cronaca

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-08-2017

Aprilia, un arresto per stupefacenti

.

Il 17 agosto, i carabinieri del locale nucleo operativo e radiomobile hanno tratto in arresto, nella flagranza dei reati di “detenzione arma clandestina”, “coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e “simulazione di reato”, l. g., 42enne di roma. il predetto, dopo essere caduto col proprio motoveicolo e trasportato in ospedale, dichiarava di aver sorpreso alcuni ladri all’interno della propria abitazione e di aver perso il controllo del mezzo mentre li inseguiva. successive immediate indagini permettevano di appurare falsità di quanto dichiarato e successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire: una pistola semi-automatica cal. 6,35 marca “pietro beretta” mod. 950b con matricola abrasa; n. 15 piante e gr. 200 di “marijuana”; gr. 700 di “hashish”; gr 50 di “cocaina”; gr 30 di “mannite”; un coltello a serramanico e la somma di € 900,00. l’arrestato, attualmente piantonato presso la casa di cura “città di aprilia” in attesa di essere condotto presso la casa circondariale di latina a disposizione dell’a.g.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-08-2017

San Felice Circeo, cittadino marocchino sorpreso con refurtiva

.

Il 17 ago, i militari dell’arma del luogo, a conclusione di specifica attivita’ investigativa,  identificavano e deferivano in stato di liberta’ per il reato di “ricettazione” r.r., 47enne cittadino marocchino domiciliato a san felice circeo, poiche’ sorpreso in possesso di un telefono cellulare, di una borsa da donna ed altri effetti personali, risultati provento di furto perpetrato tra gli ombrelloni di quelle spiagge nella mattinata di ieri 16 ago 17. la refurtiva, del valore di euro 400 circa, e’ stata recuperata e restituita all’avente diritto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

09-08-2017

Cori,fermato un 20enne di origine albanese per spaccio

.

STRONCATO UN MERCATO DI SPACCIO DI COCAINA A CORI I DATA 8 AGO, IN LOCALITÀ GIULIANELLO, I MILITARI DELLA DIPENDENTE STAZIONE CARABINIERI, NEL CORSO DI MIRATA ATTIVITÀ DI CONTRASTO, GIÀ AVVIATA DA ALCUNE SETTIMANE, AL FENOMENO DELLO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, HANNO TRATTO IN ARRESTO PER “DETENZIONE DI STUPEFACENTI AI FINI DI SPACCIO”, N. R., 20ENNE DI ORIGINI ALBANESI, POICHÉ A SEGUITO DI PERQUISIZIONE DOMICILIARE, VENIVA TROVATO IN POSSESSO DI 30 GRAMMI DI COCAINA E MATERIALE VARIO PER IL CONFEZIONAMENTO DELLE DOSI. L’ARRESTATO VENIVA ASSOCIATO PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI LATINA, COME DISPOSTO DALL’A.G. APPROFONDIMENTI: REPARTO TERRITORIALE CARABINIERI DI APRILIA




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

09-08-2017

Aprilia, bloccato ed arrestato un uomo dopo una fuga rocambolesca

.

L' 8 Agosto, I CARABINIERI DEL NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE DI APRILIA HANNO TRATTO IN ARRESTO B. G., 40ENNE DEL LUOGO. DURANTE UN SERVIZIO DI CONTROLLO DEL TERRITORIO, ALLA GUIDA DI UN’AUTOVETTURA, GLI VENIVA INTIMATO DAI CARABINIERI L’ALT AL QUALE NON OTTEMPERAVA DANDOSI ALLA FUGA, TERMINATA DOPO QUALCHE CENTINAIO DI METRI DI INSEGUIMENTO QUANDO LO STESSO PERDEVA IL CONTROLLO DEL VEICOLO IN AREA RURALE. NEL TENTATIVO DI DIVINCOLARSI POI, PROCURAVA UN TRAUMA CONTUSIVO ED ESCORIAZIONI VARIE AD UNO DEI MILITARI OPERANTI. LA SUCCESSIVA PERQUISIZIONE PERSONALE E VEICOLARE PERMETTEVA ALTRESÌ DI RECUPERARE GR. 5 DI “HASCHISH” ED UN COLTELLO A SERRAMANICO DI GENERE VIETATO PER IL QUALE LO STESSO VENIVA SEGNALATO ALLA PREFETTURA E DEFERITO IN STATO DI LIBERTÀ PER I REATI DI “RESISTENZA E VIOLENZA A PUBBLICO UFFICIALE” E “PORTO DI ARMI OD OGGETTI ATTI AD OFFENDERE”. NELL’OCCASIONE VENIVA ESEGUITA ANCHE UN’ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE EMESSA DALLA CORTE DI APPELLO DI ROMA A SEGUITO DI EVASIONE DAGLI ARRESTI DOMICILIARI. L’ARRESTATO VENIVA QUINDI ASSOCIATO PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI LATINA A DISPOSIZIONE DELL’A.G.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-08-2017

Atti persecutori ad uan 23 enne di Borgo Grappa

-

BORGO GRAPPA, ATTI PERSECUTORI, UNA DENUNCIA. NEL POMERIGGIO DEL 5 AGOSTO 2017, I CARABINIERI DELLA STAZIONE DI LATINA BORGO GRAPPA, A SEGUITO DI UNA DENUNCIA SPORTA DA UNA 23ENNE, DIPENDENTE DI UN ESERCIZIO COMMERCIALE, DEFERIVANO STATO LIBERTÀ M.E., 30ENNE, DEL POSTO, IL QUALE, DAL MESE DI GIUGNO 2017 AD OGGI, A SEGUITO DI UNA PRECEDENTE RELAZIONE SENTIMENTALE HA CERCATO, CON MINACCE ED UNA CONDOTTA PERSECUTORIA NEI CONFRONTI DELLA DENUNCIANTE, DI FARLA RECEDERE DAL SUO INTENTO




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-08-2017

Tentano di estorcere del denaro ad un imprenditore: arrestati

.

