cronaca

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

27-06-2016

Grave incidente sulla Litoranea, codice rosso per una 34 enne

.

L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio sulla strada Litoranea, nel comune di Latina, nel tratto compreso tra via del Lido e Borgo Sabotino. A rimanere ferita una donna 34 enne di nazionalità moldava che era alla guida della sua auto, una Citroen arancione. La donna avrebbe perso il controllo del mezzo probabilmente a seguito di un sorpasso e poi dopo essere uscita dalla carreggiata ha fermato la sua corsa contro un albero. A seguito del forte impatto la donna è riamasta gravemente ferita ed è stata trasportata in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina in codice rosso. Sul posto i carabinieri per verificare quanto accaduto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

26-06-2016

Latina, i carabinieri arrestano un giovane

.

Nella mattinata di ieri 24 giugno 2016, in Latina, i Carabinieri del Norm – Aliquota radiomobile, del locale Comando compagnia, hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal tribunale di Tivoli, nei confronti di C.Z., 22enne di Latina, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari per i reati di furto e detenzione di stupefacenti. L’autorità giudiziaria ha concordato le risultanze investigative dei carabinieri operanti, disponendo la detenzione in carcere. L’arrestato è stato associato presso la Casa circondariale di Latina




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-06-2016

Calcio di un bovino provoca la morte di un allevatore

.

Sabaudia, perde la vita un allevatore di 74 anni a seguito di un colpo allo sterno causato da un calcio sferrato da uno dei bovini del suo allevamento. Il tragico episodio è avvenuto nella mattinata di ieri nella stalla dell'allevatore, sita tra Sabaudia e Borgo Grappa.L'uomo è stato soccorso e trasportato all’ospedale civile “Santa Maria Goretti” di Latina, ma il trauma lo ha portato al decesso.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-06-2016

Incidente mortale a Terracina, perde la vita un autotrasportatore slovacco

.

Il tragico incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio nel comune di Terracina sul raccordo Pontina – Appia. A perdere la vita un autotrasportatore di nazionalità slovacca, morto a seguito del ribaltamento del suo mezzo che trasportava frutta. Sul luogo sono intervenuti i Vigili del Fuoco e gli operatori del 118 e la Polizia Stradale che sta accertando la dinamica del sinistro.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

25-06-2016

Pallone tensostatico sito in via dei Mille torna nel possesso del Comune

riceviamo e pubblichiamo

“In data odierna – annuncia in una nota il Comune di Latina – , 24 giugno 2016, il personale dell’Ufficio patrimonio ha proceduto a riprenedere formalmente il possesso dell’immobile del Pallone tensostatico sito in via dei Mille, di proprietà comunale, gestito sino ad oggi dalla Cooperativa “Il Gabbiano”, pur in assenza di titolo legittimante. A seguito delle verifiche effettuate dagli Uffici comunali in sinergia con la Polizia Locale e stata accertato che la predetta Cooperativa gestiva la struttura dal 1996 in assenza di regolare contratto e in mancanza di altro titolo concessorio che ne legittimasse il possesso. E’ risultato altresì che non sia stato mai versato alcun canone a titolo di locazione al Comune. Né che il gestore medesimo abbia provveduto ad intestarsi le utenze, che presumibilmente sono rimaste a carico dell’Ente. Tale provvedimento rappresenta un nuovo, fondamentale tassello nel percorso di ripristino della legalità, ove violata, e della regolarità e trasparenza dell’azione amministrativa. Percorso avviato dalla gestione commissariale e condiviso pienamente e come priorità assoluta di questa Amministrazione. L’attenzione dell’amministrazione comunale sulla corretta gestione del patrimonio comunale e, segnatamente, sugli impianti sportivi, è alta ed è rivolta all’obiettivo, da realizzarsi compiutamente entro i prossimi mesi. Regolarizzare mediante procedure ad evidenza pubblica, tutti gli spazi pubblici comunali utilizzati per lo svolgimento di attività sportive, ad oggi risultati ceduti a diverso titolo ad associazioni e soggetti provati, anche in assenza di condizioni di trasparenza e legalità”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-06-2016

ASR entra nella consulta regionale del lavoro autonomo

.

