Condividi
   cronaca

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-10-2014

Blitz della Polizia Locale di Cisterna al mercato settimanale

.

Blitz della Polizia Locale di Cisterna questa mattina al mercato settimanale contro il commercio ambulante abusivo con il fermo, multa e sequestro della merce per cinque campani. A seguito di alcune segnalazioni, gli agenti del comandante Luciano Bongiorno, sotto il coordinamento del tenente Salvatore Sanità, questa mattina hanno svolto un’azione di repressione del mercato illegale di vendita ambulante nell’area adibita a parcheggio a servizio del mercato settimanale sito in via delle Province. Un fenomeno, quella della presenza di venditori abusivi, che ultimamente si stava facendo sempre più molesta passando dall’insistenza nella richiesta di acquisto, fino a giungere alle vere e proprie minacce soprattutto verso persone anziane e donne sole. Con l’intervento di cinque auto e dieci agenti, questa mattina è dunque scattata l’operazione che ha portato all’identificazione, stato di fermo e multe da 5mila euro ciascuno, per cinque venditori abusivi campani. Per loro anche la confisca della merce, per lo più capi di piccolo abbigliamento e merceria, per un valore stimato intorno ai tremila euro. «L’azione – spiega il comandante Luciano Bongiorno – ha avuto il duplice scopo di reprimere la crescente presenza di venditori abusivi di merce, a quanto riferito, pure molesti, ma anche di frenare, almeno sul nostro territorio, le rendite di un mercato parallelo gestito dalla camorra. E’ dunque importante che i cittadini ci segnalino la presenza di venditori abusivi e che non acquistino merce da questi al fine di tutelare chi opera nella legalità e non alimentare le organizzazioni malavitose. Allo scadere del periodo di custodia del materiale sequestrato, anziché distruggerlo, è nostra intenzione offrirlo alle associazioni locali che assistono persone bisognose di aiuto e sostegno economico».




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-10-2014

Chiusa dalla Polizia sala slot a Sonnino

.

Chiusa per 15 giorni, in seguito a decreto di sospensione della licenza, la Sala Slot denominata “Ocean Drive VLT”, a Sonnino. Il provvedimento del Questore della Provincia di Latina, è stato emesso ex art. 100 del T.U.L.P.S., su segnalazione della Compagnia Carabinieri di Terracina e si basa sul fatto che il locale era diventato luogo di ritrovo di persone pregiudicate, sia autoctone che provenienti da zone limitrofe, controllate in numerosissime occasioni dai militari della locale Stazione Carabinieri e che da attività info-investigativa è emerso che lo stesso locale veniva utilizzato per lo smercio di sostanze stupefacenti. In particolare, in data 20.08.2014, a seguito di perquisizione personale e locale, veniva sequestrata sostanza stupefacente rinvenuta in un pacchetto di sigarette, unitamente ad altro materiale per il confezionamento, che era stato occultato, da persona successivamente deferita all’Autorità Giudiziaria per spaccio di sostanze stupefacenti, all’interno della sala slot, dietro le macchine da gioco, allo scopo di eluderne il ritrovamento. All’atto del predetto episodio all’interno del locale non era presente alcun responsabile dell’attività, circostanza questa che ha agevolato l’attività illegale. Con il provvedimento si è voluto intervenire per contrastare un focolaio di fenomeni criminali e far fronte alle istanze di sicurezza a tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-10-2014

Arrestato pregiudicato per lesioni personali aggravate e porto abusivo di arma

.

Personale della Squadra Volante, nella serata di ieri, si recava presso il pronto soccorso del Santa Maria Goretti, poiché un giovane era stato ricoverato per aver riportato delle ferite di arma da taglio. Questi, un uomo di 35 anni di Latina, riferiva agli operatori che, poco prima, una sua cugina di anni 27 gli aveva chiesto aiuto telefonicamente a causa delle percosse ricevute dal fidanzato, V.M, di anni 29, pregiudicato. Accorso in soccorso della congiunta nei pressi di piazza Santa Maria Goretti, luogo da dove la predetta gli aveva telefonato, sorprendeva V.M. nell’atto di insultarla e picchiarla con ripetuti calci e pugni. Nonostante le esortazioni della donna a non avvicinarsi, poiché il fidanzato era armato di due coltelli, e i tentativi di dissuadere l’uomo bonariamente, i due iniziavano una colluttazione, durante la quale V.M. colpiva la controparte con diverse coltellate in varie parti del corpo. Condotto presso il pronto soccorso dal 118, gli veniva riscontrato una ferita lacero contusa alla spalla sinistra, braccio sinistro e braccio destro, mentre alla donna un trauma facciale, causa delle percosse che l’arrestato aveva riservato alla propria fidanzata nelle ore prima l’epilogo nella piazza menzionata, per futili motivi. Allontanatosi dal posto, l’accoltellatore si presentava poco dopo in Questura per costituirsi e rendere la sua versione dell’accaduto. Arrestato per i reati suddetti, il V.M. veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Latina in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria, mentre l’arma recuperata e sequestrata.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-10-2014

Sequestrata a Ponza attrezzatura per pesca di frodo

.