IL 5 AGOSTO a CISTERNA DI LATINA I CARABINIERI DELLA LOCALE STAZIONE, HANNO TRATTO IN ARRESTO, IN CONCORSO TRA LORO NELLA FLAGRANZA DI REATO, G.P., 38ENNE E R.M., 49ENNE. I PREDETTI SONO STATI FERMATI DAI CARABINIERI OPERANTI A TERMINE DI UN’ ARTICOLATA ATTIVITÀ INVESTIGATIVA, CHE HA AVUTO INIZIO DALLA DENUNCIA PRESENTATA DA UN IMPRENDITORE DEL POSTO NEI CONFRONTI DEI DUE SOGGETTI CHE SOTTO MINACCIA GLI AVEVANO INTIMATO DI CONSEGNARE LORO LA SOMMA DI € 50.000 (CINQUANTAMILA). I SERVIZI DI OSSERVAZIONE E PEDINAMENTO, HANNO PERMESSO DI BLOCCARE TEMPESTIVAMENTE I DUE CON PARTE DELLA SOMMA APPENA CONSEGNATA. GLI ARRESTATI SONO STATI TRADOTTI PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI LATINA A DISPOSIZIONE DELL’A.G.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-08-2017

Forme di integrazione dei migranti i dubbi dell'associazione Contribuenti .it

.

Da un comunicato stampa della Prefettura di Latina apprendiamo che nei giorni scorsi è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra l’Ufficio Territoriale del Governo, ulteriori 9 comuni (Latina, Aprilia, Terracina, Minturno, Priverno, Sermoneta, Maenza, Pontinia e Lenola)che vanno aggiungersi ai precedenti (Fondi, Norma, Cori, Roccasecca dei Volsci, Rocca Massima e Santi Cosma e Damiano) ed Associazioni operanti in sede locale. Tale protocollo è finalizzato, come recita il comunicato stesso, “all’individuazione di forme di integrazione dei migranti ospitati nelle strutture di accoglienza straordinaria nel tessuto sociale della comunità ospitante”. Dalla lettura del comunicato si evince che nei comuni di più remota sottoscrizione, i progetti attuati sono consistiti prevalentemente nella manutenzione del verde e del decoro urbano, “con i quali sono state supportate attività comunali rese più difficoltose dalla carenza di risorse finanziarie e umane”. Si apprende, inoltre, che i richiedenti protezione internazionale ammontano a 2.892 unità, gestite da n. 11 associazioni operanti in provincia, che si attestano complessivamente a 3.210 se si considerano anche coloro che sono ospiti dei Centri di accoglienza straordinaria e programmi Sprar curati dai Comuni. Tuttavia, al riguardo, questa Associazione non può considerarsi pienamente soddisfatta dalle cifre citate dalla Prefettura, in quanto, dalle stesse, non si è in grado di poter effettuare alcuna valutazione sull’effettiva integrazione dei soggetti interessati, anche se non sembra che ciò rientri negli interessi degli enti erogatori dei contributi in denaro, nonché sul grado più o meno intenso né sul tempo impiegato per raggiungere degli standard progressivi di integrazione, i quali dovrebbero essere specificamente previsti nei protocolli, al fine di valutare la bontà dell’offerta “integrativa” proposta dalle Associazioni riceventi le erogazioni economiche. Ciò potrebbe essere indizio di elargizione di somme, anche consistenti, senza che, tuttavia, vengano raggiunti gli scopi precipui per i quali quelle somme vengono messe a disposizione. Altro elemento di criticità, viene rilevato proprio nell’assoluta mancanza di indicazioni sulle somme che vengono erogate e, quindi, percepite, dalle Associazioni e dagli Enti che si occupano dei progetti di integrazione. Altro dato del tutto assente nel comunicato prefettizio è il numero delle persone che sino ad ora hanno volontariamente aderito ai progetti: infatti il numero complessivo delle presenze è del tutto insignificante per le finalità dei progetti di integrazione, in quanto una cosa sarebbe parlare di 10-20 o 30 unità su oltre 3.000, altra cosa sarebbe venire a conoscenza che le unità aderenti ammontano, ad esempio, a 2.000-2.500 o anche più. Non riteniamo inutile, a tal proposito, rammentare che si tratta di denaro pubblico, della cui destinazione e del cui buon impiego dovrebbe essere edotta la cittadinanza tutta in maniera trasparente, magari attraverso la pubblicizzazione di report periodici, conseguenti a specifiche attività di monitoraggio, senza costringere nessuno a dover effettuare particolari e, talvolta, difficili ricerche sui vari siti istituzionali, dai quali, tuttavia, nel migliore dei casi, si ricavano dati sommari e del tutto parziali. Da ultimo, questa Associazione, proprio per le specifiche funzioni nelle quali sono stati dichiaratamente impiegati i soggetti che hanno volontariamente aderito, cioè “prevalentemente nella manutenzione del verde e del decoro urbano” non può esimersi dall’effettuare una ulteriore considerazione. Se i soggetti in argomento sono stati impiegati per tali attività, che sono proprie di aziende che, comune per comune, devono svolgere detti servizi e che, per motivi vari non li svolgevano per “carenza di risorse finanziarie ed umane”, ciò sta a significare che i costi delle lavorazioni affidate agli aderenti ai progetti di integrazione, svolti in sostituzione del personale che doveva ordinariamente svolgerli, devono essere decurtati dal costo che le singole amministrazioni comunali fanno pagare ai propri cittadini attraverso la fiscalità generale. Altrimenti si verificherebbe il paradosso che i cittadini, direttamente o indirettamente, pagherebbero due volte lo stesso servizio, e, per converso, altri soggetti, magari le stesse aziende che non assicurano quei servizi in maniera ottimale, potrebbero indebitamente arricchirsi risparmiando sui costi dei lavori non eseguiti dal rispettivo personale. Questa Associazione, pertanto, auspica che la Prefettura di Latina: 1) voglia rendere edotti in maniera esaustiva i cittadini del proprio territorio sui dati numerici ed economici relativi ai progetti sottoscritti; 2) voglia effettuare regolari ed approfonditi monitoraggi sul corretto impiego delle risorse economiche messe a disposizione di Enti ed Associazioni di volontariato sul tema specifico; 3) voglia rendere noti periodicamente i report dei monitoraggi effettuati in tal senso. Latina, 7 agosto 2017 IL DIRETTORE PROVINCIALE Dott. Antonio Bottoni




