Condividi
   cronaca

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

28-08-2015

Prosegue senza sosta l’attività della Polizia di Stato, sequestri e denunce

.

Prosegue senza sosta l’attività della Polizia di Stato – Questura di Latina, impegnata quotidianamente nel capoluogo ed in provincia in servizi specifici di controllo del territorio volti a contrastare episodi di criminalità diffusa, reati predatori e eventi delittuosi in genere. Nella sola giornata di ieri gli agenti, con la cooperazione di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine hanno effettuato una serie di ispezioni, verifiche e controlli che hanno permesso di ottenere lusinghieri risultati. In particolare la Squadra Volante ha deferito alla Procura della Repubblica quattro cittadini italiani, responsabili rispettivamente di riciclaggio e guida senza patente, porto abusivo di arma, spendita di banconote false, violazione degli obblighi del custode. Nel corso dei controlli inoltre sono stati sorpresi due giovani di Latina, entrambi con numerosi pregiudizi di Polizia; di essi uno anche gravato dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di PS, per il quale la Divisione Polizia Anticrimine sta valutando l’opportunità di richiedere al Tribunale di Latina un aggravio della misura in atto. Ulteriormente sono stati denunciati una giovane, responsabile di minacce, ed un uomo quale autore di lesioni personali volontarie. Anche in provincia i Commissariati Distaccati di PS hanno effettuato analoga attività, con il risultato di altre tre denunce all’Autorità Giudiziaria, per reati quali guida in stato di ebbrezza alcolica, falsità in atto pubblico e calunnia, e mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice. Nel corso delle operazioni indicate si è anche proceduto al sequestro di un veicolo e di un coltello. L’attenzione della Polizia di Stato è stata rivolta ugualmente nei confronti dei soggetti colpiti da misure restrittive domiciliari, con 47 persone regolarmente controllate presso i rispettivi domicili. Infine sono state identificate 183 persone e controllati 95 veicoli. Sono state elevate 16 contestazioni per violazioni a norme del Nuovo C. di S.. Nuove strategie di intervento, connesse ad una puntuale pianificazione dei servizi e ad una ottimale gestione delle risorse, verranno attuate per il raggiungimento di ulteriori obiettivi, individuati all’esito di un attento esame delle dinamiche criminali osservate.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

28-08-2015

Furto al supermercato durante una ristrutturazione, denunciato un operaio

.

Un operaio denunciatoper furto. Il 27 agosto a Gaeta, i Carabinieri della locale Tenenza, a conclusione di attività investigativa deferivano all’A.G. un operaio, per il reato di furto aggravato. In particolare, il predetto, impegnato in lavori di ristrutturazione all’interno di un supermercato della zona, veniva identificato dai militari dell’Arma, attraverso il controllo delle immagini dell’impianto di videosorveglianza installato nella struttura commerciale, quale autore del furto di 2.180,00 euro custoditi in una cassaforte.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

28-08-2015

Coltivavano piante di canapa indiana nel giardino di casa: un arresto e quattro denunce al Circeo

.

Il 27 agosto 2015, in San Felice Circeo, i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di attività investigativa finalizzata al contrasto dei reati in materia di stupefacenti, traevano in arresto C.F. 32enne del posto, sorpreso dai militari operanti nell’atto di irrigare, all’interno del giardino della propria abitazione, tre piante di canapa indiana (marijuana), dell’altezza media di circa 2,10 metri, per un peso complessivo di circa 6 Kg. La successiva perquisizione personale e domiciliare permetteva di rinvenire 390 semi della medesima sostanza stupefacente, il tutto sottoposto a sequestro. Nell’ambito dell’operazione di polizia giudiziaria, venivano deferiti all’A.G., per concorso nello stesso reato (detenzione ai fini di spaccio e coltivazione abusiva di sostanze stupefacenti), altre quattro persone ( due uomini e due donne). L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo fissato per domani 28 agosto 2015.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

28-08-2015

L'Ugl denuncia la grave situazione dei parcheggi

Riceviamo e pubblichiamo

Continua il degrado nella nostra città dopo le vicende di Latina Ambiente, verde pubblico e gli avvenimenti dello stadio Francioni Arrivano a Latina i parcheggiatori abusivi. Lo dichiara il segretario provinciale della Ugl Latina Michele Virgilio; "Avevamo chiesto un incontro al Commissario Prefettizio per affrontare la questione dei parcheggi di Latina e il licenziamento dei lavoratori che gestivano tale servizio". È da diversi mesi che i circa 10 lavoratori sono stati licenziati perché la società che si era aggiudicata il servizio ha rimesso il mandato; ad oggi nessuno dell'amministrazione ha evaso la nostra richiesta; Come UGL avevamo scritto al commissario Prefettizio per evidenziare questa situazione ma nulla è cambiato, come sempre esistono lavoratori di serie A e lavoratori di serie B. Per cui gli stalli/parcheggi che erano gestiti dai lavoratori, oggi sono stati occupati dai parcheggiatori abusivi che oltre a truffare gli inconsapevoli cittadini glorificano le casse della delinquenza. Ora ci chiediamo dopo quest' ennesima vicenda se l'amministrazione convocherà le OO.SS. e iniziare un percorso che abbia come tema principale la salvaguardia dei lavoratori e della legal




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

27-08-2015

Controlli serrati dell’Arma, due arresti a Terracina

.