Stampa Romana ritiene che uno degli elementi qualificanti di un sindacato dei giornalisti efficace sia offrire servizi e risposte ai bisogni dei lavoratori autonomi. 2 colleghi su 3 nell'editoria non sono lavoratori dipendenti. Con decreto del presidente della Regione su proposta dell'assessore al lavoro Valente, Stampa Romana entra a far parte della consulta del lavoro autonomo (la dizione esatta è: lavoratori atipici iscritti alla gestione separata dell'Inps e dei libero professionisti). Si tratta di un organo consultivo permanente per riportare sul livello del decisore politico le istanze del mondo di tutti i lavoratori autonomi. Ne elenco due particolarmente care al nostro settore: il sostegno al reddito nei periodi di inattività lavorativa e il coworking per abbattere i costi di produzione. Continueremo in questo modo a far sentire la voce dei nostri iscritti nelle sedi istituzionali. A rappresentare Stampa Romana i colleghi della Segreteria Roberto Ciccarelli (effettivo) e Monica Soldano (supplente). Un altro piccolo passo in avanti nella rappresentanza dei giornalisti, lavoratori autonomi. Lazzaro Pappagallo Segretario Associazione Stampa Romana




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-06-2016

Aprilia, controlli straordinari da parte dei Carabinieri, trovati 56 bulbi di papavero da oppio

-

Ad Aprilia è in corso un servizio coordinato voluto dal comandante provinciale carabinieri e dal Prefetto di Latina Dr. Pierluigi Faloni volto a infrenare la recrudescenza di reati predatori, in materia di stupefacenti e violazioni alle regole per la sicurezza stradale nonché nell’abito di uno strategico utilizzo delle misure di prevenzione finalizzato a contrastare la pericolosità sociale di quanti ne sono sottoposti, militari del comando territoriale di Aprilia, unitamente a quelli del raggruppamento aeromobili carabinieri di pratica di mare, al nucleo cinofili carabinieri di Santa Maria di Galeria e a quelli della compagnia di Latina e Terracina, hanno deferito: Singh J., Singh A. e Singh S., cittadini indiani, domiciliati in via Pantanelle, poiché seguito perquisizione domiciliare, venivano trovati in possesso di 56 bulbi di papavero da oppio per un totale di gr 110, nonché di gr. 2 di hashish; S. F. romano 47enne residente ad Aprilia, censurato e C. V. di Albano Laziale 37enne, per essersi arbitrariamente allontanati dalle rispettive abitazioni dove erano sottoposti alla misura degli arresti domiciliari; V. A. di Genzano di Roma 24enne residente a Lanuvio censurato, sorpreso alla guida del proprio veicolo sprovvisto di patente in quanto mai conseguita; A. A. nato in Romania, 32enne residente in Aprilia e N. F. romano 54enne residente in Aprilia, farmacista, incensurato, in quanto sorpresi alla guida del propri veicoli in stato di ebbrezza, come acclarato dai relativi accertamenti etilometrici, riportando un tasso alcolemico superiore al limite consentito. Segnalato alla prefettura di Latina, P. K. di Aprilia 35enne censurato, poiché seguito perquisizione personale veniva trovato in possesso di gr. 3 di marijuana e gr. 1,3 di hashish. Nel medesimo ambito sono state contestatate: 1 sanzione amministrativa per violazione all’ordinanza comunale anti prostituzione, 10 sanzioni amministrative per violazioni al codice della strada, sequestrati amministrativamente 5 veicoli e ritirato 2 patenti di guida. sostanza stupefacente assunta in carico e debitamente custodita in attesa di essere versata all’ufficio corpi di reato”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-06-2016

Messo ai domiciliari dopo 7 anni

.

Ad Aprilia, militari del locale Comando Stazione hanno tratto in arresto R.S. 49enne romano, sottoponendolo alla misura della detenzione domiciliare presso la propria abitazione, in esecuzione dell’Ordinanza emessa dal Tribunale di Roma, in ordine al reato commesso nella capitale il 23 aprile 2009.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-06-2016

Presi gli aggressori di un'88enne picchiata e rapinata a Sezze

.