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

06-08-2017

Ordine di carcerazione per un 54enne

.

A Pontinia i carabinieri del locale comando stazione, hanno dato esecuzione all’ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte di Appello di Brescia– ufficio esecuzioni penali, nei confronti di B. L. 54enne del luogo. Il predetto dovrà espiare la pena di anni 4 (quattro) e mesi 1 (uno) di reclusione per il reato di bancarotta fraudolenta, commesso a Brescia il 25 settembre 2003. L’arrestato e’ stato associato presso la casa circondariale di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

06-08-2017

Controlli tra Terracina, Fondi e San Felice Circeo

.

Durante la notte tra il 3 e il 4 agosto, i carabinieri della compagnia di Terracina, con la collaborazione dell’aliquota C.i.o. dell’ 8° reggimento carabinieri “Lazio” Roma e l’ausilio di un’unita’ cinofila antidroga del comando stazione dei carabinieri di Latina-Borgo Piave – nell’ambito di specifico servizio di potenziamento del controllo del territorio svolto nei comuni di Terracina, Fondi e San Felice Circeo, finalizzati al controllo della circolazione stradale nonchè al contrasto dei reati predatori e del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti – hanno denunciato in stato di libertà per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti S.A. 35enne cittadino di nazionalità indiana, in Italia senza fissa dimora, sorpreso mentre cedeva, ad un connazionale del luogo, una dose di eroina di grammi 0,2 circa. Nell’ambito del medesimo contesto operativo venivano, inoltre: controllate 110 persone e 80 automezzi; effettuati 03 controlli con precursori etilometrici; elevate 06 contravvenzioni al c.d.s. – totale euro 1000; controllati 06 esercizi pubblici; effettuate 08 perquisizioni personali e veicolari.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

04-08-2017

Botte alla moglie davanti ai figli, in manette

.

A Norma , i carabinieri del locale comando stazione hanno tratto in arresto, nella flagranza di reato di maltrattamenti in famiglia, I.D. 36enne di nazionalità nigeriana e residente a Norma, per aver reiteratamente maltrattato e percosso, per futili motivi davanti ai figli minorenni, la coniuge 27enne. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Latina a disposizione dell’autorità giudiziaria.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

04-08-2017

Auto perde il controllo in via dell'Agora e finisce sulle vetture in sosta

.

Personale dei vigili del fuoco della sede centrale di Latina è intervenuto nella mattinata di oggi, alle 10.30, nel Comune di Latina, in via dell’Agora nei pressi della rotatoria con via del Lido, per la segnalazione giunta al 115 per un incidente stradale. Giunto tempestivamente in posto, il personale VVF, prendeva atto che una vettura durante la marcia perdeva il controllo, per cause in fase di accertamento, andando ad impattare su due auto in sosta. L’intervento degli operatori dei vigili del fuoco si è reso necessario per prestare le prime cure al conducente, in attesa dei sanitari e mettere in sicurezza tutti i mezzi coinvolti.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

04-08-2017

A Formia la Guardia Costiera sequestra e multa peschereccio per pescato illecito

.

A seguito di specifica e mirata attività di controllo, il personale della Guardia Costiera di Formia, nell’ambito dell’attività di controllo portuale svolta presso i punti di usuale sbarco dei pescherecci ivi stanziati, ha accertato la presenza a bordo di un’unità da pesca tre esemplari adulti di tonno rosso (Thunnus Thinnus) del peso complessivo di oltre 200 Kg. A seguito degli accertamenti posti in essere, il personale militare operante, ha avuto modo di appurare che l’unità da pesca professionale era priva delle prescritte autorizzazioni necessarie per la pesca di tale specie ittica che in ogni caso è stata pescata in tempi vietati, attesa la chiusura della campagna di pesca del tonno rosso. Per tale motivo nei confronti dei trasgressori, oltre al sequestro del pescato, sono stati elevati verbali amministrativi di contestazione, per un valore di oltre 8.000 Euro, per la pesca di specie ittiche sottoposte a vincoli di cattura in tempi vietati, nonché attribuiti i relativi punti sulla licenza di pesca, per la violazione dell’art. 10 comma 1 lettera c) del D.lgs. n° 04/2012. Questa specie di tonnide è da tempo minacciata dall’eccessivo sfruttamento degli stock ittici presenti nel Mediterraneo ed è, pertanto, particolarmente tutelata dall’Ordinamento internazionale tramite l’ICCAT (International Commission for Conservation of Atlantic Tuna), un’organizzazione internazionale di cui è parte anche la Comunità Europea. L’attività condotte hanno rappresentato un’ulteriore risposta alla commercializzazione abusiva di prodotti ittici di vario genere, pratica quest’ultima che, oltre a poter costituire potenziale pregiudizio per la salute pubblica, potrebbe incidere fortemente anche sul delicato equilibrio eco-sistematico del litorale costiero del Golfo di Gaeta.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

03-08-2017

Latina, brucia l'area incolta di Via dei Volsci. Una vittima

.

