Condividi
   cronaca

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-05-2015

LAtina, una donna arrestata per tentato furto in appartamento

.

Nell’ambito della attività di prevenzione e di controllo del territorio, nel primo pomeriggio odierno la Polizia di Stato – Squadra Volante – ha tratto in arresto per tentato furto una donna: De Caroli Laura 43 anni di Cisterna ,sorpresa all’interno del giardino di un abitazione in via Aspromonte. Il personale della Squadra Volante intervenuto a seguito di chiamata al 113 interveniva in via Aspromonte presso una villetta dove era stata notata una donna che tentava di entrare all’interno della casa forzando una porta. Il tempestivo intervento del personale della Volante permetteva di bloccare la donna mentre tentava la fuga saltando una recinzione. Addosso all’arrestata, che annovera numerosi precedenti penali, sono stati rinvenuti oggetti atti allo scasso. Attualmente l’arrestata accompagnata presso gli Uffici di Polizia per gli accertamenti di rito è stata trattenuta presso le camere di sicurezza della questura in attesa del processo per direttissima che si terrà domani.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-05-2015

Sotto la lente delle Forze di Polizia il quartiere Nicolosi e la zona delle Autolinee

.

È stato eseguito in data odierna un nuovo servizio straordinario di controllo del territorio, coordinato dalla Polizia di Stato – Questura di Latina. L’attività in cooperazione della Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale questa volta ha interessato il quartiere Nicolosi e la zona delle Autolinee a Latina. Per la circostanza il dispositivo ha potuto contare anche sul supporto di ulteriori tre pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, L’attività posta in essere dal gruppo di lavoro interforze ha permesso di eseguire controlli di varia natura, dall’identificazione di stranieri alla verifica dei previsti requisiti per conducenti di veicoli, all’accertamento fiscale di esercizi commerciali, conseguendo i risultati che di seguito si riassumono: n. 8 controlli ad attività commerciali, con verifica fiscale; n. 1 sequestro amministrativo di veicoli poiché privo della prevista copertura assicurativa; n. 1 contestazione al Codice della Strada per un veicolo privo di visita di revisione; n. 4 ulteriori contestazioni al Codice della Strada; n. 49 veicoli controllati; n. 62 persone controllate;




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-05-2015

Arrestato un 44enne per spaccio di stupefacenti ad Aprilia

.

Il 21 maggio alle ore 21.30 circa, ad Aprilia, i Carabinieri della locale Stazione, nell’ambito di mirati servizi, finalizzati ad infrenare lo spaccio di stupefacenti, hanno tratto in arresto F. A., 44enne del luogo, per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” . Il predetto, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di gr. 7,2 di cocaina. L’arrestato, nelle more della celebrazione del rito direttissimo, è stato sottoposto, temporaneamente, alla misura degli arresti domiciliari.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-05-2015

Latina, il Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti “MP” s’insedia nella provincia Pontina

Riceviamo e pubblichiamo

La Segreteria Generale Nazionale di MP, Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti ha nominato Elvio Vulcano Segretario Generale Provinciale di Latina. MP è la neonata organizzazione sindacale dei poliziotti, nata esattamente a distanza di ben 34 anni dalla Legge di Riforma della Pubblica Sicurezza 121 del 1º aprile 1981, che ha smilitarizzato la Polizia di Stato, con conseguente riconoscimento dei diritti sindacali, quali strumenti di rivendicazione economica e sociale al pari di altri lavoratori, sia pubblici che privati. Il sindacato di polizia mette in campo un rinnovato progetto, che si fonda sull'analisi e lo studio delle reali necessità della categoria degli operatori della sicurezza; esso dallo scorso 1° aprile, data ufficiale della sua costituzione, è riuscito ad aggregare un numeroso e qualificato gruppo di dirigenti sindacali e iscritti, provenienti da diverse Organizzazioni Sindacali di categoria. Si può quindi affermare che MP sia una rilevante operazione politico sindacale, riconducibile ad una spontanea convergenza di idee e di progetti scevri da interessi personali. Vulcano ringrazia la segreteria nazionale per l’incarico ricevuto: “Ritengo utile il lavoro di gruppo e i componenti della segreteria di Latina avranno un ruolo di collaborazione e supporto, per ampliare la compagine sul territorio della provincia. Latina è una realtà di lavoro che vede il personale della Polizia di Stato, dal giovane agente al Questore, impegnati in prima fila per la tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza dei cittadini. In molti casi, siamo costretti ad operare con mezzi ed organici non adeguati alla realtà territoriale della provincia pontina, la cui prosperità e attività produttive sono oggetto anche di infiltrazioni della contigua malavita organizzata campana, ma non solo. Migliorando la qualità del nostro servizio, sicuramente miglioreremo la risposta alla domanda di sicurezza dei cittadini. Dal punto sindacale, ho sempre privilegiato il confronto allo scontro e pertanto ritengo utile oggi più che mai un continuo e costruttivo dialogo tra le parti , per ricercare sinergicamente la soluzione alle problematiche che di volta in volta emergono.” La Segreteria di Latina di MP saluta il neo Segretario Generale Provinciale Vulcano Elvio, al quale si affida per affrontare i prossimi onerosi impegni.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-05-2015

Il Gigante Buono vince la sua prima battaglia civica, obbligo di ripristino dei luoghi in Via Quarto

.

