rivolte al sistema bancario per un fido, un finanziamento o la rinegoziazione di un fido: la quota si conferma intorno al 12%, dunque significativamente al di sotto dei valori nazionali (16%), peraltro questi ultimi in crescita costante da circa 12 mesi. Tuttavia, nella nostra provincia si rileva una seppur lenta ma progressiva crescita delle imprese cui è stato accordato il finanziamento richiesto (26,6%, a fronte del 31,0% a livello Italia) e, contestualmente, l’area di irrigidimento mostra tensioni in leggera attenuazione, sebbene il confronto con la media nazionale evidenzi le maggiori complessità del mercato del credito locale: 62% le imprese pontine (47,5% in Italia) che si collocano nell’area di irrigidimento, di cui una quota del 33% non ha ricevuto il finanziamento (valore nettamente superiore alla media nazionale pari al 23%) ed il 29% ha visto accolta la domanda di credito, ma per un importo inferiore (24,5% il dato Italia). Unici aspetti positivi possono essere colti dal fatto che si rileva una riduzione dei tassi di interesse praticati, ma nello stesso tempo vengono rilevati in aumento i costi connessi alle altre condizioni per l’accesso al credito e una maggiore richiesta di garanzie da parte degli Istituti di Credito.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

14-09-2014

Continuano i controlli della Polstrada sulla Pontina

.

La Sezione di Polizia Stradale di Latina ha concentrato sulla S. R. 148 Pontina, nel tratto fino a Sabaudia (LT), nell’ambito delle iniziative volte al potenziamento dei controlli disposte dal Compartimento di Polizia Stradale del Lazio, una serie di dispositivi coordinati da personale del ruolo ispettori della Sezione e del Distaccamento di Aprilia, il cui personale è stato impegnato in maniera significativa in verifiche sulla regolarità delle posizioni assicurative dei veicoli circolanti. In effetti due sono stati i veicoli sottoposti a sequestro amm.vo ai sensi dell’art. 193 C.d.S. perché circolanti senza la prescritta copertura, mentre in quattro casi i veicoli sono stati sorpresi a circolare senza la revisione periodica e quindi sospesi dalla circolazione. Due sono state le patenti ritirate perché scadute di validità. Un cittadino extracomunitario Pakistano (A. A. H.) classe 1990 è stato denunciato per il reato di guida senza patente in quanto mai conseguita nonostante si fosse messo al volante di un’autovettura con targa italiana di proprietà del datore di lavoro. Interessante anche il numero dei contesti per il mancato uso dei sistemi di ritenuta, afferente anche al trasporto dei minori in auto, che è risultato pari a sei ed infine il numero di contesti per l’uso del telefonino durante la guida che è stato notificato a tre conducenti tutti di giovane età. Spicca nel conteggio complessivo il numero di contesti elevati per la velocità pericolosa o comunque non commisurata alle situazioni ambientali osservata in cinque casi. A carico dei conducenti professionali dei veicoli adibiti al trasporto merci sono stati elevati, infine, quattro sovraccarichi. Alla fine della giornata risultano 70 i punti decurtati a conducenti sorpresi a circolare in maniera irregolare sulla S. R. 148 Pontina. Si continuerà a dare notizia degli esiti di questo diuturno impegno nella fondata convinzione di amplificarne l’efficacia preventiva.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

14-09-2014

In fiamme la Nissan del consigliere Chiarato, il politico aveva promosso i tagli al campo Rom

.

Gianni Chiarato consigliere di destra, nei mesi scorsi vinse la battaglia dei fondi da destinare a favore delle scuole e dei tagli al campo nomadi. Sembra aver pagato per la sua posizione sul welfare. Nella notte la sua auto una Nissan, è stata distrutta da un incendio doloso. Messaggi di solidarietà sono giunti anche dal capogruppo FI Ialongo: «Piena solidarietà e vicinanza al collega consigliere Gianni Chiarato che ha subito la scorsa notte l'incendio dell'automobile. Speriamo che si faccia presto luce sulla vicenda, triste per tutti e non solo per chi l' ha vissuta direttamente. In questi giorni si stanno registrando troppi fatti inquietanti in città: indipendente da quale sia la matrice, quello che ha colpito Chiarato è un episodio che non può lasciare indifferenti. Penso sia il momento di dedicare alla questione sicurezza un consiglio comunale ad hoc, fermo restando l'ottimo lavoro che stanno svolgendo tutte le forze dell'ordine impiegate sul territorio». Lo dichiara il capogruppo di Forza Italia Giorgio Ialongo, a titolo personale e per conto di tutto il gruppo consiliare.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

14-09-2014

Latina, tenta di rubare un’autovettura: arrestato un 43enne marocchino

.

Il 12 settembre, alle ore 15.30 circa, in Latina, via Scaravelli, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Comando Compagnia, nel corso di servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto, per il reato di “tentato furto aggravato”, ELHAJJAMI Mohamed, 43enne cittadino del Marocco, in Italia senza fissa dimora, già sottoposto all’obbligo della firma, poiché sorpreso mentre tentava di asportare un’autovettura Fiat Punto. L’arrestato è stato trattenuto nelle camere sicurezza, in attesa del giudizio direttissimo.



.ULTIME NOTIZIE:
Factory 10: inaugurazione Mostra Fotografica Fine Corsi
Un marchio d'acciaio. Cambiano le regole in Italia, come in Europa, per la marcatura delle costruzioni in acciaio
Aprilia, San Michele 2014: ufficializzato il cast degli artisti
Sarubbo: I presidenti di commissione segnalino le assenze ingiustificate di dirigenti e funzionari
Il Sindaco di Gaeta Mitrano candidato alla presidenza dell Provincia da FI FdI-AN e UDC
Green Italia - Latina aderisce e partecipa alla People's Climate March
Tragico incidente a Pontina, muore un 46enne
Chocoday - La Festa del Cioccolato, il 12 ottobre a Norma
Il comitato No Biogas Latina: Promesse non mantenute
Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, il comune di Latina aderisce
Ad Itri un giovane morto per overdose, arrestato dai Carabinieri il pusher
Picchia la moglie e aggredisce i Carabinieri, arrestato un 35enne nigeriano a Latina
Oggi al via l’Assemblea pastorale diocesana
Latina bestia nera dell'Avellino
Recupero e valorizzazione della biodiversità colturale ed agronomica, il convegno
I lavoratori della società Spazio Uno incotrano il sindacato Cisal
Gran Galà del Cake Design a Terracina
Progetto didattico con il Museo Civico di Norma
Daniele Frisina espone al Caffè degli Artisti
Musica e canoa sul lago
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593