Il 26 agosto alle ore 10,00 circa in località Borgo Hermada, militari del locale Nucleo Operativo e Radiomobile, traevano in arresto, nella flagranza di reato, due cittadini indiani resisi rispettivamente responsabili, l’uno dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, l’altro di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. In particolare S.T. 40 enne veniva sorpreso, a seguito di perquisizione personale, in possesso di complessivi 80 grammi di oppio ( papavero essiccato), mentre un suo connazionale, K.P. 26 enne, nel tentativo di sottrarsi al controllo dei Carabinieri, opponeva resistenza agli operanti, provocando ad uno dei militari intervenuti, lesioni giudicate guaribili in 8 giorni. Lo stupefacente recuperato è stato sottoposto a sequestro, mentre gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

27-08-2015

Chiuso un ristorante ad Aprilia dopo i controlli dei Carabinieri

.

Il 26 agosto ad Aprilia, nel corso di predisposto servizio di controllo alle attività turistiche e di ristorazione, militari del locale Reparto Territoriale, unitamente a quelli dei Nuclei Carabinieri Ispettorato del Lavoro e Sanità di Latina, procedevano al controllo di un agriturismo della zona, riscontrando una serie di gravi infrazioni sotto il profilo sanitario (mancanza della D.I.A-omessa procedura di autocontrollo e informazioni sugli alimenti) e del lavoro (occupazione in nero tre operai ed installazione di un impianto audiovisivo per controllo a distanza dell'attività dei lavoratori) per le quali violazioni venivano comminate sanzioni amministrative pari a circa 20.000 euro ed effettuata comunicazione di notizia di reato all’A.G. nei confronti del titolare, nonché disposta la chiusura dell’attività di ristorazione e la sospensione dell’utilizzo del suddetto impianto audio visivo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

27-08-2015

Serata danzante allo stabilimento senza autorizzazioni, denunciati due giovani a Sabaudia

.

Il 27 agosto a Sabaudia, i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di predisposti servizi finalizzati al controllo di luoghi di pubblico spettacolo, deferivano in stato di libertà due persone, per avere organizzato, nella notte del 15 agosto una serata danzante senza le prescritte autorizzazioni, presso uno stabilimento balneare del lungomare di Sabaudia.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

26-08-2015

Latina, in due mettono a segno una rapina al centro scommesse di Via Cairoli

.

Una rapina è stata messa a segno nella notte di ieri ai danni di una sala slot e scommesse sita in via Cairoli a Latina. In due, armati e con il volto coperto si sono introdotti all'interno del locale poco prima della chiusura, intorno alle 3 di notte e si sono fatti consegnare dai gestori il denaro in cassa, mille euro in contanti e sono fuggiti su un maxi scooter. Su quanto accaduto alla Sala Slot Caffè Cairoli indagano i carabinieri.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

26-08-2015

Continuano emissioni moleste e persistenti dalla discarica di Borgo Montello

Riceviamo e pubblichiamo

Si segnala anche oggi 26 agosto dalle ore 18, e sono ancora in corso, si sono verificate emissioni moleste, con episodi violenti di cattivo odore, provenienti dalla discarica di Borgo Montello, si rinnova pertanto richiesta di sopralluogo e verifica delle condizioni igieniche, ambientale e salute pubblica per emissioni odorigene moleste dalla discarica di Borgo Montello e polveri, si chiede di conoscere la causa e i probabili danni alle persone e alla colture circostanti. Si rinnova la richiesta di avere la documentazione delle procedure di VIA delle discariche di Borgo Montello che da mesi rimane senza risposta alcuna dall'Ufficio VIA della Regione Lazio, per gli impianti INDECO ed Ecombiente in fase istruttoria presso la regione Lazio, per i nuovi volumi e impianti presso la discarica di Borgo Montello. Anche oggi quindi, come segnalato da mesi, si riscontra: 1) emissioni odorigine particolarmente moleste ed emissioni di polveri volatilli dalla discarica di Borgo Montello; 2) nessuna risposta e/o informazione rispetto alle precedenti segnalazioni. Si rinnova la richiesta che tali informazioni vengano inserite nei fascicoli di VIA per gli impianti INDECO ed Ecombiente in fase istruttoria presso la regione Lazio, per i nuovi volumi e impianti presso la discarica di Borgo Montello. Si chiede di conoscere la causa e i probabili danni alle persone e alla colture circostanti, nonchè le analisi e le verifiche effettuate.L'evidente privazione della qualità della vita, dell'uso della proprietà privata e della dignità umana continua senza soste a causa di quelle che secondo ArpaLazio e Asl di Latina sono le autorizzazioni illegittimi senza rispetto delle distanze di legge e delle prescrizioni. Si informa che, qualora perdurasse il mancato intervento potrebbero peggiorare le gravi condizioni di salute delle persone che vivono a ridosso della discarica tale atteggiamento omissivo delle Istituzioni equivarrebbe ad abbandono di persone in stato di necessità. Giorgio Libralato




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

26-08-2015

Colpisce con pugni e calci la moglie e i due figli minori: arrestato

.