Il Comune di Latina ha intimato alla società edile che aveva aperto il cantiere ed abbattuto il famoso albero nei pressi di via Quarto a provvedere alla demolizione delle opere edilizie abusivamente e a ripristinare lo stato dei luoghi. A seguito dell'episodio si era costituito un comitato civico:Il Gigante Buono. Queste sono le parole postate su Face Book da uno dei maggiori promotori dell'iniziativa, Bruno Mucci: " Oggi è un giorno che passerà alla storia. Davide vince contro Golia. Tanti piccoli cittadini coraggiosi contro la potente lobby del cemento. Oggi è il giorno in cui viene seppellita la frase: "tanto è inutile", oggi è il giorno in cui la giustizia vince sulla prepotenza e l'illegalità.Oggi è la vittoria del Gigante Buono. Oggi è la vittoria della gente che ama questa città ed il suo territorio.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-05-2015

Niente bagni in località Rio Martino nonostante la bandiera blu assegnata al litorale

.

Non è buona la qualità dell'acqua nella spiaggia di Rio Martino a Latina,il responso delle analisi proviene dall'Arpa Lazio. A seguito della scarsa qualità del mare solo in quel tratto delimitato è stato disposto il divieto di balneazione.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-05-2015

Aprilia, sequestrati i beni ad un ex trafficante di droga

.

Non si arrestano le attività della POLIZIADI STATO tese a far emergere illegalità e utilità “guadagnate” illecitamente sull’intero territorio della Provincia. Risale al novembre 2013, il sequestro di tutti i beni riconducili a ENRICO P,, sessant’anni, legato da sempre agli ambienti della droga su proposta della Divisione Anticrimine . Altra trance di sequestri furono eseguiti nel novembre 2014, sulla base di ulteriori accertamenti effettuati nell’ambito dell’amministrazione giudiziale dei beni del pregiudicato . In tale contesto, emersero due assegni bancari, postdatati, emessi da un socio della “INIZIATIVA APRILIA srl” a favore del figlio del proposto, come corrispettivo della cessione del 50 % della Azienda già sequestrata in passato, nel cui complesso societario figurano 4 terreni edificabili con concessione per la costruzione di un centro commerciale mai realizzato. Il Tribunale sequestrò anche queste utilità , per un valore complessivo di 470 mila euro, ritenendole al pari di tutti gli altri beni “provento o reimpiego di attività delittuose”,confermando tutte le argomentazioni già illustrate nel provvedimento ablativo emesso l’anno prima . Ebbene, dopo varie udienze in cui avvocati e periti di parte e testimonianze private hanno cercato di “smontare” vanamente la ricostruzione dell’acquisizione illecita delle possidenze che era stata delineata dagli investigatori, nei giorni scorsi il Tribunale di Latina, accogliendo in toto la proposta della Polizia di Stato ha emesso un decreto di confisca nel quale è stato acclarato inequivocabilmente che gli immobili, i veicoli, i conti correnti le imprese e le società di proprietà del Paniccia e dei suoi familiari sono il frutto o il reimpiego delle attività delittuose che si sono susseguite nel corso del tempo e che hanno visto protagonista l’apriliano che da qualche tempo si è ritirato dall’ambiente criminale. Di lui tutte le cronache giornalistiche hanno molto parlato negli anni 90 quando fu tratto in arresto dalla Criminalpol di Roma per associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti nell’ambito dell’operazione denominata “Tridente”. La pericolosissima organizzazione criminale, alla quale risultava appartenere il P.ENrico che, unitamente ad altre venti persone, aveva l’esclusiva del traffico di stupefacenti sull’intero litorale romano e pontino. Il gruppo che la costituiva fu considerato il nucleo storico dell’associazione malavitosa che in passato faceva capo al noto boss Frank Coppola. Dopo gli arresti, nel prosieguo delle indagini, gli investigatori rinvenirono, sotterrato nel terreno pertinente alla villa del Paniccia, 15 Kg di cocaina per un valore stimato di circa dieci miliardi di lire. In tale ultima occasione fu arrestata anche l’ex coniuge. Nel ’94 fu sottoposto alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di ps, con obbligo di soggiorno per anni 5. A quel tempo i giudici valutarono la pericolosità sociale del proposto sia sulla base dei suoi precedenti penali e di polizia sia e, soprattutto, per i collegamenti con elementi di spicco della criminalità organizzata connessi ad un tenore di vita evidentemente sproporzionato rispetto ai i redditi leciti percepiti. Nonostante la misura Paniccia ha continuato a delinquere fino a qualche anno fa. Risulta infatti condannato per emissioni di assegni a vuoto, furto tentato, porto abusivo di armi e reati gravissimi concernente la normativa degli stupefacenti. Il tenore di vita del predetto è stato sempre molto alto ed è sotto gli occhi di tutti. Il Collegio giudicante , in questo caso, ha inflitto solo la misura patrimoniale perché secondo le risultanze degli accertamenti gli averi di Enrico P. e dei suoi familiari conviventi sono da considerarsi frutto di un accumulo illecito. In tale contesto, i magistrati, condividendo le ipotesi della polizia giudiziaria hanno ritenuto che tutte le sue disponibilità appaiono sproporzionate rispetto ai redditi dichiarati avendo motivo di ritenere che essi siano il risultato di attività illecite ovvero ne costituiscano il reimpiego. Nel corso della discussione della misura il consulente di parte ha tentato di provare, senza riuscirci che i redditi regolari percepiti dal prevenuto nel corso degli anni erano sufficienti per far fronte a tutte le spese sostenute per mantenere il suo tenore di vita ed i beni mobili e immobili posseduti. Il complesso mobiliare, immobiliare e finanziario sequestrato, per un valore di più di circa 3 milioni euro, intestato al proposto, alla convivente e ai figli si concretizza in n .8 beni immobili ,n.2 autovetture, n.9 conti correnti, n. 3 libretti postali, n. 2 imprese individuali, quote societarie . Si riportano nel dettaglio i beni e le utilità correlati alla proprietà: BENI INTESTATI A P. ENRICO Beni intestati a P. Enrico • Una villa con piscina sita nel Comune di Aprilia, in Via Asmara, 2; • Un appartamento sito nel Comune di Aprilia, in Vicolo del Villini n.6 di 4 vani; • Un locale commerciale di 71 mq sito nel Comune di Aprilia in Via Guarneville • Un magazzino/ deposito sito nel Comune di Aprilia in Vicolo dei Villini • Una impresa individuale, compreso il complesso aziendale, operante nel settore delle attività di consulenza imprenditoriale; • N. 4 conti correnti presso istituti bancari con un saldo attivo complessivo di euro 28.058,06. Beni intestati alla convivente • Autovettura marca Mini Cooper, acquistata in data 29.9.2012; • Quote di partecipazione pari al 33% del capitale della società “IL DELFINO”, pari a nominali euro 3.436,00; • N. 2 conti correnti con saldo attivo di euro 3111,78; • Libretto postale con saldo pari a euro 12,79. • Beni intestai al figlio • Autovettura marca Smart , acquistata il 16.1.2013 • Proprietà della quota di partecipazione al capitale sociale della Società Iniziativa Aprilia Srl, pari al 50%, interamente versati; • Impresa individuale , con sede in Pomezia, per il commercio al dettaglio di accessori per fumatori; • N.3 conti correnti attivi presso istituti di credito con un saldo complessivo di euro 649,88; • Libretto postale pari a euro 5.638,04. Beni intestati ala figlia • Libretto nominativo con saldo pari a euro 4.281,33. Beni intestati alla Soc.”Iniziativa Aprilia srl” • N. 4 terreni edificabili con concessione per la costruzione di un centro commerciale. Il provvedimento ha avuto compiuta registrazione presso le competenti Camere di Commercio e Agenzie del Territorio. Nelle prime ore di questa mattina gli uomini della Divisione Anticrimine hanno eseguito il decreto e hanno provveduto a notificarlo a tutti gli interessati.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-05-2015