A Ponza, in località Punta Guardia, i Carabinieri della Motovedetta d’Altura, rinvenivano attrezzatura artigianale da pesca tipo “coffa”, per una lunghezza di circa 100 metri lineari, con relative boe di segnalazione non conformi alla vigente normativa. Il materiale rinvenuto, che costituiva pericolo per gli escursionisti e le barche in transito, veniva rimosso e sottoposto a sequestro.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-10-2014

Latina e Frosinone il match non si disputerà al Francioni

.

La partita di calcio tra Latina e Frosinone in programma per il 2 novembre vista la situazione dello stadio “D. Francioni” di Latina a seguito del provvedimento dell’Autorità Giudiziaria che ha disposto il sequestro delle tribune riservate alla tifoseria ospite non si disputerà nella struttura.Il Questore ha svolto una articolata relazione sugli elementi di criticità e di alto rischio che caratterizzano il derby, sia per la storica forte rivalità tra le due tifoserie che per il previsto numeroso afflusso di tifosi della squadra ospite, di gran lunga superiore al numero di posti disponibili nel settore della tribuna coperta laterale. Per garantire lo svolgimento della partita in condizioni di sicurezza, sono state valutate percorribili due ipotesi: 1.inversione del campo di gara, facendo disputare l’incontro del 2 novembre a Frosinone ed il ritorno a Latina;2.disputa del derby Latina - Frosinone presso altro stadio. Le ipotesi saranno sottoposte all’esame dell’Osservatorio nazionale per le manifestazioni sportive del Ministero dell’Interno, per le conseguenti valutazioni.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-10-2014

In due scippano una donna e nel darsi alla fuga provocano un incidente

.

Lo scippo è avvenuto in Via Portogallo a Latina. Una donna mentre passeggiava è stata rapinata da due malviventi, i due, dopo averle strappato la collana d'oro che indossava si sono dati alla fuga su una macchina con targa bulgara. Durante la fuga i due hanno provocato un incidente e dopo aver danneggiato una macchina hanno proseguito la fuga a piedi. Su quanto accaduto sta indagando la Polizia.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-10-2014

Ritorna il maltempo, allerta meteo della Protezione Civile

.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni metereologiche avverse con indicazione che dalla serata di oggi e per le successive 24-36 ore si prevedono in rapida estensione sul Lazio: venti di burrasca o burrasca forte dai quadranti settentrionali, accompagnati da forti mareggiate lungo le coste esposte. Il Centro Funzionale Regionale ha emesso un Allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale. La Sala Operativa Permanente ha invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Regionale al numero 803.555”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-10-2014

UGL sanità interviene sull'uso dei POCT al Fiorni di Terracina

.

Il sottoscritto Franco Carocci in qualità di Segretario Provinciale UGL\Sanità, visti gli ultimi eventi che hanno caratterizzato la Sanità Pontina, intende sottoporre all’attenzione dei lettori alcune decisioni prese dagli attuali vertici Aziendali della ASL Latina, a scapito dei cittadini del nostro territorio. Con un comunicato stampa la Direzione Aziendale della ASL Latina diceva: “che l’ospedale di Terracina non sarà depotenziato e rigetta ogni possibile strumentalizzazione ritenendo ogni allarmismo ingiustificato e non ammissibile”, in quanto si sta lavorando su nuovi investimenti tecnologici in tutte e quattro le strutture ospedaliere compreso il Presidio di Terracina. Inoltre con la presentazione della nuova programmazione alla Regione e alla Conferenza dei Sindaci sarà molto chiaro che le scelte per il futuro sono quelle di migliorare la qualità dei servizi. e non creare disagi ai cittadini. Questo quanto affermano i vertici Aziendali. I fatti e gli atti Aziendali ci raccontano tutta una altra realtà. Con nota prot. n° 26510/A001 del 17/10/2014 il Direttore Sanitario Presidio Centro dott. Parrocchia dispone che nelle notti 19/20/24/25/29/30 del mese di Ottobre il laboratorio analisi di Terracina resterà aperto solo nell’orario diurno 08:00-20:00, rinnegando il tavolo tecnico, infischiandosi di quanto concordato con le organizzazioni sindacali e proseguendo per la sua strada con l’obbiettivo di Tagliare Tagliare Tagliare ecc. ecc. Con nota prot. n° 3075/A004 del 14/10/2014 il Responsabile Dr. Di Pastena ci comunica i Kit disponibili per eseguire i POCT non conformi al D.C.A. del 02/07/2014 di tali strumenti. La scrivente O.S. inoltre fa presente che nel D.C. A. 219 del 02/07/2014 all’allegato 1 art.5 recita: “gli esami decentrati rappresentano un aspetto organizzativo della Medicina di Laboratorio, che deve essere considerato integrativo e non sostitutivo. E’ pertanto necessario che i POCT, ove previsti, siano sotto la responsabilità del laboratorio di afferenza, ma se Terracina è chiuso di chi è la responsabilità. Il ricorso ai POCT, peraltro caratterizzato da costi elevati, dovrà limitarsi a casi eccezionali e motivati e dovrà altresì riferirsi di norma soltanto ai glucometri, all’emogasanalisi, alla misura della troponina in urgenza, alla lattacidometria in rianimazione pediatrica. L’attivazione di strumentazione POCT è , in ogni caso, subordinata alla approvazione ed autorizzazione da parte del NOT.” Almeno fino a questo momento, l’Azienda ASL Latina non ha prodotto la preventiva autorizzazione da parte del NOT e nel presidio Centro esse sostituiscono di fatto il sevizio di Patologia Clinica. La riflessione che mi viene spontanea è che, da quanto risulta dagli atti prodotti dai vertici dell’attuale Direzione non solo sono giustificati gli allarmismi che si sono generati finora Questa O.S. vuole porre alcune considerazioni, ma un Tecnico, un Infermiere, un medico in malattia oppure in ferie può far chiudere dei servizi essenziali?, signori se le cose sono cosi siamo alla frutta bastava mettere un ragioniere e non dei Manager per far funzionare meglio i servizi Ultima domanda: ma i “politici” del nostro territorio dove vivono, dove si curano…….




