attualita

Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-03-2017

Gabriele Pezone presenta il suo primo cd organistico a Fondi

.

Si terrà domenica 26 marzo alle ore 18.30 presso il Duomo di San Pietro Apostolo di Fondi (LT) la presentazione del cd organistico "Il Regno di Napoli tra tradizione e rinnovamento". Il concerto, organizzato dall'Associazione Circolo Culturale Cattolico San Tommaso d'Aquino, vedrà esibirsi il Maestro Gabriele Pezone che presenterà questo lavoro discografico dopo che lo stesso era stato pubblicato a dicembre da Amadeus, la rivista di musica classica più importante in Italia. I brani del cd, che verranno eseguiti integralmente, saranno tutti preceduti da un'introduzione con cenni storico-musicali sull'epoca in cui sono stati scritti, con particolare riferimento al periodo del Risorgimento italiano e a tutti quegli episodi che, nella storiografia ufficiale, spesso non compaiono. Ne verrà fuori una idea di Meridione italiano decisamente difforme dall'immaginario collettivo. I brani eseguiti sono stati scritti da D. Zipoli, J. De Saint Luc, D. Scarlatti, G. Paisiello, T. Attwood, G. Rossini e G. Donizetti. L'ingresso è gratuito e la cittadinanza è invitata a partecipare. Gabriele Pezone ha studiato pianoforte con Antonio Luciani, diplomandosi presso il Conservatorio di Latina con Salvatorella Coggi ed in musica corale e direzione di coro con Mauro Bacherini. Ha studiato Organo e composizione organistica con Luigi Sacco e composizione con Alberto Meoli, improvvisazione organistica con Stefano Rattini e si è perfezionato in organo con Mariella Mochi ed Olivier Latry ed in pianoforte con Alessandra Ammara e Roberto Prosseda. Ha studiato animazione liturgica con Marco Frisina e direzione d’orchestra con Nicola Samale e Deian Pavlov. Ha diretto orchestre in tutto il mondo, tra cui: Vidin State Philharmonic Orchestra (Bulgaria), Orquesta Sinfonica del Estado del Mexico, l’Orquesta Sinfonica de Yucatan, la Camerata de Coahuila, l’Orquesta de la Universidad Autonoma de Nuevo Leon, l’Orquestra Sinfonica de la Universidad Autonoma del Estado de Hidalgo e l’Orquesta Sinfonica de Michoacan (Messico), Lomza Chamber Philharmonic Orchestra e Orchestra Filarmonica di Kalisz (Polonia), Orkestra Akademik Baskent (Turchia), la Southern Arizona Symphony Orchestra e la Las Colinas Symphony Orchestra (USA), l’Orchestra Cantelli di Milano e l’Orchestra Sinfonica di Sanremo (Italia), la Orquesta Sinfonica de Loja (Ecuador), l’Orchestra dell’Opera dell’Ucraina, la Cairo Symphony Orchestra (Egitto), la West Bohemian Symphony Orchestra e la North Czech Philharmonic Orchestra (Repubblica Ceca) nella prestigiosa Smetana Hall a Praga e la Bitola Chamber Orchestra (Macedonia). Ha diretto numerose opere, tra cui "La Traviata" presso il teatro "A. Manzoni" di Cassino, "Madama Butterfly" presso il teatro "G. D'Annunzio" di Latina e “Tosca” alle Serate Borgiane di Nepi. Si è anche esibito, come pianista o organista, in Croazia, Francia, Svezia, Australia, Danimarca, Spagna, Hong Kong e Nuova Zelanda. E' fondatore dell'Orchestra da Camera ''Città di Fondi''. Nel 2006 è risultato essere il vincitore del Premio Internazionale “Giuseppe Sciacca”, consegnatogli presso la Camera dei Deputati. E’ il direttore artistico del Fondi Music Festival, del Festival Organistico Pontino e dei corsi di perfezionamento musicale di "InFondi Musica". Sue esecuzioni sono state trasmesse da TVP (Polonia), da RadioMaria, da SAT2000, da RaiUno e da RaiTre. Ha registrato per Amadeus. Da fisarmonicista ha vinto il "Best Music Award" all'8° Nicosia International Folk Dance Festival (Cipro).




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-03-2017

Fondi Music Festival, concerto il 25 marzo

.

Prosegue senza soste il cartellone della VI edizione del Fondi Music Festival, manifestazione organizzata dall'Associazione Fondi Turismo in collaborazione con il Comune di Fondi, il Parco Naturale Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi, la Banca Popolare di Fondi, Charlie Eventi e l'Associazione musicale "Ferruccio Busoni". Il prossimo concerto della stagione 2017 si terrà sabato 25 marzo alle ore 18.30 a Fondi (LT) presso Palazzo Caetani e vedrà esibirsi il chitarrista Lapo Vannucci ed pianista siciliano Luca Torrigiani nel recital "Ricordi di temi italiani e spagnoli per 88 tasti e 6 corde". Dal 2010 Lapo Vannucci e Luca Torrigiani formano un duo nato da un profonda amicizia, con l'intento di esplorare nuovi ambiti della musica per chitarra e pianoforte. Entrambi laureati con lode al Conservatorio "Luigi Cherubini" di Firenze, approfondiscono gli studi presso prestigiose istituzioni musicali quali l'Accademia "Incontri col Maestro" di Imola, la Scuola di Musica di Fiesole, l'École Normale de Musique de Paris "Alfred Cortot". Parallelamente all’intensa attività solistica, come duo si esibiscono regolarmente in Italia e all'estero, ricevendo ovunque unanimi consensi. La critica ne esalta la grande capacità comunicativa e l'attenzione costante alla bellezza del suono. Particolarmente attivi nell'ambito della musica contemporanea, hanno eseguito in prima assoluta brani a loro dedicati dei compositori Luigi Giachino, Giuseppe Crapisi e Teresa Procaccini. Con la Filarmonica “Ion Dumitrescu” di Râmnicu Vâlcea e la Filarmonica “Mihail Jora” di Bacău hanno eseguito "Tre Paesaggi": un concerto per chitarra, pianoforte e orchestra d'archi scritto per il duo dal compositore Francesco Di Fiore. Recentemente per la casa discografica “Velut Luna” è uscito il CD Italian Music for Guitar and Piano: “…il chitarrista Lapo Vannucci e il pianista Luca Torrigiani si intendono così bene da generare una sola superficie sonora, opalescente. Pare che i colori dell’iride si reverberino, moltiplicandosi, attraverso un cristallo. Tale è la sintonia di timbri e sensibilità fra i due, che suonano come un’unica cordiera.” [Gregorio Moppi “la Repubblica”] Lapo Vannucci, nato a Firenze nel 1988, inizia gli studi con Riccardo Bini per poi proseguirli al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze dove si diploma con il massimo dei voti e la lode con Alfonso Borghese. Con quest’ultimo frequenta il biennio di alto perfezionamento della Scuola di Musica di Fiesole e contemporaneamente segue masterclass di Arturo Tallini, Alvaro Company, Francesco Romano, Frédéric Zigante e Stefano Viola. Ha ottenuto il diploma accademico di II livello sempre col massimo dei voti e la lode e successivamente si è specializzato con Alberto Ponce e Tania Chagnot presso l’Ecole Normale de Musique de Paris “Alfred Cortot” dove ha ottenuto il Diplôme Supérieur d’exécution e il prestigioso Diplôme Supérieur de Concertiste. Vince numerosi concorsi nazionali e internazionali (Liburni Civitas, Città di Piove di Sacco (PD), Città di Massa, Città di San Sperate (CA), Città di Asti, Mendelsshon Cup di Taurisano (LE), Riviera Etrusca, Città di Grosseto, Riviera della Versilia, Concorso chitarristico “Davide Lufrano Chaves”) sia da solista che in diverse formazioni da camera. È docente presso importanti istituzioni musicali e direttore artistico del Concorso Chitarristico “Giulio Rospigliosi”. Svolge un’intensa attività concertistica presso prestigiose istituzioni e festival musicali in Italia e all’estero (a Malta per il Victoria International Arts Festival, in Giappone per un tour di sedici concerti, in Germania per l’Havelländische Musikfestspiele di Berlino, per il Neckar Musikfestival di Weinsberg (Stoccarda) e per la rassegna Meisterkonzerte di Fürstenzell (Baviera), in Spagna per la celebre Fundación Andrés Segovia di Linares e per il Festival Internacional de Música S’Agaró, in Francia presso la Salle Cortot di Parigi e in diverse città della Romania: Bucarest, Onesti, Bacau, Ramnicu Valcea). Ha eseguito in prima assoluta opere di Luigi Giachino, Francesco De Santis, Ian C. Scott, Matteo Pittino, Albino Taggeo, Giuseppe Crapisi, Teresa Procaccini e il concerto per chitarra, pianoforte e orchestra d’archi del compositore Francesco Di Fiore. Insieme al pianista Luca Torrigiani ha inciso per l’etichetta discografica Velut Luna il disco “Italian Music for Guitar and Piano”, contenente quattro prime registrazioni assolute. Suona una chitarra costruita per lui dal liutaio giapponese Masaki Sakurai. Luca Torrigiani si è diplomato a pieni voti in pianoforte, organo e composizione organistica al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida dei Maestri Fiuzzi e Mochi, laureandosi, nello stesso Conservatorio con il massimo dei voti e lode, al Biennio specialistico di II livello. Successivamente ha conseguito il biennio di II livello in didattica dello strumento presso il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia. Ha frequentato corsi internazionali di perfezionamento con Piernarciso Masi, diplomandosi in musica da camera presso l’accademia pianistica internazionale “incontri col maestro” di Imola ottenendo il diploma master (massimo punteggio), inoltre si è perfezionato con Hector Moreno, Frank Wibaut, Jörg Demus. La sua carriera artistica ha inizio negli anni ’92 con una prestigiosa tournée in Giappone, che lo ha portato a suonare nelle più importanti sale concertistiche di Gifu, Nagoya e Tokyo dove ha peraltro tenuto un concerto privato in onore della famiglia imperiale. Da diversi anni si sta dedicando al repertorio cameristico esibendosi in numerosi concerti all’interno di importanti stagioni musicali.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

24-03-2017

Al Molino Farchioni inizio di primavera con una giornata interamente dedicata alla conoscenza dell’arte bianca

.