Anche ad Aprilia sequestri con l'operazione 'Scarface'

.

I finanzieri del Comando Provinciale di Catania, in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del locale Tribunale su richiesta della DDA, hanno sottoposto a sequestro il patrimonio, di circa 27 milioni di euro, illecitamente accumulato da Francesco Ivano Cerbo (54 anni), arrestato nell’aprile del 2014 e rinviato a giudizio per associazione a delinquere di stampo mafioso nell’ambito della nota indagine “Scarface” condotta dal Nucleo di Polizia Tributaria di Catania nei confronti del clan Mazzei (“Carcagnusi”). In tale contesto, era emerso il ruolo di Francesco Ivano Cerbo non soltanto quale partecipe all’associazione mafiosa Mazzei, ma altresì quale intestatario fittizio dei beni riconducibili al clan (tra cui la nota discoteca “Boh”) e curatore delle relative attività economiche. Ed è proprio in relazione a tale circostanza che la Procura della Repubblica di Catania ha, sin da subito, delegato al Nucleo di Polizia Tributaria di Catania lo svolgimento di mirate indagini patrimoniali nei confronti del Cerbo e del proprio nucleo familiare, finalizzate all’applicazione di misure di prevenzione patrimoniale e volte a verificare la coerenza del patrimonio posseduto e del tenore di vita con i redditi dichiarati. Tutto ciò nella consapevolezza che tra le misure più efficaci di contrasto alla criminalità organizzata vi è certamente quella dell’aggressione, a mezzo della disciplina in materia di misure di prevenzione, dei profitti derivanti dalle attività illecite già immessi nel circuito economico legale. Le investigazioni – condotte anche attraverso l’utilizzo di sofisticati software sviluppati dalla Guardia di Finanza per l’analisi di tutte le informazioni disponibili nelle banche dati – hanno consentito di individuare beni mobili e immobili illecitamente accumulati dal Francesco Ivano Cerbo e di proporne alla competente Autorità Giudiziaria il sequestro. La Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale, nell’accogliere la proposta formulata dalla Procura della Repubblica di Catania, ha motivato il provvedimento di sequestro sottolineando, da un lato, la forte sproporzione tra i redditi dichiarati ai fini fiscali e il valore dei beni acquisiti e, dall’altro, la pericolosità sociale del Cerbo. L’ordinanza tiene anche conto delle pronunce del Tribunale del Riesame e della Corte di Cassazione in ordine alle misure personali e reali adottate nei confronti del Francesco Ivano Cerbo nell’aprile del 2014. È stato così disposto il sequestro di significative quote di 13 società, in Sicilia [a Catania, Comiso (RG) e Sant’Alessio Siculo (ME)], in Italia centrale [a Roma e ad Aprilia (LT)] e al Nord [Bergamo, Buccinasco (MI), Castelfranco Veneto (TV) e Palmanova (UD)], operanti in diversi settori: dall’editoria all’intrattenimento, dall’edilizia al comparto alimentare. Il sequestro ha, altresì, riguardato 28 immobili per lo più concentrati ad Anzio (Roma) e a Ragusa, 2 automezzi, oltreché titoli e conti correnti bancari e postali. Il patrimonio oggetto di sequestro ha un controvalore complessivo valutabile intorno ai 27 milioni di euro.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-05-2015

Arrestato per furto un cittadino indiano

.