Il 25 agosto a Formia, i Carabinieri della locale Stazione, traevano in arresto M.F., 41enne, rintracciato dai militari operanti dopo che, per futili motivi, aveva colpito con pugni e calci la moglie e i due figli minori. Le vittime, accompagnate presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Formia, venivano riscontrate affetti da contusioni multiple varie al capo ed al corpo, lesioni da graffio, stato ansioso depressivo e reattivo. L'uomo che opponeva ferma resistenza all’arresto, dopo le formalità di rito, è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Cassino.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

26-08-2015

Latina, fermato uno degli autori di una rapina commessa ai danni di un cittadino indiano

.

Nella tarda serata del 25 agosto i militari della Stazione Carabinieri di Borgo Podgora, a parziale conclusione di attività info – investigativa, relativa alla rapina perpetrata a Latina, il 23 agosto scorso, ai danni di un cittadino indiano, eseguivano il fermo di uno degli indiziati del medesimo delitto, traendo in arresto un connazionale della vittima S.J. 37 enne, in Italia senza fissa dimora, identificato come una delle quattro persone che avevano preso parte all’azione criminosa, impossessandosi con violenza e con l’uso di un coltello, di denaro ed una collana in oro, di proprietà del malcapitato. Il fermato è stato associato presso la locale Casa Circondariale.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

26-08-2015

Termina l’incubo per due cittadini indiani, vittime di violenze e soprusi da parte di connazionali

.

Ieri a Terracina, i Carabinieri del NORM unitamente a quelli della locale Stazione, in esecuzione dell’ordinanza di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Latina, che concordava con la richiesta avanzata dall’Arma, traevano in arresto tre cittadini di nazionalità indiana, due giovani 27enni ed un 25enne. Un quarto connazionale 27enne, anch’egli colpito dal medesimo provvedimento restrittivo, è attualmente ricercato, non essendo stato rintracciato, ed è stato deferito in stato di libertà per il reato di evasione. I quattro soggetti, erano già stati tratti in arresto l’11 novembre 2014 dall’Arma di Terracina, poiché ritenuti responsabili di rapina e lesioni nei confronti di due loro connazionali, nonchè di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante la notte del 20 agosto u.s., tre di essi, armati di bastoni e di mazze ferrate, sebbene sottoposti al regime degli arresti domiciliari, presentatisi presso l’abitazione delle vittime della precedente rapina, venivano messi in fuga dal tempestivo intervento di una pattuglia dell’Arma sopraggiunta sul posto della minacciata aggressione. All’esito della nuova richiesta di provvedimento restrittivo, avanzata dai Carabinieri operanti, l’A.G. emetteva per i quattro stranieri la suddetta ordinanza di custodia cautelare in carcere. Gli arrestati sono stati trasferiti presso la Casa Circondariale di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

26-08-2015

Emissioni odorigene moleste dalla discarica di Borgo Montello

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Giorgio Libralato

Si segnala anche oggiAggiungi un appuntamento per oggi 25 agosto dalle ore 13, e sono ancora in corso, si sono verificate emissioni moleste, con episodi violenti di cattivo odore, provenienti dalla discarica di Borgo Montello, si rinnova pertanto richiesta di sopralluogo e verifica delle condizioni igieniche, ambientale e salute pubblica per emissioni odorigene moleste dalla discarica di Borgo Montello e polveri, si chiede di conoscere la causa e i probabili danni alle persone e alla colture circostanti. Si rinnova la richiesta di avere la documentazione delle procedure di VIA delle discariche di Borgo Montello che da mesi rimane senza risposta alcuna dall'Ufficio VIA della Regione Lazio, per gli impianti INDECO ed Ecombiente in fase istruttoria presso la regione Lazio, per i nuovi volumi e impianti presso la discarica di Borgo Montello. Anche oggi quindi, come segnalato da mesi, si riscontra: 1) emissioni odorigine particolarmente moleste ed emissioni di polveri volatilli dalla discarica di Borgo Montello; 2) nessuna risposta e/o informazione rispetto alle precedenti segnalazioni. Si rinnova la richiesta che tali informazioni vengano inserite nei fascicoli di VIA per gli impianti INDECO ed Ecombiente in fase istruttoria presso la regione Lazio, per i nuovi volumi e impianti presso la discarica di Borgo Montello. Si chiede di conoscere la causa e i probabili danni alle persone e alla colture circostanti, nonchè le analisi e le verifiche effettuate.L'evidente privazione della qualità della vita, dell'uso della proprietà privata e della dignità umana continua senza soste a causa di quelle che secondo ArpaLazio e Asl di Latina sono le autorizzazioni illegittimi senza rispetto delle distanze di legge e delle prescrizioni. Si informa che, qualora perdurasse il mancato intervento potrebbero peggiorare le gravi condizioni di salute delle persone che vivono a ridosso della discarica tale atteggiamento omissivo delle Istituzioni equivarrebbe ad abbandono di persone in stato di necessità. http://pontiniaecologia.blogspot.it/2015/08/25-agosto-ancora-emissioni-odorigene.html riassunto... http://pontiniaecologia.blogspot.it/2015/08/discarica-di-borgo-montello.html




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-08-2015

Aprilia, lite dal barbiere, un uomo spara 3 colpi da una scacciacani

.