Il 21 giugno 2016, alle ore 13:30 circa, a Sezze, su richieste al “112” di alcuni cittadini setini, i Carabinieri del posto intervenivano per prestare soccorso ad un’ anziana donna 88enne rinvenuta sul pavimento della propria abitazione, con mani e piedi legati, parzialmente imbavagliata e con il volto tumefatto. La malcapitata soccorsa dai sanitari del 118 veniva ricoverata in serie condizioni presso il locale nosocomio per le cure del caso e riscontrata affetta da diverse fratture al volto. I rilievi tecnici eseguiti in loco nell’immediatezza, da parte del personale Nucleo Investigativo del Reparto Operativo – Comando Provinciale di Latina, consentivano tempestivamente di appurare che due individui con volto parzialmente travisato da berretto e occhiali da sole, avevano sorpreso la donna all’interno della propria abitazione, aggredendo la stessa allo scopo di rapinarla. Alle prime ore del 24 giugno 2016, militari del locale NORM – Aliquota Operativa e Radiomobile congiuntamente ai Carabinieri della Stazione di Sezze Romano, a conclusione di ininterrotta attività d’indagine, corroborata da investigazioni anche di natura tecnica e attraverso servizi di osservazione, controllo e pedinamento, sottoponevano a fermo d’indiziato di delitto: Mohamed, marocchino 23enne residente in Sezze, censurato; e traevano in arresto: Costel, romeno 48enne residente in Sezze, censurato; entrambi ritenuti responsabili dell’aggressione e del sequestro di persona a scopo di rapina della citata vittima.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-06-2016

Operazione ad alto impatto 'Safety Car' ad Aprilia

.

La Polizia di Stato – Questura di Latina ed il Comando Provinciale Carabinieri di Latina, nel pomeriggio di ieri in Aprilia, nell’ambito dell’ operazione ad alto impatto “Safety Car” , in collaborazione con la locale Sezione Polizia Stradale ed il Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo hanno predisposto un servizio straordinario di controllo del territorio. Con l’impiego di innovative tecnologie che consentono una immediata verifica del mezzo anche in movimento, di cui oggi dispongono le autovetture della Polizia di Stato e dei Carabinieri sono stati disposti posti di controllo e posti di blocco, finalizzati alla prevenzione del fenomeno dei furti e delle rapine di autoveicoli e motoveicoli, lungo le strade urbane ed extraurbane. Il citato servizio, messo in atto nei pressi dei luoghi che maggiormente richiamano utenti stradali ha portato al conseguimento dei seguenti risultati: nr. 8 posti di controllo; nr. 1503 autoveicoli controllati; nr. 89 persone identificate; nr. 29 contravvenzioni al codice della strada; nr. 4 documenti di circolazione sequestrati; nr. 3 patenti ritirate; nr. 2 autoveicoli sequestrati.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-06-2016

Valiani (Ugl): siglato il Patto per la giustizia sociale

riceviamo e pubblichiamo

“Il ‘Patto per la giustizia sociale’ che abbiamo siglato oggi con il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, apre sicuramente la strada ad importanti opportunità di rilancio del nostro territorio, ma occorre dare attuazione ai suoi contenuti con azioni concrete”. Così il segretario regionale dell’Ugl Lazio, Armando Valiani, commenta la firma dell’intesa che “mira a rafforzare le politiche attive e i servizi regionali per il lavoro, con l’obiettivo di abbattere l’elevato tasso di disoccupazione fra giovani e meno giovani. Una dichiarazione d’intenti – prosegue Valiani – che accogliamo positivamente ma che ora richiede un impegno fattivo affinché si tramuti davvero in nuova e stabile occupazione. Per questo – conclude – terremo alta l’attenzione e ci adopereremo a garanzia dell’effettiva ed efficace attuazione degli impegni assunti”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-06-2016

San Felice Circeo, 39enne in manette per maltrattamenti in famiglia

.

A San Felice Circeo, i carabinieri del locale comando stazione, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 21 giugno 2016 dal Tribunale di Latina, che concordava con le risultanze investigative dei carabinieri operanti afferenti ai fatti accaduti il 6 aprile scorso, hanno arrestato per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni pluriaggravate un 39enne del luogo. L’arrestato e’ stato associato presso la casa circondariale di Latina, a disposizione dell’autorita’ giudiziaria.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-06-2016

GdF: multe nella darsena di Terracina per IMU non pagata

.