Ennesimo incendio a Latina. Questa volta è toccato alla vasta area incolta di Via dei Volsci. Poco dopo le 15.00 di ieri le fiamme si sono propagate anche fino a case e strutture lavorative. Nell'area incolta c'erano anche baracche di disperati, purtroppo uno di loro, sembra un ucraino senza fissa dimora, è morto nell'incendio. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno dovuto faticare non poco per risolvere l'incendio. Le forze dell'ordine indagano, forse qualcuno ha dato fuoco per una azione contro gli sbandati che vivevano lì baraccati, mettendo a repentaglio la vita di tutti.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

03-08-2017

Sorpreso alla guida privo di patente, dopo due ore compie una rapina con complice. Arrestati

.

Gli uomini della Polizia di Stato - Questura di Latina, nel corso di uno specifico servizio volto a contrastare i delitti contro il patrimonio, anche in virtù della concomitanza con il mercato settimanale di Gaeta, verso le ore 09.00 di ieri hanno notato un autocarro, con due individui a bordo degni di attenzione. L’intuito della pattuglia della Squadra Volante del Comm.to di Gaeta è stato fruttuoso, nel senso che il conducente è risultato privo della prevista patente di guida giacché mai conseguita, mentre il passeggero annovera diversi pregiudizi di polizia. Ultimate le dovute contestazioni ai sensi della vigente normativa stradale, E.D. (1998) e C.N. (1956), provenienti da Afragola (NA) sono stati allontanati. Alle successive ore 10.45 è stata segnalata una rapina impropria ad opera di due individui, le cui descrizioni sono risultate conformi ai due soggetti precedentemente controllati; dopo una veloce ricerca in zona gli stessi sono stati intercettati e bloccati sempre dai poliziotti del Comm.to di Gaeta. È stato accertato che i malfattori proponevano in vendita cassette di frutta a prezzi irrisori ma, quando le malcapitate vittime aprivano il portafogli, si impossessavano di tutte le banconote ivi custodite, per poi allontanarsi con fare prepotente e vessatorio. Due vittime hanno riconosciuto senza alcun dubbio i predetti quali autori del delitto ordito ai loro danni, mentre altri eventi sono al vaglio degli investigatori della polizia anticrimine. I due soggetti sono stati indagati in stato di libertà in ordine al delitto di rapina in concorso ed è stato adottato nei loro confronti provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Gaeta emesso dal Questore di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

02-08-2017

Donna moldava arrestata a Sabaudia, su di lei mandato di cattura dal 2008

.

A Sabaudia, i carabinieri della locale stazione hanno dato esecuzione ad un ordine di custodia cautelare emesso dalla Corte di Appello di Roma – sezione feriale penale – nei confronti di una donna T.R., 50enne, di nazionalità moldava. L’arrestata e’ stata associata presso la casa circondariale Roma Rebibbia ai fini di garantire l’estradizione al governo della Repubblica Moldava disposto con il decreto del ministro della giustizia, in relazione al mandato di cattura emesso in data 18.02.2008 dal giudice istruttore di Buiucani (Moldavia) per il reato di peculato commesso negli anni 2000-2003




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

02-08-2017

Incidente stradale in via Acque Alte

.

Il personale dei vigili del fuoco della sede centrale è intervenuta, poco prima delle 8 di questa mattina, nel comune di Latina via Acque Alte al km 1+500 tra borgo Piave e Podgora, per la segnalazione, giunta al 115, di un incidente stradale. Giunti tempestivamente in posto, i vigili del fuoco hanno preso atto che un’auto era riversa su un fianco, per cause in fase di accertamento, con la persona sbalzata fuori ad una distanza notevole. L’intervento del personale dei vigili del fuoco si è reso necessario per mettere in sicurezza il mezzo e collaborare con i sanitari a prestare le cure al ferito.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

02-08-2017

Arrestato per droga e possesso di arma a forma di penna

.

Ad Aprilia i carabinieri del locale reparto territoriale, hanno arrestato T.A., 27enne del luogo, il quale a seguito di perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di gr.25 di cocaina, gr. 12 di sostanza da taglio, materiale per il confezionamento delle dosi, un’arma da sparo a forma di penna, priva di matricola, e 4 proiettili calibro 22. L’arrestato, al quale sono stati contestati i reati di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio e detenzione illegale di arma da sparo, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

01-08-2017

Confiscati beni per 10 milioni di euro ad un noto commercialista di Latina

.