Mentre era dal barbiere un uomo è stato raggiunto da un suo conoscente che dopo averlo aggredito verbalmente ha esploso in aria tre colpi per intimidirlo. La lite ha avuto luogo nella mattinata ad Aprilia intorno alle ore 10.00 in via delle Margherite. Non è chiaro cosa sia accaduto tra i due uomini, su quanto successo stanno indagando i carabinieiri di Aprilia. L'arma era una scaciacani, ma la paura è stata tanta per le persone presenti alla lite.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-08-2015

Controlli ad Aprilia, 10 denunce effettuate dai Carabinieri

.

Il 24 agosto 2015, in Aprilia (LT), all’esito di servizio straordinario di controllo del territorio, i militari del locale Reparto Territoriale hanno deferito all’A.G., a vario titolo, dieci persone:  una donna in Italia senza fissa dimora e due uomini, sorpresi rispettivamente alla guida dei propri veicoli sprovvisti di patente;  un uomo alla guida del proprio veicolo in stato di ebbrezza alcolica, come acclarato dai relativi accertamenti etilometrici, riportando un tasso alcolemico superiore al limite consentito;  due uomini, con precedenti penali, per essersi arbitrariamente allontanati dalle rispettive abitazioni ove erano stati sottoposti alla misura della detenzione domiciliare;  un uomo censurato, per aver colpito per futili motivi, mediante un tubo metallico, un giovane al quale provocava un trauma cranico minore, giudicato guaribile con prognosi di giorni 7 s.c.  un uomo censurato, avendo violato le prescrizioni imposte dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale a cui era stato sottoposto;  un uomo ed una donna, rintracciati dopo aver rispettivamente perpetrato il furto di un portafogli e di un cofanetto contenente monili in oro, successivamente recuperati e restituiti alle vittime.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-08-2015

Contrasto ai reati in materia di stupefacenti, una donna denunciata a Latina

.

Nella nottata del 25 agosto 2015, in Latina, militari del locale N.O.R.M. Aliquota Radiomobile, nel corso di servizio di controllo del territorio, deferivano all’A.G. in stato di libertà, una donna del posto, fermata dai militari operanti a bordo di autovettura, trovata in possesso di grammi 0.5 di hashish. La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire ulteriori grammi 8.5 della medesima sostanza stupefacente, sottoposta a sequestro.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-08-2015

Sventato un furto e denunciata una donna a Latina

.

Ieri a Latina, militari della Stazione di Borgo Podgora, nel corso di servizio di controllo del territorio teso a contrastare i reati contro il patrimonio, deferivano all’A.G. in stato di libertà una donna di nazionalità romena, bloccata dopo aver asportato da un supermercato del centro, generi alimentari per un valore di 250 euro. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita agli aventi diritto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-08-2015

Percosse alla convivente, un arresto a Campoverde

.

Il 25 agosto a Campoverde di Aprilia, i Carabinieri della locale Stazione, traevano in arresto, B.G., 38enne, in atto sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla P.G., per avere reiteratamente percosso la giovane compagna convivente, provocandole trauma contusivo alla regione occipitale, ferite da taglio al braccio sinistro ed all’addome. L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-08-2015

Sonnino, eseguito ordine di custodia cautelare in carcere per maltrattamenti in famiglia

.

Il 24 agosto a Sonnino, i Carabinieri della locale Stazione, in esecuzione dell’ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Latina, che concordava con la richiesta avanzata da quell’Arma, traevano in arresto G.A., 45enne per avere reiteratamente aggredito, insultato e minacciato i propri genitori conviventi, procurando loro lesioni e costringendoli a vivere nel terrore. L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-08-2015

Cisterna, arrestata una 28enne per rapina impropria

.

Il 24 agosto a Cisterna, i Carabinieri della locale Stazione traevano in arresto una cittadina rumena, 28enne, resasi responsabile del reato di rapina impropria, per avere asportato, unitamente ad altro complice in via di identificazione, prodotti alimentari del valore di circa 100 euro all’interno di un supermercato della zona. La donna, per garantirsi la fuga, strattonava ripetutamente il cassiere dell’attività commerciale, ma l’intervento dei militari dell’Arma consentiva di trarla in arresto e trasferirla presso le camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-08-2015

Continuano i controlli sulle frodi alimentari

.