KUMAR Anil un ragazzo indiano di 21 anni residente a Terracina è stato arrestato ieri pomeriggio della Polizia di Stato del Commissariato di Terracina . Il KUMAR Anil, in sella al ciclomotore Aprilia Scarabeo era già stato precedentemente avvistato e raggiunto ,dopo in breve inseguimento, dagli uomini della Volante del Commissariato di Terracina in servizio. Il ciclomotore non era coperto da assicurazione ed il conducente KUMAR Anil veniva condotto al Commissariato di P.S. di Terracina per accertamenti. Alle ore 16.30 circa si presentava SINGH Jaswinder, nato in India il 04.10.1982, residente a Terracina il quale denunciava il furto del proprio ciclomotore, lo stesso poco prima fermato dalla Volante. Il KUMAR Anil, è stato quindi arrestato per il furto del ciclomotore rubato proprio dal giardino del SINGH. KUMAR è stato rapidamente rintracciato dopo pochi minuti dal furto a poca distanza dal luogo del furto in sella al ciclomotore rubato, ricorrendo quindi la quasi flagranza. Alle ore 18.15 si dava avviso al PM di turno dell’avvenuto arresto, il quale disponeva il rito direttissimo da celebrarsi nella mattinata di domani 21.05.2015 e la custodia in camera di sicurezza. Nella stessa giornata di ieri, gli uomini della Squadra Volante della Questura di Latina hanno denunciato C.A. e C.R.. entrambi del ’96, per riciclaggio in concorso di un ciclomotore risultato rubato a Latina nell’Agosto 2014 e di cui era stato contraffatto il telaio. Uno dei due ragazzi è stato denunciato anche per guida senza patente.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-05-2015

Detenzione ai fini di spaccio, un arresto a Roccagorga

.

A Roccagorga, i Carabinieri della locale Stazione, al termine di specifica attività investigativa, hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” O. A. S. A., 38enne cittadino di origini egiziane, collaboratore di una locale struttura di accoglienza per minori stranieri. Il prevenuto, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di complessivi 100 gr. circa di sostanza stupefacente del tipo “hashish”. Nell’ambito del medesimo contesto operativo, i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà, per il medesimo reato, un minore, suo connazionale, ospite del citato centro, trovato in possesso di complessivi 13,30 gr. circa, di analoga sostanza. L’arrestato è stato temporaneamente ristretto nelle camere di sicurezza, nelle more della celebrazione del rito direttissimo, mentre lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-05-2015

Ponza, soccorso in mare per salvare turista su nave da crociera

.

Evacuato questa mattina da un nave da crociera della Costa in navigazione nel mediterraneo a largo di Ponza un cittadino honduregno di 67 colpito da infarto miocardico. L’operazione è stata coordinata dalla Centrale operativa del 118 che si è subito attivata dopo avere ricevuto la richiesta di soccorso. È stata attivato un mezzo navale e il servizio di elisoccorso. L’imbarcazione partita da Ponza con a bordo personale dell’Ares, ha raggiunto la nave ferma a 4/5 miglia dalla costa. Le operazioni di trasbordo si sono rivelate complesse poiché si è dovuto lavorare in presenza di mare agitato e con onde molto alte. Appena imbarcato il paziente è stato condotto sull’isola a Ponza dove ad attenderlo c’era l’eliambulanza Pegaso 21 partita dalla base di Roma. Il paziente è stato preso in consegna dall’equipe sanitaria dell’elicottero regionale che dopo averne verificato le condizioni, ha dato il via libera al è decollo alla volta dell’ospedale S. Maria Goretti di Latina perché più vicino e adeguatamente attrezzato per garantire l’assistenza migliore per la patologia cardiaca. Il turista in pochi minuti è stato portato al Dea dove è stato sottoposto al cure immediate e ricoverato in codice rosso.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-05-2015

22 maggio: 163^ anniversario della fondazione della Polizia. Il messaggio di Pansa, Capo della Polizia

.

Nella giornata di domani, venerdì 22 maggio 2015, con inizio alle ore 10,45 presso la Questura di Latina, avrà inizio una sobria cerimonia di celebrazione per il 163^ anniversario della fondazione della Polizia di Stato, alla presenza delle massime autorità provinciali e locali. Aaranno resi gli onori ai caduti della Polizia di Stato, da parte del Questore e del Prefetto di Latina, Pierluigi FALONI. Seguirà la lettura dei messaggi istituzionali del Capo della Polizia, Alessandro PANSA e del Presidente della Repubblica, Sergio MATTARELLA e la consegna dei riconoscimenti premiali al personale della Polizia di Stato che si è particolarmente distinto in attività di Polizia. Al presente comunicato si allega editoriale del Capo della Polizia nonché un compendio con tutti i dati relativi a un anno di attività della Polizia di Stato. "Esserci, per rinnovare. Questo 22 maggio festeggiamo il 163° anniversario della nostra fondazione; e a questa Festa, la seconda che ho l’onore di celebrare come Capo, vorrei dare – e vorrei aggiungere, finalmente – i toni dell’ottimismo. Ottimismo non solo per i segnali di una ripresa generale del Paese, ma anche, dopo tante stagioni difficili, per i successi e le prospettive della Polizia di Stato. All’interno di una situazione che resta finanziariamente pesante per tutte le amministrazioni pubbliche, per il secondo anno consecutivo abbiamo ricevuto più risorse rispetto all’anno precedente. Era già accaduto nel 2014 rispetto al 2013, ed è accaduto di nuovo in questo 2015 rispetto al 2014. Mi sembra opportuno sottolineare come la scelta di non tagliare – e anzi aumentare – le risorse per la Polizia di Stato manifesti l’apprezzamento del Governo nei confronti della qualità e della quantità del nostro lavoro. Per questo voglio ringraziare il presidente del Consiglio, il ministro dell’Interno, ma anche ciascuno delle donne e degli uomini che indossano la nostra divisa. Con ciò non intendo dire che ci siamo messi alle spalle tutti i problemi. So bene quanto siano sacrificate le retribuzioni dei poliziotti e quanto restino insufficienti le risorse per la manutenzione delle sedi e per il rinnovo dei mezzi; e difatti state certi che il mio primo pensiero di ogni giorno, fino a che durerà il mio mandato, sarà quello di rendere progressivamente sempre più sicure e più soddisfacenti le condizioni in cui voi dovete lavorare. Voglio dare atto però che già oggi la Polizia di Stato è parte integrante e attiva di un processo di rinnovamento del Paese con la sua capacità di garantire elevati livelli di sicurezza anche dinanzi alle dimensioni dei fenomeni criminali e ai forti cambiamenti sociali ed economici in atto. Mi sembra dunque giusto, in questa occasione, ricordare ciò che di buono abbiamo fatto in questi ultimi dodici mesi. Dovrei davvero fare un lungo elenco; ma qui mi limiterò a menzionare quel che a me pare più significativo. In Italia sono arrivati 170mila migranti. Un numero enorme, la più grande migrazione che abbia investito il nostro Paese nei tempi moderni. Abbiamo accolto – e spesso salvato – questa marea di esseri umani, li abbiamo curati, nutriti, alloggiati. E tutto questo senza il diffondersi di epidemie, senza sommosse, senza sangue. Sul fronte dell’ordine pubblico, in un anno di acute tensioni sociali, siamo riusciti a garantire a tutti la possibilità di manifestare senza – anche qui – che si sia verificato alcun grave incidente. E non era scontato neppure che il terrorismo, di matrice islamica o interna, non colpisse sul nostro territorio con quelle azioni sanguinose che hanno purtroppo funestato altri Paesi a noi vicini. Ogni poliziotto, pensando a questi risultati, dovrebbe sentirsi con una ideale Medaglia al valore appuntata sul petto. Io sono orgoglioso di voi. Buona Festa e un affettuoso augurio a voi e alle vostre famiglie". (di Alessandro Pansa, Capo della Polizia)