Contratti di filiera, produzioni biologiche, grani identitari e una squadra di fornai giovani e appassionati, uniti nel non voler disperdere la tradizione dell’arte bianca. Questi, in sintesi, i temi della giornata di approfondimento e panificazione promossa dal Molino Farchioni, a Bastardo, in provincia di Perugia: “Umbria: cereali, terra, tradizione, biologico... elementi naturali. Una scelta di lavoro, una scelta di vita". Occasione dell’evento riservato agli operatori del settore, la presentazione del logo ufficiale del Gruppo Giovani Panificatori e il lancio sul mercato delle farine primaverili differenziate e biologiche, studiate ad hoc per rispondere alle richieste di una clientela sempre più esigente. Ospiti d’eccezione in rappresentanza dello straordinario giacimento enogastronomico che caratterizza la nostra bella Italia: la Crescia di Urbino di Michele Romano e la Tiella di Gaeta di Carlo Avallone. Ad essere posta all’attenzione del pubblico una filiera di “Alta qualità”, capace di garantire la sicurezza della materia prima e assicurare ai consumatori una vasta gamma di prodotti da forno di elevato livello qualitativo e salutistico. Al centro del progetto una panificazione sviluppata intorno ai nuovi regimi alimentari e l’uso di farine in grado di restituire agli impasti una propria identità territoriale. Un pregio dovuto a tecniche molitorie all’avanguardia e ad innovativi diagrammi di macinazione che riescono a preservare nel chicco le qualità organolettiche, il profumo e il sapore. All’origine di tutto, l’avvicinamento ad un’agricoltura sempre più naturale e il rafforzamento della filiera dal campo alla tavola con la sottoscrizione, da parte dei contadini, di un rigoroso disciplinare di produzione dove ad essere regolamentate sono le caratteristiche del terreno, il tipo di grano, l’epoca della semina, le concimazioni e le difese colturali. Parole d’ordine: Genuinità, bontà, sicurezza, ma anche attenzione al benessere e a tutti quei valori che da sempre identificano la figura del panificatore come uno dei mestieri più nobili legati al cibo. Farchioni è una tra le realtà italiane agroindustriali più importanti con un fatturato da 125 milioni di euro, che dal 1780 produce olio, vino, birra, farina a Giano dell’Umbria, nei pressi di Perugia. La scelta di legarsi ai fornai e di dar vita al Gruppo Giovani Panificatori, è dovuta proprio alla condivisione dei suoi valori strategici, con l’offerta ai consumatori di prodotti di qualità etici e sostenibili, rispettosi della salute e dell’ambiente. Il vero segreto resta però quello di mantenere l’equilibrio tra tradizione, innovazione e avanguardia. Il pane fresco artigianale è un impasto composto da pochi e semplici ingredienti. Fondamentali, oltre alla scelta delle farine, appaiono il ritorno al lievito madre, il tipo di lavorazione e la cottura. A costi di produzione più elevati e tempi lunghi di lavorazione, corrispondono una maggiore naturalezza, qualità e digeribilità. La certificazione biologica costituisce poi un ulteriore veicolo di garanzia e un valore aggiunto, premiato, secondo una statistica condotta da Ismea, con un più 20% dei consumi rispetto al prodotto tradizionale, nel solo 2016. il Gruppo dei Giovani Panificatori Farchioni Nato ufficialmente nell’ottobre del 2016, il Gruppo dei Giovani Panificatori è un’associazione il cui intento è la valorizzazione della panificazione di alta qualità attraverso metodi di lavorazione che riportano alla tradizione, al ritorno al lievito madre e all'uso di farine autoctone selezionate. L’obiettivo è quello di divulgare la sapienza artigiana e formare nuove leve pronte ad intraprendere il lavoro dell’arte bianca. Fanno parte del Gruppo: Adriano Albanesi (Il Forno delle meraviglie – Roma); Ivan Mastrone (Ivan, il re del pane - Artena); Giuseppe Bernabei (Gruppo Bernabei); Gabriele Basciani (Panificio Mondial Bread); Domenico Zingarelli (Briciole – Latina); Simone Aureli (Dolce Forno); Mario Maurizi (Forno Maurizi); Carlo Costantini (Il Fornaio di via Cherso); Gruppo CR Spa; Roberto Nicosanti (Panificio Val Melaina – Roma); Corrado Savinelli (L’angolo del Fornaio2); Bruno Chrubini (Maurizi, Largo Giovanni Ansaldo); Daniele Boldrini (Panificio Boldrini La Briciola); Natascia e Fulvia D’Offizi (Gioia e Golò);Edoardo Ansuini (Ansuini Fornai in Roma); Flavio (Sandrino’s Forni evoluti - Roma); Diego Erma (La Panzanella – Roma).




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-03-2017

Riapre il parco Cottignoli-Petrucci in Q4

.

Dopo il Faustinella di Latina Scalo, riapre da domani anche il parco Cottignoli-Petrucci nel quartiere Q4. L’area è stata assegnata temporaneamente all’associazione di Protezione Civile “Noi ci Siamo” che si occuperà di aprire e gestire il parco finché lo stesso non verrà affidato attraverso un bando di gara. Si tratta dunque, come nel caso del Faustinella, di una soluzione provvisoria che consentirà alla comunità di tornare a frequentare l’area verde di Via Cimarosa nell’attesa che la concessione in gestione venga aggiudicata mediante procedura ad evidenza pubblica. Oltre all’apertura e chiusura giornaliera dei cancelli, i volontari dell’associazione si occuperanno, a titolo gratuito, della manutenzione ordinaria del parco e del servizio di guardiania. La richiesta avanzata dall’associazione di Protezione Civile è stata accolta e ritenuta valida anche a fronte della convenzione firmata dal sodalizio con il Tribunale di Latina per lo svolgimento presso l’area di lavori di pubblica utilità da parte di persone condannate, come alternativa al carcere. Il parco sarà aperto dalle 9 alle 18 nel periodo in cui è in vigore l’ora solare, dalle 8 alle 20 nel periodo in cui vige l’ora legale, dalle 8 alle 22 nei mesi di luglio e agosto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

23-03-2017

Latina in Cucina per i ragazzi della Diaphorà

.

Un corso di tecniche di cucina di base per i giovani dell'associazione Diaphorà idoneo per l'ingresso nel mondo del lavoro. Questo il regalo dell'associazione Latina in Cucina che ha voluto dare un contributo all'inserimento lavorativo di questi giovani dalle potenzialità uniche: «per noi collaborare con Chiara, Graziella e Lorenzo è stata un'esperienza meravigliosa; con le loro disabilità abbiamo lavorato serenamente, crescendo insieme. L'arte in cucina si impara, certamente, ma noi pensiamo che ci voglia una buona dose di talento e questi giovani volenterosi ce l'hanno. Fa piacere che ci abbiano dato la possibilità di aiutarli a crescere e a porre le basi per un futuro lavorativo fatto, lo speriamo, di tante soddisfazioni. Unico il lavoro dello Chef Ciro Murolo, molto professionale ed estremamente umano». Lo scorso sabato, presso la sede dell'associazione Diaphorà, si è svolta la cerimonia ufficiale di consegna degli attestati del corso che si è tenuto nei mesi di febbraio e marzo presso il centro con sede in via Fogliano. L'iniziativa dell'associazione culturale Latina in Cucina ha voluto così promuovere di fatto l'integrazione attraverso uno dei suoi corsi base di cucina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Manutenzione aree verdi, sponsor anche per Piazza Buozzi, Piazzale Prampolini e due rotonde in Q5

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Dopo Piazza Roma, anche le aree a verde di Piazza Buozzi e Piazzale Prampolini e le due rotonde in viale Pier Luigi da Palestrina, nel quartiere “Nascosa”, sono state adottate da privati tramite accordo di sponsorizzazione siglato con l’Amministrazione Comunale. Con delibere approvate lo scorso 14 marzo e pubblicate oggi sull’Albo Pretorio, la Giunta ha accettato le proposte presentate dal Consorzio Nazionale Servizi Integrati per la manutenzione ordinaria per un anno delle aree verdi di Piazza Buozzi e Piazzale Prampolini, dal Laboratorio Diagnostica Medica S.r.l. (Redimedica) per la sistemazione e gestione del verde sulle due rotatorie nel quartiere Q5 per la durata di cinque anni. La cura delle suddette aree e le spese per gli interventi in programma saranno a carico dei due sponsor cui sarà consentito di esporre, nei pressi delle aree adottate, cartelli che pubblicizzino l’opera di riqualificazione. In particolare, per la piazza di fronte al Tribunale e Piazzale Prampolini saranno garantiti la ripulitura e il taglio del prato e delle siepi, la potatura delle piante, la raccolta e lo smaltimento in discarica del materiale di risulta.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Scorte alimentari per la mensa parrocchiale e le famiglie in difficoltà di Borgo Sabotino

.