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Latina hanno eseguito un provvedimento di confisca di beni mobili ed immobili per un valore stimato di circa 10 milioni di euro nei confronti di P, C., sessantaseienne commercialista di Latina. La misura di prevenzione, emessa dalla Sezione Penale del Tribunale di Latina, fa seguito al sequestro disposto a suo tempo dal medesimo Tribunale e scaturisce dagli analitici accertamenti di polizia tributaria e giudiziaria coordinati dal Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina – Dott.ssa Luigia Spinelli. Le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria hanno accertato che P. C., da anni operante a Latina, è risultato coinvolto a partire dagli anni 2000 in almeno n.12 procedimenti penali in qualità di amministratore di diritto o di fatto (tramite dei prestanome) di decine di società ed indagato per frodi fiscali e per reati di bancarotta fraudolenta sottraendo al fisco diversi milioni di euro. Grazie agli ingenti proventi derivanti dall’evasione fiscale, il professionista acquistava numerosi beni immobili situati su tutto il territorio nazionale intestati a società e terze persone (familiari e prestanome) per preservarli da eventuali provvedimenti ablatori dell’autorità giudiziaria. Un patrimonio di entità sproporzionata rispetto ai modesti redditi dichiarati al Fisco che Proietti non è riuscito a giustificare e che pertanto il Tribunale di Latina, valutata la pericolosità del proposto, accertata la disponibilità di beni per un valore incoerente con i redditi dichiarati, ha confiscato, confermando il provvedimento di sequestro. Questi i beni confiscati ai sensi dell’art. 24 del D.Lgs. n. 159/2011: - n. 53 immobili (fabbricati e terreni) siti in Roma, Vicenza, Venezia, Argelato (Bo), Barisciano (AQ), Mirabello (FE), Sant’Agostino (FE), Latina, Sabaudia, Cisterna di Latina, Norma, Sermoneta, Trevi nel Lazio (FR) tra i quali si segnala un villino di prestigio in Vicenza del valore di circa 1 milione di euro; - n. 6 autovetture; - l’intero capitale sociale di due società di capitali esercenti l’attività di costruzione di edifici e di compravendita immobiliare; - conti correnti detenuti presso diversi istituti di credito, tutti riconducibili al P. C. per un valore complessivo stimato in circa 10 milioni di euro.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

31-07-2017

Negozi del centro di Latina presi di mira dai ladri. Intervento Confcommercio Lazio Sud

.

Ennesimo episodio di furto con scasso ad opera di malviventi nella notte a Latina. Presi di mira gli esercizi commerciali del centro storico. Stanchi ed esasperati i commercianti chiedono maggiori controlli e vigilanza. Confcommercio Lazio Sud si fa portavoce del malcontento e invoca l’intervento delle forze dell’ordine e delle istituzioni. Stando alle testimonianze degli stessi, questi episodi si ripetono da circa sei mesi. Abitudinariamente indisturbati e incuranti del pericolo, ignoti si introducono nella ZTL fino a raggiungere corso della Repubblica con l’intento di scassinare le porte d’ingresso degli esercizi commerciali a calci oppure servendosi di scooter come ariete e portare via il denaro contenete nelle casse. Il più delle volte fuggono via a mani vuote poiché i commercianti, ormai consapevoli di potenziali incursioni notturne, svuotano i registratori di cassa. Il disagio degli stessi però è tanto: primo perché si vedono costretti ad ingaggiare la securty per le ore notturne oppure a presidiare loro stessi le proprie attività in attesa delle dovute riparazioni a seguito dei danneggiamenti subiti: vedi vetrine rotte o saracinesche forzate. Diverse in passato le denunce esposte dai commercianti del centro di Latina alle forze dell’ordine ma alla luce degli ultimi avvenimenti gli stessi chiedono un controllo più incisivo del territorio e il massimo impegno da parte degli organi di sicurezza dello Stato affinché i malviventi vengano assicurati alla giustizia. Questa mattina i commercianti del centro sono scesi in strada per manifestare il proprio disappunto e tentare di concertare una soluzione comune. Gli esercizi commerciali presi di mira in questi mesi dai ladri sono: L'occhialeria, Mancinelli, Primadonna, Casanova, Elena Mirò, Falconeri, Extyle. Il delegato al centro storico di Confcommercio Lazio Sud, Valter Tomassi, si fa portavoce del malcontento degli stessi denunciando con fermezza gli episodi ed invocando l'intervento del Sindaco di Latina per un presidio da parte del comando dei Vigili Urbani anche nelle ore diurne.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-07-2017

In manette tre uomini autori di una rapina

.

Gli uomini della Polizia di Stato della Questura di Latina hanno sottoposto a fermo quali indiziati del reato di rapina L. Z., nato in Marocco il 23.4.1996 (pregiudicato), N. M., nato in Egitto il 13.6.1999 e Y. N.E.I.A., nato in Egitto il 22.6.1998 (pregiudicato). Ieri pomeriggio, intorno alle ore 18.40 circa, sulla line telefonica del 113 giungeva una telefonata da parte di un giovane, il quale dichiarava di essere stato rapinato da 6 giovani mentre percorreva, a piedi, il parcheggio delle autolinee nuove in via Caio Giulio Cesare. In particolare, l’equipaggio della volante della Polizia di Stato giunto sul posto provvedeva a raccogliere le prime dichiarazioni della vittima, la quale, oltre a riferire di essere stato depredato di tutti i suoi averi, forniva precise indicazioni circa gli autori della rapina consumata ai suoi danni, dichiarando che uno dei malviventi si aggirava ancora nel citato parcheggio. Infatti, poco dopo la stessa volante riusciva ad individuare e bloccare uno dei malfattori mentre era in procinto di salire a bordo di una corriera per allontanarsi dal luogo del delitto. Nel frattempo, una pattuglia della Squadra Mobile in servizio antirapina, effettuava una perlustrazione nelle vie adiacenti alla fermata dei pullman arrivando a fermare, nei pressi degli Uffici comunali in via Vittorio Cervone, un secondo rapinatore che corrispondeva perfettamente alle descrizioni fornite dal malcapitato. Per altro verso venivano avviati preliminari attività info-investigative ed il personale della Squadra Mobile che era intervenuto sul posto apprendeva che, con ogni probabilità, altri due dei presunti malviventi si erano dileguati da quel luogo salendo a bordo di un autobus di linea diretto a Sonnino. Immediatamente il suddetto equipaggio si poneva alla ricerca del mezzo di trasporto collettivo, riuscendo a raggiungerlo in prossimità della Migliara 53, nel territorio del Comune di Priverno, ove in effetti venivano bloccati altri due individui, dei quali, poi, uno soltanto risulterà essere il complice degli altri dei rapinatori che erano stati precedentemente fermati. L’aggredito, che nel frattempo era stato accompagnato presso il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Goretti, veniva dimesso con una prognosi di gg.10 per contusioni multiple a seguito delle percosse subite. I fermati, accompagnati presso gli Uffici della Questura, sono stati identificati per L. Z., nato in Marocco il 23.4.1996 (pregiudicato), N. M., nato in Egitto il 13.6.1999 e Y.N.E.I. A., nato in Egitto il 22.6.1998 (pregiudicato), tutti riconosciuti dalla vittima quali autori della rapina che era stata messa in atto nei suoi confronti. Gli stessi, sottoposti a fermo di indiziato di delitto per il reato di rapina aggravata in concorso, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione della competente Autorità giudiziaria, in attesa dell’interrogatorio di garanzia a cui dovranno essere sottoposti da parte del Giudice per le Indagini Preliminari.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-07-2017