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-05-2015

Arrestato parroco per molestie sessuali a Terracina

.

E' stato arrestato su disposizione del GIP di Brindisi Don Giampiero Pesculli di 73 anni, originario di Carbonia ma residente a Brindisi, che per un periodo di tempo ha esercitato il suo sacerdozio anche a Terracina. L'accusa è di abusi sessuali su minorenni compiuti approfittando dell'autorità morale e religiosa di parroco. Le storie di molestia iniziarono in Puglia, ma tutto restò occultato fino a quando non arrivò una denuncia anonima al programma Le Iene, che portò alla luce le varie violenze sui minori a settembre dello scorso anno. Dopo le indagini, il sacerdote si era dimesso da parroco, ma non aveva mai lasciato l'abito talare, tanto che continuava ad officiare messa e a stare a contatto con minori e ragazzi in una Chiesa di Terracina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-05-2015

Incidentre tra un'auto e un trattore sull'Appia

.

Incidente stradale questa mattina poco dopo le 5,00 a Borgo Faiti al km 72 dell'Appia. Secondo una prima ricostruzione effettuata dalle forze dell'ordine, sembra che un'auto guidata da un uomo abbia tamponato un trattore, finendo poi schiacciata tra il grosso mezzo e il guard rail. Entrambi i conducenti dei mezzi sono rimasti lievemente feriti, ma non sono in pericolo di vita. Per consentire i rilievi del caso e la rimozione dei veicoli l'Appia è stata chiusa al traffico. Subito dopo però è stata riaperta per permettere la normale circolazione stradale.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-05-2015

Rifiuta il test antidroga, denunciato 43enne

.

A Minturno, i militari del NORM – aliquota radiomobile – della Compagnia di Formia, nel corso di predisposti servizi tesi ad infrenare i reati in materia di stupefacenti, hanno deferito, in stato di libertà, un 43enne del luogo per il reato di “rifiuto dell’accertamento all’uso di sostanze stupefacenti” L’uomo è stato fermato alla guida di un motociclo Piaggio Vespa, in evidente stato di alterazione psicofisica da stupefacenti. Invitato a sottoporsi alle analisi di laboratorio per il “Drug Test” presso l’ospedale civile di Minturno, si è rifiutato. Allo stesso è stata ritirata la patente di guida.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-05-2015

Minorenne spaccia presso l'istituto agrario di Latina, denunciato dalla Mobile

.

Nella mattinata odierna, la Squadra Mobile della Questura di Latina, Sezione narcotici, ha denunciato un minorenne di Latina perché colto in flagranza del reato di illecita vendita di sostanza stupefacente ad alcuni coetanei presso l’Istituto Scolastico Agrario ubicato in località BORGO PIAVE a Latina. Da tempo gli agenti della Squadra Mobile tenevano sotto osservazione l’anomalo andirivieni nei pressi dell’Istituto Agrario. L’indagine è partita da alcune segnalazioni di genitori che avevano rivenuto negli indumenti dei propri figli la sostanza stupefacente. Appostatisi nei presso dell’Istituto scolastico gli investigatori della Questura hanno atteso il momento propizio per entrare in azione. Allorché il giovane incensurato si è avvicinato ai coetanei per vendere la droga, i poliziotti della Squadra Mobile hanno palesato la loro presenza, bloccando il minore e sequestrando circa 40 grammi tra marijuana ed hashish. Il ragazzo diciassettenne è stato denunciato e riaffidato ai propri genitori. Sono in corso indagini per risalire all’identità del fornitore della droga sequestrata al minore denunciato.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-05-2015

Rapina alla gioielleria Ottaviani di Formia, fermato l'autore

.