Il 24 agosto 2015, nel corso della mattinata, in Ventotene e Ponza (LT), i militari della locale Stazione Carabinieri, supportati da quelli della motovedetta cc n711 di Ponza, proseguendo nell’ambito di predisposti servizi, finalizzati al controllo della vendita e somministrazione di prodotti ittici, contestavano: _ al titolare di un’attività di ristorazione, sita in Ventotene, la violazione amministrativa prevista per la “vendita di prodotti ittici mancanti di documenti comprovanti la rintracciabilità dell’alimento”, elevando contravvenzione per euro 1500,00; _ deferivano all’A.G. in stato di libertà, una ristoratrice di Ponza, sorpresa all’interno del proprio esercizio commerciale, mentre proponeva alla clientela prodotti ittici surgelati mancanti di specifica indicazione della loro natura, somministrando tali alimenti come freschi; _ elevavano altresì contravvenzione amministrativa, dell’importo di 1000.00 euro, al titolare di un ristorante del posto per aver detenuto e somministrato molluschi bivalvi immersi in acqua in violazione delle previste normative. Le medesime attività ispettive verranno intensificate nel prosieguo della stagione estiva, ove si registra un maggiore afflusso turistico, al fine di tutelare i consumatori, salvaguardandoli dalle truffe e dalle sofisticazioni alimentari.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-08-2015

Rientrano in casa e trovano due ladre, la polizia ne ferma una

.

Nel pomeriggio di ieri il personale della Squadra Volante è intervenuta in via Pietrosanti in quanto era stato segnalata la presenza di ladri in un appartamento al nono piano. Giunto immediatamente sul posto il personale della Squadra Volante arrestava una donna di etnia zingara di origine croate V.S. del 96 che era stata precedentemente bloccata dalla proprietaria di casa con l’aiuto della figlia . Le due donne infatti, rientrando a casa, sorprendevano due zingare all’interno dell’appartamento che erano entrate forzando la porta d’ingresso. All’arrivo dei proprietari le due ladre tentavano una precipitosa fuga che riusciva solo in parte, infatti solo una riusciva a fuggire dalle scale la seconda invece veniva bloccata con molta energia e non senza difficoltà dalle due donne sul pianerottolo di casa . che venivano immediatamente raggiunte dalla polizia. Dopo l’ennesimo tentativo di fuga la donna veniva ammanettata dagli Agenti e portata in Questura. Dopo le formalità di rito, su disposizione dell’A.G, l’arrestata veniva associata presso il carcere femminile di Rebibbia con l’accusa di rapina impropria.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-08-2015

I genitori della scuola Corradini non ci stanno: la Domus Mea non si tocca!