Decine di migliaia di euro di I.M.U. dovranno essere pagate alle casse comunali di Terracina a seguito dei controlli che la Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Gaeta ha attivato, a partire dall’inizio del 2016, nei confronti dei concessionari delle aree demaniali marittime del sud pontino. In particolare si tratta dell’imposta dovuta sui posti barca che, nell’ambito delle strutture turistico – ricreative che insistono sul demanio marittimo, sono serviti dagli essenziali servizi quali la fornitura d’acqua e di corrente. Nell’ambito del comune di Terracina sono stati controllati 15 soggetti economici, per il periodo d’imposta dal 2011 al 2015, per una superfice complessiva di 19.000 metri quadrati ed un totale di 600 posti barca. Questi ultimi sono infatti inquadrati come una porzione di molo con attrezzature per l’approdo e gli allacciamenti alle utenze elettriche e all’acqua dolce e devono essere accatastati autonomamente o come particella dell’intera struttura turistica. I militari del reparto operativo aeronavale di Civitavecchia hanno constatato il mancato accatastamento degli stessi posti barca, nell’ambito del porto di Terracina e del canale di Portatore Badino, ed hanno inviato i relativi verbali all’Ufficio Tributi del Comune di Terracina e all’Agenzia provinciale delle Entrate di Latina, per l’attribuzione delle specifiche rendite catastali ed il calcolo della conseguente imposta per gli anni dal 2011 al 2015. Nel contesto dei controlli svolti in questo primo semestre, sempre nell’ambito del demanio marittimo del comune di Terracina, sono state scoperte mancate entrate I.M.U. anche relativamente a numerosi immobili quali gabbiotti, uffici, rimesse e altre pertinenze, molte delle quali peraltro regolarmente accatastate.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-06-2016

Furto da Oviesse: arrestato uno straniero e denunciata in stato di libertà la fidanzata

.

Due equipaggi della Squadra Volanti della Questura di Latina hanno tratto in arresto uno straniero in quanto poco prima aveva commesso un furto all’interno dell’ipermercato Oviesse, mentre la fidanzata è stata denunciata in stato di libertà. In particolare, i responsabili dell’ipermercato avevano poco prima allertato il 113 in quanto avevano notato un uomo che si aggirava con fare sospetto. Infatti, poco dopo, lo stesso superava le barriere antitaccheggio con indosso della refurtiva e perciò si attivava il sistema di allarme. Nonostante il personale di servizio abbia tentato di fermarlo, il malvivente per continuare la sua fuga iniziava una colluttazione con l’addetto alla vigilanza, durante la quale perdeva un telefono cellulare ed una scarpa, per poi dileguarsi con il bottino. Nel frattempo mentre le due volanti dell’U.P.G.S.P. perlustravano la zona per il rintraccio del fuggiasco, si presentava presso il negozio una donna, la quale in cambio di parte della refurtiva (in particolare di un paio di pantaloni) poco prima depredata dal complice, chiedeva la restituzione del telefono cellulare e della scarpa del suo fidanzato. Pochi attimi dopo, gli agenti delle volanti riuscivano ad acciuffare il delinquente che si era nascosto dietro alcune siepi, recuperando tutta la refurtiva che durante il tragitto aveva abbandonato, consistente in un’ulteriore paio di pantaloni e 5 magliette tipo polo del valore complessivo di circa 100 euro. L’addetto alla vigilanza, trasportato presso il locale nosocomio a seguito dello scontro con il criminale, otteneva 5 giorni per le contusioni riportate. I fermati, accompagnati in Questura sono stati identificati per S. C., di 23 anni con precedenti penali specifici e M. I. di 21 anni, entrambi di nazionalità romena. Dopo le formalità di rito, S. C. è stato tratto in arresto per rapina impropria e associato presso le locali camere di sicurezza a disposizione della competente Autorità giudiziaria per il rito direttissimo, mentre la donna è stata denunciata in stato di libertà per il reato di ricettazione.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-06-2016

Gaeta: arrestata l’ 'Angela' della morte

.