Il malvivente che ieri si è introdotto all’interno della gioielleria di Formia nella centralissima via Vitruvio, t.r., classe 88, non era alla prima esperienza del genere ma aveva già altri precedenti dello stesso tipo alle spalle. era infatti ben equipaggiato e travisato con una parrucca. Anche l’arma utilizzata era esteticamente identica a un modello reale. I militari, dopo la commissione della rapina, sono però riusciti ad individuarlo nella folla serale di via Vitruvio, a causa del suo atteggiamento e dei vistosi borsoni contenenti la refurtiva e, dopo un breve inseguimento a piedi lo hanno bloccato e ammanettato. Il criminale, liberatosi di parrucca, giubbino e occhiali, non corrispondeva alla descrizione diramata dalla centrale operativa a seguito della chiamata della titolare al 112 carabinieri, ma il suo atteggiamento frettoloso e guardingo ha tradito quanto commesso pochi minuti prima. La titolare della gioielleria, alla quale è stato restituito l’intero bottino, ha voluto ringraziare i militari e complimentarsi per il tempismo. Proseguono, nel frattempo, i servizi antirapina predisposti dal Comando Compagnia negli orari e nelle vicinanze degli obiettivi ritenuti più sensibili sul territorio di competenza.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-05-2015

Edilizia: Confartigianato ha avviato un tavolo propositivo

Riceviamo e pubblichiamo

La crisi delle imprese artigiane dell’edilizia della nostra provincia, è stata pro positivamente affrontata, nella giornata di martedì 19 scorso, presso la sede di Confartigianato di Latina, con le principali organizzazioni sindacali del settore. Erano presenti per la Confartigianato il Presidente provinciale Aldo Mantovani e membro del Consiglio nazionale ANAEPA (la struttura delle imprese edili di Confartigianato), il Presidente provinciale della Confartigianato ANAEPA Riccardo Ciotti, il Presidente del GSA Arc. Renzo Fanti e il Direttore di Confartigianato Ivan Simeone. Per le Organizzazioni sindacali presenti i Segretari generali di categoria Ezio Giorgi (FILEA CGIL), Francesco Rossi (FILCA CISL) e Salvatore Pastore (FENEAL UIL). Molti i temi toccati e su cui si è aperto un confronto di lavoro concertato, che durerà anche nelle prossime settimane, senza escludere eventuali iniziative unitarie di carattere politico-sindacale. Dinanzi a questo momento di generale difficoltà delle imprese edili artigiane, che rappresentano in provincia di Latina oltre il 60% di tutte le imprese edili con un bacino di lavoratori che conta oltre i 5.000 addetti, si ritiene non più procrastinabile una azione sul territorio per eliminare alcune storture di un sistema che oggi non riesce più ad andare avanti, mettendo a rischio una intera economia di settore e posti di lavoro. I problemi posti in discussione si possono sinteticamente racchiudere in cinque punti: la sicurezza in azienda con il coinvolgimento degli Organi ispettivi, la politica di sviluppo del comparto edile nei Comuni della nostra provincia, l’emersione del lavoro nero e il ruolo che devono avere gli Enti bilaterali ed in primis la Cassa Edile con l’ ESEL l’Ente Scuola Edile-Comitato Paritetico, l’eccessiva burocrazia da parte di amministrazioni e Enti. La rappresentanza della Confartigianato ANAEPA provinciale, ha rappresentato la propria preoccupazione per un sistema che oggi rischia di continuare ed accelerare la chiusura di molte aziende del comparto edile della provincia di Latina. Durante i lavori –che proseguiranno nelle prossime settimane- si sono analizzate alcune particolari dinamiche relative ai controlli sui cantieri da parte degli Organismi Ispettivi auspicando una sempre maggiore collaborazione con le Organizzazioni datoriali e dei lavoratori sia sul problema dell’emersione del lavoro nero che crea una forte disparità di concorrenza sleale tra le piccole aziende sane e quelle che seguono “altre logiche”; il ruolo da rilanciare della bilateralità con la Cassa Edile ed il ruolo stesso della Confartigianato ANAEPA, Cassa Edile che deve dare prestazioni ai lavoratori del comparto con una sempre maggiore sinergia con la reale rappresentanza delle imprese sul territorio; i progetti di sviluppo che necessariamente devono essere posti in essere dalle Amministrazioni. Su quest’ultimo punto si dovrà fare una pressing circa le opere cantierabili, anche lavorando in sinergia con la Regione Lazio. Il confronto è aperto. Si va avanti per cercare di dare risposte concrete alle imprese artigiane e ai lavoratori. La “partita” è comune.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-05-2015

Controlli della Polizia, il bilancio delle attività

.

La Polizia di Stato della Questura di Latina, con l’impiego degli uomini della Squadra Volante e dei dipendenti dei Commissariati di P.S. di Cisterna, Fondi, Formia, Gaeta e Terracina e con l’ausilio delle pattuglie della Polizia Stradale, nell’ambito dei consueti e mirati servizi di controllo del territorio operanti in tutto il capoluogo, nella serata appena trascorsa hanno perlustrato le strade a maggiore circolazione stradale, controllato piazze ed attività commerciali, effettuando anche diversi posti di controllo nelle zone ritenute più a rischio per la commissione dei reati, controlli ad esercizi pubblici e contravvenzioni elevate al codice della strada. A Cisterna i reati per i quali sono scattate le denunce hanno riguardato una 40enne nata a Latina, tale S.C. denunciata dagli agenti del Commissariato per ingiurie e C.M. nato a Cori nel ’56 denunciato per lesioni personali. A Gaeta gli uomini del Commissariato hanno denunciato F.L.N. 47enne di Afragola per i reati di truffa e insolvenza fraudolenta. A Formia è stato tratto in arresto dagli agenti del Commissariato M.V. classe ’66, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica di Latina. La Polizia di Stato della Questura di Latina, con l’impiego degli uomini della Squadra Volante e dei dipendenti dei Commissariati di P.S. di Cisterna, Fondi, Formia, Gaeta e Terracina e con l’ausilio delle pattuglie della Polizia Stradale, nell’ambito dei consueti e mirati servizi di controllo del territorio operanti in tutto il capoluogo, nella serata appena trascorsa hanno perlustrato le strade a maggiore circolazione stradale, controllato piazze ed attività commerciali, effettuando anche diversi posti di controllo nelle zone ritenute più a rischio per la commissione dei reati, controlli ad esercizi pubblici e contravvenzioni elevate al codice della strada. A Cisterna i reati per i quali sono scattate le denunce hanno riguardato una 40enne nata a Latina, tale S.C. denunciata dagli agenti del Commissariato per ingiurie e C.M. nato a Cori nel ’56 denunciato per lesioni personali. A Gaeta gli uomini del Commissariato hanno denunciato F.L.N. 47enne di Afragola per i reati di truffa e insolvenza fraudolenta. A Formia è stato tratto in arresto dagli agenti del Commissariato M.V. classe ’66, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-05-2015