Riceviamo e pubblichiamo

Sono diversi i genitori della scuola media Corradini che da anni usufruiscono dei servizi culturali dell’associazione Domus Mea (associazione interna alla scuola e che dopo sette anni di apprezzate iniziative ha avuto lo sfratto dall’attuale Dirigente e dal Consiglio d’Istituto, nonostante un affitto locali, a vantaggio della scuola stessa, di ben 500 euro al mese!). I nuclei famigliari si compattano, protestano, chiedono telefonicamente un appuntamento presso la segreteria ma l’incontro viene sempre negato. “La Preside non riceve prima di metà ottobre”, si sentono rispondere, ma l’anno associativo dovrebbe iniziare il 1 settembre e il risultato è che bambini, adolescenti, genitori e nonni si ritroveranno all’improvviso senza il proprio corso preferito. Il motivo di tanta solidarietà è che l’associazione culturale Domus Mea, nel tempo, non si è limitata a fare corsi, ma ha sempre coinvolto intere famiglie in battaglie sociali e ambientaliste: contro il nucleare, contro la mafia e la camorra, contro le disuguaglianze sociali, contro l’inquinamento, operando sempre come comunità totalmente inclusiva e coesa. Ci sono intere generazioni che al suo interno sono cresciute, hanno costruito le prime competenze musicali e culturali grazie alla professionalità degli insegnanti. E ora tutti si uniscono alla campagna di dissuasione rivolta alla Dirigente, chiedendo di tornare indietro sulla sua inspiegabile decisione. Alla pagina facebook dell’associazione giungono ogni giorno foto di persone (di ogni età) con il cartello “Io sto con Domus Mea” in segno di solidarietà e spesso arrivano sull’indirizzo email, come spiega la Presidente, copia delle email inviate alla Dirigente. La richiesta è sempre la stessa: la Domus Mea deve rimanere dov’è. Nei messaggi si sottolinea l’importanza educativa dell’associazione, che nel tempo ha valorizzato sia la scuola sia il quartiere. Scrive un gruppo di mamme: “Egr. Dirigente, con questa e-mail siamo a chiederLe di rinnovare la convenzione stipulata già nel 2007 con la Domus Mea, perché così darà modo a tantissime persone di continuare a svolgere le attività ricreative e culturali già iniziate da anni e offrire a tante famiglie come noi un luogo sicuro dove i bambini possono intraprendere corsi di ginnastica, musica, teatro, lingue e tanti altri.” Un’altra mamma ricorda che verrà tolta al figlio l’opportunità di seguire corsi specifici e di poter imparare tutto sulla raccolta differenziata (uno dei punti cardine dell’associazione che da anni la propone e educa piccoli e grandi a farla). Anche insegnanti e persone che hanno avuto ed hanno un ruolo culturale in città si mobilitano. Scrive per esempio la giornalista Rossetti: “Gentile Dirigente, ho appreso della mancata riconferma dell’assegnazione dei locali della scuola Corradini alla associazione Domus Mea. La notizia ha sorpreso e amareggiato me e tanti amici, dal momento che conosciamo le benemerenze che tale associazione ha conquistato in tanti anni di impegno culturale e sociale a favore della città di Latina. Togliere i locali alla Domus Mea significa privare di un punto di riferimento importante le tante persone che ne apprezzano le iniziative e intendono continuare a collaborarvi spontaneamente. E’ noto che i cittadini di Latina nutrono profonda stima per i soci, perché hanno potuto verificarne l'abnegazione nel prodigarsi a favore delle fasce più deboli, i meno acculturati, i più esposti, in un clima di accoglienza e di partecipazione come raramente se ne incontra. Mi auguro che la sua decisione possa essere revocata; conto sulla sua sensibilità di educatrice”. Si fa sentire anche il Presidente dell’associazione Aifo (una delle associazioni con cui la Domus Mea ha stretto una forte collaborazione): “All’inizio del corrente mese di agosto sono venuto casualmente a conoscenza del fatto che l’Associazione Domus Mea, ben nota per i servizi resi alla collettività in oltre 30 anni di attività sul ns. territorio e con la quale peraltro strettamente collaboriamo dal 2008, rischia concretamente di trovarsi senza la sede ufficiale e operativa a partire dal prossimo mese di settembre, con tutte le ripercussioni pressoché inevitabili a livello sociale che potrà immaginare. […] La prego pertanto vivamente di fare tutto quanto in suo potere per rinnovare con urgenza la convenzione annuale con l’Associazione Domus Mea, al fine di non privare la comunità locale di tale insostituibile apporto.” Sono tante le testimonianze di solidarietà. Forse quella che riassume in modo significativo il perché l’associazione deve continuare a rimanere dov’è è quella di Francesca, che scrive a nome della propria famiglia e di tante altre che rappresenta: “Da 5 anni, io, mio marito ed i miei due figli frequentiamo la Domus Mea servendoci dei suoi innumerevoli servizi e soprattutto ci ''nutriamo'' dell'amore e della solidarietà che questa associazione e le famiglie che ruotano intorno ad essa, ci hanno saputo donare. Alla domanda perché mandare i nostri figli in questa associazione piuttosto che altrove, io risponderei con un’altra domanda: ''Perché cambiare ''Casa e Famiglia'' quando ne hai una così bella? Quindi a lei chiedo :''Perché vuole privarsi del lustro e del prestigio che le porterebbe continuare ad accogliere nei locali della sua scuola questa Grande Famiglia che è la Domus Mea? Da circa 30 anni l’associazione svolge attività socialmente utili sensibilizzando insieme alla scuola come istituzione, i ragazzi a vivere la natura ed il territorio, ad avere rispetto per i più deboli, a svolgere attività creative e sensoriali per nutrire gli stessi animi, ed io non vedo altro miglior connubio per portare avanti questo progetto su Latina, che la nostra Associazione continui il suo percorso presso la vostra Sede. Le chiedo pertanto, a nome mio e della mia famiglia, di rivedere il suo provvedimento e prendere atto che questa decisione creerà disagio a più di 300 famiglie, senza considerare la reazione dell’opinione pubblica.” Intanto giovedì 27 alle ore 10, un gruppo di soci, in rappresentanza di tutti gli altri, si recherà presso la scuola Corradini sperando di essere accolti dalla Dirigente. L’obiettivo è far prevalere il buon senso e l’utilità sociale e culturale. “Vogliamo proseguire insieme il cammino, con un rinnovato coinvolgimento della scuola, come era in passato” spiegano, “perché se l’associazione rimane lì dov’è sarà un grande vantaggio sia per il plesso scolastico sia per la comunità del quartiere.” Il Direttivo dell’Ass. Domus Mea




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-08-2015

Commercio illegale, arrestato un venditore ambulante

.

Il 23 agosto, nel corso della serata,a Gaeta a conclusione di predisposti servizi finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio ed il commercio illegale, i militari della locale Tenenza, traevano in arresto un cittadino senegalese N.M. 36 enne, domiciliato in provincia di Caserta, venditore ambulante, ritenuto responsabile dei reati di “vendita di supporti audio video contraffatti e ricettazione”. In particolare, l'uomo veniva sorpreso mentre cercava di vendere ai bagnanti presenti sulla spiaggia della Piana di S. Agostino, cd e dvd contraffatti e, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di circa 1.000 supporti audio-video, risultati analogamente falsi, occultati all’interno di un volumino borsone. Il materiale recuperato è stato sottoposto a sequestro, mentre l’arrestato trasferito presso la Casa Circondariale di Cassino (FR), in attesa di giudizio direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-08-2015

Arresto del latitante Angelo Travali, tutti i dettagli

.