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-10-2014

Circeo, i carabinieri sventano un furto in un’abitazione e recuperano l’intera refurtiva

.

Nella mattinata di oggi a San Felice Circeo in località Borgo Montenero, ignoti, previa effrazione di un infisso, si introducevano all’interno di un’abitazione estiva, asportando da una pertinenza della stessa, utensili ed attrezzature per edilizia di vario genere. Gli ignoti malfattori, al tempestivo sopraggiungere dei militari dell’Arma locale, desistevano dal proposito criminale, abbandonando la refurtiva in un vicino fondo agricolo, facendo poi perdere le loro tracce. La refurtiva, dal valore complessivo di euro 15.000 circa, è stata interamente recuperata e restituita all’avente diritto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-10-2014

Incidente all'alba tra un Tir e una moto, perde la vita il motociclista

.

L'impatto mortale è avvenuto intorno alle ore 5.30 nei pressi della Storta di Sezze. Lo scontro è avvenuto tra due mezzi un Tir e una motociclette. Ad avere la peggio il centauro che non ha avuto scampo. Non si conoscono ancora le dinamiche dell'incidente , la Polizia stradale è sul posto per ricostruire la dinamica. Inutili i soccorsi per il motociclista che è morto poco dopo l'impatto con il mezzo pesante.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-10-2014

Controlli serrati sulle strade, il bilancio delle attività della Polizia Stradale

.

La notte appena trascorsa la Sezione Polizia Stradale di Latina con 3 equipaggi, cui si è aggiunto un equipaggio del Distaccamento di Cassino (FR), ha riproposto a presidio delle principali arterie di accesso alla provincia pontina il consueto dispositivo mirato a rafforzare il pattugliamento del territorio e diretto a prevenire le cd. “stragi del sabato sera”, presente sul posto il Comandante del Distaccamento di Formia Ispettore Capo Pasquale Canzano con funzioni di coordinatore. Il servizio, concretizzatosi in nr. 2 diversi posti di controllo, ha consentito di controllare complessivamente 62 veicoli ed altrettanti conducenti; di questi 4 sono stati trovati positivi all’alcool test con l’etilometro; altrettante nel complesso le patenti ritirate per la successiva sospensione da parte della Prefettura. Significativi altresì i risultati conseguiti la notte scorsa sul piano della repressione delle condotte di guida imprudenti: nr. 8 conducenti sono stati multati per ulteriori diverse violazioni al C.d.S.; tra questi due circolavano pur avendo omesso di sottoporre a revisione l’autoveicolo; quattro le violazioni del limiti di velocità sulla S.R. 630 Ausonia accertate a mezzo apparecchiatura Telelaser in dotazione ai reparti della Polizia Stradale. Soprattutto i giovani tra i 20 e i 32 anni si confermano più frequenti trasgressori, a loro viene attribuito circa il 69% delle violazioni accertate durante il servizio. I punti decurtati risultano complessivamente 75. Sarà nuovamente riproposto la settimana prossima in altra zona della provincia il dispositivo di controllo per la prevenzione delle “stragi del sabato sera”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-10-2014

Maltempo, Coldiretti: ottobre caldo, paura per siccita'

.

L’arrivo del caldo anomalo con le temperatura minime superiori di 2,6 gradi alle medie stagionali sta causando gravi danni nelle campagne, con la mancanza di foraggio per gli animali, cali di produzione per agrumi e verdure e un aggravio dei costi per gli agricoltori. A lanciare l’allarme è la Coldiretti, sulla base di un’analisi su dati dell’Osservatorio Agroclimatico, secondo i quali nella prima decade di ottobre la colonnina di mercurio non è scesa sotto la media di 14,3 gradi, con l’autunno che sta replicando l’andamento dell’estate pazza, tra violente precipitazioni e ondate di calura. "Con la prolungata siccità – spiega Saverio Viola, direttore di Coldiretti Frosinone e Latina - i costi di produzione sono in continua crescita: consumi molto più alti di acqua, mangimi e fieno; raccolti più scarsi e meno maturi, assenza di erba". "Inoltre – aggiunge Viola - aumentano i costi di produzione per gli ortaggi visto che, in mancanza d'acqua piovana bisogna prevedere nuove irrigazioni che sono tra l’altro a rischio perché le risorse idriche iniziano a scarseggiare". L’arrivo del caldo ha però anche un effetto positivo almeno per la vendemmia – continua la Coldiretti – l’effetto di salvare la fase conclusiva della vendemmia dopo che le continue piogge hanno messo a dura prova il lavoro dei viticoltori impegnati a mantenere le uve sane. L’andamento anomalo dell’autunno - conclude la Coldiretti - conferma comunque i cambiamenti climatici in atto, che si manifestano proprio con la piu' elevata frequenza di eventi estremi.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-10-2014