Sono state consegnate alla parrocchia di Borgo Sabotino le derrate alimentari raccolte nei mesi scorsi dalla Protezione Civile per i Comuni terremotati del centro Italia risultate eccedenti. Don Giuseppe Quattrocicchi, parroco della chiesa della frazione, ha rappresentato all’ufficio comunale della Protezione Civile l’esigenza di reperire generi alimentari per la mensa allestita nella parrocchia e gestita dalla Caritas locale. Gli uffici hanno accolto la richiesta fornendo un considerevole quantitativo di scorte alimentari e beni di prima necessità avanzati dalla raccolta a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma, alcuni prossimi alla scadenza. Oltre alla mensa giornaliera i prodotti saranno consegnati alle famiglie del Borgo in stato di indigenza e di bisogno al fine di colmare in parte le difficoltà quotidiane incontrate dalle stesse. La consegna è avvenuta questa mattina, alla presenza del Vicesindaco Maria Paola Briganti, delegata alla Protezione Civile.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

La redazione di Comunicare il Territorio ricorda Rita Calicchia

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Il 25 marzo Rita Calicchia avrebbe spento 58 candeline. Dopo la sua scomparsa, avvenuta nel 2013 a causa di un male che non le ha lasciato scampo, il giornalismo pontino ha perso una delle rappresentanti più amate e più appassionate che abbia mai avuto. Scrittrice, giornalista, responsabile per molti anni dell’ufficio stampa del Comune di Latina, è stata per molti anni il volto che ci ha raccontato croci e delizie della nostra Provincia. La vogliamo ricordare con quel suo sorriso disarmante, che all’improvviso la illuminava e le rischiarava l’espressione seria e pensierosa del viso, pronta a ripartire. Rita era così, presente e appassionata in ogni cosa che faceva, era sempre in prima linea, sorretta da un’affezione viscerale per il proprio territorio ed il proprio lavoro, che per lei significavano l’essenza stessa della vita. Essere in armonia con la propria terra, nonostante le mille contraddizioni di questi luoghi, voleva dire, per una giornalista come lei, prendersi cura di un territorio che ancora si leccava le ferite da una natura impervia da cui era stato partorito, un territorio che con orgoglio era riuscito ad avere la meglio su fango e malaria, ma che ancora necessitava di cure come un bimbo in convalescenza. Lei queste cose le sapeva raccontare sulla carta e in video, sapeva come far arrivare una notizia dritta allo stomaco, con una forza narrativa che sapeva adoperare ad arte, da vera stratega della comunicazione. Ci ha lasciato un’infinità di pubblicazioni e di documentari che oggi sono l’anima di questa terra, prove indelebili del suo amore per Latina, per i suoi comuni, per la sua gente. Raccontare il suo territorio era stata da sempre una priorità, raccogliere informazioni e testimonianze, descrivere le viscere di questa comunità attraverso la politica, la tradizione, andando a fissare i gesti, le voci, i pensieri della gente, inglobati in migliaia di video, le ha permesso di creare quel patrimonio incredibile che è oggi l’archivio straordinario della Redazione di Comunicare il Territorio TV, testata giornalistica e prima TV web della provincia di Latina che ha voluto insieme ad Amilcare Milani e di cui è stata sino alla fine, lo straordinario Direttore. (Redazione Comunicare il Territorio TV)




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Latina, omaggio a Antonio Carlos Jobim

.

Continuano gli appuntamenti con la musica a cura dell'Associazione Culturale Eleomai in attesa della nuova edizione de I Salotti Musicali 2017. La Bossa-nova come l'abbiamo sempre ascoltata lascia spazio ad una visione sempre più moderna e colta della musica di Jobim, così permeata di spunti compositivi novecenteschi. Il pianista italiano Giacomo Ronchini li sottolinea nei suoi arrangiamenti e improvvisazioni con veri e propri sviluppi compositivi dei temi svelando le influenze europee attraverso un'atmosfera minimalista tipicamente “rive gauche” di fine anni '50. I più bei songs del Maestro di Rio, da The girl from Ipanema a Desafinado, da Samba de uma nota sò a Corcovado si succedono in un unico respiro con la narrazione unica e avvincente del recital pianistico. In programma Samba do aviao, Tereza my love, Triste, Insensatez, The girl from Ipanema, Samba de uma nota so, A felicidade, Desafinado, Aguas de março, Chega dex saudade, Wave, Choro, Stone flower, Corcovado, Agua de beber. Costo del biglietto: € 10 Prevendita: Amadeus in Via Neghelli (on line su www.boxofficelazio.it) Info line 338 4874115




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Hanno giurato i giovani medici e odontoiatri della provincia di Latina

.

Presso la sala San Marco della Curia vescovile, in Piazza Paolo VI a Latina, hanno prestato giuramento i giovani medici e gli odontoiatri della provincia di Latina. La manifestazione organizzata dall’ordine dei medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia presieduto dal dott. Giovanni Maria Righetti ha visto la partecipazione della presidente FNOMCeO Roberta Chersevani e del presidente CAO Nazionale Giuseppe Renzo oltre che del prefetto di Latina, Sua Eccellenza Pierluigi Faloni e del sindaco di Latina Damiano Coletta. Particolarmente ricca la scaletta di questa edizione che si è aperta puntualissima alle dieci, sulle note dell’Inno d’Italia, intonato dalla banda musicale G. Rossini Città di Latina diretta dal maestro Alberto Amidei, per proseguire poi con la proiezione di “Latina: storia di un ospedale che non c’è più”. Il docufilm prodotto dall’ordine dei medici da un’idea del dott. Righetti, racconta la storia di un territorio che è nato e si è sviluppato intorno ad una postazione antimalarica. Bello l’apprezzamento del Prefetto Faloni che incoraggiando i ragazzi nella loro professione li ha invitati alla conoscenza perché ha sostenuto: “Solo avendo una precisa conoscenza di ciò che accade sul territorio, si può essere pronti ad intervenire in quella, che oltre ad essere una professione, è anche una missione”. Non da meno il sindaco Coletta che invitando e spronando i ragazzi ad essere seri e coscienziosi professionisti, nel rispetto della vita, ha precisato che: “Il compito del medico non è dare più anni alla vita ma dare più vita agli anni”. Tema portante della manifestazione “Il recupero del ruolo sociale e politico della professione e l’orgoglio di essere medico” e, sull’orgoglio di essere medico, belle le parole del Presidente del Corso di Laurea di Medicina di Latina Carlo Della Rocca che ha elogiato i medici che operano in qualsiasi condizione “anche sul pavimento di un pronto soccorso, se ne va della vita di un paziente” e, sull’onda delle emozioni è stato premiato il dott. Italo Paolini, il medico di Arquata del Tronto che, con un team di collaboratori, ha attivato uno studio container aperto h24, per i due mesi di emergenza post terremoto, offrendo alla popolazione: “Soprattutto un punto fermo. Per i terremotati, per chi aveva perso tutto, sapere che lì c’era il suo medico per parlare è stato un importante punto di forza”. Sul palco, a ritirare l’Esculapio d’argento, prima i giovani odontoiatri, iscritti al rispettivo albo nel periodo 2015/2017. I dati rilevati hanno registrato 26 iscritti dei quali, il 50% ha conseguito la laurea in Spagna e Romania. Esculapio d’argento anche per i giovani medici chirurghi. Degno di nota lo studio statistico presentato dalla dott.ssa Mariella Salomone, consigliera dell’Ordine, che ha rilevato le aspirazioni professionali di ciascun neo iscritto (specializzazioni, etc.) Per la prima volta dopo 10 anni non si è registrata una netta prevalenza di donne medico. Il 72% dei nuovi medici iscritti all’ordine, proviene dalla facoltà di medicina e farmacia dell’università la Sapienza di Roma, di cui la metà dal canale E del Polo Pontino. Caduceo d’oro invece per gli odontoiatri iscritti all’albo 30 anni fa, periodo in cui è stato istituito un albo separato da quello dei medici. Ed Esculapio d’oro anche per i Medici Chirurghi che hanno celebrato 40, 50 e 60 anni di carriera. Tutti hanno rinnovato la loro promessa professionale, al fianco dei giovanissimi che hanno giurato per la prima volta, impegnandosi a salvaguardare la salute dei cittadini.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

La storia della nostra terra in versi per la 17° Giornata Mondiale della Poesia

.