Nell’ambito delle attività di indagine esperite di recente nel territorio di Gaeta, finalizzate all’analisi delle dinamiche che regolano i movimenti attuali da parte degli assuntori locali di sostanze stupefacenti ed a seguito dei numerosi arresti già eseguiti nel comprensorio di interesse, il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Gaeta accertava che un numero crescente di consumatori di eroina si erano “spostati” nella vicina zona di Castel Volturno (CE). Fatto questo che, già nel corso del 2014 e più precisamente tra l’agosto ed il settembre dello stesso anno, faceva registrare il doppio decesso di due coniugi di Gaeta, causata dalle dosi mal tagliate o di pessima qualità dello stupefacente. Si tratta di: V. M. L., morta il 2 agosto 2014 e C. M., deceduto il 10 settembre dello stesso anno. Da questi tragici eventi ormai datati, come una sorta di “cold case” per duplice omicidio, hanno preso il via le indagini condotte dal personale del Commissariato di Gaeta che ha analizzato gli indizi ed i riscontri hanno portato alla misura precautelare del fermo del P.M., emesso in data odierna dal Sost. Proc. Della Rep. Presso il Tribunale di Cassino, nella persona del Dr. Eugenio Rubolino ed immediatamente eseguito a Castel Volturno, nei confronti di: ODIGIE Patience, di nazionalità nigeriana, anni 40 circa di età, rintracciata nel c.d. “ghetto nigeriano” di quella località dell’agro aversano. La citata “pusher” si avvaleva del nome d’arte di “Angela”, con il quale era solita intrattenere le transazioni di stupefacente con la coppia gaetana, avvalendosi anche dell’utenza mobile intestata ad una “testa di legno”. Le indagini sono state avviate con il primo decesso, avvenuto a Carinola (Ce), dove la donna veniva trovata in fin di vita dal marito e vanamente soccorsa da questi. Ma è con il secondo decesso che si è data la svolta decisiva alle attività degli inquirenti; allorché è stato possibile, attraverso la ricostruzione dei contatti e degli spostamenti dell’uomo risalire, senza ombre di dubbio, alla compiuta identificazione della spacciatrice. Sono molti gli eventi ed i fatti che hanno portato gli investigatori all’epilogo odierno. L’indagine è stata condotta utilizzando sia tecniche moderne, che tradizionali: l’ascolto di testimoni, l’analisi dei tabulati, dei contatti telefonici e dei sistemi di localizzazione GPS (“positioning”), la ricostruzione degli spostamenti delle vittime e l’analisi degli scontrini delle farmacie; tutto ha concorso alla ricostruzione dei fatti, che si sono conclusi con il riconoscimento fotografico di Angela da parte di numerosi assuntori nei confronti di ODIGIE Patience. L’accertamento della effettiva identità della “pusher”, i gravi indizi di colpevolezza a suo carico, nonché il fondato pericolo di fuga all’estero della donna, hanno imposto alla polizia giudiziaria prima ed all’Autorità Giudiziaria poi, di adottare il provvedimento precautelare d’urgenza finalizzato ad assicurare alla giustizia la pericolosissima straniera. L’arrestata veniva posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente, presso il carcere femminile di Pozzuoli.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-06-2016

'Coca' in casa, manette per un 34enne di San Felice Circeo

.

A San Felice Circeo, i carabinieri dell’Arma del luogo, in collaborazione con quelli del Norm del comando compagnia di Terracina, a conclusione di specifica attività investigativa, traevano in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente B. M., 34enne del luogo. L'uomo, a seguito di perquisizione personale e domiciliare – veniva trovato in possesso di complessivi grammi 124 (centoventiquattro) di sostanza stupefacente tipo “cocaina”, suddivisa in vari involucri e alcune dosi, pronte per la consumazione. lo stupefacente e’ stato sottoposto a sequestro, assunto in carico e debitamente custodito in attesa di essere versato presso l’ufficio corpi di reato del Tribunale di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-06-2016

Latina, ruba al supermercato:arrestato un italiano, era evaso dalla detenzione domiciliare

.

Un equipaggio della Squadra Volanti della Questura di Latina ha tratto in arresto un cittadino italiano in quanto poco prima aveva commesso un furto all’interno dell’ipermercato Simply ubicato in via Isonzo. In particolare, i responsabili del supermercato avevano poco prima allertato il 113 in quanto avevano notato un uomo che si aggirava con fare sospetto. Infatti, lo stesso si era impossessato di diverse confezioni di generi alimentari per un ammontare totale di oltre 120 euro. Il fermato, accompagnato in Questura è stato identificato per L.R. di 56 anni, pluripregiudicato, sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare. Dopo le formalità di rito, il medesimo è stato tratto in arresto per furto aggravato ed evasione ed associato, in regime di arresti domiciliari presso la sua abitazione, a disposizione della competente Autorità giudiziaria per il rito direttissimo che si svolgerà mercoledì 22 giugno.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

21-06-2016

Furto al Conad: denunciato un cittadino indiano

.

Un equipaggio della Squadra Volanti della Questura di Latina ha fermato un cittadino indiano in quanto poco prima aveva commesso un furto all’interno dell’ipermercato Conad ubicato in questa via Ezio. In particolare, i responsabili del supermercato avevano poco prima allertato il 113 in quanto avevano notato un uomo che si aggirava con fare sospetto. Infatti, lo stesso si era impossessato di diverse confezioni di liquori e aveva tentato di allontanarsi senza passare dalle casse. La merce rubata, per un valore di diverse decine di euro, è stata restituita al responsabile del supermercato. La persona fermata, accompagnata presso gli uffici della Questura, identificata per K. R. del 1986, è stata denunciata in stato di libertà alla competente Autorità giudiziaria per il reato di furto aggravato.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-06-2016

Detenzione e spaccio di stupefacenti, un arresto a San Felice Circeo

.