Arrestate due persone dagli uomini della Squadra Mobile e delle Volanti

.

Nel corso degli ultimi giorni, il Questore di Latina ha disposto l’intensificazione dei dispositivi di controllo del territorio da parte delle diverse articolazioni della Questura, anche con il supporto di unità del Reparto Prevenzione Crimine “Lazio” di Roma, soprattutto in quelle zone dove erano state registrate forme di microcriminalità. Il piano straordinario di controllo del territorio finalizzato a monitorare le zone di maggiore degrado, ha consentito alle Volanti di identificare oltre 150 persone, nonché di elevare diverse sanzioni per infrazione al codice della strada. Numerose sono state le persone extracomunitarie accompagnate in Questura per verificare la regolarità della loro posizione sul territorio nazionale. In particolare, proprio questa notte, un equipaggio delle volanti, a seguito di una segnalazione pervenuta al 113 intorno 03.30, secondo cui un’autovettura provento di furto - munita di rilevatore satellitare - si trovava nel centro cittadino, riusciva ad intercettare la citata vettura in questa via Epitaffio, che nella circostanza stava viaggiando insieme ad altro autoveicolo, ugualmente risultato provento di furto. I malviventi che si trovavano a bordo dei due mezzi, alla vista della polizia si sono immediatamente dileguati e, una volta raggiunti volanti, sono stati costretti ad una rocambolesca ritirata all’interno di alcuni terreni coltivati, dove hanno abbandonato i mezzi che poco prima avevano trafugato. Nell’ambito della predetta operazione, invece, la Squadra Mobile ha dato esecuzione a diversi provvedimenti restrittivi nei confronti di altrettanti indagati. In particolare, è stato tratto in arresto in regime di arresti domiciliari P. D. del 1993, perché ritenuto responsabile di tentata estorsione ed atti persecutori, mentre nei confronti di M. A. del 1985, è stata eseguita la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, in quanto ritenuto colpevole di atti persecutori nei confronti della moglie. Infine, questa mattina ad Aprilia è stato tratto in arresto il cittadino romeno S. V. del 1970, perché colpito da un provvedimento di unificazione di pene concorrenti, dovendo lo stesso scontare la pena di anni 3, mesi 7 e giorni 26 di reclusione per i reati falsità materiale in atto pubblico commessa dal privato, ricettazione e simulazione di reato, nonché per i reati di lesioni personali, violenza e minaccia commessi in Romania per aver esercitato illecite pressioni nei confronti di alcuni elettori. L’arrestato, dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione della competente Autorità giudiziaria.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-07-2017

In preda alla droga accoltella una donna. Arrestata dalla Volante

.

Gli uomini della Polizia di Stato - Questura di Latina, Squadra Volante hanno tratto in arresto L. D., nata Latina l’08.04.1979, pluripregiudicata. Alle 22.00 circa di ieri giunge al 113 la richiesta d’intervento per una lite in famiglia. Gli agenti della Polizia di Stato immediatamente si portano in un appartamento di via Kennedy a Latina, dove giungono poco dopo. All’interno dell’appartamento gli operatori della Volante trovano nella cucina dell’appartamento una donna armata di coltello che in preda ad una crisi minaccia i propri familiari. Nella stanza accanto invece gli agenti della Volante vedono sul letto una donna ferita in una pozza di sangue. L. D. , nota pregiudicata, urla e grida “Li ammazzo tutti….” armata di un grosso coltello da cucina. Gli uomini della Polizia di Stato riescono subito a bloccarla e a disarmarla impedendole cosi di ferire gli altri familiari presenti in casa. Il fratello e il padre della donna raccontano che durante la cena la figlia, la donna ubriaca e sotto l’effetto della droga, al culmine di un violento diverbio ha colpito con due fendenti all’addome la cognata B.E. Portata negli Uffici della Questura e notiziata l’A.G. la donna è stata arrestata per tentato omicidio e tradotta presso il carcere romano di Rebibbia.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-07-2017

Stragi del sabato sera, controlli intensificati

.