In prima linea i poeti pontini per la 17ª edizione della Giornata Mondiale della Poesia, in programma a Latina Sabato 25 marzo alle 16.00 nella sala conferenze del Museo della Terra in piazza Quadrato. L’evento ad ingresso libero è promosso e organizzato dal Premio Nazionale di Poesia Versi in Libertà con la collaborazione di ARTE, Associazione Ricerca Territorio Educativo e l’Associazione Culturale Pontina. L’incontro prenderà il via con una speciale visita guidata del Museo della Terra e dopo i saluti del presidente del Premio Nazionale di Poesia Versi in Libertà Angelo D’Onofrio, tutti i poeti pontini che hanno aderito alla manifestazione declameranno le loro poesie, in vernacolo e in Italiano. La giornata della poesia, voluta dall’Unesco 18 anni fa, si celebra tutto il mondo ogni anno il primo giorno di primavera ed è stata istituita in quanto l'Unesco si riconosce all'espressione poetica un ruolo privilegiato della promozione del dialogo interculturale, della comunicazione e della pace. I poeti pontini attraverso le loro opere racconteranno uno spaccato di vita vissuta e sottolineeranno con sfumature sottili la storia e le tradizioni che distinguono il nostro variegato territorio, per l’occasione sarà presentato anche il libro di Franco De Angelis “La colonizzazione dei terreni incolti”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Il Palato della Memoria, l’ultimo libro di Roberto Campagna verrà presentato ad Aprilia

domenica 26 marzo alle 17:30, presso l’Associazione La Giostra dei Colori

Dodici racconti in bilico tra presente e passato. Pubblicato da Castelvecchi di Roma, Il Palato della Memoria, l’ultimo libro di Roberto Campagna, sarà presentato domenica 26 marzo alle 17,30 ad Aprilia, presso l’Associazione «La Giostra dei Colori», in via Ugo Foscolo, 6. Oltre all’autore, interverranno il poeta Antonio Veneziani, gli scrittori Maurizio Valtieri e Ignazio Gori e la poetessa Antonella Rizzo. I racconti, come una ragnatela, prendono il lettore e lo portano nella adolescenza e nella giovinezza del protagonista e dentro la sua piccola «banda di amici». La scrittura è elegante e avvolgente e ogni racconto - tutti indipendenti e tutti uniti dal filo della memoria, del luogo e dei personaggi – tratta un piatto o un prodotto della tradizione gastronomica (da non dimenticare che Roberto Campagna è un esperto di cibo, al quale ha dedicato svariate pubblicazioni). La letteratura popolare, e in particolar modo il racconto orale, in questo libro di Campagna si coniugano insieme in uno squisito pamphlet di ricordi pseudo autobiografici. Campagna, giornalista e sociologo, è un vero scrittore «popolare», se con popolare si intende il lascito che la memoria imprime nella tradizione del saper narrare, con ironia e arguzia, episodi cruciali, in grado di sintetizzare una comunità e le sue tradizioni, i suoi sapori tipici e trasformarli in emozioni viventi, immortali. I luoghi delle memoria di Campagna sono quelli dei Monti Lepini e i suoi paesi. Ma sono anche alcune zone del Mar Adriatico e del Lago di Bracciano, che tracciano l’anima e cristallizzano il ricordo, tra favola e cruda realtà, come ne La strada di Federico Fellini. Il Palato della Memoria è un libro pseudo autobiografico perché Flavio, il protagonista dei dodici racconti, è il riflesso nostalgico dello stesso autore; è infatti negli occhi di Flavio che Campagna ripercorre luoghi e sapori passati, forse scomparsi o in via di sparizione, ma indelebili nella sua memoria di ragazzo nel pieno della vita. I ricordi sono fatti di odori e gusti sopiti nel tempo e Campagna, con la sua verve narrativa frizzante e ironica – l’autore ha la capacità di scrivere una lingua corrente, colloquiale, senza risultare volgare – impasta le sue storie come ricette di cucina, usando lo stesso timbro scanzonato di un Balzac e lo fa trasportando il lettore – anche il lettore estraneo ai luoghi e ai piatti citati – nel suo mondo provinciale di nostalgiche disillusioni politiche, di scorribande canagliesche, di scherzi e alambicchi giovanili, di ripicche e fughe e amorazzi scollacciati. Leggendo dunque Il Palato della Memoria non si può non pensare a una tenerezza antica – ma come fa la tenerezza a non essere anche gioia rabbiosa per un tempo ormai perduto? – e soprattutto a una operazione di recupero sociale e culturale, a un Amarcord che vuole farsi scatola magica, scrigno di ricordi, perché il vero miracolo dell’uomo è sapere di appartenere ad un luogo e di portarselo sempre dentro. Roberto Campagna, sociologo e giornalista, di mestiere fa il comunicatore. Direttore della rivista Noi/Altri, collabora con il quotidiano Latina Oggi. Tra i suoi libri: Alle Fontane-storie di panni di paese, E così fu, 101 filastrocche in fila per 1, A Via Fontana dell’Oro e Il Sapore della Palude. Suoi racconti compaiono nelle antologie Buon Anno e Felice Anno Nuovo e Sorridi Siamo a Roma.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Omaggio a Antonio Carlos Jobim Venerdì 7 aprile, alle ore 21 | Latina - Circolo Cittadino

.

La Bossa-nova come l'abbiamo sempre ascoltata lascia spazio ad una visione sempre più moderna e colta della musica di Jobim, così permeata di spunti compositivi novecenteschi. Il pianista italiano Giacomo Ronchini li sottolinea nei suoi arrangiamenti e improvvisazioni con veri e propri sviluppi compositivi dei temi svelando le influenze europee attraverso un'atmosfera minimalista tipicamente “rive gauche” di fine anni '50. I più bei songs del Maestro di Rio, da The girl from Ipanema a Desafinado, da Samba de uma nota sò a Corcovado si succedono in un unico respiro con la narrazione unica e avvincente del recital pianistico. In programma Samba do aviao, Tereza my love, Triste, Insensatez, The girl from Ipanema, Samba de uma nota so, A felicidade, Desafinado, Aguas de março, Chega dex saudade, Wave, Choro, Stone flower, Corcovado, Agua de beber. Costo del biglietto: € 10 Prevendita: Amadeus in Via Neghelli (on line su www.boxofficelazio.it) Info line 338 4874115 Giacomo Ronchini, diplomatosi al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con il massimo dei voti e la lode, si è perfezionato con B. Petrushanskij e il Trio di Trieste. Ha esordito a soli tredici anni nel concerto K 414 di Mozart sotto la direzione di Daniele Gatti vincendo negli anni successivi le audizioni dell’Orchestra RAI e Pomerriggi Musicali con le quali esegue i Concerti di Mozart, Schumann, Liszt, Rachmaninoff. Fin da giovanissimo frequenta l’Accademia d’archi di Cremona dando il via a diverse formazioni cameristiche, dal Duo al Quartetto, che si impongono all’attenzione del pubblico delle più prestigiose stagioni concertistiche italiane ed estere: Milano (Sala Verdi del Conservatorio per la Società dei Concerti, Sala Bramantesca di S. Maria delle Grazie, “Auditorium”per laVerdi), Torino (Salone della Musica in diretta Radio), Palermo (Politeama), Roma (Stagione del Gonfalone), Trieste (Teatro Rossetti, Museo Revoltella), Asolo (Festival Internazionale di musica da camera), Città di Castello (Festival delle Nazioni), Jesi (Teatro Pergolesi), Treviso (Teatro Comunale), Amalfi (Festival pianistico Internazionale), Siena (Accademia Chigiana), Genova (Palazzo Ducale), Gorizia (Auditorium della Cultura Friulana), Codroipo (Villa Manin), Busseto (Sala Barezzi), Modena (Teatro Comunale), Lecco (Music Festival), Brescia (Fondazione Romanini), Savona (Teatro Chiabrera), Carpi (Teatro Comunale), Bergamo (Sala Piatti), Lipari (Teatro greco), Blonay per le “journées Paul Hindemith”; Amsterdam (Keizersgrachtkerk), Kamnik, Kiev (Sala Lignea del Conservatorio di Stato), Londra (Purcell Room). Tra gli ultimi importanti riconoscimenti si ricordano l’invito da parte della Philarmonia Orchestra alla Royal Festival Hall di Londra, il diploma d’onore dell’Accademia Chigiana di Siena e il premio “Nuove Carriere” organizzato dal CIDIM-Unesco.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Presentato il 10° volume dell’Antologia dei Poeti pontini

.

Posti in piedi alla presentazione della 10° edizione dell’Antologia dei Poeti del Territorio, la sala convegni del Museo della Terra Pontina in piazza del Quadrato a Latina era stracolma di gente, tutti avevano in mano l’ambito volume. A promuovere la manifestazione oltre all’Associazione culturale Nuova Immagine di Latina il Club per l’UNESCO di Latina l’AssoEditori – Latina, l’Accademia Premio Immagine Latina e il Club dei Poeti e Scrittori. Hanno aderito all’iniziativa anche l’Associazione Culturale Smart e l’Associazione Culturale Ieri Oggi Domani. Al tavolo dei relatori Franco Borretti, presidente dell’Associazione culturale Nuova Immagine di Latina, Mauro Macale presidente del Club per UNESCO di Latina, Emanuela Belardi docente di musica, Daniela Carfagna Bibliotecaria, Adolfo Gente giornalista e Marco Lo Russo musicista fisarmonicista. Centotrenta i poemi a tema libero raccolti nel volume che, in lingua italiana e vernacolo, hanno raccontato la nostra storia e le nostre emozioni. La più giovane poetessa dell’antologia Chiara Ellul Cardone ha “ancora 11 anni” come ha detto nel presentarsi. “E’ bello vedere una così grande partecipazione – ha esordito Franco Borretti, presidente dell’Ass. Nuova Immagine – la vostra presenza ci ripaga degli sforzi sostenuti per realizzare l’antologia che per quest’edizione è stata pubblicata anche grazie ai fondi regionali, stanziati per ‘Libri da scoprire’ la manifestazione di Sabaudia”. “Uno degli obiettivi dell’Unesco è promuovere il dialogo interculturale, della comunicazione e della pace – ha proseguito Mauro Macale, presidente del Club per UNESCO di Latina - attraverso la poesia, ci avvaliamo di un modo privilegiato per comunicare i sentimenti e raggiungere il nostro obiettivo”. Macale ha poi letto, in anteprima Nazionale, il messaggio della direttrice dell’Unesco di Parigi Irina Bokova, nel quale venivano richiamati i valori fondanti della Giornata Mondiale della Poesia arrivata alla 17^ edizione. La poesia, così come la musica, hanno il potere di raggiungere il nostro inconscio con una maggiore facilità cosi come ha sottolineato Emanuela Belardi, che ha parlato anche di quanto la musica attinga e abbia attinto dalla poesia per realizzare alcune delle più belle canzoni. La manifestazione si è conclusa con la consegna di una targa ad uno degli ultimi pionieri della bonifica e combattente dell’ultima guerra Coriolano Caprara, di 97 anni residente a Borgo Vodice e, con l’esibizione del gruppo dei Musicantiere diretto da Laura Perazzotti che ha intonato alcune delle più belle canzoni dei bonificatori della nostra terra.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Al via il concerto/spettacolo «Canzoni e Utopie Tour» con la band di musicisti di Sezzeewdd

.