Aggredito e derubato un giovane a Formia, individuati i responsabili

.

Il 18 maggio,a Formia, i Carabinieri della locale Stazione, al termine di specifica attività di indagine, hanno denunciato, in stato di libertà, tre minori, per il reato di “rapina in concorso”. I tre sono ritenuti responsabili di aver aggredito, lo scorso mese, per futili motivi un loro coetaneo, nei pressi del locale porto commerciale. Nel corso dell’aggressione, alla vittima, vennero anche asportati il portafoglio, contenente la somma di euro 5,00, un cappello e un paio di occhiali. Ai tre ragazzi i Carabinieri sono risaliti, incrociando le immagini girate da telecamere di sicurezza lungo la strada dove è avvenuto l’episodio con la testimonianza della vittima.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-05-2015

Musica oltre l’orario consentito: multato un locale notturno a Gaeta

.

Il 17 maggio alle ore 03.15 a Gaeta, i Carabinieri della locale Tenenza, nell’ambito di una attenta attività di prevenzione e monitoraggio, tesa alla tutela dell’ordine pubblico e delle norme di sicurezza nei locali, solitamente frequentati da giovani, hanno multato il gestore di un noto locale del posto, sorpreso a diffondere musica a favore degli avventori presenti, oltre l’orario consentito, in violazione all’ordinanza emessa dal Comune di Gaeta, creando disturbo alla quiete pubblica.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-05-2015

20enne evade dai domiciliari con il braccialetto elettronico, rintracciata dai carabinieri

.

Il 18 maggio, alle ore 19.00 circa, a Cisterna di Latina, SR 148 “Pontina”, i Carabinieri della Stazione di Borgo Podgora hanno tratto in arresto B. B., 20enne, domiciliata presso un campo rom sito nel citato Comune. La donna, sottoposta al regime degli arresti domiciliari, con l’applicazione del braccialetto elettronico, era evasa il 10 febbraio 2015. La donna, sorpresa in prossimità del campo nomadi, nonostante il tentativo di fuga, è stata raggiunta e tratta in arresto. La donna è stata temporaneamente trattenuta nelle camere di sicurezza, nelle more della celebrazione del rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-05-2015

Inchiesta sul calcioscommesse, spunta il nome di Domenico Capitani

.

Domenico Capitani, presidente della Torres indagato nell'inchiesta sul calcioscommesse. Capitani, imprenditore di Cisterna, noto per le sue attività di produzione di Kiwi, presidente della squadra sarda TOrres è indagato. Sotto la lente di ingrandimento ci sono alcune partite sospette: Pisa-Torres, Monza-Torres e Pro Patria-Torres. Le indagini sono in corso su altri dirigenti della società sassarese.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-05-2015

Lite degenera in violenza, 33enne aggredisce i genitori

.

Nella tarda serata di ieri, a Minturno, i Carabinieri del NORM - Aliquota Radiomobile – della Compagnia di Formia, hanno deferito in stato di libertà un 33enne del luogo, per i reati di “furto, minacce e lesioni personali”. L’uomo, al culmine di un diverbio per futili motivi avuto con i propri genitori, ha perso il controllo e li ha, in un primo momento, minacciati, in un secondo tempo, dopo aver impugnato un coltello da cucina, l’ha sferrato sia contro il padre, procurandogli un “trauma contusivo allo zigomo sx con ferita lacero-contusa” che contro la madre, causandole un “trauma contusivo alla gamba dx”, con lesioni giudicate guaribili rispettivamente, in giorni 25 e giorni 5 dai sanitari del pronto soccorso del locale Nosocomio. Nell’occorso l’aggressore è riuscito a sottrarre la carta di credito intestata alla madre, effettuando diversi prelievi per un importo totale pari ad euro 1500,00. L’A.G, informata dall’Arma procedente, ha disposto l’allontanamento immediato del denunciato dalla casa paterna.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-05-2015

Deposita soldi falsi in banca, denunciato un cittadino tedesco aGaeta

.

Il 16 maggio 2015, in Gaeta (LT), a conclusione di specifica attività di indagine, i Carabinieri della locale Tenenza, hanno ferito, in stato di libertà, alla competente A.G., un 71enne cittadino di nazionalità tedesca per il reato di “spendita e introduzione nello stato di banconote false”. L’uomo è ritenuto responsabile di aver versato, in data 24 marzo 2015, presso lo sportello dell’Istituto Bancario “Unicredit spa”, Agenzia di Gaeta, una banconota da 100 dollari, risultata successivamente falsa.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-05-2015

Sud pontino, Controllate 197 persone e 142 mezzi

.