Arrestato pericoloso esponente del clan camorristico Lo Russo

.

I Carabinieri del NORM- Aliquota Operativa - della Compagnia di Formia hanno tratto in arresto nella giornata di ieri T. G-, nato a Napoli nell’anno 1946, ivi residente, ma domiciliato in Gaeta, pluripregiudicato, pericolosissimo esponente che ricopriva il ruolo di dirigente ed organizzatore del sodalizio mafioso “clan Lo Russo”, operante nell’area nord di Napoli, colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli il 17 ottobre 2014, per art. 416 bis C.P. (associazione di tipo mafioso) ed artt.110 e 629 C.P. in relazione all’art. 628/3 (concorso in estorsione). Al termine di un’intensa attività d’indagine condotta ininterrottamente per due giorni dai militari della Compagnia di Formia tra le province Latina, Caserta e Napoli, avvalendosi dell’ausilio di mezzi tecnici e di attività di osservazione, controllo e pedinamento, gli operanti riuscivano a rintracciare il TIPALDI nel quartiere Miano del capoluogo partenopeo, in procinto di allontanarsi per rifugiarsi altrove rendendosi irreperibile. L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Napoli Secondigliano.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-10-2014

Stalking, un 50enne arrestato dai Carabinieri

.

Durante la scorsa notte, in Priverno i Carabinieri della locale Stazione traevano in arresto B.E., 50enne, il quale pur essendo sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla propria ex moglie, la importunava al telefono in maniera ripetuta ed ossessiva, raggiungendola presso il locale cimitero, mentre si trovava in compagnia della madre, aggredendo entrambe le donne e procurando loro lesioni.L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Latina. dall’A.G..




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-10-2014

Ancora controlli della Polizia nella zona dei pub a Latina

.

La Polizia di Stato – Questura di Latina, nella decorsa notte, insieme alla Polizia Stradale ed alla Polizia Locale, ha nuovamente svolto un servizio straordinario di controllo del territorio, che ha interessato la c.d. “area dei pub”, compresa nella zona tra via Neghelli e via Lago Ascianghi, notoriamente luogo di ritrovo dei giovani provenienti da tutta la provincia. Far aumentare la sensazione di sicurezza a tutti i cittadini che frequentano e vivono nella cosiddetta “zona dei Pub” contrastando tutte le condotte di guida pericolose dovute al consumo ’eccessivo di sostanze alcoliche e multando il mancato rispetto delle più elementari norme del Codice della Strada, sono questi i principali obiettivi dei controlli da parte del personale della Polizia di Stato e della Polizia Locale che ha operato nella notte. I controlli hanno consentito di rilevare numerosi illeciti ed elevare le sotto indicate sanzioni: 2 persone indagate in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica con ritiro della patente; 1 persona segnalata in via amministrativa per guida in stato di ebbrezza alcolica; 15 verbali di contravvenzione per guida senza la prevista cintura di sicurezza; 32 contravvenzioni per violazioni a divieto di sosta; 9 veicoli rimossi; 6 verbali di contravvenzione per mancanza della prevista revisione dei veicoli; 1 verbale di contravvenzione per mancanza della prevista copertura assicurativa, con conseguente sequestro amministrativo del veicolo; 9 verbali di contravvenzione per altre condotte non conformi al Codice della Strada tra le quali si evidenziano la guida con patente scaduta di validità, la sosta irregolare e la sosta in area pedonale. Durante il servizio sono state controllate 80 autovetture e 93 persone.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-10-2014

Fondi, sorvegliato speciale denunciato dai Carabinieri

.

A Fondi, i Carabinieri della locale Tenenza, deferivano all’A.G in stato di libertà P. T., 33enne, sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S.. In particolare il predetto veniva sorpreso alla guida di un ciclomotore in assenza del prescritto titolo abilitativo, poiché revocato, venendo altresì segnalato all’autorità Prefettizia, per detenzione illecita di sostanza stupefacente, in quanto trovato in possesso di una dose di eroina di circa 0,52 grammi.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-10-2014

Nuovamente tratti in arresto due pluripregiudicati della banda dei parcometri

.