Due ore di musica e di atmosfere intense in cui la canzone cantautoriale, la poesia e le immagini diventeranno un tutt’uno. Il concerto/spettacolo «Canzoni e Utopie tour» partirà dal Teatro comunale «Francesco Torti» di Bevagna, in provincia di Perugia, il 15 aprile per poi girare in tutt’Italia. Spettacolo che è stato costruito intorno alle dodici parole che titolano i mesi del calendario 2017 pubblicato dalla Cooperativa Utopia 2000 onlus di Sezze e che hanno ispirato Antonio Veneziani nello scrivere altrettanti poesie. A ogni parola poi sono state abbinate tre canzoni di cantautori italiani. Queste le dodici parole: autostrada, visioni, altrimondi, bellezza, costruire, isola, sogni, radio, viaggi, follia, indignazione, miraggi. Invece i musicisti, tutti di Sezze, che compongono la band sono Andrea Frainetti (batteria), Peppe De Angelis (basso), Mauro Di Capua (chitarra elettrica), Agostino Garofalo (tastiere). Massimiliano Porcelli (chitarra, armonica e voce). Band che eseguirà canzoni di Fabrizio De Andrè, Edoardo Bennato. Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Pino Danieli, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri, Luca Carboni, Roberto Vecchioni, Claudio Baglioni, Eugenio Finardi, Jovanotti e gli Stadio. Durante la loro esecuzione, saranno proiettate alcune immagini i cui i protagonisti sono i ragazzi ospiti delle strutture per minori che la Cooperativa Utopia 2000 onlus gestisce a Gualdo Cattaneo, Spello e Roccagorga. Anche i vocaboli evocativi del concetto di Utopia tra i quali sono state scelte le dodici parole che titolano il calendario e intorno alle quali ruota lo spettacolo per l’appunto, erano stati indicati dagli stessi ragazzi e dagli operatori delle strutture. Le dodici poesie saranno lette dall’attrice setina Marina Eianti.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

22-03-2017

Latina si tinge di mille colori, arriva la prima festa dedicata solo ai fiori e piante

24/25/26 marzo in piazza del Popolo

Latina si tinge di mille colori, arriva la prima festa dedicata solo ai fiori e piante " Latina in Fiore". Rappresenta un grandissimo evento primaverile e una straordinaria vetrina per l’intero settore florovivaistico. Per tre giorni il centro della nostra cittadina si trasformerà in un caleidoscopio di colori, profumi e suoni. Le principali vie del centro vengono ricoperte per l'occasione da piante e fiori di ogni tipo. La kermesse rappresenta un'edizione unica per quanti hanno il pollice verde ed è l'occasione adatta per fare shopping di gerani, petunie, garofani, fucsie con cui decorare i propri terrazzi e giardini. Ma non solo troverai a prezzi convenienti piantine da orto con tutta un'ampia gamma di erbe aromatiche come la salvia, il timo, la maggiorana, il rosmarino, la lavanda, l’erba cipollina, il basilico, coriandolo, la menta, la maggiorana e l’origano. Un’importante occasione per conoscere i migliori vivaisti e produttori locali, oltre agli ultimi prodotti nel campo della floricoltura, ci si potrà avvalere delle competenze di esperti giardinieri e agronomi sempre pronti a dare consigli per quanto riguarda le piante da giardino e da frutto.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

20-03-2017

L'evento SKY WINE approda a Terracina per l'edizione 2017

.

Il primo appuntamento del 2017 della nota manifestazione di valorizzazione enologica "SKY WINE", si svolgerà tra poco più di due mesi presso la Città di Terracina, più precisamente nel weekend di sabato 13 e domenica 14 maggio. Il magnifico e millenario Centro Storico sarà la superba cornice alla degustazione di vini provenienti dal nostro territorio e da altre località. La tradizionale kermesse itinerante giunge alla 10^ edizione, con la continua riscoperta dei centri storici della Provincia di Latina, mediante l'ideazione di “inconsueti” e caratteristici percorsi enologici. La scelta della Città di Terracina come ubicazione dell’evento è voluta sia per la grande ricchezza di storia e cultura, sia perché il luogo rappresenta la tradizione vitivinicola nostrana con la presenza di uno dei vitigni autoctoni più rinomati e conosciuti: il “Moscato di Terracina” per il quale è stata riconosciuta la relativa zona di produzione DOC. Le location prescelte, site nel cuore del ricco centro storico del paese, coniugheranno la storia dei luoghi e la volontà di conferire importanza ed eleganza alla presentazione dei prodotti nostrani, autentici tesori delle nostre terre. Al vino saranno infatti affiancate degustazioni di altre preziose eccellenze agroalimentari del nostro territorio. Nel percorso enologico avente come tema “La riscoperta degli autoctoni”, il vino si racconterà con storie, profumi e tradizioni con partenza dall’agro pontino ed un successivo sguardo rivolto alle altre provenienze geografiche sia vicine che distanti. Novità dell'edizione è senz'altro l'introduzione di una giornata aggiuntiva (lunedì 15 maggio dalle 10.00 alle 14.00) riservata esclusivamente agli operatori di settore appositamente invitati (albergatori, ristoratori, esportatori, enoteche ecc.) al fine di incentivare le eventuali relazioni commerciali. Gli idonei strumenti di una degustazione di qualità, “calice e tracolla” saranno forniti al pubblico con una esclusiva personalizzazione a tema in onore della città ospitante. Nelle due giornate sono inoltre previsti quattro convegni di approfondimento enologico sulle caratteristiche dei vitigni autoctoni e due correlate presentazioni letterarie. Nei percorsi esterni di collegamento, tra gli edifici destinati ad ospitare le aziende espositrici (Palazzo della Bonificazione – Atrio del Palazzo Comunale – Palazzo del Vescovado), vi saranno intrattenimenti con la presenza di artigiani, musica ed i giocolieri del fuoco “Fire Animation”. La manifestazione prevede nel weekend l’apertura al pubblico dalle 17.00 alle 24.00. L'evento tra gusto e riscoperta storico-artistica della città è promosso dall'Associazione “Gradazione Tredici" in collaborazione con il Comune di Terracina.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-03-2017

Studenti in visita al Comune di Latina

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO

Più di 90 alunni della scuola media Giovanni Cena sono arrivati in Comune questa mattina per una visita guidata al Palazzo municipale. I ragazzi, studenti di terza media presso l’Istituto di via Lepanto, sono stati accolti dal dottor Luigi Terriano’ dell’ufficio Affari Istituzionali che ha illustrato loro la macchina comunale, gli spazi in cui abita ed opera, il lavoro quotidiano portato avanti da dipendenti e funzionari. Con questo primo appuntamento si apre un percorso voluto dal Sindaco Damiano Coletta per dare l’opportunità agli alunni di Latina di “toccare con mano” i luoghi in cui si svolge l’attività politica ed amministrativa della città attraverso un tour guidato all’interno del Municipio. L’iniziativa è rivolta ai ragazzi delle classi quinte delle scuole primarie, alle classi terze delle scuole secondarie di primo grado e alle classi quarte e quinte delle scuole superiori. «Gli studenti delle nostre scuole – sottolinea Coletta – rappresentano una risorsa preziosa per Latina. Confrontarsi con loro, rispondere alle loro domande, soddisfare le loro curiosità è importante perché è con il dialogo e la conoscenza che si può sviluppare quel senso di appartenenza e di critica essenziale in ogni cittadino libero». Il Sindaco, tramite una lettera, ha invitato i dirigenti scolastici degli Istituti ad aderire, qualora fossero interessati, scrivendo all’indirizzo di posta elettronica segreteria.sindaco@comune.latina.it. La prossima visita con gli alunni delle scuole primarie “De Amicis” e “Montiani” è in programma per mercoledì 22 marzo alle 9.30; stesso orario per il tour del 24 marzo che coinvolgerà altre tre classi del plesso “Montiani”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

18-03-2017

XVIII edizione del Premio Frumento d’oro le vincitrici sono: Giovanna Cuomo e Mariana Sirbu

.