Domenica alle ore 20,00 circa, a San Felice Circeo, i carabinieri dell’arma del luogo, in collaborazione con quelli del norm del comando compagnia di Terracina, a conclusione di specifica attivita’ investigativa, traevano in arresto per detenzione ai fini di spaccio di  sostanza stupefacente b. m., 34enne del luogo.L'uomo a seguito di una perquisizione personale e domiciliare – veniva trovato in possesso di centoventiquattro Gr. di sostanza stupefacente tipo “cocaina”, suddivisa in vari involucri e alcune dosi, pronte per la consumazione. lo stupefacente e’ stato sottoposto a sequestro, assunto in carico e debitamente custodito in attesa di essere versato presso l’ufficio corpi di reato del tribunale di Latina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-06-2016

Terracina, un uomo denunciato per omissione di soccorso dopo un incidente

.

Il 19 giugno a Terracina, i Carabinieri del N.O. - Aliquota Radiomobile -, a conclusione di specifica attivita’ investigativa, identificavano e deferivano in stato di liberta’ per “fuga in caso di incidente” e “omissione di soccorso alle persone ferite in incidente stradale” M.G.41ENNE. L'uomo, nella scorsa notte, alla guida della propria autovettura, rimaneva coinvolto in un sinistro stradale con feriti lievi, allontanandosi senza prestare il dovuto soccorso.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-06-2016

Roccagorga, terribile sinistro. Ferito un giovane

.

Terribile incidente stradale capitato nella notte – alle 3 e 30 circa – appena trascorsa ad un giovane automobilista mentre percorreva via Rocchigiana nel Comune di Roccagorga. Dopo aver perso il controllo dell’auto una Nissan Micra, ha impattato contro un platano. L’auto ne è uscita quasi completamente distrutta e miracolosamente solo ferito il giovane è stato estratto vivo dalle lamiere grazie all’intervento della squadra 3A dei Vigili del Fuoco di Terracina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-06-2016

Ricettava munizioni e materiale edile, denunciato

.

A Minturno, i carabinieri della locale stazione deferivano in stato di libertà per ricettazione e porto abusivo di munizioni da caccia, M.A.M. 27enne. Fermato e controllato a piedi e sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di 47 cartucce da caccia di vario calibro e marca, nonché di materiale elettrico ed edile, senza darne alcuna giustificazione della provenienza. Il tutto è stato sequestrato, assunto in carico e debitamente custodito in attesa di essere versato presso l’ufficio corpi di reato del Tribunale.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-06-2016

Aprilia, incidente in via Fossignano, due feriti

.

La Squadra Vigili del Fuoco 7 A del distaccamento di Aprilia è intervenuta ieri alle ore 12.30 circa in via Fossignano ad Aprilia per un incidente stradale. Nel sinistro, tra una Citroen Cactus e una Jeep Nissan Patrol, sono rimaste ferite, apparentemente in modo non grave, due persone.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-06-2016

Terracina. Kit sanitari contraffatti, tre denunce

.

Gli Agenti del Commissariato di Terracina, su segnalazioni pervenute da parte di alcuni cittadini, intercettavano e controllavano tre pregiudicati di origini siciliane dediti alle vendita ambulante di prodotti parasanitari. Gli stessi dalle prime ore del mattino erano stati visti aggirarsi per il centro cittadino ove avvicinavano persone prevalentemente anziane per proporgli in vendita dei “Kit” contenenti garze, cerotti ed altro materiale di pronto soccorso. La cosa aveva destato sospetti anche per il timore che tale merce, se non perfettamente conforme alle norme previste in materia, può essere dannosa all’organismo. Una volta perquisita l’autovettura in possesso dei tre siciliani, di età compresa tra i 30 ed i 50 anni, emergevano gravi carenze sia sotto il profilo delle autorizzazioni alla vendita ambulante della merce stessa che sotto il profilo strettamente igienico-sanitario. Venivano infatti rinvenuti e sottoposti a sequestro n. 43 kit che da specifici accertamenti esperiti risultavano prodotti industriali falsi. Ad esito dei controlli i tre siciliani venivano denunciati in stato di libertà in concorso per i reati previsti in materia di commercio di prodotti con marchi e segni mendaci. Gli stessi inoltre, stanti anche i precedenti specifici risultati a loro carico, sono stati rimpatriati ai loro paesi d’origine muniti di foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno nel Comune di Terracina per anni tre.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-06-2016

Era ai domiciliari, ma ruba una bici

.