Alle ore 04.00 odierne la Sala Operativa riceveva una chiamata da un cittadino che segnalava in via Monti, incrocio di via Rosmini, la presenza in strada di due persone che stavano forzando con un arnese il parcometro ivi esistente. Inviata sul posto la Volante, questa arrivava tempestivamente, tanto che gli operatori notavano le due persone ancora all’opera, che alla loro vista tentavano una breve fuga, venendo prontamente bloccati e tratti in arresto. Il “piede di porco” utilizzato dai nominati in oggetto, ancora incastrato allo sportello del parcometro dove all’interno è contenuto il cassetto portamonete, veniva sequestrato. Il CIUPERCA Danut ed il MOCANU Ioan in data 19.05.2014 erano stati tratti in arresto in concorso, dai Carabinieri di Latina, per il medesimo reato, ed entrambi hanno l’obbligo di presentazione alla P.G. così come disposto dal Tribunale di Latina. Gli stessi verranno processati per direttissima per il reato di tentato furto aggravato e danneggiamento. Sulla base della denuncia di furto di una bicicletta, consumato domenica scorsa, oggi è stata eseguita un’ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari a carico di FERRARI Alessandro, cl. 74. Erano da poco passate le cinque del pomeriggio di domenica scorsa 12 ottobre in un centro commerciale del capoluogo, quando una madre con la figlioletta decidevano di trascorrere del tempo a fare shopping lasciando le loro biciclette legate all’esterno del complesso. Passati pochi minuti, si accorgevano che un uomo stava armeggiando con un seghetto sulle catene dei velocipedi per poi allontanarsi repentinamente con le stesse. Immediata la chiamata al 113 e l’intervento delle Volanti che bloccavano l’uomo e restituivano il maltolto alla donna ed alla strafelice figlioletta. Denunciato il FERRARI alla locale Autorità Giudiziaria, il Pubblico Ministero, valutate le precedenti condanne dell’uomo per lo stesso tipo di reati ed acclaratane la pericolosità sociale, chiedeva al GIP una misura cautelare restrittiva nei confronti dell’individuo. Il GIP di Latina, dr. Cario, fatte proprie le considerazione dell’Autorità requirente, emetteva in data odierna un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari disponendo la cattura dello stesso. Il FERRARI, rintracciato nella mattinata odierna dalle volanti predisposte al controllo del territorio che bighellonava per le vie della città, veniva condotto prima in Ufficio e poi sottoposto agli arresti domiciliari con controllo remoto del braccialetto elettronico.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-10-2014

Tre nomadi fermate per scippo

.

A Borgo Bainsizza di Latina, presso il Campo Nomadi “Al Karama”, i Carabinieri del Reparto Territoriale di Aprilia – unitamente a quelli di Borgo Sabotino – hanno tratto in arresto Valcu Virginia, 35enne, altresì deferendo in s.l. Craciunescu Liliana Daniela, 20enne e Radu Aurelia, 27enne, tutte di nazionalità rumena, ritenute responsabili del reato rapina in concorso, avvenuta alcune ore prima in Cisterna di Latina, ai danni di un uomo al quale avevano strappato dal collo due collane in oro giallo del valore di circa 2000 euro, procurandogli alcune escoriazioni. Le malviventi sono state tempestivamente identificate mediante ricognizione fotografica e successiva individuazione di persona da parte della vittima.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-10-2014

Denunciati due giovani a Cisterna

.

Il 15 ottobre 2014, in Cisterna di Latina, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito all’A.G. due giovani, avendo minacciato i Carabinieri operanti, dopo essere stati fermati in sella ad un motociclo con patente revocata dal Prefetto di Roma




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-10-2014

Clan Mallardo. Operazione del G.I.C.O., confiscati beni per 46.845.000 di euro

.