Un teatro gremito ha accolto le due vincitrici del Premio “Frumento d’oro” edizione 2018: Giovanna Cuomo e Mariana Sirbu. La cerimonia di premiazione si è tenuta il 17 marzo all’interno della cornice artistica di “Un’Orchestra a Teatro”, grazie alla preziosa collaborazione dell’organizzazione del Premio presieduto da Rita Salvatori, con il Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina e la Fondazione Campus Internazionale di Musica, guidata da Luigi Ferdinando Giannini. Il “Premio Frumento d’oro”, ormai diventato “maggiorenne”, è stato ideato dall’architetto Patrizia Fanti, con lo scopo di rendere omaggio alle donne che si sono particolarmente distinte per professionalità, capacità imprenditoriali e attività sociali e culturali. La Presidentessa del Premio, la dottoressa Rita Salvatori e l’intera giuria, composta da: Patrizia Fanti, Vanda Bellini, Anna Maria Bersezio, Silverio Guarino, Franco Borretti, Patrizia Petti, Layla Barrucci, Daniela Gnessi, Roberta Giardini e Stefania Petrianni hanno scelto di assegnare il prestigioso riconoscimento, a due donne: Giovanna Cuomo e Mariana Sirbu. Giovanna Cuomo, responsabile del marketing presso l’industria Latticini Cuomo si legge nelle motivazioni della giuria: “è una donna giovane, discreta, molto riservata ma tenace e determinata e grazie a queste qualità essenziali riesce a tenere viva la tradizione di un’impresa familiare trasmessa di generazione in generazione e a traghettarla nella sfida della globalizzazione”. Anche quest’anno, in virtù del felice connubio creatosi negli anni con il Conservatorio e il Campus, l’organizzazione del Premio ha deciso di attribuire uno dei riconoscimenti deliberati dalla giuria a una donna che si è distinta per il suo impegno nel mondo della musica: Mariana Sirbu. Mariana ha iniziato giovanissima la carriera concertistica ottenendo numerosi premi internazionali, quali: “G. Enescu” (Romania), “C. Flesch”(Londra), “M. Canals” (Barcelona) e dal 2002 è Professore, titolare di cattedra di violino, alla Hochschule für Musik und Theater “Felix Mendelssohn Bartholdy” di Lipsia. Durante la cerimonia, alle due vincitrici sono state consegnate le prestigiose “spighe d’oro” tra gli applausi dei presenti. La giuria nella serata ha annunciato che nella prossima edizione, sarà attribuito un terzo premio dedicato a donne che decidono di assumersi la responsabilità di dare continuità alle aziende di famiglia, ed ha deliberato di intitolare tale sezione del premio a Rosa Agresti imprenditrice capace e sensibile, scomparsa lo scorso anno.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-03-2017

Gli eventi in programma a Cisterna con la Blues Eventi

.

La Blues Eventi è un’agenzia che si occupa della realizzazione di spettacoli. Una società specializzata nella produzione di manifestazioni artistiche, nell'organizzazione e nell'ideazione di eventi grazie ad un equipe in grado di garantire la massima professionalità in ogni fase dell'evento, dall’ideazione alla progettazione fino alla sua realizzazione e comunicazione. Organizziamo spettacoli ed eventi a Cisterna di Latina. L’ obiettivo principale è quello di sviluppare intrattenimento esclusivo e di grande impatto diretto ad ogni genere di pubblico in modo da far diventare il nostro paese un polo artistico di livello nazionale, un modo per offrire l’opportunità di vivere lo spettacolo “in paese” senza doversi spostare in altri comuni. La nostra sede è a Cisterna di Latina, città d’arte e cultura che offre importanti mete turistiche quali I Giardini di Ninfa, monumento naturale considerato fra le aree verdi più belle del mondo, il cinquecentesco Palazzo Caetani con le sue famose grotte, il museo del Buttero legato all’antica tradizione equestre del paese, per non dimenticare poi la grande produzione agricola che si esprime con il kiwi, che ha reso famoso il nome della città nel mondo grazie all’ottima qualità che viene prodotta nelle campagne di Cisterna, insomma, una città che alimenta da sempre le nostre idee e la nostra creatività in continuo movimento. Blues Eventi nasce per offrire un servizio di spettacolo e divertimento, il cui obbiettivo principale è la completa e totale soddisfazione del pubblico che sceglie i nostri eventi delle nostre esclusive location. La motivazione che ci ha spinti a scommettere su questo progetto è la voglia di esprimere al meglio la nostra creatività, la grande passione che nutriamo nei confronti del nostro lavoro. L’ideazione, la progettazione e l’organizzazione di ogni spettacolo ed evento è una sfida che ogni volta poniamo a noi stessi. Tra gli spettacoli in programma Maurizio Battista in “Che sarà? Boh” il 29 aprile al palazzetto San Valentino e Massimo Ranieri in " Sogno e Son Desto...In Viaggio" il 24 giugno dalle ore 21.30 presso l'Area ex Nalco in Via delle Province a Cisterna di Latina. Info e prevendite: 3886385070 – 0683089377, oppure presso i nostri uffici in Corso della Repubblica 270.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-03-2017

Domenica 73° esodo Cistercense

.

Giornata di celebrazioni, quella di domenica, a Cisterna di Latina per l’anniversario dell’Esodo Cisternese. Il 19 marzo di 73 anni fa, infatti, la popolazione di Cisterna fu costretta dai soldati tedeschi a lasciare le proprie dimore per un cammino disperato verso una sorte sconosciuta. Fu anche la data che segnò l’inizio della distruzione del paese scelto come teatro di durissimi scontri armati e bombardamenti tra l’avanzata angloamericana e il fronte di difesa delle truppe tedesche. Per questo l’Esodo Cisternese è ancora oggi un evento carico di significati, simbolo dei sacrifici e drammi subiti dalla popolazione civile. E per ricordarli l’Amministrazione ha organizzato per domenica una serie di appuntamenti presentati nel corso di una conferenza stampa. La cerimonia avrà inizio alle ore 10:45 in Piazza XIX Marzo con il raduno delle autorità e dei rappresentanti delle associazioni per poi raggiungere il Monumento ai Caduti in guerra e deporre una corona d’alloro dopodiché verrà deposto un omaggio floreale all’interno delle grotte Caetani in onore a tutti coloro che lì trovarono per 44 giorni riparo, ma anche la morte, dai bombardamenti fino all’esodo del 19 marzo. Ci sarà anche una testimone diretta di questi eventi, la signora Milvia Biolcati, di 83 anni, che domenica giungerà appositamente da Bologna per raccontare la sua esperienza da rifugiata nelle grotte. Nel pomeriggio, invece, a partire dalle ore 17, in Aula Consiliare torna il Premio Cisterna. Quasi completamente rinnovata la Commissione oggi composta da Carlo Castagnacci (Presidente), Lucia Mammucari, Pier Luigi Di Cori, Pierfranco Fatati, Mauro Grimaldi, Gianni Salis, Mauro Nasi (segretario). Sarà la prima edizione biennale, con nuovi criteri di selezioni, un numero limitato di premiati, una cerimonia di consegna con delle novità. I premiati di questa edizione saranno: Augusto Campagna promotore dell’Associazione Morti Bianche che tanto ha sensibilizzato l’opinione pubblica e onorato le vittime sul lavoro ispirando il film “Il posto dell’anima” di Riccardo Milani, il docufilm “Happy Goodyear”, la realizzazione di un monumento e l’intitolazione di un largo; il pittore Mario Spigariol autore di artistiche opere rinomate in Italia e all’estero, il gruppo musicale emergente Fuoricontrollo che vanta numerose presenze in Rai e la collaborazione con Maurizio Costanzo; il poeta Umberto Pichi autore tra l’altro della Divina Commedia in dialetto cisternese; la ballerina e coreografa Monica Scalese impegnata anche nel sociale; la famiglia bergamasca dei Trapletti che da decenni ha scelto Cisterna per le proprie attività industriali tra cui i gloriosi marchi Chiorda e poi Bianchi con cui Felice Gimondi vinse il Mondiale del 1973 e il Giro d’Italia nel 1976. “Con questo premio - ha detto il Presidente Carlo Castagnacci - abbiamo voluto dare un riconoscimento puramente simbolico a chi ha operato e opera per la nostra comunità rendendola migliore. Non è stato facile scegliere tra le tante segnalazioni giunte ma posso dire con certezza che avremo candidati meritevoli ancora per molte edizioni”. “Non nascondo - ha commentato il Sindaco Eleonora Della Penna - la soddisfazione di apprendere i nominativi individuati dalla Commissione che opera in assoluta autonomia. Sono tutte persone che per impegno, passione, studio, intuizione, abnegazione e certamente più di qualche sacrificio, hanno portato qualcosa a Cisterna dal punto di vista sociale, artistico, imprenditoriale, storico-tradizionale. Insomma motivo di vanto, orgoglio, prestigio per Cisterna”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-03-2017

Giornata del fiocchetto lilla, il 31 marzo Piazza del popolo

.

Piazza del Popolo si colorerà di lilla il 31 marzo. In quella data infatti anche a Latina si celebra la Giornata del Fiocchetto Lilla, per la lotta ai disturbi del comportamento alimentare, organizzata dall’associazione Diamole Peso onlus con il patrocinio di Comune di Latina e Provincia. Sesta edizione in Italia, quarta volta nel capoluogo pontino. Le dichiarazioni della presidente “Diamole Peso sostiene la campagna nazionale del fiocchetto lilla da 4 anni – sostiene Chiara De Nardis, presidente dell’associazione Diamole Peso –. È stato un successo in crescendo in termini di partecipazione e riscontro e questo mi ha spinta a continuare. Bisogna informare, sensibilizzare e aiutare a comprendere perché i disturbi del comportamento alimentare e l'obesità sono poco conosciuti e troppo spesso ‘sporcati’ dal pregiudizio e dallo stigma. Bisogna superarli e bisogna far comprendere che sono malattie serie ma curabili e che il primo passo per guarire è rompere il silenzio e superare la vergogna”. Il programma La manifestazione prenderà il via alle 21 nella piazza centrale di Latina con la performance di danza della scuola Top Dancing Latina a cura di Maria Grazia Taricone. A seguire è prevista l’esibizione teatrale con gli attori di Palco 19 di Simona Serino. Poi sarà la volta del coro Le Mani colorate di Marilena Boschin, Mariangela Peduto, Letizia Saltarelli con al centro del palco la solista Martina Siraco. Durante tutta la durata dell’evento sarà possibile visitare l’esposizione fotografica Extra-ordinary Life di Marcello Scopelliti. La giornata Un programma denso per celebrare una giornata fortemente voluta dal papà di una ragazza scomparsa nel 2010 a soli 17 anni per problemi legati alla bulimia. Stefano Tavilla, il papà di Giulia, in pieno spirito resiliente, ha trasformato la morte della figlia in un movimento: un anno dopo la morte di Giulia ha creato l’associazione Mi nutro di vita perché chi soffre di disturbi alimentari venga accolto e curato in strutture idonee. La battaglia “istituzionale” Quest’anno poi la giornata si arricchisce di una battaglia e di un significato istituzionale in più: il 15 marzo scorso infatti nella sala stampa di Montecitorio, a Roma, i deputati Umberto D’Ottavio (Pd) e Luca Pastorino (Possibile) hanno presentato una proposta di legge affinché il 15 marzo venga riconosciuto come “Giornata Nazionale contro i disturbi del comportamento alimentare”. L’appuntamento Una vera e propria missione, dunque, che riceverà il suo contributo anche da Latina, invasa di fiocchetti lilla, con l’appuntamento del 31 marzo in Piazza del Popolo a partire dalle 21. Per info basta cercare Diamole peso su facebook.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

17-03-2017

Un convegno di Federlazio Latina per un nuovo approccio tra sistema burocratico e sistema impresa

.