La Polizia di Stato Questura di Latina, Sezione Polizia Stradale di Latina con la presenza del personale dell’Ufficio Sanitario e del Reparto Cinofili, nelle serate del fine settimana del 15 e 16 luglio, ha effettuato sulle strade del centro abitato del Comune di Terracina un dispositivo mirato a prevenire le “stragi del sabato sera”. Il servizio, composto da 4 pattuglie, ha effettuato un posto di controllo in cui sono stati controllati complessivamente oltre 150 veicoli e 210 persone. Da controlli attraverso le apparecchiature Drugread ed Etilometro, sono risultati positivi 9 conducenti all’alcool test, di cui 3 neopatentati sotto i 20 anni per i quali sono scattate le sanzioni con il relativo ritiro della patente di guida, e 2 persone risultate positive al controllo sostanze stupefacenti di cocaina e assunzione di alcool superiore al tasso consentito, tra cui una, di anni 19, neopatentata. Tutti sono stati denunciati all’A.G. per reati contestati. Durante lo svolgimento dei vari servizi, un conducente, a bordo di un utilitaria, cercava di eludere il posto di controllo. Lo stesso, dopo un breve inseguimento, veniva prontamente fermato e, ai successivi controlli, risultava positivo all’alcool con un tasso pari al triplo di quello consentito. Nella stessa data del 15 luglio, identica tipologia di servizio riconducibile ai controlli per le stragi del sabato sera, veniva predisposta nel territorio del Comune di Formia. Il personale operante, coordinato dal Comandante del locale Distaccamento di Polizia Stradale, contestava varie infrazioni al C.di S. procedendo al ritiro di quattro patenti di guida per guida in stato di ebbrezza. Questi controlli mirati all’utilizzo di alcool e droga, già pianificati e distribuiti in tutto l’arco annuale, saranno intensificati nel periodo estivo e si estenderanno su tutta la provincia di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-07-2017

Due persone disperse sul promontorio del Circeo, ritrovate dai Vigili del fuoco

.

Mercoledì sera, la squadra 3A dei Vigili del Fuoco di Terracina, con l’unità di comando Locale e Tas (topografica applicata al soccorso) sono intervenuti sul promontorio del Circeo per una ricerca di un uomo ed una donna dispersi. Alle ore 00.20 sono stati ritrovati in buone condizioni di salute nel punto. Si erano recati sul picco di Punta Rossa.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-07-2017

Arma da taglio in tasca, preso egiziano

.

La Polizia di Latina ha denunciato per possesso ingiustificato di arma da taglio G. F. nato in Egitto nel 1999, pluripregiudicato. Una volante transitando in via Romagnoli nei pressi del Mac Donald’s ha notato un giovane aggirarsi nel parcheggio con fare sospetto. Il cittadino straniero alla vista della volante è scappato verso le vicine case popolari di via Corridoni. Immediata la reazione degli agenti che si sono messi all’inseguimento del giovane che hanno bloccato subito dopo in via G.B. Grassi con la collaborazione di una altra volante, giunta nel frattempo in ausilio. Negli uffici della Questura, l’uomo viene perquisito: indosso, nascosta in una tasca dei pantaloni, viene trovata la lama di un taglierino lunga circa 10 centimetri. G. F. è anche sprovvisto di documenti d’identificazione, si scopre che ha anche numerosi precedenti penali per i reati di estorsione, rissa, danneggiamento ed interruzione di pubblico servizio. L'uomo è stato denunciato per il possesso ingiustificato di arma da taglio.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-07-2017

Arrestato un uomo con 2,7 Kg di sostanze stupefacenti

.

Nel pomeriggio di sabato 15 luglio, i Finanzieri del Comando Provinciale di Latina durante un’operazione di polizia finalizzata alla repressione del contrabbando e alla prevenzione del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno individuato e fermato, nei pressi della stazione ferroviaria di Fondi, un cittadino di origine indiana G.S. di anni 48, residente a Roma, perché trovato in possesso di sostanza stupefacente. Insospettiti dall’atteggiamento circospetto del reo, i militari operanti del nucleo mobile della Compagnia di Fondi, hanno proceduto ad un controllo minuzioso del bagaglio nel cui interno venivano rinvenute n. 25 buste sigillate contenenti kg. 2,7 di bulbi di papavero, ognuna di grammi 108. Ciascun bulbo, seppur privo dei semi e del liquido utilizzato per la realizzazione dell’oppio, mantiene intatta la originale presenza di principio attivo di connotazione oppiacea, il quale viene solitamente assunto dai consumatori mediante masticazione o ingerimento di infusi ovvero attraverso aspirazione dei fumi che ne scaturiscono dai processi di combustione, gravemente dannosi per la salute e con effetti di particolare dipendenza. Al termine dell’attività di servizio, il G.S., munito di regolare permesso di soggiorno, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti e accompagnato presso la Casa Circondariale di Latina, ai sensi dell’art. 73, 1° comma, D.P.R. 309/90, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, così come disposto dal P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

14-07-2017

Pontinia, due cittadini indiani denunciati, armi e droga sequestrate.

,

Il 14 luglio a Pontinia, i militari della locale stazione carabinieri, nel corso di servizio finalizzato al controllo delle persone sottoposte al regime degli arresti domiciliari, deferivano all’A.G. in stato di libertà un cittadino indiano 37 enne. In particolare il suddetto, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in seguito ad una perquisizione eseguita presso la sua abitazione, veniva trovato in possesso di un machete della lunghezza complessiva di 65 cm e di un tubolare in ferro della lunghezza di 75 cm. al cui apice era stata saldata una lastra in ferro “a modo alabarda”. Nel medesimo contesto operativo, veniva segnalato alla locale prefettura, un connazionale, residente a Sabaudia (LT), che in seguito a perquisizione personale veniva trovato in possesso di gr. 0.7 di sostanza stupefacente tipo eroina. Le armi e la droga sono stati sottoposti a sequestro.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

10-07-2017

Aprilia, sorpreso un uomo mentre tenta di rubare l’incasso di un distributore automatico

.

Il 10 luglio i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato in titolo, m. m., 32enne cittadino marocchino. lo stesso veniva sorpreso mentre asportava circa 50€ da un distributore automatico di bevande posizionato all’interno di un’attività commerciale. l’arrestato veniva trattenuto presso queste camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo fissato per la mattinata odierna.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

10-07-2017

Irruzione notturna negli uffici Imu, Ragioneria e Avvocatura

.