Tredici società, con sede nelle province di Latina, Napoli, Caserta e Bologna, operanti nei settori delle costruzioni di edifici, nel commercio di porcellana e di autoveicoli, nei settori dell’intermediazione immobiliare, alberghiero e della ristorazione, 105 immobili in provincia di Latina, Napoli, Caserta, Ferrara e Bologna, 23 auto / motoveicoli, tra cui 3 autovetture d’epoca e numerosi rapporti bancari / postali / assicurativi / azioni, per un valore complessivo di 46.845.000 di euro, sono stati confiscati dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma ai fratelli Domenico e Giovanni DELL’AQUILA, appartenenti al noto clan camorrista “MALLARDO”, ed a DELL’AQUILA Vittorio Emanuele e CICATELLI Salvatore, rispettivamente figlio e fiduciario del DELL’AQUILA Giovanni, per conto del quale avevano costituito una cellula economica, operante, prevalentemente, nel territorio del basso Lazio. La confisca, disposta dal Tribunale di Latina – Sezione Penale, interviene a distanza di circa un anno dal sequestro eseguito nell’ambito di un procedimento per l’applicazione di una misura di prevenzione patrimoniale e personale nei confronti dei citati fratelli DELL’AQUILA. Le indagini del G.I.C.O. (Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata) del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, avviate nel 2012 e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, hanno consentito di accertare la costante ed inarrestabile ascesa, nella Provincia di Latina, Napoli e, in parte, in Emilia Romagna, dei fratelli DELL’AQUILA, noti imprenditori campani, attraverso rapporti dai reciproci vantaggi con esponenti di spicco del noto clan MALLARDO. La feroce operatività del clan è stata nel tempo orientata – attraverso il “controllo economico” e i considerevoli reinvestimenti dei proventi delle attività criminali – al finanziamento del traffico di stupefacenti ed al controllo delle attività economiche di rilievo (edilizia, appalti e forniture pubbliche, commercio all’ingrosso). Non più limitandosi al territorio d’origine, il clan – ormai da tempo – aveva esteso la propria sfera d’azione anche in altre Regioni dell’Italia centrale e meridionale ed, in particolare, nel Lazio, regione in cui opera da oltre un lustro. In tal senso, emblematica è la definizione accademica dell’“impresa camorrista”, resa da un noto pentito di camorra rispetto al modo di fare impresa del clan MALLARDO: non imporre il pizzo estorsivo, ma far entrare “di fatto” persone di fiducia del clan in società con gli imprenditori, di modo che questi ultimi diano una parvenza di liceità all’attività economica, mentre i camorristi partecipano direttamente ai guadagni e riescono a reimpiegare i proventi derivanti da altre attività illecite. Il provvedimento del Tribunale di Latina conferma la solidità dell’impianto accusatorio formulato dalla D.D.A. capitolina, sia per quanto concerne la pericolosità sociale di DELL’AQUILA Domenico, DELL’AQUILA Giovanni e DELL’AQUILA Vittorio Emanuele, ai quali è stata applicata la misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel Comune di loro residenza, per la durata di anni 5, che in relazione alla macroscopica sproporzione tra il patrimonio mobiliare, immobiliare e societario ai medesimi riconducibile e la rispettiva situazione reddituale dichiarata al Fisco, ordinando la confisca di tutti i beni individuati. Le operazioni di polizia hanno comportato l’impiego di oltre 100 Finanzieri in Lazio, Campania ed Emilia Romagna.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-10-2014

Cinque denunce e tre auto sequestrate ad Aprilia

.

Il 16 ottobre 2014, in Aprilia, nel corso di specifico servizio a largo raggio, effettuato dai militari del NORM del locale Reparto Territoriale, si procedeva al controllo di numerose persone, tra cui 64 soggetti sottoposti agli arresti domiciliari, ed altrettanto conducenti di auto, operando tre perquisizioni domiciliari e sottoponendo a sequestro tre autovetture, i cui proprietari alla guida sono stati denunciati all’A.G. poiché sorpresi senza assicurazione del veicolo. In particolare, nel medesimo ambito venivano altresì denunciati all’A.G. altre due persone agli arresti domiciliari, rispettivamente per detenzione illecita di stupefacenti ed evasione.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-10-2014

Polizia di Stato - Arriva il "Passaporto a domicilio"

.

Novità in arrivo per chi viaggia. Sarà attivo dal 27 ottobre, su scala nazionale, il servizio "Passaporto a domicilio" che permetterà ai cittadini che ne fanno richiesta, di farsi recapitare il documento emesso dalla questura presso il proprio domicilio Il servizio nasce da una convenzione firmata tra il capo della Polizia Alessandro Pansa e Francesco Caio, amministratore delegato di Poste italiane. La convenzione avrà una validità di tre anni. Come funziona Nelle questure e nei commissariati di P.S., nonché all'interno di molti uffici postali che aderiscono al progetto "Sportello Amico", saranno messe a disposizione dei cittadini delle buste contenenti i moduli in cui vanno inseriti i dati relativi al luogo dove si intende ricevere il passaporto. All'interno della busta si trova anche la ricevuta che verrà restituita al richiedente e su cui sarà riportato il numero di assicurata postale. Tale numero consentirà al cittadino di seguire le fasi della consegna del proprio documento sul sito internet www.poste.it. Il costo del servizio è pari a 8,20 euro da pagare in contrassegno al momento della consegna all'incaricato di Poste italiane. Restano ovviamente invariate tutte le incombenze preliminari quali la consegna del modulo negli uffici di polizia e la rilevazione delle impronte digitali.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-10-2014

Operazione 'Evergreen

.