Lunedì 20 marzo, alle ore 15,00, presso la Sala De Pasquale del Comune di Latina, è in programma il Convegno “Il Nodo di Gordio. Da una burocrazia ‘contro’ a una burocrazia ‘per’”, organizzato da Federlazio Latina. Al tavolo dei relatori, oltre al Presidente e al Direttore di Federlazio Latina, Antonella Zonetti e Saverio Motolese, che faranno gli onori di casa, siederanno il Senatore Giorgio Pagliari, relatore del testo di legge sulla Riforma della Pubblica Amministrazione e il Sindaco di Latina Damiano Coletta. A loro il compito di rappresentare il mondo della burocrazia contro il quale gli imprenditori quotidianamente si scontrano e che verrà passato sotto la lente di ingrandimento dell’indagine promossa da Federlazio con il contributo della Camera di Commercio di Roma, al fine di stimolare riflessioni costruttive che possano dare nuova linfa all’imprenditoria locale che recepisce come un freno allo sviluppo i troppi paletti imposti dalle norme che regolano la burocrazia. Lo studio di Federlazio, che sarà avvalorato anche dalle testimonianze dirette di alcuni imprenditori, parte da un dato di fatto, ossia la complessa produzione normativa e regolamentare messa in atto dal nostro sistema politico-istituzionale che ha portato ad una proliferazione legislativa abnorme, talvolta incongruente che invece di aiutare lo sviluppo delle imprese lo rallenta. L’impresa deve essere vista come un soggetto che produce ricchezza e non come un pericolo da ipercontrollare e per aprire la strada allo sviluppo è necessario che burocrazia e impresa viaggino alla stessa velocità. Ma cosa si sta facendo per far sì che il mondo della pubblica amministrazione possa dare risposte celeri ai tanti interrogativi posti dalle imprese locali per agevolare il loro lavoro e quindi la loro capacità di produrre ricchezza? Il Convegno si propone di rispondere a questa ed altre domande che saranno poste dal pubblico ai relatori, al fine di instaurare un dialogo costruttivo che possa aprire la strada ad un nuovo approccio tra sistema burocratico e sistema impresa. Saranno presenti in sala autorità politiche e istituzionali che rappresentano il mondo della Pubblica Amministrazione




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-03-2017

Un nuovo incontro pubblico del cast della Banda della Migliara

.

Il cast della web serie in salsa pontina La banda della Migliara continua il suo iter nei luoghi più frequentati del nostro territorio approdando sabato 18 marzo al centro commerciale Agora, in viale Kennedy, per presenziare all'inaugurazione del nuovo store Ottica Davoli, un altro marchio tutto nostrano e da oltre 10 anni garanzia di qualità e professionalità, che si ingrandisce e si sposta al piano terra in un locale ancora più spazioso e confortevole. Proprio per l'occasione, la Banda di Latina nata dalla penna di Graziano Lanzidei e dall'idea del regista Paolo Toselli, ha confezionato delle sorprese che a partire dalle ore 17.30 animeranno il centro e daranno modo ai numerosi fan dei singolari protagonisti della web serie, impegnati attualmente nelle riprese della seconda edizione, di conoscere personalmente gli autori e il Napoletano, le Lupe, il Benzinaio, l'Infame e gli altri attori del cast, e di scoprire le novità che questa seconda stagione ha in serbo. Non resta dunque che scriversi sull'agenda l'appuntamento di sabato 18 marzo alle 17.30 presso il nuovo store Ottica Davoli, presso il c.c. Agora di viale Kennedy. La partecipazione all'evento è ovviamente libera.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-03-2017

Continuano con successo le conferenze di Unitre, Università delle Tre Età

.

La conferenza, promossa da UNITRE - Università delle Tre Età nell’ambito di un ricco calendario con appuntamenti fino al mese di maggio, sarà tenuta dalla prof.ssa Maria Teresa Caciorgna, ordinario di Storia Medievale Università di Roma Tre, che collabora da anni con istituzioni culturali e scientifiche quali l’Istituto storico italiano per il Medio Evo, La Società Romana di storia patria, l’Istituto di studi romani, l’Ecole Française de Rome, CROMA, e la fondazione Camillo Caetani. L'ambito degli studi e delle ricerche della professoressa Maria Teresa Caciorgna riguarda in particolare la storia sociale, economica e delle istituzioni comunali dell’età medioevale con particolare riferimento all’Italia centrale dei secoli XII-XIV. Un incontro rivolto a tutti i cittadini e appassionati di storia medievale con un’attenzione particolare alle vie e ai castelli del territorio pontino. Ricordiamo che il ciclo di conferenze promosso da UNITRE con l’obiettivo di risvegliare interessi sopiti o mai coltivati, mediante l'attivazione di corsi e di laboratori su argomenti specifici, è sostenuto dall’amministrazione del Comune di Sermoneta con la collaborazione attiva dell’Istituto comprensivo Donna Lelia Caetani. Per tutte le informazioni e la modulistica è possibile consultare il sito http://www.unitresermoneta.it/ Email: unitresermoneta@gmail.com – 328 3781152 Pagina Facebook: Unitre Sermoneta




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-03-2017

PI DAY: una giornata di laboratori di logica, matematica, equilibrio

.

MARTEDI' 14 MARZO presso gli spazi di SPORT '85 in Via Piave a Latina si è svolta la FESTA DEL PI GRECO. 650 bambini e ragazzi delle scuole di Latina, Cisterna e Terracina, accompagnati dagli insegnanti hanno partecipato ad attività, gare, laboratori in base a standard internazionali: dieci postazioni laboratoriali, il gioco del MEMO a ostacoli, la SPIRALE DI ARCHIMEDE, IL PI GRECO A COLORI, il PILISH ovvero la scrittura creativa vincolata, LA QUADRATURA DEL CERCHIO e su tutto il GUINNESS WORLD RECORD. La manifestazione è stata un'occasione di condivisione e comunicazione, un grande sforzo dell'associazione babycampus EDUTAINMENT che ha curato organizzazione e contenuti scientifici: da Didone ad Archimede, passando per altari nuragici e rosoni gotici, cinte murarie ed archi di trionfo, gli educatori hanno accompagnato gli studenti in un percorso entusiasmante per scoprire il senso di una festa che celebra non un numero qualsiasi ma una costante matematica metafora dell'esistenza umana. Storia, cultura, sport, animazione scientifica e tanto divertimento per un grande evento che conferma l'impegno di SPORT '85 per la città, i bambini ed il territorio.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-03-2017

'Teatro Ragazzi' torna al D'annunzio di Latina con uno spettacolo interattivo: C’era una volta, tanti e tanti anni fa….

.

“Teatro Ragazzi di Latina”, una delle realtà associative più longeve della provincia, prosegue con successo la stagione teatrale e presenta un nuovo appuntamento all’interno della rassegna: “Le domeniche a teatro con mamma e papà”. L’iniziativa, pensata per i più piccoli, permette di condividere con la famiglia e con gli amici un momento importante di crescita e divertimento. Con la cura di sempre, la direttrice artistica della rassegna, Melania Maccaferri, ha scelto per l'appuntamento di Domenica 19 marzo 2013, al Teatro D'Annunzio di Latina, uno spettacolo interattivo che incanterà i piccoli spettatori: ”C’era una volta, tanti e tanti anni fa….” Lo spettacolo con la regia di Alessia Sorbello vedrà protagonisti in scena: Viviana Picariello, Alessia Sorbello e Andrea Trovato e i burattini di Daniela Remiddi. Attori e burattini divertenti e colorati attraverso le storie di “Aria “e “ Re Cunegondo”regaleranno tanta allegria pur affrontando un argomento importante e delicato come quello della pace nel mondo. Il pubblico in sala sarà coinvolto in maniera interattiva dagli attori e dai burattini e verrà trascinato in un viaggio fantastico diventando il vero protagonista della scena. info e prenotazioni 3925407500 3292068078 info@teatroragazzilatina.com




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-03-2017

Ad Aprilia, Plethora, l’ultimo libro della poetessa Antonella Rizzo

.