Nella serata di ieri 23 agosto 2015, al culmine di serrate ricerche la Questura di Latina - Squadra Mobile, ha tratto in arresto il latitante TRAVALI Angelo, nato a Latina il 09.02.1986, noto pregiudicato. Il TRAVALI era oggetto di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa in data 17.08.2015, per il reato di tentata estorsione ai danni di un commerciante di auto, dal quale con un espediente, pretendeva illecitamente la somma di 15 mila euro, nonostante non avesse pagato quanto dovuto per l’acquisto di un’autovettura BMW modello X5; il tutto avveniva avvalendosi della forza intimidatrice della propria condizione di noto pregiudicato ed appartenente alla famiglia rom dei DI SILVIO, stanziale in questo capoluogo. La condotta illecita è stata attuata in concorso con VIOLA Francesco, pluripregiudicato residente in questo capoluogo, il quale proprio il 17 agosto 2015 venne arrestato in flagranza di reato per i medesimi fatti, mentre il TRAVALI riusciva a sfuggire alla cattura e, avuta contezza delle indagini a proprio carico, si rendeva irreperibile. Nel corso dell’attività investigativa tesa alla sua cattura, si appurava che TRAVALI Angelo, unitamente ai propri famigliari, aveva occupato 4 alloggi di edilizia popolare destinati a terze persone, creando così dei covi utili anche per la latitanza. È stato quindi richiesto ed ottenuto alla locale A.G. il sequestro preventivo di detti appartamenti, a cui veniva data esecuzione il 21 agosto u.s. mediante sfratto degli occupanti, tra i quali anche la moglie ed i figli del criminale. Anche tale attività, oltre a permettere il ripristino della legalità con la restituzione degli alloggi agli aventi diritto, è stata utile per la cattura del latitante, tanto che in data di ieri, a seguito di estenuante servizio di osservazione TRAVALI Angelo, è stato rintracciato e sottoposto alla misura cautelare comminata, in questa via G. Carissimi, mentre a bordo di un’autovettura, si recava a trovare i propri figli presso la casa dei nonni materni. Al termine delle formalità di rito, TRAVALI Angelo è stato associato presso la locale casa circondariale.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-08-2015

Fermato dalla IV sezione della Squadra Mobile il latitante Angelo Travali

.

Estorsione ad un imprenditore di Latina. La richiesta era di quindicimila euro. Uno degli estortori, Francesco Viola, il 14 agosto è stato fermato e condotto in carcere dalla Polizia, mentre l'altro Angelo Travali 29enne, è riuscito a fuggire. Travali è stato fermato nella serata di domenica dagli uomini della IV sezione della Squadra Mobile nel quartiere Q5 mentre stava andando a casa della suocera dove erano custoditi i suoi figli. Travali era in auto con un parente e al momento dell'arresto non ha opposto nessuna resistenza.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-08-2015

Latina, arrestato un sorvegliato speciale per violazione dell’obbligo di soggiorno

.

Il 22 agosto a Latina, i Carabinieri del NORM della locale Compagnia, nel corso di servizi finalizzati al controllo di locali pubblici e circoli privati, traevano in arresto P.C. 36enne, residente in provincia di Napoli, il quale, benchè sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza, è stato sorpreso dai militari all’interno di un circolo privato del capoluogo pontino. L’arrestato è stato trattenuto all’interno della camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-08-2015

Continuano senza sosta i controlli nella zona dei Pub

.

La Polizia di Stato con la Polizia Stradale ed la Polizia Locale, sabato sera ha effettuato accurati servizi di controllo del territorio nella c.d. “area dei pub” diventata meta di numerosissimi giovani provenienti anche dai comuni limitrofi. Il fenomeno della movida notturna nella citata zona, già in passato oggetto di controlli della Polizia di Stato e delle altre Forze dell’Ordine, ha recentemente provocato la lamentela di parte dei residenti per il disagio arrecato alla quiete pubblica. I controlli ed i servizi straordinari svolti, che saranno ripetuti periodicamente, hanno avuto lo scopo di impedire la recrudescenza di episodi di danneggiamento, di violazioni ai regolamenti comunali, di reati contro la persona, spesso attuati in stato di alterazione psichica per l’abuso di alcool. Si è proceduto, in particolare, alla denuncia in stato di libertà di tre persone perché sorpresi alla guida di autovetture in stato di ebbrezza con conseguente ritiro della patente e decurtazione di 10 punti dalla stessa. Gli illeciti rilevati durante il servizio sono stati numerosi e si riportano in dettaglio, al fine di fornire un quadro delle sanzioni elevate: - 1 sequestro amministrativo di scooter privo di assicurazione; - 35 infrazioni per parcheggio in divieto di sosta; - 14 rimozioni forzate per parcheggio in zona vietata. - 4 infrazioni per mancato uso della cintura di sicurezza; - 7 infrazioni per mancata revisione; - 4 mancanza momentanea della patente; In tutto sono state controllate 65 autovetture e 103 persone.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-08-2015