Nella mattina odierna 70 investigatori della Polizia di Stato appartenenti alle Squadre Mobili di Latina, Milano, Bergamo, Brescia, Padova e del Commissariato di Rapallo, coordinati dal Servizio Centrale Operativo, hanno eseguito sei misure cautelari personali (arresti domiciliari con obbligo di applicazione del braccialetto elettronico) per il reato di peculato e 19 perquisizioni nei confronti di membri del consiglio di amministrazione, commercialisti e sedi di società del gruppo Green Holding, leader nel campo dei servizi ambientali (trattamento, amaltimento, riutilizzo di rifiuti di origine industriale e civile e bonifica dei siti di discarica) per il tramite di società controllate, tra cui Indeco, gestore di una parte della discarica di Latina sita in località Borgo Montello. I provvedimenti restrittivi della libertà personale sono stati emessi dall’Autorità giudiziaria di Latina (Procuratore aggiunto Nunzia D’Elia e sostituto procuratore Luigia Spinelli e giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario) all’esito delle indagini delegate dall’autorità giudiziaria pontina alla Squadra Mobile di Latina. Nel corso dell’inchiesta, denominata “Evergreen”, scaturita da un esposto di una associazione ambientalista inoltrato nel mese di aprile alla Procura della Repubblica di Latina, è emerso, anche grazie all’utilizzo di sofisticata attività tecnica di investigazione, che sei soggetti, membri del consiglio di amministrazione di società del Gruppo Holding, in complicità tra loro, si sono appropriati di circa 30 milioni di euro destinati per legge ad accantonamenti vincolati per le attività di post gestione degli invasi di discarica esauriti, in parole povere evitare danni per l’ambiente e finanziare eventuali bonifiche laddove il sito sia risultato inquinato, come nel caso della discarica di Montello a Latina. Per sottrarre all’erario le somme, gli indagati hanno avviato operazioni di finanziamento, senza garanzie, tra le società controllate del gruppo Green Holding, facendo transitare fondi pubblici, fino a un complessivo di circa trenta milioni di euro, su conti correnti intestati a due società con sede in Lussemburgo, rispettivamente la Adami SA, Double Green SA e Green Luxembourg SA, detentrici a loro volta delle aliquote del capitale sociale della stessa Green Holding.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-10-2014

Ladro incastrato dalle telecamere a Formia

.

Al termine di accurate indagini, personale del Comm.to di P.S. di Formia ha tratto in arresto B.G., classe 1982, con a carico vari precedenti specifici per reati contro il patrimonio. Il soggetto e’ stato raggiunto da un provvedimento emesso dal Gip Donatella Perna, su richiesta del PM di Cassino B. Siravo, a seguito di una informativa redatta da personale della squadra giudiziaria del Commissariato di Formia. Da quanto emerso, la persona arrestata si era resa responsabile di due furti realizzati consecutivamente nella stessa notte: il primo all’interno di un appartamento mentre i proprietari dormivano, il secondo in un negozio di elettrodomestici, forzando la saracinesca di ingresso. In tale secondo episodio, la telecamera di sicurezza immortalava le immagini ritraenti l’autore dei due furti, permettendo agli investigatori di risalire alla sua identità. Le indagini permettevano quindi di bloccare il malfattore, originario di Formia, che veniva perquisito e trovato ancora in possesso degli oggetti sottratti nel corso delle due azioni criminose, motivi che, vagliati dalla competente Autorità Giudiziaria si traducevano nel provvedimento restrittivo degli arresti domiciliari. Il soggetto, che nelle more aveva fatto perdere le proprie tracce dalla citta’ di Formia, è stato rintracciato a Lanciano (CH), dove ha deciso di scontare la sua detenzione in una struttura di accoglienza retta da volontari del posto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-10-2014

Sfruttamento della manodopera nelle aziende agricole, il blitz della Polizia

.

Continua l’attività della Polizia di Stato sul fronte del contrasto allo sfruttamento della manodopera clandestina e non, in particolare nelle aziende agricole, resasi necessaria anche a seguito di segnalazioni che hanno sollevato l’attenzione sul fenomeno del caporalato e del lavoro nero, perlopiù verso gli immigrati indiani nella Provincia pontina. Verifiche a tutto campo sono state rivolte alle condizioni igienico-sanitarie dell’azienda, dei prodotti utilizzati, sul rispetto della legge 81/08 sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, e su tutti gli altri aspetti legati all’immigrazione clandestina e alla regolarità delle assunzioni. I controlli, effettuati con l’ausilio di specialisti della USL e della Direzione Provinciale del lavoro, hanno consentito di identificare diversi braccianti, tutti cittadini cingalesi in possesso di titolo di soggiorno sul territorio nazionale, ma in difetto circa la regolarità dei rapporti di impiego, così come rilevato da parte della Direzione Provinciale del Lavoro. L’operazione ha interessato alcune aziende agricole di Terracina, fra queste una cui è stata inflitta la sospensione dell’attività imprenditoriale e una sanzione amministrativa di 1950 euro da parte della Direzione Territoriale del lavoro. Personale della Asl ha invece contestato l’inosservanza di alcune norme antinfortunistica e l’irregolarità degli attrezzi di lavoro, nonché violazioni in materia di igiene e salubrità dei luoghi di lavoro, in relazione alla custodia di sostanze chimiche tossiche e nocive. Le operazioni proseguiranno nei prossimi giorni presso altre aziende agricole in tutta la provincia di Latina al fine di individuare l’impiego di braccianti agricoli clandestini sul territorio nazionale e impiegati in nero nell’attività di raccolta.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-10-2014

Incidente sulla via Litoranea, grave un automobilista

.

Grave incidente oggi intorno alle 15e30 sulla via Litoranea, a Latina. Per cause ancora in fase di ricostruzione una Polo Wolkswagen è uscita fuori strada. Il conducente è rimasto incastrato tra le lamiere ed è stato estratto dai vigili del fuoco, soccorso dal 118 ed elitrasportato al ‘Santa Maria Goretti’ di Latina. Sul posto per i rilievi la polizia stradale.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

15-10-2014

Latina, rubano al Conad, arrestata una rumena e denunciata due sue connazionali minorenni

.