A Latina, in viale E. Filiberto, un militare del locale Comando Stazione, mentre transitava a piedi libero dal servizio, lungo la predetta via, notava e traeva in arresto L.M 48enne di Latina, sottoposto al regime di detenzione domiciliare, mentre si aggirava a bordo di una bicicletta poi risultata provento di furto. L’arrestato veniva riaccompagnato nella propria abitazione.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

19-06-2016

Di nuovo un'allerta meteo sulla nostra regione

.

“Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni metereologiche avverse con indicazione che dalle prime ore di questa mattina, domenica 19 giugno, e per le successive 24-36 ore, si prevedono sul Lazio: precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, in particolare sui settori interni. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Il Centro Funzionale Regionale ha emesso un avviso di criticità sulle seguenti zone di allerta del Lazio: idrogeologica localizzata/temporali codice giallo su Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Roma, Aniene, Bacino del Liri e Bacini Costieri Sud. La Sala Operativa Permanente ha emesso l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555“. Lo comunica, in una nota, la Regione Lazio.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-06-2016

Provvedimento disciplinare per il dipendente INPS, l'intervento unitario di 5 sig sindacali

riceviamo e pubblichiamo

Un’assemblea partecipata quella che si è svolta ieri presso la sala Aldo Moro della Direzione Generale Inps a Roma con la presenza massiccia di tutto il personale delle sedi Inps di Latina, Formia e Terracina, che in modo unitario e trasversale ha voluto con questa iniziativa, testimoniare la piena solidarietà nei confronti del collega L. C. (un collega da oltre 30 anni impegnato nell’Istituto ed esempio di professionalità e correttezza per tutti), destinatario di una ulteriore procedura disciplinare di licenziamento da parte dell’Amministrazione, dopo essere stato già reintegrato dal giudice del lavoro a seguito di un analoga e precedente decisione dello stesso Ufficio Centrale Disciplina dell’Istituto di Previdenza. Una sala stracolma, che ha voluto rappresentare il disagio per un accanimento sanzionatorio che perdura ormai da tempo nei suoi confronti, ma soprattutto ha inteso denunciare il pesante clima nella Direzione provinciale di Latina generato da comportamenti, messi in atto da una parte della dirigenza, che in più di qualche occasione non rispettano nemmeno le minime regole di buona educazione, i quali stanno creando forte disagio e incidono pesantemente sulla serenità dell’ambiente di lavoro. Il tema, ampiamente dibattuto nel corso dell’assemblea, organizzata da CGIL CISL UIL CISAL e USB unitamente alla RSU della sede Inps di Latina, con interventi del personale delle sedi e dei rappresentanti sindacali aziendali e regionali, è stato affrontato anche con il Capo del Personale dell’Inps che ha ricevuto una delegazione ristretta della RSU di sede e delle Organizzazioni Sindacali; in tale sede il dott. Saltalamacchia, dopo aver appreso ulteriori elementi della vicenda, si è impegnato ad intervenire, di comune accordo con la Direzione regionale, per ripristinare una condizione di serenità lavorativa presso la sede di Latina, che garantisca soprattutto il rispetto delle persone e della loro professionalità. L’assemblea si è conclusa confermando lo stato di agitazione del personale delle sedi Inps di Latina e provincia sino a conclusione del procedimento disciplinare del collega L. C., e dando mandato alle Organizzazioni Sindacali ed alla RSU di sede, perché sia convocata a breve una riunione del Tavolo sindacale regionale con all’ordine del giorno la questione Latina. CGIL INPS Lazio, CISL FP INPS Lazio, UIL PA INPS Lazio, USB INPS Lazio, Cisal INPS LAzio




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-06-2016

Le condanne richieste per l'operazione 'Don't touch'

.