Numeri record per l’elisoccorso regionale

.

dal 1 gennaio al 31 luglio 2015 gli interventi sono stati 1219, ben 156 in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso Nei primi sette mesi del 2015 il servizio della Regione Lazio ha effettuato ogni mese oltre 22 interventi in più rispetto al 2014. Numeri in forte crescita rispetto a quelli dello scorso anno che già registravano un deciso segno positivo rispetto agli anni precedenti e che certificano un alto livello di efficienza del servizio e il suo carattere strategico nell’area dell’emergenza. L’aumento riguarda tutte le tipologie d’intervento e in tutte le province. Crescono in maniera significativa gli interventi primari, cioè quelli sul luogo dell’incidente, ma il segno più vale anche per i voli notturni, sulle isole, per il recupero di feriti in zone ostili con l’utilizzo del verricello. In particolare le missioni primarie, cioè sul luogo dell’evento, sono state 168 in più rispetto all’anno precedente, attestandosi a quota 1014 rispetto agli 863 del 2014. I trasferimenti da ospedale ad ospedale invece sono diminuiti passando dai 217 del 2014 a 205 del 2015, a sottolineare un uso sempre più appropriato del servizio. Undici i voli notturni in più, 9 in più gli interventi sulle isole pontine (36/14 45 nel 2015), 8 quelli con il verricello (11 nel 2014- 19 nel 2015). Dalla base di Roma, che assicura anche la copertura notturna, sono partite 504 missioni e di queste 104 di notte e 16 per le isole. La base di Viterbo che copre anche i comuni della provincia di Rieti, ha assicurato 300 interventi e tra questi ben 19 erano per il recupero di feriti in zone ostili. Latina che copre anche la provincia di Frosinone, ha garantito 405 interventi e di questi 29 si sono svolti sulle isole pontine. L’elisoccorso del Lazio fino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi ha salvato più di 25mila persone. L’operatività e l’efficienza dell’elisoccorso regionale sta crescendo da due anni consecutivi in modo importante perché si sta lavorando al suo potenziamento con altre 206 aree di atterraggio in tutte le province del Lazio perché in caso di bisogno si possa raggiungere l’ospedale in 30 minuti da ogni località della regione. Già alcuni comuni, come Fiumicino e Montalto, hanno individuato le aree idonee, altri lo stanno facendo. Entro l’anno le basi di Latina e Viterbo amplieranno il loro livello di operatività anche nelle ore notturne. La piazzola dell’ospedale di Viterbo dall’autunno sarà utilizzabile anche di notte, entrerà in funzione quella di Acquapendente come pure quella di Formia.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-08-2015

Operazione anti droga, arrestato un giovane per spaccio

.

Tratto in arresto un giovane per spaccio di sostanze stupefacenti ed altro pusher denunciato. Durante la scorsa notte a Scauri, i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di predisposti servizi tesi ad infrenare i reati in materia di stupefacenti, traevano in arresto un giovane 30enne che, al termine di predisposto servizio di osservazione da parte dei militari operanti, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di: - 185,00 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish e grammi 28,00 di cocaina, suddivisa in dosi; - un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. L’Autorità Giudiziaria disponeva la detenzione domiciliare per l’arrestato, in attesa di giudizio. Nel corso del medesimo contesto operativo veniva deferito all’A.G. un giovane 22enne, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, poiché trovato in possesso di nr.8 dosi già confezionate di sostanza stupefacente tipo hashish per un peso complessivo di grammi 12,00.



.ULTIME NOTIZIE:
Prosegue senza sosta l’attività della Polizia di Stato, sequestri e denunce
Furto al supermercato durante una ristrutturazione, denunciato un operaio
A Bassiano, domenica 30 agosto 2015 l' Utina day
Erba alta nei giardini delle scuole: la richiesta di Di Cocco
Percorso dimostrativo di educazione cinofila dell’associazione PEGASUS asd Riviera di Ulisse
Rassegna Ecosuoni sulla Francigena 2015 a Fondi
Elena Conte è il nuovo responsabile provinciale della sanità del Nuovo Centro Destra di Latina.
Al via i seminari di Ventotene
Coltivavano piante di canapa indiana nel giardino di casa: un arresto e quattro denunce al Circeo
L'Ugl denuncia la grave situazione dei parcheggi
Controlli serrati dell’Arma, due arresti a Terracina
Chiuso un ristorante ad Aprilia dopo i controlli dei Carabinieri
Serata danzante allo stabilimento senza autorizzazioni, denunciati due giovani a Sabaudia
Il folkore militare corese della bandiera in Irlanda del nord
White Glow Party, le novità all’Ombelico non finiscono mai
Verso il monumento naturale di Monticchio
Gara per il CUP, Simeone presenta un'interrogazione urgente a Zingaretti
Latina, in due mettono a segno una rapina al centro scommesse di Via Cairoli
Enrico Tiero (NCD): le difficoltà riscontrate nella stagione estiva non sono da attribuirsi al mio lavoro
Continuano emissioni moleste e persistenti dalla discarica di Borgo Montello
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593