Il 14 ottobre alle ore 19,00 circa, a Latina, in via Don Torello, nei pressi del supermercato “Conad”, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto M. A., 20enne pregiudicata di origini rumene, domiciliata a Roma, nullafacente. La donna, con due ragazze, sue connazionali, ancora minorenni, dopo aver manomesso le placche antitaccheggio, riuscivano a sottrarre ed a occultare all’interno di alcune borse, n.24 confezioni di shampoo del valore complessivo di euro 80, recuperate e restituite al titolare dell’esercizio commerciale. L’arrestata è stata trattenuta nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo, mentre le due minorenne sono state deferite per il medesimo reato in stato di libertà e affidate ai propri familiari.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

14-10-2014

Arrestato borseggiatore al mercato settimanale del martedì

.

Per garantire la sicurezza degli avventori del mercato settimanale è operativa da diverso tempo un squadra antiborseggio nell’ambito della Divisione Anticrimine della Questura di Latina. Anche questa mattina gli esperti antiborseggio, confondendosi tra la folla del mercato, notavano un uomo aggirarsi tra i banchi con atteggiamento sospetto che, dissimulando un apparente interesse per la merce esposta e passando tra un banco all’altro, si avvicinava ad una signora intenta a spingere il passeggino con il figlioletto di tre mesi. Con destrezza, approfittando della folla che si accalcava intorno al banco, l’uomo si impadroniva del borsellino sfilandolo dalla borsa della malcapitata adagiata sopra il passeggino, per poi allontanarsi repentinamente dal posto. La sequenza non sfuggiva ai due poliziotti Giovanni Cioffi e Massimiliano Dell’Aquila, i quali bloccavano immediatamente il ladro arrestandolo per furto con destrezza, nel contesto recuperavano il borsellino e lo restituivano alla vittima che fino ad allora non si era ancora accorta di nulla. L’arrestato veniva identificato per Hicham NAIT BAHSOU, cittadino marocchino di 34 anni, senza fissa dimora sul territorio nazionale, con precedenti per reati contro il patrimonio, resistenza e violenza a P.U., rissa, e verrà processato domani per direttissima.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

14-10-2014

Furto di rame a Cisterna, tre arresti

.

Il 13 ottobre, alle ore 18.30, in Cisterna di Latina, via Dei Lecci snc, all’interno del complesso edilizio “Edil Maison 2”, allo stato sottoposto a curatela fallimentare, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto SAMMARCO Andrea 59enne, PAU Alessandro 24enne ed il di lui padre, PAU Davide 42enne, tutti residenti nel predetto Comune, nullafacenti, con precedenti di polizia, per il reato di “furto aggravato in concorso”. I predetti sono stati sorpresi mentre stavano asportando circa 50 Kg. di cavi in rame, già estratti dai relativi impianti elettrici, del valore complessivo di euro 2.500 circa. Le immediate progressioni investigative hanno consentito di acclarare che i tre sono responsabili anche del furto di altri 273 Kg. di cavi e grondaie in rame, asportati dal medesimo complesso, tra il 19 settembre ed il 3 ottobre 2014.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

14-10-2014

Daspo per 54 ultras del Latina

.

Dopo l'episodio del ritrovamento di spranghe e bastoni nel pulman dei tifosi in viaggio per il match Pescara- Latina, la Digos di Latina ha terminato le indagini cominciate lo scorso 23 settembre.Gli agenti hanno notificato ben 54 Daspo ai tifosi pontini.



.ULTIME NOTIZIE:
Aprilia, incentivazione della raccolta differenziata: inaugurazione del 'totem' pesa-rifiuti all’Ecocentro
Sagra delle Castagne e visita al Museo Archeologico a Norma
POMOS a Bologna per 'Smart City Exibition 2014'
Il Rotaract Club Latina “dona la conoscenza”
Al Ribbon Club Culture di Terracina Detroit Techno Militia e Raffaele Attanasio
Blitz della Polizia Locale di Cisterna al mercato settimanale
Chiusa dalla Polizia sala slot a Sonnino
Arrestato pregiudicato per lesioni personali aggravate e porto abusivo di arma
Sequestrata a Ponza attrezzatura per pesca di frodo
Aprilia in Latium, on line il sito dedicato alle realtà produttive e turistiche della Città
Prevenzione dei tumori del colon retto, Aprilia lancia la campagna per lo screening gratuito
Giovani e disabilità nell’incontro con il prof. Cuomo promosso dal Rotary Latina
Aperte le iscrizioni al Corso di Formazione gratuito FORMA.BENE
Latina e Frosinone il match non si disputerà al Francioni
In due scippano una donna e nel darsi alla fuga provocano un incidente
Ritorna il maltempo, allerta meteo della Protezione Civile
A Latina la 'Giornata del Sorriso'
Con Slow Food Latina, eccellenze enogastronomiche dell'Agro Pontino al Salone del Gusto di Torino
Alla Feltrinelli la presentazione del libro 'Settant’anni senza lavoro' di Andrea Giansanti
Riduzione delle liste d’attesa, dalla Regione 851mila euro per il progetto Asl
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593