Nella notte, nell’ambito di un predisposto servizio di controllo del territorio, svoltosi nei comuni di Terracina, Fondi, Sperlonga e San Felice Circeo (Lt), finalizzato al controllo della circolazione stradale ed al contrasto del fenomeno della guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti, i Carabinieri delle citate Stazioni hanno deferito in stato di libertà: ― n.3 persone per il reato di “guida in stato di ebrezza alcolica; ― n.1 persona per violazione “violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale” Nell’ambito del medesimo contesto operativo, sono state, altresì: ― controllate 197 persone e 142 automezzi; ― effettuati 21 controlli etilometrici; ― elevate nr. 24 contravvenzioni al c.d.s.; ― ritirate nr. 4 patenti; ― decurtati 45 punti dalle patenti.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-05-2015

Gaeta, casa vacanze on-line, presi i truffatori dalla Polizia

.

Ancora truffe online. L’aumento esponenziale delle transazioni in e-commerce espone gli utenti a sempre maggiori rischi di truffe e indebito utilizzo delle carte di credito/debito. La Polizia di Stato della Questura di Latina, ha appena concluso le indagini per tre truffe online denunciate da altrettanti cittadini e originate da un unico, allettante annuncio di affitto case vacanze a Gaeta. Era il mese di agosto 2014 quando sul noto portale www.subito.it compariva l’annuncio di una casa vacanza a Gaeta, a due passi dal mare e ad un prezzo invitante. Le persone truffate contattavano il titolare dell’annuncio e, concordato il prezzo, pagavano un anticipo mediante bonifico bancario e ricarica di una Postepay con l’accordo di ritrovarsi a Gaeta per prendere possesso della casa. Ma quando gli ignari villeggianti si recavano a Gaeta il truffatore si dileguava disattivando il telefono utilizzato per i contatti e chiudendo conti correnti e carte ricaricabili dove erano confluiti i proventi dei delitti. Le denunce sporte attivavano gli agenti della Squadra di P.G. del Commissariato di P.S. di Gaeta che, con i dati acquisiti e con una laboriosa attività di indagine, riuscivano a risalire ai reali utilizzatori di telefoni, conti correnti e carte ricaricabili fraudolentemente intestati a persone ignare di cui i truffatori disponevano dei dati personali e documentali. Nella “rete” (stavolta non informatica) degli agenti finivano R. B. di anni venticinque e A. G. di anni ventinove, entrambi residenti a Napoli e già noti alla Polizia Postale perché responsabili di decine di truffe analoghe perpetrate comodamente da casa loro su tutto il territorio nazionale e con l’identico modus operandi. I due venivano deferiti al Tribunale di Cassino per i reati di truffa, falso e sostituzione di persona in concorso.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-05-2015

Incidente mortale ad Aprilia, perde la vita un 39 enne

.

L'incidente è avvenuto alle 3.00 di notte nel territorio del comune di Aprilia. Un 39enne a bordo della sua BMW dopo essere uscito dalla carreggiata ha finito la sua corso contro il muro di cinta di una abitazione in via Pescarella. Inutili i soccorsi degli operatori sanitari del 118 il 39enne straniero è morto dopo l'impatto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-05-2015

Cori, denunciato un cittadino albanese per ricettazione

.

Il 15 maggio, alle ore 14.00 circa, a Cori, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un 32enne cittadino albanese del luogo, poiché ritenuto responsabile del reato di “ricettazione”. Nel corso della perquisizione effettuata presso la sua abitazione è stata rinvenuta una motozappa e vari attrezzi agricoli, restituiti al legittimo proprietario, il quale ne aveva denunciato il furto il 15 marzo u.s., presso la Stazione dei carabinieri di Cori.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-05-2015

Denunciato un 58enne per oltraggio a Pubblico Ufficiale al Circeo

.

Il 15 maggio, a San Felice Circeo, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito, in stato di libertà, un 58enne del luogo per i reati di “oltraggio a pubblico ufficiale ed interruzione di un servizio pubblico”L’uomo, convocato in caserma per motivi di giustizia, inveiva immotivatamente nei confronti di alcuni Carabinieri presenti, offendendone l’onore ed il prestigio e turbando, per circa 30 minuti, la regolarità del servizio di apertura al pubblico di quel comando.



.ULTIME NOTIZIE:
Il 13 agosto Enrico Brignano a Sabaudia
Energia Sostenibile e Ambiente, la Provincia in prima linea con il Patto dei Sindaci
Festival le forme del suono 2015 sesta edizione, gli appuntamenti di lunedì
Menotti Garibaldi, domenica a Palazzo Caetani la presentazione della biografia del celebre primogenito di Giuseppe e Anita
Nuova edizione del dizionario Italiano -Sermonetano di Dante Ceccarini
LAtina, una donna arrestata per tentato furto in appartamento
Sotto la lente delle Forze di Polizia il quartiere Nicolosi e la zona delle Autolinee
Cittadini al Lavoro interviene sulla trasparenza amministrativa
Iuliano: Mantenute tutte le promesse. A Terni la svolta. Sarà la società a decidere il mio futuro
Latina-Modena 1-1. Nerazzurri salvi col ritorno di bomber Viviani
Una tavola rotonda per parlare dell'Italicum. Sabato 23 maggio, ore 17.00 all' Hotel Europa
Anche a Latina la celebrazione del 163^ anniversario della fondazione della Polizia di Stato
Arrestato un 44enne per spaccio di stupefacenti ad Aprilia
Latina, il Movimento dei Poliziotti Democratici e Riformisti “MP” s’insedia nella provincia Pontina
Immobiliare turistico, che estate farà?
Il Gigante Buono vince la sua prima battaglia civica, obbligo di ripristino dei luoghi in Via Quarto
Niente bagni in località Rio Martino nonostante la bandiera blu assegnata al litorale
Premio Luigi Di Rosa, continuano gli appuntamenti
Frezzotti – Corradini in Bicicletta
La dance ha il suo palcoscenico: Ombelico, Latina
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593