Verrà presentato sabato prossimo, alle 17, nello Studio fotografico Fototanit di Aprilia, «Plethora», l’ultimo libro della poetessa Antonella Rizzo. Oltre a lei, interverrà il poeta Antonio Veneziani. Ecco come lo stesso Veneziani descrive la sua poesia: «Il punto di convergenza dei suoi versi sta nell’esperienza di una parola, declinata con molta attenzione e con una dicibilità che un po’ conduce per mano il lettore e un po’ lo spiazza, mantenendo sempre però un tono re una tenuta ineccepibile. Le parole si sgrovigliano tra causa ed effetto, tra conoscenza e mistero, immancabilmente con una percezione poetica che incanta e incatena alla pagina». Pubblicato dalle Nuove Edizioni Aldine, la casa editrice che fa capo alla Cooperativa Utopia 2000 onlus, il libro è diviso in quattro sezioni: Genesi, Fuori dal corpo, Dell’arte nel corpo (Reciprocità), Eros e Thanatos. Quelli di Antonella Rizzo, in particolare, sono versi fendenti, anche se la sua è poesia studiata, riflessiva. Ma sta proprio qui la sua grandezza. Nella copertina del libro «L’iride del tempo», un’opera della pittrice Emanuela Del Vescovo. Nata a Roma, Antonella Ricco vive a Campoleone. E’ poetessa, scrittrice, docente, giornalista, performer. Ha pubblicato: Il sonno di Salomè (Edizioni Tracce), Confessioni di una giovane eretica (Edizioni Lepisma), Cleopatra. Divina Donna d'Inferno (Fusibilialibri), Iratae pièce teatrale con Maria Carla Trapani (Fusibilialibri). Ha curato i volumi Come fiori di ciliegio e Il morso verde (Racconti dall’invidia, Fusibilialibri). È presente in molte antologie di poesia contemporanea. Infine, scrive recensioni letterarie e musicali sul quotidiano d'informazione on line «Giroma» e cura la rubrica «Indicazioni» sul periodico culturale «Diwali rivista contaminata» e su «Culturamente».




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-03-2017

Arrivano i nuovi professionisti specializzati 
nella gestione delle emergenze post-sismiche

.

Sono stati consegnati gli attestati ai 40 agibilitatori pontini che hanno seguito e superato il corso di specializzazione dal titolo “La gestione tecnica dell’emergenza sismica, rilievo del danno e valutazione dell’agibilità”. Il corso si è concluso già nella primavera 2016 fornendo anche la provincia di Latina di professionisti pronti a intervenire su richiesta dei prefetti, della Protezione civile o delle amministrazioni locali in caso di calamità naturali, tramite l’iscrizione al Nucleo Tecnico Nazionale e alla Sezione Operativa dell’IPE (Ingegneri per l’emergenza) dell’Ordine di appartenenza Durante la cerimonia è stato proiettato un breve filmato che ha illustrato gli interventi degli ingegneri agibilitatori nei territori dell’Emilia colpiti dal terremoto del 2012, mostrando come si è svolto il loro lavoro, le modalità di intervento, etc. Nel corso della cerimonia sono stato consegnati gli attestati alla presenza del Prefetto di Latina dottor Pierluigi Faloni; dell’ingegner Maurizio Liberati, Comandate VV.F. di Latina; della dottoressa Lucrezia Casto, Dirigente area formazione della Protezione Civile; ingegner Patrizia Angeli, Presidente dell’Associazione Nazionale degli Ingegneri per la Prevenzione e l’Emergenza; e del presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Latina, Fabrizio Ferracci. “Latina ha un team specializzato nella gestione tecnica dell'emergenza, nel rilievo del danno e nella valutazione dell'agibilità dopo un sisma e altre calamità naturali nella provincia di Latina come nel resto d’Italia – ha dichiarato il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Latina Fabrizio Ferracci - Un lavoro professionale fondamentale nello stabilire l’agibilità delle strutture, gli interventi da effettuare ed, eventualmente, dare il via libera all’utilizzo di edifici non danneggiati”. Le lezioni, oltre a fornire una formazione generale, hanno approfondito anche i pericoli presenti sul territorio pontino, che ha bisogno di prevenzione non solo nel campo sismico, ma anche idrogeologico e industriale per la presenza di stabilimenti chimici e farmaceutici a rischio di incidente rilevante. Infatti, tramite accordi con le associazioni di categoria i tecnici dell’Ordine stanno già attuando tutta una serie di verifiche sismiche su edifici industriali e produttivi della nostra provincia”. Tornando alle emergenze sismiche, purtroppo ricorrenti nel nostro Paese, ricordiamo che 23 ingegneri agibilitatori di Latina hanno già operato nelle zone del centro Italia colpite dal terremoto del 24 agosto, fornendo 160 giornate di attività sul campo. Dall’inizio del mese di settembre 2016, infatti, non appena terminata la prima fase delle operazioni di soccorso e salvataggio o, purtroppo, di recupero delle vittime del sisma che ha devastato diversi comuni delle province di Rieti, Ascoli Piceno e Perugia, numerosi team di ingegneri agibilitatori dell’Ordine della Provincia di Latina hanno prestato la propria opera nella verifica delle condizioni statiche e dei danni, anche economici, subiti dalle abitazioni che si trovano nel cratere del terremoto. “L’opera dei nostri tecnici – ha sottolineato il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Latina Fabrizio Ferracci – è stata doppiamente meritoria se si considerare che l’iscrizione all’Albo degli agibilitatori è volontaria e la prestazione è gratuita. In compenso i nostri ingegneri sono ritornati dalla loro missione arricchiti dal punto di vista professionale e umano. Gli agibilitatori dell’ordine di Latina hanno potuto mettere a disposizione della collettività la propria professionalità, grazie anche ad una specializzazione mirata acquisita con la partecipazione a questo corso di formazione e abilitazione”. Questo corso di formazione, come i successivi già in programma da parte dell’Ordine di Latina, ha curato anche ulteriori aspetti relativi alla prevenzione e sensibilizzazione sui nuovi modi di costruire tenendo conto delle nuove norme in fase di approvazione a livello nazionale che, tra le altre cose, prevederà per gli edifici il Certificato di Classificazione Sismica. “Questa di oggi è l’occasione – ha concluso il presidente Ferracci – per chiedere al Prefetto Faloni la convocazione degli ingegneri ai vari tavoli tecnici che riguardano la prevenzione e la protezione civile, così come ci mettiamo a disposizione dei Comuni della provincia per rivedere i piani di emergenza comunali per migliorarli e adeguarli alle linee guida nazionali e regionali. Allo stato attuale, infatti, sono tanti i Comuni i cui piani risultano incompleti o non conformi alle direttive, tanto da venire, alcune volte bocciati dagli organi competenti”.




Clicca sull'immagine per vederla a dimensione reale

16-03-2017

Festa di San Giuseppe e Festa dei Fauni a Sermoneta

Sabato 18 e domenica 19 marzo 2017

Torna a Sermoneta, come ormai è tradizione secolare, la Festa dei Fauni e la Festa di San Giuseppe che annunciano l’arrivo imminente della primavera. Una tradizione che affonda le sue radici nei riti propiziatori che i pagani dedicavano al dio Fauno: con i rami della potatura degli ulivi si accedevano enormi falò per propiziare delle messi abbondanti. Col passare dei secoli la festa dei fauni si è legata a quella del patrono di Sermoneta: San Giuseppe. Sabato 18 marzo ci sarà la parte “pagana” della festa a cura della Pro Loco di Sermoneta. In apertura, alle ore 19, l’esibizione degli sbandieratori Ducato Caetani di Sermoneta; intorno alle 20 saranno accesi i fuochi con le celebri “frasche” presso Porta San Sebastiano, e qui si potranno gustare prodotti enogastronomici locali e le tradizionali zeppole di San Giuseppe. Domenica 19, giorno del Santo Patrono di Sermoneta, si celebra la Festa di San Giuseppe con la Santa Messa alle ore 10 celebrata dal Parroco Don Leonardo Maria Pompei nella Chiesa di Santa Maria Assunta del centro storico e, a seguire, la solenne processione di San Giuseppe che partendo da piazza Santa Maria passerà per le strade principali del borgo. La processione sarà accompagnata dalla banda musicale Fabrizio Caroso di Sermoneta diretta dal Maestro Michele Secci. Al termine, il Comitato Parrocchiale ha organizzato uno stand gastronomico per raccogliere fondi da destinare ad opere parrocchiali.



Condividi

 

.ULTIME NOTIZIE:
Tavolo congiunto tra Comune, Provincia e Regione per la realizzazione dell’aeroporto civile a Latina
Gabriele Pezone presenta il suo primo cd organistico a Fondi
Fondi Music Festival, concerto il 25 marzo
Al Molino Farchioni inizio di primavera con una giornata interamente dedicata alla conoscenza dell’arte bianca
Dopo l'ultimo attentato a Londra, anche a Latina riunione per la sicurezza
Riapre il parco Cottignoli-Petrucci in Q4
Latina in Cucina per i ragazzi della Diaphorà
Rubano due valige con 400 paia di occhiali, arrestati
Manutenzione aree verdi, sponsor anche per Piazza Buozzi, Piazzale Prampolini e due rotonde in Q5
Il Consiglio regionale ha approvato nella seduta odierna la legge regionale sugli ecomusei
Scorte alimentari per la mensa parrocchiale e le famiglie in difficoltà di Borgo Sabotino
La redazione di Comunicare il Territorio ricorda Rita Calicchia
Latina, omaggio a Antonio Carlos Jobim
Latina. Precisazioni del Presidente del Consiglio in merito alle procedure per l’approvazione del Bilancio di Previsione
Presentato il Bilancio Operativo 2016 della Guardia di Finanza
In manette spacciatore in partenza per Mak P100 a Ponza
Operazione Digos: perquisizione Movimento 9 Dicembre-Forconi
Tommaso Bianchi, smentisce l’ipotesi della sua Candidatura a Sindaco di Cori
Hanno giurato i giovani medici e odontoiatri della provincia di Latina
Futura: l’idea di uno aeroporto civile e commerciale un opportunità di sviluppo
Studio Immagin.e s.r.l :: C.F/P.iva 02421000593