I Pm Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro alla chiusura della parte principale del processo svoltosi dopo l'operazione "Don't touch" hanno chiesto per gli imputati, tra cui figurano Costantino di Silvio detto Cha Cha e Gianluca Tuma, ben 72 anni di reclusione ed una sola assoluzione. I due Pm hanno sostenuto che Cha Cha insieme ad altri esponenti hanno creato una vera e propria rete in grado di compiere estorsioni, fare prestiti con cifre astronomiche e far fruttare i denari dei crimini. Una associazione a delinquere a 360 gradi, per i cui componenti queste sono state le richieste di pena: 14 anni di reclusione e 15mila euro di multa a Costantino Di Silvio; 4 anni a Riccardo Pasini; 10 anni e 15mila euro di multa ad Angelo Morelli; 5 anni a Gianluca Tuma; 3 anni e sei mesi e 8mila euro di multa a Dario Gabrielli; 3 anni e 1.500 euro di multa ad Adrian Costache; 5 anni e 8 mesi e 3mila euro di multa ad Alexander Prendi; 7 anni a Ionut Necula; 6 anni al carabiniere di Aprilia Fabio Di Lorenzo e 4 anni e 8mila euro di multa ad Alejandro Bortolin. Chiesta invece l’assoluzione per Fabrizio Marchetto. Nei prossimi giorni la parola passerà alla difesa.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-06-2016

Aprilia, auto a fuoco

.

La Squadra Vigili del Fuoco 7 A del distaccamento di Aprilia è intervenuta questa sera poco prima di mezzanotte (ieri ndr) nel Comune di Aprilia località Fossignano, in via Boito, per un incendio autovettura. Giunti sul posto, una auto Golf era completamente avvolta dalle fiamme e il personale Vigili del Fuoco immediatamente provvedeva allo spegnimento. Successivamente, lo stesso personale effettuava un accurato controllo sulla vettura e nella zona adiacente per cercare di individuare elementi utili per stabilire le cause non rinvenendo elementi utili. Nessuna persona è stata coinvolta.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-06-2016

Dipendente INPS convocato in commissione disciplina ottiene il sostegno di 100 colleghi

.

Solo un anno anno fa un funzionario dell'INPS della provincia di Latina era stato licenziato, dopo l'efficace difesa dei suoi legali, Marco Lepori e Massimo Bellomo, il dipendente è stato reintegrato al suo posto di lavoro. I due avvocati Lepori e Bellomo avevano dimostrato l'illegittimità del licenziamento ed avevano ottenuto il reintegro del funzionario alle sue mansioni di funzionario all'interno dell'INPS. A decidere il reintegro è stato il giudice del Tribunale del Lavoro di Latina. Le vicissitudini del dipendente però non sembrano avere fine, infatti, nella giornata di ieri, il funzionario INPS è stato convocato a Roma nell'ufficio disciplina dell'ente, in suo sostegno sono arrivati oltre 100 colleghi e il suo caso ha suscitato anche la reazione di diverse sigle sindacali. CGIL, CISL UIL USB e RSU hanno infatti redatto un documento a sostegno del funzionario INPS ed hanno segnalato un evidente accanimento nei confronti del dipendente. La vicenda che era cominciata in maniera silente sembra destinata ad avere ulteriori clamori mediatici.



Condividi

 

.ULTIME NOTIZIE:
Aprilia nel Guinness dei Primati per l'infiorata di 3700 metri
Grave incidente sulla Litoranea, codice rosso per una 34 enne
Latina, Casapound chiede informazioni al Sindaco Coletta sui nuovi centri di accoglienza migranti
Dagli USA per dirigere l’Orchestra della città al Fondi Music Festival: Austin, Loccia e Ospina
Processo Don’t touch,il ringraziamento del sindaco a Magistratura e Forze dell’Ordine
Rotaract, Francesco Simeone: il bilancio di un anno
Borgo Tufette in festa per Sant'Antonio
Messaggio di papa Francesco ai Vescovi Crociata e Semeraro in occasione della festa di Santa Maria Goretti
Il neo sindaco incontra il Vescovo di Latina Monsignor Crociata
Carosello Storico, la Festa della Priora di Porta Signina
Cuori Italiani: un governo ombra all'esecutivo di Coletta
Latina, i carabinieri arrestano un giovane
Centro di alta diagnostica di Latina, intervento polemico del consigliere regionale Simeone
Bianchi e Silvi: 'Torna Buzzi a raccogliere e smaltire i rifiuti a Cori'
Calcio di un bovino provoca la morte di un allevatore
Incidente mortale a Terracina, perde la vita un autotrasportatore slovacco
Pallone tensostatico sito in via dei Mille torna nel possesso del Comune
Centro di Alta Diagnostica Bio-molecolare, la Provincia stanzia 250mila euro
ASR entra nella consulta regionale del lavoro autonomo
Corso di formazione gratuito in Progettazione in 3D, lingua inglese e sicurezza sul lavoro.
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593