Sono entrati negli uffici del Comune che si trovano al Palazzo Pegasol, hanno divelto porte, aperto e rovesciato cassetti, rovistato carte e documenti, commesso atti vandalici e sono andati via portando con sé una ventina di euro e tre telefoni. L’irruzione è avvenuta nella notte tra domenica 9 e lunedì 10 luglio nell’edificio in via Duca del Mare, in particolare negli uffici Ragioneria e Avvocatura e nell’ufficio Imu del Servizio Tributi. Ad accorgersi di quanto accaduto un dipendente comunale questa mattina, al momento dell’apertura dei locali. Dai rilievi effettuati dalla Polizia Scientifica non è emersa alcuna traccia di impronte per cui è lecito pensare che i visitatori abbiano agito con dei guanti. Tranne l’ammanco dei circa 20 euro e dei tre telefoni non si registra sottrazione di altri beni o valori. Le verifiche sono comunque ancora in corso, c’è da controllare che non manchino fascicoli custoditi nella stanza occupata dall’Avvocatura, operazione quest’ultima che richiederà qualche giorno. Sono state avviate le indagini per risalire agli autori dell’azione. L’irruzione di questa notte fa seguito ad un episodio analogo avvenuto circa due mesi fa quando qualcuno si è introdotto nei locali della Ragioneria.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

07-07-2017

ZTL a Latina, contro il COmune si schiera anche la Confesercenti

riceviamo e pubblichiamo

La posizione della Confesercenti del Lazio sul tema della ZTL sposa in pieni i contenuti e le proposte avanzate dalle associazioni dei commercianti del centro storico della città di latina: tuttavia è una posizione che sosteniamo ovunque e che trova riscontro nelle attuali disposizioni in merito adottate, ad esempio a Roma, dove la ztl è attiva solo in alcune fasce orarie ed in alcuni giorni, tenendo in questo modo insieme le esigenze di rivitalizzazione delle zone interessate ed al tempo stesso quelle dei commercianti, CHE LE TASSE AL CONTRARIO LE PAGANO SEMPRE, SIA QUANDO LA ZTL E’ APERTA CHE QUANDO NON LO E’. Chiudere indiscriminatamente il centro storico invece, senza una conseguente e ragionata azione di soluzione al tema dei parcheggi, della viabilità cittadina, dell’arredo urbano, della regolazione delle soste è fare un danno ai commercianti della città, alle loro legittime aspettative di crescita e di sopravvivenza. Chiediamo al Sindaco di Latina, e lo rafforzeremo con una azione mirata e con proposte di merito, di riaprire tutto il centro storico della città con una turnazione ragionata, articolata, per fasce orarie , giorni e zone che sia la conseguenza di un confronto di merito con i commercianti del centro, i quali non hanno mai inteso sottrarsi ad un dibattito su soluzioni condivise e ragionate. Ma in questo modo, se il confronto dovesse continuare a non esserci e soprattutto se il massimo concedibile è la costituzione di un OSSERVATORIO che non si capisce che cosa dovrebbe osservare se non il fatto che il centro è vuoto e che i commercianti stanno chiudendo, siamo dell’avviso che , per il momento la ZTL andrebbe addirittura soppressa, aprendo al tempo stesso una fase di dialogo, per un ripensamento complessivo del nostro arredo urbano, del rapporto tra centro storico e periferia, tra insediamenti di nuovi centri commerciali e piccoli esercizi di vicinato, tra food e no food; tutte proposte che la Confesercenti ha studiato e proposto da anni e che l’assessore Costanti ha avuto modo di ascoltare nel corso del lavori della nostra ultima assemblea elettiva. In fondo la forza del bando delle reti d’impresa stava qui, nel rimettere insieme i commercianti della città e con essi rilanciare un dibattito dove le proposte, in linea con quanto avviene nei centri storici di tutta Italia, a partire proprio da Roma sono sempre state condivise ed a vantaggio di tutti. Bene ha fatto l’Associazione LATINA CENTRO a porre con forza in questi anni un tema che non riguarda poche persone, ma l’idea stessa che tutti noi abbiamo dell’assetto di uno dei centri storici di una città di fondazione che per caratteristiche , ha pochi eguali, se ben mantenuto, in tutta italia. CONFESERCENTI LAZIO IL PRESIDENTE VALTER GIAMMARIA



Condividi

 

.ULTIME NOTIZIE:
Rogo a Carano, divieto d’uso potabile dell’acqua nelle zone servite dalla centrale
Anzio, a Villa Adele la Rhythmus Ensemble in concerto
Secolare Fiera di San Michele, a disposizione i moduli per partecipare
Nek festeggia i 25 anni di carriera all'Arena Virgilio di Gaeta
NSD in spiaggia con i Super pigiamini
Emergenza incendi, al via la manutenzione di fossi e canali
Aprilia, un arresto per stupefacenti
San Felice Circeo, cittadino marocchino sorpreso con refurtiva
Torna la notte di fuoco a Latina
Cori,fermato un 20enne di origine albanese per spaccio
Aprilia, bloccato ed arrestato un uomo dopo una fuga rocambolesca
Forte (Pd): Azienda ABC, manca un piano degli impianti pubblici
NSD apre l’anno accademico con Andreas Muller
Sermoneta sotto le stelle. il 13 agosto con i Mariachi Sol Mexicano
A Cascia il Latina Calcio 1932
Forte (Pd): Reti di imprese, altri tre milioni e mezzo dalla Regione
Latina Scalo in Corto, chiusa con successo la prima edizione
Autocross: I risultati della tappa del campionato Italiano
Il 12 agosto torna la Notte Bianca a Fondi
Forte (Pd): Dal collegato al Bilancio ingenti risorse per supportare i Comuni del Lazio
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593